Come fare la pizza arrotolata

Galbani
Galbani
Come fare la pizza arrotolata
La pizza arrotolata è una sfiziosa alternativa alla tipica pizza e, visto che si può preparare anche in anticipo, si rivela perfetta per aperitivi finger food, antipasti e cene tra amici. Questa ricetta viene chiamata anche pizza Stromboli in onore del vulcano siciliano perché presenta un ripieno fumante! Seguite i nostri consigli per realizzare i condimenti più golosi e per prepararla nel migliore dei modi e scoprite i trucchi per cucinare la pizza arrotolata anche nelle sue principali varianti: con verdure, con la carne, a cono e pizza sfoglia arrotolata. Tutti in cucina!

Come preparare l'impasto

Come preparare l'impasto Nonostante le sue origini americane, la pizza arrotolata ha i tipici sapori e profumi di Napoli e più in generale della cucina mediterranea, con un tipico impasto per pizza che verrà poi farcito con gli ingredienti più disparati prima di essere arrotolato su se stesso. La sua preparazione è semplice e veloce, soprattutto se sapete già come fare la pizza in casa. Avete bisogno di un rapido promemoria?

Nella ciotola dell’impastatrice dotata di gancio a uncino versate poco alla volta 300 ml d’acqua, 5 g di lievito di birra sbriciolato e 500 g di farina tipo 0, poi cominciate a impastare. Quando il composto inizierà a uniformarsi e assumerà la consistenza morbida e appiccicosa di una pastella, aggiungete 10 g di sale, un pizzico di zucchero semolato e 20 ml di olio extravergine d'oliva, poi continuate a lavorarlo con l'impastatrice per 2-3 minuti, fino a formare un impasto liscio e omogeneo. A questo punto fate riposare il composto per 15 minuti, coperto da un panno umido, per poi lavorarlo ancora 1 minuto. Ripetete nuovamente questa operazione, con altri 15 minuti di riposo e un ultimo giro veloce nell'impastatrice, poi trasferite l’impasto in un contenitore capiente, copritelo con il suo coperchio, con la pellicola trasparente o con il panno umido e sistematelo in un luogo tiepido, lasciandolo riposare e lievitare per minimo 1 ora, se è estate, e massimo 2 ore, se è inverno, o comunque fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume. Trascorso il tempo necessario per la lievitazione, trasferite la pasta per la pizza su un piano di lavoro leggermente infarinato e stendetela finemente con il matterello dandogli la forma di un rettangolo.

Cercate qualche consiglio in più per non lasciare niente al caso? Se volete sostituire il lievito di birra con la pasta madre ricordate di aggiungerla in una proporzione 1:5 rispetto alla farina, quindi per 500 g di farina dovrete aggiungere 100 g di pasta madre. Lasciate lievitare l'impasto alla temperatura ideale di 28°, ma se proprio non è possibile basta che non scendiate mai sotto ai 25° e che sistemiate il recipiente con la pasta per pizza in un luogo lontano da possibili sbalzi di temperatura. Cercate di aggiungere il sale all'impasto lontano dal lievito per evitare il rischio che lo bruci compromettendo la buona riuscita della ricetta. E ora cominciate a pensare al ripieno!

Come preparare il condimento

Come preparare il condimento Se volete che la vostra pizza arrotolata abbia un condimento semplice e buono, non c'è niente di meglio di una pizza margherita con pomodoro, mozzarella e basilico! Quindi tagliate a cubetti o a fette 150 g di mozzarella e mettetela a scolare in un colino affinché non bagni troppo la pasta della pizza. Dopodiché in una ciotola a parte condite 500 ml di salsa di pomodoro con sale, olio extravergine d'oliva, origano e foglie di basilico a piacimento. Se invece volete arricchire la farcitura, aggiungete gli ingredienti che preferite, ad esempio 150 g di prosciutto cotto tagliato a cubetti insieme a 100 g di pomodori secchi e a 100 g di ricotta, oppure, se amate la pizza napoletana, potete unire al condimento a base di mozzarella e pomodoro la quantità che preferite di acciughe sott'olio ben sgocciolate e di capperi, che avrete provveduto a dissalare sotto l'acqua fredda corrente. Se amate la frutta secca e i sapori insoliti potete optare per una pizza condita con radicchio, pinoli, uvetta sultanina e gherigli di noci o in alternativa per una profumata ed elegante pizza con tartufo. Prediligete i gusti decisi e particolarmente saporiti? Allora potete concedervi una morbida e rustica pizza ripiena di provola, salsiccia, pomodorini e olive, oppure una pizza con salame, patate arrosto e scamorza. Date libero sfogo alla fantasia, le possibilità di condimento per la vostra pizza arrotolata sono davvero infinite!

Come preparare la pizza arrotolata

Come preparare la pizza arrotolata Dopo aver steso l'impasto con il mattarello sulla spianatoia, ricopritene la superficie con gli ingredienti scelti per il ripieno: partite sempre dalla salsa di pomodoro, a meno che non vogliate preparare una pizza bianca, e proseguite aggiungendo il formaggio o i formaggi selezionati, le verdure, i salumi, le uova, la frutta secca e il resto, poi condite con sale e pepe nero macinato al momento, lasciando come tocco finale una spolverizzata di erbe aromatiche o di spezie a scelta. Amate particolarmente il pesce e non volete rinunciarvi neanche se si parla di pizza? Allora vi consigliamo una raffinata pizza ai frutti di mare a base di vongole, cozze, moscardini, polipetti e calamaretti.

Quando avrete distribuito uniformemente gli ingredienti scelti sulla pasta per la pizza, arrotolate l'impasto dal lato più lungo del rettangolo, procedendo lentamente fino a dargli la forma di un rotolo cilindrico. Assicuratevi di sigillarne bene i bordi alle estremità e adagiatelo delicatamente su una teglia rivestita di carta da forno; qualora la lunghezza del rotolo dovesse superare quella della teglia, disponetelo a U. Spennellate la superficie del cilindro con un filo d'olio extravergine d'oliva, poi mettetelo a cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti o comunque finché la pasta non apparirà ben cotta e croccante. A cottura ultimata, tagliate a fette la vostra pizza arrotolata ripiena e servitela calda o tiepida, anche se sarà buona persino fredda. Il risultato, fragrante all’esterno ma soffice e filante all’interno, conquisterà il palato di tutti con la sua gustosa bontà e la sua forma fantasiosa: provare per credere!

La pizza arrotolata con le verdure

La pizza arrotolata con le verdure La pizza, come pochi altri alimenti, ha la capacità di mettere d'accordo i gusti di tutti: basta cambiare il condimento! Amate particolarmente le verdure? Allora potete pensare di realizzare una pizza ortolana a base di zucchine, melanzane, funghi e peperoni, ovviamente arrotolata! Che la preferiate con pomodoro e mozzarella o senza alcun formaggio oppure, al contrario, senza salsa di pomodoro, ciò su cui potrete sbizzarrirvi sono proprio gli ortaggi, mescolandoli come volete. Se state preparando un buffet di antipasti nella stagione fredda, ad esempio, potete prediligere verdure cotte come gli spinaci, il radicchio, i broccoli o, se desiderate una pizza dal sapore più dolce, la zucca. Se siete già immersi nella stagione calda, invece, potete optare per dei pomodori crudi, per dei peperoni colorati oppure per dei fiori di zucca, perfetti insieme alle acciughe. Al contrario vi sconsigliamo, come faremmo anche se parlassimo di torte salate, di scegliere le verdure a foglia larga tanto amate e utilizzate per le insalate estive, come la lattuga o la rucola: la cottura in forno, inevitabile per la piazza arrotolata, ne comprometterebbe la naturale croccantezza, motivo per cui quando si decide di usarle per il condimento di una normale pizza le vedrete aggiunte sempre dopo la cottura e immediatamente prima di gustarle. E poi, ovviamente, ci sono le erbe aromatiche, capaci di dare alle vostre ricette sapori e profumi davvero magnifici! Pensate al basilico o all'origano, ad esempio: immancabili in una pizza arrotolata con le verdure che si rispetti!

La pizza arrotolata con la carne

La pizza arrotolata con la carne Avete mai pensato che, oltre ai normali salumi che siamo abituati a vedere e a gustare sulla pizza, sia possibile realizzarne una arrotolata con un ripieno di carne? Se non ne avete mai assaggiata una, è arrivato il momento di rimediare. Potete scegliere di farcirla con una semplice tagliata di pollo condita a piacere e accompagnata dai formaggi e le verdure che preferite, oppure potete dar vita a un preparato davvero speciale capace di far concorrenza ai migliori piatti unici o secondi piatti della gastronomia italiana. Come? Lasciatevi ispirare dalla ricetta della golosa pizza di carne, trasformando il ripieno della vostra pizza arrotolata in una sorta di polpettone. Preparate quindi l'impasto mescolando in una ciotola 500 g di carne macinata a scelta tra pollo, manzo e vitello, 2 uova a temperatura ambiente, 50 g di parmigiano grattugiato, 4 fette di pane morbido bagnate nel latte e strizzate, un pizzico di sale e di pepe e una spolverizzata di noce moscata. Amalgamate bene il composto, stendetelo sulla pasta della pizza, quindi arrotolatelo, spennellatene la superficie con un filo d'olio extravergine d'oliva e fate cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti. Buon appetito!

La pizza sfoglia arrotolata

La pizza sfoglia arrotolata Siete arrivati a casa tardi e non avete avuto il tempo di preparare l'impasto per la pizza ma volete comunque proporla a cena? O magari vi siete accorti di non avere del lievito? Nessun problema, vi basterà avere in casa un rotolo di pasta sfoglia rettangolare e potrete dare vita a una gustosa pizza sfoglia arrotolata. In che modo? Provate a rivisitare la golosa ricetta di una pizza di pasta sfoglia e vi accorgerete di quanto sia facile realizzarla. Non dovrete far altro che stendere su una spianatoia leggermente infarinata il rotolo di pasta sfoglia rettangolare e farcirlo con gli ingredienti che preferite prima di arrotolarlo a cilindro, spennellarlo con olio extravergine d'oliva o, se preferite, con una noce di burro fuso e metterlo a cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 10 minuti.

La pizza arrotolata a cono

La pizza arrotolata a cono Avete mai provato a mangiare un cono gelato salato al gusto pizza? Da alcuni anni questo è possibile grazie alla nuova moda finger food della pizza arrotolata a cono che ormai imperversa in molti luoghi, dai ristoranti gourmet alle pizzerie a taglio. Farla in casa è facilissimo e vi garantirà un successo immediato in occasione di buffet di antipasti e stuzzichini sfiziosi, feste, picnic in famiglia o eventi importanti.

Il modo più semplice per realizzarla è utilizzare un rotolo di pasta sfoglia rettangolare, che dovrete stendere su un piano di lavoro leggermente infarinato e poi tagliare nel senso più corto in 12 strisce della larghezza di circa 2 cm. A questo punto prendete delle formine per conetti oppure, se non le avete, potete realizzarle da soli arrotolando a cono un po' di carta da forno, che dovrete poi riempire di carta d'alluminio per far sì che il cono mantenga la forma. Fatto questo, arrotolate ciascuna delle strisce di pasta sfoglia tagliate su ogni cono, partendo dalla punta e risalendo fino all'apertura. Disponete i coni di pasta sfoglia su una teglia rivestita con carta da forno e fateli cuocere a 200° in forno preriscaldato per circa 10 minuti o comunque finché non appariranno leggermente dorati. Nel frattempo, in una ciotola mescolate 150 g di passata di pomodoro con un filo d'olio extravergine d'oliva, un pizzico di sale e di pepe nero e una spolverizzata di origano. Una volta che i vostri coni di pizza saranno cotti, estraeteli dal forno e dal loro involucro di carta esercitando una leggera pressione sulla bocca dello stampo e poi farciteli come volete, ad esempio con qualche pezzettino di mozzarella, 1 cucchiaino del pomodoro preparato o del sugo che più preferite, e qualche rondella di würstel, per poi continuare con mozzarella e pomodoro e così via: stratificare il ripieno alternando gli ingredienti farà sì che i coni pizza siano ben farciti nella loro interezza. Una volta completata la farcitura, infornate nuovamente i coni per 5 minuti, il tempo necessario affinché la mozzarella o qualunque altro formaggio scelto si sciolga, diventando filante. Il gioco è fatto: la vostra pizza arrotolata a cono è pronta per essere servita e gustata, talmente buona e sostanziosa che potrà sostituire anche un primo piatto per un pranzo veloce e sfizioso senza rivali!