Come cuocere le uova sode

Galbani
Galbani
Come cuocere le uova sode
Cuocere le uova sode può sembrare una banalità, ma non lo è affatto: l'uovo sodo, infatti, è spesso il primo passo per mettere alla prova le proprie abilità culinarie di base o, perché no, un modo semplice e veloce per salvare una cena dell'ultimo momento quando si ha il frigorifero quasi vuoto! Una ricetta elementare che può nascondere però qualche dubbio: le uova, ad esempio, vanno immerse nella pentola prima o dopo che l'acqua bolla? E per quanti minuti bisogna cuocerle per ottenere la giusta consistenza? Ecco i nostri consigli per preparare delle uova sode perfette e per sposarle con ricette veramente gustose!

Come cuocere le uova sode

Come cuocere le uova sode Siete esperti nel cucinare le uova strapazzate, al tegamino, in camicia, a bagnomaria o sotto forma di frittata, ma non avete ancora ben chiaro come cuocere degnamente delle uova sode? Nessun problema, ci pensiamo noi a fornirvi qualche suggerimento. Basterà non prendere sotto gamba i tempi di cottura perché sono proprio loro, oltre ovviamente alla qualità delle uova, a garantirne la riuscita! Quindi mettete sul fuoco un pentolino con acqua sufficiente a coprire interamente le uova e solo quando comincerà a bollire potrete immergervi delicatamente le uova a temperatura ambiente, magari aiutandovi con un mestolo da brodo o una schiumarola. Per evitare che le uova si rompano durante la cottura, potete aggiungere all'acqua 1 cucchiaino di aceto o praticare un forellino con un ago sulla parte superiore dell'uovo. Lasciatele cuocere per 8-9 minuti al massimo, poi toglietele dal fuoco e passatele in acqua fredda per arrestarne la cottura. Fatele raffreddare e infine sgusciate le uova. Fate attenzione a non prolungare la cottura oltre i 10 minuti per non compromettere le proprietà della vostra pietanza, ma evitate anche di cuocerle poco: se preferite un tuorlo particolarmente morbido e cremoso il nostro suggerimento è di buttarvi sulle uova alla coque!

Come cucinare le uova sode al forno

Come cucinare le uova sode al forno Cucinare le uova sode al forno non è convenzionale, probabilmente, ma lo si può fare tranquillamente senza che il risultato finale cambi se non in meglio: le uova cotte in questo modo, infatti, spesso si rivelano più facili da sgusciare. Volete provarci? Allora innanzitutto procuratevi una teglia per muffin che consenta ad ogni uovo di avere un contenitore capiente ma abbastanza ristretto da impedire che si muovano troppo. Riempite d'acqua ogni stampino fino a metà, adagiate le uova a temperatura ambiente all'interno e mettetele a cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa 30 minuti. Una volta sfornate, sistematele in una ciotola piena di acqua fredda e ghiaccio: questo brusco calo della temperatura bloccherà la cottura delle uova. Adesso sono pronte e potete utilizzarle per le vostre ricette sfiziose, ad esempio per delle ottime uova farcite da servire come antipasto o secondo piatto: queste uova sode ripiene di prosciutto cotto e ricotta sapranno allietare, con il loro gusto semplice e delicato, ogni pranzo in famiglia.

Come fare le uova sode al microonde

Come fare le uova sode al microonde La cottura dell’uovo sodo al microonde è più difficile da gestire per quanto riguarda i tempi di cottura e l'intensità del calore: ogni microonde ha infatti programmi e potenze tarate in modo differente e non è facile capire se un uovo sia cotto o se lo sia al punto giusto. Ma se volete sperimentare anche questo metodo, prendete nota dei nostri suggerimenti.

Disponete le uova a temperatura ambiente in una ciotola di vetro, ceramica o un altro materiale compatibile con il microonde, e sommergetele per almeno 1 cm con l'acqua. Aggiungete 1 cucchiaino di sale, accorgimento che impedirà al guscio di rompersi durante la cottura, e coprite la ciotola con un piatto o con della pellicola trasparente. Fate cuocere per un tempo che può variare dai 7 ai 12 minuti a una potenza media: attenzione, un calore superiore potrebbe rompere l'uovo. Se avete versato sulle uova dell'acqua già portata a ebollizione, i tempi scenderanno, variando dai 3 ai 6 minuti. A cottura ultimata, raffreddate ogni uovo sodo sotto l'acqua fredda e infine procedete a sgusciare.

Sapevate che è possibile usare le uova sode anche per i dessert? Provate a preparare crostate e biscotti perfetti per ogni occasione con un'insolita e deliziosa pasta frolla con uova sode: vi piacerà così tanto che la ripeterete sicuramente molte altre volte!

Come cucinare le uova sode a vapore

Come cucinare le uova sode a vapore La cottura a vapore delle uova sode consente di prepararle velocemente con la certezza di ottenere un risultato dal gusto leggero e dalla forma insolita. Come fare? Prendete dei pirottini da muffin usa e getta in alluminio e ungeteli leggermente con un filo di burro fuso, aiutandovi con un pennello da cucina, oppure utilizzate direttamente quelli in silicone. Rompete 1 uovo dentro a ogni pirottino e conditelo con un pizzico di sale, poi mettete sul fuoco una pentola con 3 bicchieri d'acqua e, quando comincerà a bollire, disponetevi sopra il cestello per la cottura a vapore con dentro i pirottini. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere per circa 5 minuti, poi inserite uno stuzzicadenti nel tuorlo per valutarne il grado di cottura: se lo preferite più morbido, cremoso e leggermente crudo, togliete l'uovo dal cestello dopo 6-7 minuti, altrimenti fatelo rassodare per altri 2-3 minuti. Una volta pronte, girate le uova nei pirottini direttamente sui piatti da portata e servitele con una gustosa insalata di stagione o, se preferite, con delle verdure cotte al vapore.

Come sbucciare le uova sode senza romperle

Come sbucciare le uova sode senza romperle Se avete superato con successo lo scoglio della cottura delle uova sode ma vi resta il dilemma su come sgusciarle senza romperle, ecco alcuni semplici trucchi e consigli che potrebbero aiutarvi nella preparazione di un piatto perfetto. Esistono diverse tecniche per sbucciare al meglio le uova sode, tutte valide: scegliete quella che fa per voi!

Potete, ad esempio, immergere l’uovo in acqua fredda, dopo la cottura, e poi sbatterlo leggermente per incrinare il guscio per poi rimuoverlo con delicatezza. Oppure potete rompere il guscio prima di immergere l'uovo in acqua fredda, o incrinarlo e sbucciare l'uovo insieme direttamente sotto il getto d'acqua fredda. Un'alternativa è picchiettare l’uovo su entrambe le estremità, rimuovendo un po’ di guscio sia alla base che sulla punta: basterà poi soffiare ripetutamente dentro a una delle estremità, facendo attenzione a non scottarvi, per dar modo all’uovo di uscire fuori velocemente dal guscio. Qualunque sia il metodo che sceglierete, potrebbe aiutarvi aggiungere 1 cucchiaino di bicarbonato nell'acqua bollente durante la cottura delle uova: questo procedimento renderà il guscio più morbido e facile da rimuovere.

Adesso che avete sbucciato le vostre uova sode, usatele per le ricette che preferite. Un suggerimento? Provate a rivisitare questa golosa insalata di riso venere a base di salmone, gamberetti e tonno aggiungendo anche le uova, magari con una ciotolina di maionese d'accompagnamento: il pesce si sposa benissimo con il sapore e la consistenza delle uova sode e il risultato finale vi conquisterà!

Come capire quando le uova sono cotte

Come capire quando le uova sono cotte Non amate l'effetto sorpresa e volete assicurarvi che le vostre uova sode siano cotte al punto giusto prima di servirle? Nessun timore, basta rispettare i tempi di cottura che vi abbiamo consigliato in base al metodo che volete utilizzare e, ovviamente, ai vostri gusti. Per avere una certezza in più, però, c'è un trucco infallibile: fate ruotare l'uovo sul piano da lavoro e interrompetene la rotazione con un dito. Se è ancora crudo comincerà nuovamente a ruotare perché la parte interna, ancora liquida, rimarrà in movimento, mentre se l'uovo è sodo, quindi totalmente solido anche all'interno, resterà fermo. Semplice, no? Provare per credere!

Come condire le uova sode

Come condire le uova sode Per gustare al meglio il sapore dell’uovo sodo potrebbero essere sufficienti un pizzico di sale e un filo d'olio extravergine d'oliva, ma anche l’aggiunta di condimenti diversi come pepe, origano o erbe aromatiche tritate finemente, come ad esempio timo, salvia, prezzemolo, basilico, dragoncello o finocchietto selvatico. Per gli amanti dei sapori esotici, una spolverizzata di spezie, come zenzero, cardamomo, zafferano, cannella o noce moscata, può contribuire ad arricchire questo alimento essenziale ma davvero gustoso. Se non volete rinunciare a condire le uova sode con delle buone salse, invece, concedetevi una squisita maionese fatta in casa o una saporita salsa verde, oppure, se cercate qualcosa di più raffinato e particolare, una delicata crema di noci: un ottimo abbinamento che saprà valorizzare con eleganza la vostra semplice ricetta.

Come presentare le uova sode

Come presentare le uova sode Anche un piatto semplice come le uova sode merita una presentazione degna di questo nome, quindi, a meno che non vogliate semplicemente usarle come immancabile ingrediente per un'insalata di pollo o per una buona pasta fredda estiva, liberate la creatività per impiattarle con cura. Qualche idea? Dividetele a metà e disponetele a fiore in un piatto colorato che faccia risaltare il bianco delle uova: sui "petali" (cioè le uova divise) potete mettere un ciuffo di maionese con il sac à poche e al centro, a fare da corolla al fiore, un po' di insalata, una ciotolina di olive, dei pomodorini o la salsa con cui avete deciso di servirle. In alternativa potete sistemarle sopra a foglie di lattuga su un vassoio, divise a metà e una accanto all'altra o disposte a spirale, alternando condimenti di diverso colore: una con delle verdi foglie di menta, una con del caviale nero, una con un ricciolo di salsa rosa e così via: effetto cromatico e sapore delizioso garantiti!

Come cucinare le uova sode con piselli

Come cucinare le uova sode con piselli Le uova sode vanno particolarmente d'accordo con i piselli e ci sono diverse ricette in cui potrete abbinare questi due gustosi alimenti, ad esempio sperimentando delle nuove torte salate oppure provando a condirli con una delicata salsa ai piselli che potrete preparare facilmente e in poco tempo.

Ecco come fare: in una pentola portate a ebollizione 1 l di acqua, salatela e versate 150 g di piselli. Una volta ripreso il bollore, cuoceteli per circa 10 minuti, poi scolateli, fateli intiepidire, frullateli con il mixer insieme ai tuorli sodi di 4 uova a temperatura ambiente, 150 g di formaggio spalmabile (ad esempio della ricotta), 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva, 1 spicchio d'aglio tritato, qualche foglia di basilico, sale e pepe nero a piacere.

Cercate altre idee facili e gustose senza dover rinunciare al vostro amore per i sughi? Allora provate le uova sode con piselli al pomodoro. Lessate 4 uova a temperatura ambiente, fatele raffreddare e dividetele a metà. In una padella antiaderente mettete a soffriggere un mix di verdure tritate a scelta, ad esempio 1 carota, 1 costa di sedano e ½ cipolla bianca, in poco olio extravergine d'oliva. Dopodiché aggiungete 300 g di piselli sgranati e sfumate con ½ bicchiere di vino bianco. Quando l'alcol sarà evaporato, unite 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro e allungate con 1 bicchiere d’acqua, poi coprite, lasciate cuocere per 10 minuti, unite le uova e cuocete per altri 5 minuti. Servite con del buon pane casareccio o, se volete provarne uno particolarmente sfizioso, con del pane con farina di quinoa.

Come cucinare uova sode per Pasqua

Come cucinare uova sode per Pasqua Nel periodo pasquale non c'è niente di meglio che cimentarsi nella preparazione di uova sode divertenti e sfiziose per arricchire i vostri antipasti di Pasqua, che siano di carne o di pesce. Decorarle è facile, basta aver voglia di sperimentare, usare un pizzico di creatività e pochi, semplici ingredienti. Qualche esempio?

Pulite e raschiate 1 carota, poi tagliatela a listarelle e da queste ricavate dei piccoli triangolini con l'aiuto di un coltello affilato. Lessate le uova e una volta cotte lasciatele raffreddare prima di sgusciarle. Poi, dividetele a metà: queste costituiranno il corpo di un pulcino, mentre potrete utilizzare i triangolini di carota per il becco e le zampe e dei semi di sesamo, delle olive a rondelle o dei capperi, per gli occhi. Provate a fare le stessa cosa per la decorazione di uova intere: in questo modo potrete sistemare le uova divise a metà al centro di un piatto, magari circondate da un contorno di patate arrosto, e quelle intere direttamente nei porta uova monodose di ceramica (da utilizzare, perché no, come segna posto a tavola) o in quelli di cartone da imballaggio a centro tavola, debitamente colorati e dipinti secondo il vostro gusto. In ogni caso avrete delle uova sode buone da mangiare e belle da vedere che conquisteranno il cuore e il palato di tutti, in particolar modo dei bambini*! Sbizzarritevi a creare altre figure divertenti, ad esempio rimuovendo la parte superiore dell'uovo e, dopo aver farcito come preferite la parte sottostante, utilizzandolo come una sorta di cappello per il pulcino, la gallina, il gallo o qualunque altro personaggio vogliate inventare. Buon divertimento e buon appetito!

* sopra i 3 anni