Santa LuciaPresenta

Pizza senza glutine

Ricetta creata da Galbani
Pizza senza glutine
Prova con
Mozzarella Cucina Santa Lucia
Mozzarella Cucina Santa Lucia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Tra i piatti maggiormente amati dagli italiani, la pizza vanta un vero e proprio posto d’onore. Dai più piccoli* ai più grandi, chiunque senta parlare di pizza si ingolosisce immediatamente.

La base della pizza, però, si sa, è fatta di farina di grano e per coloro che soffrono di celiachia è impossibile mangiarlo senza accusare fastidi. La soluzione però esiste ed è la pizza senza glutine, un alimento adatto a chi preferisce un’alimentazione povera di glutine, con alimenti facilmente assimilabili e, ovviamente, anche buoni. Prepararla non richiede impegno eccessivo, tuttavia tra le caratteristiche specifiche delle farine senza glutine c'è da considerare il fatto che sono naturalmente meno forti di quelle normali e, se non si rispettano alcune accortezze necessarie durante la loro lavorazione, l'impasto realizzato tende a non legarsi adeguatamente, andando a compromettere il risultato finale.

Oggi parleremo di come preparare la pizza senza glutine a casa e fare tutti contenti, realizzando un impasto che non ha nulla da invidiare per gusto e consistenza a quello che si può comunemente gustare a cena in pizzeria.

*sopra i 3 anni

Media
4
24 ore di lievitazione
Vota
Media0

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 1 kg di farina senza glutine,
  • 800 ml di acqua,
  • 8 g di lievito di birra,
  • sale fino q.b.,
  • 40 ml di olio extravergine d'oliva

Per il condimento:

  • 200 di passata di pomodoro,
  • 100 g di Mozzarella Cucina Santa Lucia Galbani,
  • 6 foglie di basilico

Preparazione

Per avere una pizza senza glutine gustosa e soffice, che non faccia rimpiangere quella preparata con l’impasto più comunemente usato, vi suggeriamo una preparazione semplice e veloce da fare con una farina gluten free, che vi assicurerà un interno morbido e un esterno croccante.
In commercio ci sono vari tipi di farine senza glutine, che possono essere realizzate con il riso, il mais, il grano saraceno e molti altri ingredienti naturalmente senza glutine. È anche possibile trovare dei mix realizzati con diversi tipi di farina e che facilitano la lavorazione degli impasti. Al momento dell'acquisto è importante verificare che la confezione riporti la dicitura gluten free, o il simbolo di una spiga di grano rossa.

01

Mettete in una planetaria 1 kg di farina senza glutine e man mano aggiungete 800 ml di acqua in cui avrete sciolto 8 g di lievito di birra. Le farine senza glutine hanno infatti bisogno di maggiore idratazione di quelle normali, pertanto la quantità d'acqua da aggiungere deve raggiungere almeno l'80% della quantità di farina utilizzata.

02

Una volta che l’impasto comincerà a diventare compatto, aggiungete anche l’olio e lasciate che il gancio impastatore della planetaria incordi l’impasto.

03

Alla fine, unite una presa di sale fino, dopo averlo sciolto in una tazzina di acqua e lasciate che il gancio lavori per altri 5 minuti circa il vostro impasto. Il sale, negli impasti per pane e pizza, va sempre aggiunto come ultimo ingrediente e, soprattutto, quando il lievito è già stato completamente assorbito dalla farina. Aggiungendolo in un momento precedente si rischia infatti di compromettere la fase di lievitazione.

04

Spostate l’impasto su una spianatoia e dividetelo in quattro parti uguali. Lavorate le pagnotte con le mani, ungetele di olio extravergine d'oliva e avvolgetele con la pellicola trasparente.

05

Trasferite tutte le pagnotte in frigo e lasciatele lievitare lentamente per circa 24 ore. La pasta dovrà risultare ben idratata. Questo tipo di impasto, infatti, è particolarmente delicato e lievita meglio a temperature basse e asciutte.

06

Estraeteli poco prima di preparare le pizze, stendeteli delicatamente sulla spianatoia e poi trasferiteli nella teglia. Stendete l’impasto ancora un po’, fino a ricoprire l’intera superficie della teglia, e farcite le vostre pizze senza glutine con il pomodoro, il basilico e con abbondante mozzarella che in cottura diventerà filante e saprà regalarvi tutta la golosità di un morso delizioso. Per la cottura in forno, preriscaldatelo a 200° per 15 minuti circa, sfornate la pizza e servitela subito.

Varianti

Dopo aver imparato a preparare l’impasto per la pizza senza glutine, che richiede qualche accorgimento in più rispetto a quello con la farina di grano, le varianti per dare vita a pizze buonissime sono tante. Gli unici limiti per le idee realizzabili sono il vostro gusto e le vostre preferenze.

Gli ingredienti per una pizza che conquista tutti sono sicuramente la passata di pomodoro, la mozzarella, l’olio extravergine d’oliva, le foglioline di basilico e l’origano. Ma nulla vieta di abbinare a questo impasto speciale anche altri ingredienti.

La pizza senza glutine infatti si gusta molto bene anche con le verdure e con i formaggi. Se avete preparato un contorno di peperoni e melanzane in padella il giorno prima e ve n’è avanzato un piattino, provate a unirlo alla mozzarella sulla pizza senza glutine: sarà un successo.

L'impasto senza glutine si presta anche alla preparazione della pizza bianca, condita con mozzarella, formaggi e verdure di vario genere.
Per i più curiosi, esistono anche versioni gourmet realizzate con un condimento a base di mozzarella, cipolla caramellata, bacon e noci.

Se volete gustare delle altre varianti prendendo ispirazione dai condimenti usati per le pizze con impasto glutinoso e sorprendere tutta la famiglia, vi consigliamo di provare la pizza con cipolle, radicchio e gorgonzola o la golosa pizza con salmone e gamberetti.

Suggerimenti

Se volete una pizza senza glutine, potete utilizzare anche altre farine alternative, oltre a quelle gluten free. Ad esempio, molto adatta è la farina di riso che non contiene glutine così come anche l’amido di mais. Dopo aver imparato a fare la pizza senza glutine, sarà d’obbligo specializzarsi anche in altre ricette, come quella della focaccia senza glutine. Ma sapete che, dopo la pizza, un buon dessert è perfetto per concludere in bellezza la serata? Se ne volete uno davvero speciale, vi consigliamo un gustoso tiramisù senza glutine.

Per ottenere una lievitazione ottimale, potete aggiungere all’impasto un cucchiaio di miele d’acacia che è un coadiuvante del lievito e favorisce una lievitazione delicata. Il miele è spesso utilizzato negli impasti dei lievitati e se utilizzandolo nella pizza il risultato dovesse piacervi, potete adoperarlo anche per tutte le altre preparazioni. Andrà sicuramente bene nell’impasto per dei panini al latte con lievito madre, nel panettone senza glutine e in tante altre ricette.

Quando stendete l’impasto della pizza senza glutine, fatelo delicatamente: quello preparato con la farina di grano duro è un impasto più estensibile e quindi più facile da lavorare. Quello con la farina senza glutine, invece, è un impasto che tende a strapparsi se lo stendete troppo velocemente o facendo poca attenzione.

Se l'impasto dovesse risultare troppo morbido, potete lavorarlo più facilmente ungendo le mani con qualche goccia d'olio.

Anche il condimento per la pizza è importante. Per le pizze rosse utilizzate sempre la passata di pomodoro che è più densa e meno ricca di acqua, ingrediente che nel condimento rischierebbe di bagnare troppo la base della pizza, rovinandola. Vi consigliamo di metterla in una ciotola, aggiungervi il sale e le erbe aromatiche che preferite e di mescolarla, lasciandola riposare qualche minuto prima di adoperarla.

Curiosità

Se non volete preparare l’impasto il giorno prima, dovrete avere cura di procedere alla doppia lievitazione: una volta amalgamati tutti gli ingredienti, lasciate lievitare l’impasto per circa tre ore. Quindi, dividetelo in pagnotte, copritele con un canovaccio e fate lievitare per almeno un’altra ora prima di stenderle e creare la base per le pizze senza glutine. La doppia lievitazione è adatta anche ad altre preparazioni come la focaccia o la pizza napoletana. Si tratta di un procedimento che assicura la giusta idratazione all’impasto e lo rende particolarmente delicato.

La pizza senza glutine diventa anche la base per ricette diverse che non sono possono essere definite pizza ma che sono una vera delizia sia per gli occhi sia per il palato. Dovete sapere infatti che la base della pizza si abbina molto bene con ingredienti a crudo. Un esempio? Mozzarella di bufala, pomodori e basilico per una caprese arricchita da una base dal profumo irresistibile. Se sapete come fare il pesto alla genovese, non rinunciate ad assaggiarlo spalmato sulla base della pizza e arricchito dalla Certosa Stracremosa Santa Lucia Galbani.

Se preparate la pizza senza glutine ricordatevi che è meno elastica e, per questo, lavorarla per stenderla risulterà un lavoro più impegnativo. Quello che potete fare è scegliere teglie non troppo grandi in modo da non dover allargare troppo l’impasto che dovrà avere sempre uno spessore di 5 mm al massimo.

La pizza senza glutine può risultare più croccante anche al centro, non solo sui bordi, ma se imparerete ad avere cura del vostro impasto, sarà sempre un successo.

Prova anche

Ti potrebbe interessare anche