Come fare le polpette

Galbani
Come fare le polpette
Vi piacerebbe aggiornare il vostro repertorio culinario imparando a cucinare delle polpette sempre diverse, sfiziose e che riescano a soddisfare praticamente i gusti di tutti?
Lo sappiamo, preparare le polpette non è poi così difficile ma, talvolta, capita di essere bloccati dalla mancanza di idee.
Inoltre, non siete curiosi di sapere come si preparano delle buone polpette al forno, oppure quelle di verdure, da servire tra gli antipasti finger food o come secondi?
Continuate a leggere l’articolo e vi sveleremo ricette, consigli e tanto altro ancora, provando a soddisfare il più possibile la vostra curiosità.
Cominciamo.

Come fare le polpette di carne

Come fare le polpette di carne Le polpette di carne sono un secondo piatto sfizioso e anche semplice da preparare. Spesso vengono cucinate per riciclare eventuali avanzi di carne già cotta che abbiamo in cucina, oppure con carne macinata ancora cruda.
In questo caso, è possibile utilizzare il tritato di vitello, di manzo, di pollo, di maiale o una combinazione di queste carni.
Il classico impasto prevede anche l’aggiunta di mollica di pane raffermo che viene ammorbidita nel latte o con l’acqua, uova, cipolla ed eventuali spezie o erbe aromatiche. Una volta pronte possono essere fritte, cotte lentamente in un sugo al pomodoro oppure al forno, magari accompagnate da patate.

Per preparare le polpette di carne per 4 persone avrete bisogno di: 500 g di macinato del tipo di carne che preferite; 100 g di mollica di pane raffermo; 2 uova medie; 1 ciuffo di prezzemolo; sale; pepe; pangrattato (quest’ultimo potrebbe servirvi nel caso l’impasto dovesse risultare troppo umido); latte.

Bagnate la mollica di pane con un po’ di latte, affinché possa ammorbidirsi. Eliminate poi l’acqua in eccesso strizzandola tra le mani.
In una ciotola capiente lavorate con le mani la carne con un pizzico di sale, il pepe, le uova (aggiungetene una alla volta), il prezzemolo tritato e la mollica di pane. Se l’impasto dovesse risultare troppo umido aggiungete qualche cucchiaio di pangrattato.
Bagnate le mani e prelevate un po’ di composto, così da lavorarlo dandogli la classica forma tondeggiante.
Man mano che le polpette saranno pronte disponetele su una teglia rivestita di carta da forno abbastanza grande. Potrete poi cuocerle come preferite, scegliendo uno dei metodi che vi abbiamo elencato precedentemente.

Questa è la ricetta di base ma è possibile, ovviamente, modificarla secondo i propri gusti. Ad esempio, nella nostra ricetta di polpette di carne abbiamo utilizzato il lesso avanzato e macinato, che abbiamo arricchito con il Gorgonzola D.O.P. Gim. Una volta pronte, abbiamo fritto le polpette e poi abbiamo terminato la cottura in una salsa al pomodoro.

E adesso vediamo alcuni consigli per cucinare le polpette di carne.
È preferibile aggiungere un uovo alla volta, così che il composto non risulti troppo umido, in linea di massima possiamo consigliare di usare un uovo ogni 300 g di carne. Un altro trucchetto è quello di tenere a portata di mano una ciotola con un uovo leggermente sbattuto, così da poterlo aggiungere gradualmente al composto. Se non siete convinti della salatura, fate così: preparate una piccola polpettina e cuocetela, in questo modo potrete controllare il sapore ed eventualmente correggere il resto del composto.
Questo trucchetto può essere utile anche per controllare la consistenza della polpetta che, altrimenti, potrebbe aprirsi durante la cottura. Se preferite, prima di cuocerle, rotolatele nella farina o nel pangrattato: la panatura donerà all’esterno una consistenza croccante in caso di frittura e se cotte in umido renderà il sugo più denso.

Come fare le polpette di melanzane

Come fare le polpette di melanzane Le polpette di melanzane sono un’ottima alternativa alle classiche polpette di carne. Inoltre, sono adatte anche a chi è alla ricerca di ricette vegetariane.
Questo piatto può essere servito come secondo oppure presentate in un buffet da aperitivo e in questo caso fate attenzione perché una tira l’altra e potreste rimanere a bocca asciutta!
Le polpette di melanzane sono facili e veloci da preparare. Possono essere gustate calde ma anche da fredde riescono a essere soddisfacenti.
Vediamo insieme questo procedimento molto facile.
Tutto quello che dovrete fare è lavare le melanzane, mondarle e tagliarle a dadini. Trasferite la polpa in uno scolapasta, cospargetela di sale e poi posizionate sopra una ciotola colma d’acqua, così che possa perdere il suo liquido amarognolo.
Dopo alcune ore, fate cuocere le melanzane in olio bollente e poi usando un frullatore lavoratele con l’aglio, il pomodoro secco, il sale e il pepe. Otterrete un composto omogeneo che trasferirete in una ciotola. A questo punto unite il pangrattato, l’uovo e il Galbanino grattugiato (dopo averlo tenuto 20 minuti in congelatore). Lavorate l’impasto e poco a poco formate le classiche palline.
In queste ricetta le abbiamo cotte in forno a 200° ma è possibile anche friggerle oppure cucinarle in umido.

Se preferite non friggere le melanzane fate in questo modo: una volta lavate, mondate e tagliate a cubetti, lasciatele lessare in acqua salata per una quindicina di minuti. Quando risultano cotte fatele raffreddare nello scolapasta coperte da un peso e poi strizzatele accuratamente.
Vedrete che anche i bambini* apprezzeranno queste polpettine sfiziose e particolari.

*sopra i 3 anni

Come fare le polpette di patate

Come fare le polpette di patate Vi siete mai ritrovati a dover pensare a un secondo piatto veloce da preparare, sfizioso e con pochi e semplici ingredienti?
Le polpette di patate possono essere una buona soluzione, poiché quasi certamente faranno venire il buonumore a tutti i commensali, bambini* compresi.
Possono essere preparate utilizzando delle patate lesse avanzate da altre preparazioni con l'aggiunta di altre cose che potrete trovare in frigorifero, come salumi, formaggi e anche le verdure. Chiaramente, potrete abbinare all’impasto anche delle erbe aromatiche, oltre alle uova. È molto importante che la consistenza del composto sia quella ottimale, ovvero dovrà essere morbido ma non esageratamente, altrimenti le polpette potrebbero rompersi durante la cottura.

Vediamo insieme come fare le polpette di patate semplici e vegetariane, gli ingredienti per 4 persone sono: 500 g di patate; 2 uova; 200 g di pangrattato; sale; pepe; olio di semi se intendete friggerle.

Cominciate lavando le patate, quindi bollitele in una pentola capiente con acqua fredda. Quando le patate saranno morbide eliminate l’acqua, aspettate che si raffreddino e poi togliete la buccia.
A questo punto, dovrete schiacciarle usando uno schiacciapatate o un passaverdura o, ancora, una forchetta.
Una volta ottenuta una sorta di purea, aggiungete le uova, il sale e il pepe. Lavorate l’impasto e se dovesse risultare troppo umido aggiungete del pangrattato oppure un po’ di parmigiano grattugiato o di altro formaggio a vostra scelta, ad esempio il pecorino.
Adesso potete iniziare a formare le vostre squisite polpette: bagnate le mani e iniziate a lavorare delle piccoli porzioni di impasto, dando la classica forma tondeggiate (o, se preferite, potrete anche schiacciarle leggermente).
Passate ogni polpetta nel pangrattato e poi passate alla cottura, che potrà essere in forno a 180° per una ventina di minuti oppure in padella, con abbondante olio di semi.

Questa è la ricetta base ma, come vi abbiamo già accennato, potrete rendere ancora più ghiotte le vostre polpette aggiungendo altri ingredienti seguendo il vostro gusto, ad esempio noi abbiamo preparato le polpette di patate con cuore di Galbacotto e Bel Paese, ideali per essere servite come secondo piatto oppure per un antipasto finger food.

*sopra i 3 anni

Come fare le polpette al forno

Come fare le polpette al forno Le polpette al forno sono un secondo gustoso, facile da preparare e anche veloce.
Sappiamo bene che esistono diversi modi per cuocere le polpette, ma questo è particolarmente adatto quando bisogna prepararne in gran quantità. Potrete inoltre accompagnarle con altri contorni cotti con la stessa modalità, come delle squisite carote al forno.

Per questo tipo di cottura è bene che l’impasto risulti molto morbido, così che la parte esterna diventi croccante mentre l’interno non deve essere particolarmente asciutto. Un altro trucchetto per ottenere un aspetto dorato e invitante è quello di cuocerle con forno ventilato ma, in linea di massima, vi sconsigliamo di usare temperature troppo alte.
E se il vostro forno ha solo la funzione statica provate a rotolare le polpette in un filo di olio e a cuocere in teglia rivestita di carta da forno.

Ma quali polpette possono essere cucinate al forno?
Beh, praticamente tutti i tipi, dalle polpette di carne a quelle composte da verdura, ma anche le polpette di ricotta l’importante è che, come già detto, l’impasto sia morbido.
Inoltre, se state preparando un menù a base di pesce potrete portare in tavola anche delle polpette di tonno.
Una volta pronte, potrete tenerle al caldo in forno spento ma sono ottime da mangiare anche fredde.

Come fare le polpette al sugo

Come fare le polpette al sugo Le polpette al sugo sono una vera e propria bontà, non trovate?
Piacciono ai bambini* ma, diciamoci la verità, fanno impazzire anche noi adulti, forse perché un po’ ci riportano indietro nel tempo.
Le polpette in umido, inoltre, possono essere utilizzate anche per arricchire i primi piatti come le lasagne, la pasta al forno oppure per preparare degli sfiziosi spaghetti con polpette, così da ottenere un piatto unico gustoso e semplice da realizzare.

Vediamo insieme come fare le polpette al sugo, un procedimento molto facile, adatto anche ai principianti.
La prima cosa da fare è preparare il sugo al pomodoro, così che oltre a cuocere potrà anche restringersi.
Per le polpette il procedimento è quello classico: lavorate in una ciotola la carne macinata con il pane ammorbidito nel latte, l’aglio tritato, le uova, il prezzemolo, il pepe e nella nostra ricetta noi abbiamo aggiunto anche la Certosa.
Salate e iniziate a formare le polpette, lavorando delle piccole porzioni di impasto con le mani.
Adesso fate riscaldare due cucchiai di olio extravergine d’oliva in una padella e lasciate rosolare le polpette per una quindicina di minuti a fuoco medio. In alternativa all’olio, per questa operazione potrete anche usare qualche noce di burro. Rigiratele spesso, così che possano colorarsi ovunque. Una volta soffritte seguendo i tempi indicati aggiungete alla padella il sugo preparato e proseguite con la cottura per altri 7 minuti. Servite quindi le vostre polpette e non dimenticate di fare la scarpetta!

*sopra i 3 anni

Come fare le polpette fritte

Come fare le polpette fritte Avete provato a cucinare delle polpettine fritte ma siete rimasti delusi dal risultato finale? Vediamo insieme come fare per portare in tavola un piatto preparato bene.
Prima di tutto occorre monitorare l’impasto nel momento in cui viene lavorato, poiché non dovrà essere eccessivamente morbido. Un piccolo trucchetto è quello di aggiungere l'uovo gradualmente oppure potreste lavorarne uno in una ciotola con la forchetta e tenerlo a portata di mano, così da poterlo inglobare un po’ per volta, riuscendo a monitorare meglio la consistenza del composto. Sul piano di lavoro è bene avere anche del pangrattato con un cucchiaio, oppure del formaggio grattugiato da unire nel caso in cui la consistenza dovesse risultare troppo umida.
Lo ribadiamo ancora una volta: con un impasto troppo morbido le polpette potrebbero rompersi durante la frittura.
Inoltre, quando le lavorerete con le mani, ricordatevi di compattarle bene.
E passiamo adesso alla cottura delle polpette fritte, operazione da non sottovalutare per la riuscita del piatto.
Controllate che la temperatura dell’olio sia giusta, se avete un termometro verificate che sia intorno ai 150°, o fate così: versate una punta di cucchiaino di pangrattato nell’olio, se cuoce subito allora potete aggiungere le polpette. Altrimenti, se la temperatura è bassa rischiate di avere un risultato inzuppato di olio, se è troppo alta avrete delle polpette bruciate all’esterno e crude all’interno.
Scaldate l’olio a fuoco medio, lentamente e ricordate di usarne abbastanza per immergere totalmente le polpette. Cuocetene poche per volta, anche in base alla grandezza della padella o del tegame, saranno pronte quando risulteranno dorate in modo uniforme.

Come fare le polpette di zucchine

Come fare le polpette di zucchine Le polpette di zucchine sono una buona alternativa alla classica versione realizzata con la carne. Inoltre, sono anche un modo furbo e ghiotto per fare in modo che anche i bambini* mangino questa verdura.
Tutto quello che dovrete fare è cuocere le zucchine in una padella antiaderente con un po’ di olio, dopo averle tagliate à la julienne. Una volta cotte e raffreddate le andrete a impastare in una ciotola con la ricotta, le uova, il formaggio grattugiato, il pangrattato, sale e pepe. Lavorate il composto fin quando non sarà diventato compatto e iniziate a formare le polpette.
Passatele nel pangrattato e poi friggetele in olio caldo, fin quando non diventeranno croccanti e dorate.

Piccolo consiglio: fare cuocere le zucchine prima di aggiungerle agli altri ingredienti non solo darà più sapore all’ingrediente principale, ma eliminerà anche parte dell’acqua contenuta, così che il composto non si risulti troppo umido e morbido, caratteristiche che renderebbero le polpette poco adatte alla frittura.
Volete utilizzare il pane raffermo così da evitare sprechi? Allora evitate di farlo ammorbidire nell’acqua o nel latte, ma tritatelo con un frullatore. Vedrete che così l’impasto avrà una consistenza migliore.

*sopra i 3 anni

Come fare le polpette di pane

Come fare le polpette di pane Diciamoci la verità, è capitato un po’ a tutti di aprire la dispensa e di ritrovarsi con un bel po’ di pane raffermo, senza sapere cosa farne. Ecco, vi diamo noi una piccola idea, cosa ne pensate di utilizzarlo per preparare delle polpette di pane? Una buona idea per chi è alla ricerca di una preparazione sfiziosa, magari da servire anche come antipasto o aperitivo. Il risultato finale, che potrete accompagnare con le salse e i sughi che preferite, avrà una piacevole crosticina croccante e un cuore morbido.
La preparazione è facile, alla portata di tutti: si lascia ammorbidire il pane nel latte per una trentina di minuti. Dopodiché si impasta con le uova, il parmigiano grattugiato, il pangrattato, il prezzemolo, un po’ di noce moscata, sale e pepe. Questi sono gli ingredienti di base ma voi potrete arricchire l’impasto aggiungendo dei dadini di formaggio oppure con del prosciutto cotto, come abbiamo fatto noi nella nostra ricetta. Insomma, un vero e proprio piatto antispreco e anche goloso.
Il vero segreto per avere la crosticina croccante è ripassarle nel pangrattato, prima di passare alla frittura.

Durante la cottura, rigirate le polpettine due o tre volte e prelevatele quando saranno belle dorate. Prima di servirle lasciatele intiepidire su dei fogli di carta assorbente. Se preferite, prima di rotolare le polpette nel pangrattato ripassatele in una ciotola in cui avrete sbattuto un uovo con un pizzico di sale. Un altro consiglio è quelle di cuocerle in forno, a 180° per circa 20 minuti, nel caso in cui dovessero essere molte.

Come fare le polpette di riso

Come fare le polpette di riso Le polpette sono sempre una buona soluzione da adottare quando abbiamo degli ingredienti da cucinare ma non sappiamo in che modo.
Molto spesso si preparano utilizzando cose avanzate da altre ricette, come nel caso delle polpette di riso. Sarà capitato anche a voi di sbollentare troppo riso per preparare una classica insalata estiva. Oppure, magari, di ritrovarvi con una grande quantità di questo ingrediente perché qualcuno vi ha dato buca.
Ecco, adesso sapete come riutilizzarlo, senza essere costretti a mangiare per più giorni lo stesso piatto.
Tutto quello che dovrete fare è lavorare in una ciotola il riso (sbollentato e salato) con le uova sbattute, il formaggio grattugiato e altri ingredienti a vostro piacere, ad esempio noi abbiamo scelto il Galbanino, la mozzarella e il prosciutto cotto a pezzettini. Amalgamate bene tutti gli ingredienti e iniziate a formare le polpette, dopo aver bagnato le mani.
Rotolatele nel pangrattato e disponetele man mano che sono pronte su una teglia rivestita di carta da forno. Lasciatele cuocere in forno preriscaldato a 200° per 25-30 minuti, ed ecco che il gioco è fatto.

Un altro modo gustoso per preparare queste polpette è quello di aggiungere gli altri ingredienti dopo: lavorate il riso con le uova, il parmigiano grattugiato e, se ce ne fosse bisogno, anche qualche cucchiaio di pangrattato. Prendete un po’ di riso, stendetelo leggermente nella vostra mano e poi aggiungete al centro i pezzetti di formaggio e di prosciutto. Richiudete il tutto e passate alla panatura. In questo modo gli altri commensali avranno la piacevole sorpresa di ritrovare al centro un cuore goloso e filante.
Oltre al prosciutto e al formaggio potrete usare anche la verdura, i piselli oppure della carne tritata. Insomma, tutto quello che il vostro frigorifero contiene o quasi!

Come fare le polpette senza uova

Come fare le polpette senza uova Sapete che è possibile preparare anche delle polpette senza uova?
Nella nostra ricetta abbiamo usato come collante lo yogurt, che darà anche una buona consistenza al risultato finale.
Il procedimento è molto semplice, dovrete impastare la carne tritata con lo yogurt e poi aggiungere gli altri ingredienti, tutto qui.

Come altri sostituti delle uova potrete usare le patate lesse (per 300 g di carne dovrebbero bastare 2 patate grandi); oppure potreste sbollentare un po’ di riso senza lavarlo, così che conservi tutto l’amido (per 300 g di carne vi serviranno circa 65 g di riso), e utilizzarlo per far meglio amalgamare gli ingredienti tra di loro.

Come fare le polpette di legumi

Come fare le polpette di legumi I legumi sono degli ingredienti molto utili da aver in cucina, poiché consentono di creare diversi tipi di pietanze e possono essere gustati in molti modi. Che siano secchi o precotti, vale sempre la pena averne un po’ in dispensa.

Una delle pietanze da poter preparare sono le polpette di legumi, una sfiziosa alternativa alle classiche preparazioni con carne, che potrete anche cucinare quando avete voglia di portare in tavola un menù diverso.
Possono essere utilizzati praticamente tutti i legumi, quindi potrete realizzare ad esempio delle polpette di ceci o delle polpette di lenticchie oppure combinando più tipologie per creare delle vere e proprie polpette di legumi. E poi, diciamocelo, forse è anche uno dei metodi più efficaci per far in modo che i bambini* li mangino!

*sopra i 3 anni