Come apparecchiare la tavola

Galbani
Galbani
Come apparecchiare la tavola
Quando andiamo incontro alle festività, se si avvicina il giorno del compleanno di un nostro caro o semplicemente quando abbiamo voglia di organizzare una cena o un pranzo con gli amici, siamo principalmente presi dalla scelta del menù. Il più delle volte si sottovaluta però la preparazione della tavola che, con pochi consigli e molta fantasia, si rivelerà decisiva per la buona riuscita dell'occasione in programma.

Negli ultimi tempi l’allestimento della tavola è diventato un elemento fondamentale per la buona riuscita di un pranzo o di una cena. Esistono diverse tendenze e regole sul “come preparare la tavola”: c’è differenza tra una tavola apparecchiata per pizza o una tavola apparecchiata per amici. Con qualche piccolo consiglio potrete anche voi abbellire la tavola per le vostre occasioni. Lo sapevate che esiste un apparecchiamento anche per la colazione?

La tavola ben apparecchiata renderà unica l’atmosfera dei nostri eventi speciali in cui ogni commensale si sentirà a proprio agio e magicamente trasportato in ricordi che dureranno nel tempo. Ecco i nostri trucchi e consigli per stupire i vostri ospiti!

Per una cena sfiziosa/divertente

Cena sfiziosa e divertente Per apparecchiare bene la tavola, in qualsiasi occasione che sia formale o informale, ad esempio una cena tra amici, è necessario anticipare di qualche giorno il controllo della tovaglia o delle tovagliette e delle stoviglie che sceglieremo di utilizzare.

Per una cena informale con gli amici vi consigliamo di allestire una tavola moderna e originale e di ricorrere, invece della classica tovaglia, ai servizi di tovagliette all’americana molto di moda. In commercio si trovano tovagliette di tanti tipi: fatte di paglia, stoffa, bambù, in carta usa e getta, plastica o legno ma la scelta dovrà essere sempre orientata verso la semplicità e senza esagerare con accostamenti di colori troppo vari o eccessivi.

Sarà necessario anche qualche giorno di anticipo per preparare i segnaposti. Oggi si usano maggiormente cartellini con il nome dell’invitato per permettere di individuare il proprio posto oppure dei simpatici oggettini fatti a mano che i nostri amici potranno portare via a fine cena o pranzo e conservare. La compagnia gradirà molto questo simpatico pensiero. Il segnaposto composto da tante piccole matite legate da un nastrino e sistemate su di un libricino da colorare sarà utile per intrattenere i bambini durante le chiacchierate prolungate tra una portata e l’altra dei propri genitori. L’assegnazione dei posti deve prevedere la sistemazione dei piatti alla giusta distanza per lasciare a ogni invitato lo spazio giusto per stare comodo a tavola.

Un’idea simpatica consiste nel costruire il centrotavola creando un disegno particolare con degli alimenti che potranno essere consumati tra gli antipasti. Ad esempio, si può proporre una cascata di fette di prosciutto da sistemare su una base costituita da una grande forma di pane e con gli stampini creare tante forme con il formaggio. Si può preparare anche un bel centrotavola con i grissini lunghi sistemati attorno al bordo di un cestino basso e mettendo al centro pezzi di focaccine.

Sistemando i vari pezzi della tavola è importante prestare attenzione a non togliere la visuale tra un posto e l’altro. Il tovagliolo sarà sistemato indifferentemente a destra o a sinistra del piatto e potrà essere piegato creando una forma simpatica.

Per una cena romantica

Cena romantica La cena romantica è un momento speciale da incorniciare nel giusto modo. Oltre a voler fare bella figura con i piatti da servire, fondamentale sarà creare l’atmosfera giusta.

Senza dubbio la luce soffusa delle candele renderà più intima la serata sempre che non ci sia già un bel camino acceso nella stanza. Le candele più adatte sono quelle senza profumo, magari piccole, da sistemare in bicchierini trasparenti sulla tavola oppure galleggianti e poste in un vaso largo e basso pieno di acqua. Per un’occasione importante, come l’anniversario di matrimonio, vi consigliamo di disporre le candele su di un candelabro in argento che darà alla tavola un tocco di eleganza in più.

Per l’occasione servirà un tavolo non troppo grande, dove le due persone non siano troppo distanti e la tovaglia deve essere sistemata fino a metà altezza.

I colori andranno scelti in base alla personalità della coppia e per una romantica prima cena si preferiranno colori neutri con qualche nota di rosso ma sempre senza esagerare. E’ importante pensare a un ambiente che deve mettere sempre a proprio agio l’altra persona per cui evitate di spargere cuori ovunque! Magari si rimanderà la forma del cuore alla presentazione del dolce.

Sulla tavola si possono sistemare dei delicati petali di rosa e sicuramente un buon servito di piatti e di stoviglie vi aiuterà a rendere perfetta la tavola della vostra cena romantica.

Per una cena elegante

Cena elegante Quando ci troviamo a organizzare una cena elegante, ad esempio con i propri colleghi di lavoro o con quelli del proprio partner, rischiamo il più delle volte di vivere l’invito con ansia e di non goderci la serata. Come sempre, pensando a tutti i dettagli in anticipo, sarà possibile arrivare all'ora di cena più rilassati e ci si potrà dedicare ai propri ospiti. E' importante prendersi cura del menù e avere tutto pronto qualche ora prima dell’arrivo dei commensali; inoltre ci si dovrà occupare di avere la casa pulita e profumata oltre a una tavola curata nei particolari per rendere l’invito perfetto.

Vi consigliamo di iniziare qualche giorno prima a scegliere la tovaglia e i tovaglioli che dovranno essere candidi e ben stirati, i bicchieri cristallini e le posate luccicanti. Importante sarà l’uso del mollettone sotto la tovaglia. In questo modo si eviterà che la tovaglia venga trascinata a ogni spostamento di piatti e vassoi e si eviterà anche che le stoviglie producano rumori fastidiosi venendo a contatto con il piano.

Il tovagliolo dovrà essere di stoffa e mai di carta, di colore diverso dalla tovaglia ma sempre dello stesso tessuto e deve essere sistemato ben piegato a destra rispetto al piatto e dopo le posate. Creare giochi di forme con il tovagliolo potrebbe essere simpatico ma, di regola, poco elegante.

Per non perderci d’animo nella sistemazione delle posate è possibile usare gli schemi classici del galateo secondo cui le forchette a sinistra devono essere disposte partendo dall’esterno verso il piatto secondo l’ordine d’uso e ogni forchetta avrà le punte verso l’alto. A destra si sistemano i coltelli, con la lama rivolta verso il piatto, e i cucchiai. In alto, e centrati rispetto al piatto, si sistemano la forchettina, il cucchiaio, il cucchiaino e il coltello da dessert. In particolare le forchette devono avere l’impugnatura a sinistra, coltelli e cucchiai impugnatura a destra. Sempre in alto rispetto al piatto ma un po’ verso destra e in ordine decrescente si sistemano il bicchiere per l’acqua, quello per il vino bianco e uno per il vino rosso. A sinistra del piatto e in alto infine si posiziona il piattino del pane, ognuno il suo, per evitare che la tavola si riempia di briciole. Per l'acqua è consigliato usare la caraffa a eccezione di quella frizzante che, ove presente, può essere servita in bottiglia di vetro.

Passiamo ai piatti: è consigliato mettere a tavola il piatto piano dove sarà servita la prima pietanza a meno che non si tratti di minestra o brodo per i quali ci sarà invece il piatto fondo. Per un effetto chic possiamo usare il sottopiatto, specie quello di argento, ma lo useremo solo nel caso in cui gli invitati non siano numerosi per non sacrificare lo spazio dedicato a ognuno di loro.

La decorazione della tavola dovrà seguire lo stile elegante ma sempre di grande bellezza. Bellissimi i vasi antichi, sempre adatti quelli trasparenti che non ostacolano la visuale tra gli ospiti da una parte all’altra della tavola, da decorare con fiori bianchi come le calle, le orchidee, i fori delle ortensie o con le rose. Sempre elegante il classico candelabro d’argento: uno al centro della tavola oppure più di uno a intervalli regolari nel caso di tavolate lunghe.

Non vi resta che iniziare a pensare alle portate e seguire la vostra fantasia.

Per una cena estiva

Cena estiva L’estate è la stagione in cui abbiamo più voglia di organizzare cene con gli amici o parenti anche per beneficiare del benessere dato dal fresco serale.

L’ideale sarà spostare il tavolo all’aria aperta ma in mancanza del giardino, è anche possibile organizzarsi bene in terrazzo, nella veranda o in un balcone grande.

Sarà divertente preparare una tavola fresca e colorata per la cena, circondata da alberi o piante illuminate da piccole luci led. La tavola dovrà essere apparecchiata in maniera semplice per rendere piacevole e rilassante la permanenza dei commensali.

Si può creare un centrotavola di fiori profumati poiché all’aperto non avremo il problema di sovrapposizioni fastidiose di odori: si potrà pensare a un secchio di latta pitturato di bianco con rami di glicine fiorito o con tanti altri fiori colorati. Simpatici e facili centrotavola si possono realizzare anche con verdure fresche come un bel cavolfiore o con composizioni di frutta fresca intera o a fette che si potranno anche consumare alla fine della cena.

Anche in questa occasione potremmo usare le tovagliette americane e le stoviglie colorate oppure trasparenti e colorate di celeste (per richiamare il colore del mare).

Sia i piatti che i bicchieri devono essere rigorosamente di vetro o cristallo.

Come segnaposto si può preparare un piccolo barattolino di vetro trasparente con un po’ di sabbia dentro e qualche conchiglia. Un nastrino di raso celeste fermerà il tovagliolo raccolto.

Originale sarà decorare la tavola seguendo un tema in particolare, ad esempio i limoni: creare un centrotavola con una grande composizione di limoni gialli e profumati, il segnaposto con limoni privi della polpa come fossero piccoli vasi dove mettere un fiorellino e abbinare stoviglie e tovaglia con le tonalità di giallo.

Sentitevi liberi sulla scelta del cibo da servire.

Per il pranzo di Natale

Pranzo di Natale Per le grandi occasioni come il giorno di Natale potrete usare il migliore servizio di piatti che avete, composto da tutti i pezzi necessari, esclusivamente di porcellana e bianco.

In occasione delle feste il desiderio di avere una bella tavola è ancora più grande e per questo motivo esistono delle regole per apparecchiare la tavola per Natale.

Per la tavola di Natale, si userà la tovaglia bianca e ben stirata, soltanto con qualche ricamino a tema per non rischiare di eccedere con il rosso natalizio. Eventualmente potremo adagiare lungo il centro della tovaglia un runner rosso che sarà anche la guida per la sistemazione del centrotavola e di altre piccole decorazioni.

I bicchieri dovranno essere di cristallo, le posate d’argento e i sottopiatti dello stesso stile delle posate, d’argento anch’essi, e tutti i pezzi dovranno essere sistemati secondo le regole del galateo.

Tempo fa anche i segnaposto facevano parte della dote nel servizio di famiglia ed erano in argento o porcellana. Oggi si usano segnaposto fai da te molto belli e a tema, e per il Natale le idee non mancano. Servono elementi rossi, argentati o dorati per comporre sia segnaposto che centrotavola natalizi molto originali.

Ad esempio lasciando da parte l’idea della classica ghirlanda glitterata, con la candela rossa al centro e le pigne intorno, possiamo pensare di adagiare sul runner una serie di luci a forma di piccole lanterne. Potremmo anche realizzare un centrotavola con un vaso di vetro trasparente pieno di noccioline, arachidi e frutta secca varia tra cui infilare delle lunghe e sottili candeline rosse.

I segnaposti più semplici e veloci da realizzare sono con le palle decorative dell’albero di Natale non troppo grandi oppure delle campanelle dorate con un inserto fatto in cartoncino dove scrivere con un pennarello dorato il nome dell’invitato. Idee carine sono anche i pacchetti dorati o argentati magari con dei piccoli regali all’interno.

Per il cenone di Capodanno

Cenone di Capodanno A differenza del Natale, che richiede la magica atmosfera in cui raccogliersi per aspettare la nascita del Bambino Gesù, la notte del Capodanno si vive in attesa del nuovo anno sperando che sia più fortunato e cacciando via i pensieri e le preoccupazioni dell’anno appena trascorso e per cui si contano gli ultimi momenti.

Ad apparecchiare la tavola ci accompagnerà quindi lo spirito con cui accoglieremo il nuovo anno e con tutti i simboli del buon auspicio.

Immancabile il vischio per creare segnaposti e i melograni per comporre il centrotavola di Capodanno insieme a chicchi di uva nera o bianca. Un posto centrale sarà riservato anche al numero corrispondente al nuovo anno che potremmo comporre con candele numerate.

Sempre che non si pensi di allestire un buffet, è preferibile utilizzare il servito più bello anche in occasione del cenone di Capodanno. Lo schema da seguire per sistemare le stoviglie è lo stesso delle cene e dei pranzi più eleganti anche se per il Capodanno dietro i calici di acqua e vino non dovrà assolutamente mancare il flûte per lo champagne!

Per un compleanno

Compleanno Per la felicità del festeggiato dovremo individuare prima di tutto il suo tema preferito, soprattutto se si tratta del compleanno di un bambino!

Saranno i bambini stessi, infatti, a suggerire il loro personaggio preferito del momento per aiutarci a farlo sentire dentro il suo cartone animato adorato. Per cui provvederemo ad apparecchiare la tavola con tutto ciò che si trova in commercio raffigurante il personaggio a lui tanto caro, dalla tovaglia ai bicchieri, dai tovaglioli alle bandierine da mettere sui tramezzini!

Per gli adulti per lo più sarà carino un colore in particolare per rendere allegra l’atmosfera.
Per l’occasione possiamo organizzare la tavola per un buffet piuttosto che con posti a sedere. In questo caso la tavola sarà spostata verso il centro della sala permettendo agli invitati di girare attorno per servirsi. La tovaglia per il tavolo del buffet dovrà arrivare fino a terra. Metteremo le posate a disposizione di tutti sia a destra che a sinistra della tavola e andranno benissimo tovaglioli e bicchieri di carta per le bibite che, per non occupare inutilmente la tavola, potremmo sistemare su un tavolino a parte oppure su un carrello.

Il centrotavola sia per i piccini che per i grandi potrà essere una composizione di palloncini a forma del numero degli anni che si compiono oppure una bellissima torta di caramelle e marshmallows.