Pizza napoletana

Pizza napoletana
Pizza napoletana
Pizza napoletana
Piatto Unico PT0M PT40M PT40M
  • 4 persone
  • Facile
  • 40 minuti
Ingredienti:
  • 400 g di Mozzarella Cucina Santa Lucia Galbani
  • 500 g di farina di manitoba
  • 270 ml di acqua minerale naturale
  • 50 ml di olio extra vergine d’oliva
  • 10 g di sale
  • 5 g di zucchero
  • 1 cubetto da 25 g di lievito di birra
  • 400 ml di passata di pomodoro
  • origano
  • 10 filetti di acciuga sott’olio
  • 1 manciata di capperi dissalati

Galbani

Mozzarella Cucina

La mozzarella per pizza S.Lucia è ideale in cucina. Gustosa mozzarella filante e ottime performance in cottura senza rilascio di acqua sorprenderanno tutti i tuoi ospiti! Scopri le curiosità

in alternativa puoi utilizzare:

presentazione:

La pizza napoletana è un piatto unico della cucina italiana famoso in tutto il mondo e che nasce per l’appunto a Napoli fra il 1715 e il 1725.
La pizza che si preparava all’epoca era un disco di pasta di pane che veniva condito con del semplicissimo pomodoro. Questa preparazione è rimasta prerogativa dei napoletani fino a metà del XX secolo; solo allora le pizzerie iniziarono a diffondersi in tutta Italia fino a raggiungere il resto del mondo.
La caratteristica della pizza napoletana è costituita prevalentemente dal tipo di pasta che la compone: l’impasto è molto simile a quello utilizzato per il pane, risulta molto morbido e particolarmente elastico.Viene rigorosamente steso a mano formando un disco; importante è, durante la stesura, non toccare assolutamente i bordi: essi infatti, durante la cottura formeranno il caratteristico cornicione.
La pasta rimane molto sottile e rimane piuttosto umida e soffice, questo ne garantisce l’autenticità e il sapore inconfondibile.In questa pagina troverete la ricetta per preparare la pizza napoletana, tra gli ingredienti troverete anche la Mozzarella Cucina Santa Lucia.



Preparazione:

Se volete portare un po' di Napoli a casa vostra, non perdete altro tempo e seguite questa ricetta:



  1. 1. Per preparare la pizza napoletana prendete una ciotola, versatevi l’acqua, l’olio, il sale, lo zucchero e la farina setacciandola, poi sbriciolate il lievito ed impastate per 20 minuti.
  2. 2. Riponete l’impasto a riposare e lievitare per un’ora in un luogo caldo ed asciutto, possibilmente al buio.

  3. 3. Riscaldate il forno a 200°, prendete una teglia da forno e rivestitela con la carta forno, poi stendete l’impasto.
  4. 4. Condite l’impasto con il pomodoro lasciando un bordo di 2 cm su ogni lato e infornate per 15 minuti. Sciacquate sotto l’acqua corrente i capperi, poi tamponateli con la carta assorbente e teneteli da parte.
  5. 5. Trascorso il tempo, aggiungete la Mozzarella Cucina Santa Lucia, i filetti di acciuga e i capperi, poi infornate per altri 5 minuti. Servite la vostra pizza napoletana ben calda e fumante.
  6. 6. Tagliate la Mozzarella Cucina Santa Lucia a cubetti molto piccoli, versate la passata di pomodoro in una ciotola, conditela con un giro di olio e un pizzico di sale, aggiungete infine una manciata di origano e mescolate bene amalgamando i sapori.

Varianti:

La vera pizza napoletana per antonomasia è la famosissima pizza Margherita. Questa gustosissima e saporita pizza è condita con semplice salsa di pomodoro, mozzarella, sale, olio extra vergine di oliva e foglioline di basilico fresco.

Se la pizza Margherita, chiamata in questo modo in onore della regina Margherita di Savoia, è la più conosciuta pizza napoletana, ad oggi, esistono diverse varianti.

La pizza marinara, è una di queste. Si tratta di una pizza senza mozzarella, condita solo con salsa di pomodoro, aglio e olio extra vergine di oliva. La sua ricetta è semplice e veloce.

Per prima cosa dovete preparare l'impasto: prendete una ciotola e versatevi l’acqua, l’olio, il sale, lo zucchero e la farina di grano tenero, meglio se di tipo 00 setacciandola. Poi sbriciolate il lievito di birra ed impastate a mano per 20 minuti. Formate dei panetti con l'impasto.Adesso mettete a riposare l'impasto. La fase di lievitazione non deve durare meno di 1 ora, possibilmente al buio.

Stendete la pizza con il matterello e conditela con salsa di pomodoro, origano, aglio e un filo di olio. Ponetela in una pietra refrattaria se disponete di un forno a legna e vi consiglio di cuocerla a 400° per 90 secondi. Se invece usate il forno di casa, allora ponetela in una teglia e la cottura della pizza sarà di 15 minuti in forno statico già preriscaldato a 250°.

Un’altra variante della pizza napoletana è la pizza con mozzarella non cotta. Questa pizza viene condita con salsa di pomodoro, cubetti di mozzarella non cotti, sale e olio extra vergine di oliva e l’aggiunta di basilico fresco in foglioline. Dopo aver preparato l'impasto, stendetelo e ponetevi sopra la passata di pomodoro, un filo di olio e sale. Cuocete in forno statico preriscaldato a 250° per 15 minuti. Terminata la cottura, sbriciolate a mano la mozzarella sulla pizza e servite.

Un altra grande variante delle pizzerie napoletane è il calzone. Viene realizzato ripieno sia nella versione al forno che nella versione fritta, in questo caso lo chiamano pasta fritta. I calzoni al forno sono realizzati con pomodoro, parmigiano grattugiato, provola, ricotta e a scelta prosciutto cotto e salame, mentre i calzoni fritti, conosciuti anche come pasta fritta, sono ripieni di ricotta, provola e salame o prosciutto cotto.

Se state organizzando una festa e non avete molto tempo da dedicare alle preparazioni, potete arricchire il vostro buffet con le girelle di pizza o con degli sfiziosissimi muffin di pizza.



Consigli:

Una pizza per essere cucinata secondo la ricetta della Campania deve avere il bordo spesso circa 1-2 cm, soffice e senza bolle. Per l'impasto, invece, è consigliabile non far superare i 4 mm dell' interno.

Inoltre, la miglior cottura sarebbe quella nel forno a legna e la stesura dell'impasto rigorosamente a mano.

L’impasto della pizza napoletana è composto semplici ingredienti dal gusto inconfondibile: farina, acqua, sale e lievito di birra.

L’impasto, per essere perfetto, deve risultare morbido ed elastico. Inoltre per la farina, piuttosto che usare la farina di grano tenero, vi consigliamo quella di tipo 0 per poter ottenere un impasto più elastico e omogeneo.

Il vero trucco per ottenere morbidezza ed elasticità della pizza napoletana è l’equilibrio tra acqua e farina. Secondo i pizzaioli napoletani, bisogna partire dall’acqua e aggiungere pian piano la farina.

Naturalmente non lasciate mai riposare l'impasto per la pizza in frigo, ma in un luogo asciutto a temperatura ambiente.


Curiosità:

Nel 2010, la pizza napoletana è stata inserita tra le Specialità tradizionali garantite dalla Comunità Europea.

La pizza napoletana si presenta bassa al centro e con un cornicione abbastanza alto.

Anticamente, la vera pizza napoletana è stata identificata dalla pizza Margherita o dalla pizza marinara. Oggi esistono diverse varianti, dette gourmet: dalla diavola fino alla pizza con ananas e prosciutto.

Il vero segreto della pizza napoletana è il pomodoro. A Napoli usano rigorosamente quello San Marzano D.O.P. Mentre la mozzarella viene fatta sgocciolare per bene prima di essere messa sulla pizza napoletana.

Ma il primato della pizza non è solo a Napoli. Infatti, da diversi anni ormai, anche la pizza romana è diventata famosa almeno tanto quanto quella napoletana.


I vostri commenti alla ricetta: Pizza napoletana

Lascia un commento

Massimo 250 battute