Come fare la salsa rosa

Galbani
Galbani
Come fare la salsa rosa
La salsa rosa, chiamata comunemente anche salsa cocktail, è un condimento molto utilizzato in cucina a base di ketchup e maionese, che può essere impiegato per accompagnare tantissimi piatti, dagli antipasti alla pasta. La ricetta è davvero molto semplice e richiede anche pochissimi ingredienti. Vediamo insieme consigli e idee su come preparare questa fantastica salsa, in tutte le sue varianti.

Come fare la salsa rosa in casa

Come fare la salsa rosa in casa La salsa rosa è una salsa dal sapore molto delicato, perfetta per accompagnare piatti di pesce e crostacei, ma anche verdure (come le patate) e arrosti di carne. È un tipo di condimento davvero molto apprezzato, proprio perché, per la sua delicatezza, riesce a esaltare il gusto degli altri ingredienti che accompagna. Inoltre è veloce e semplice da preparare, perché non richiede nessun tipo di cottura.

Per prepararla in casa, innanzitutto, occorre iniziare dalla preparazione di un’altra salsa fondamentale per questa ricetta: la maionese.

Iniziate prendendo 2 uova a temperatura ambiente; rompetele e separate i tuorli dagli albumi. Versate i tuorli in un recipiente abbastanza capiente, preferibilmente con i bordi alti, e aggiungete 1 pizzico di sale e 1 spolverizzata di pepe nero. Iniziate a sbatterle con l’aiuto di una forchetta, poi, versate 3 ml di aceto di vino bianco e continuate a mescolare gli ingredienti, utilizzando uno sbattitore elettrico.

Mentre state montando le uova, versate a filo circa 250 ml di olio di semi e continuate a mescolare. Non aggiungete tutto l’olio in una volta, perché c’è il rischio che la maionese impazzisca. Aggiungendolo un po’ per volta, invece, si formerà una vera e propria crema, densa e omogenea. Una volta soddisfatti del risultato, amalgamate gli ingredienti con 25 ml di succo di limone e mescolate il composto, aiutandovi con una frusta, fino a quando non avrete ottenuto una consistenza compatta e cremosa. A questo punto, aggiungete 100 ml di salsa ketchup, qualche goccia di cognac (circa 15 ml), 20 ml di salsa Worcester e 5 ml di senape. Mescolate tutti gli ingredienti accuratamente e lasciate riposare la salsa per almeno 1 ora in frigo, prima di servirla.

Potete utilizzare la salsa rosa per tantissime occasioni: per decorare delle gustose tartine, magari in un aperitivo o, ancora, per un antipasto speciale per le feste (come Capodanno, per esempio); potete condire dei fantastici sandwich o ancora abbinarla a delicati piatti di pesce.

Per preparare delle sfiziose tartine, dopo aver preparato la salsa rosa come descritto in precedenza, eliminate l’olio in eccesso da due scatolette di tonno (circa 160 g), ammorbidendolo in un piatto, con l’aiuto di una forchetta. Poi, versatelo nella coppa del frullatore con qualche cucchiaio di maionese. Aggiungete 5 olive verdi denocciolate, metà peperone rosso (lavato e privato dei semi), qualche cucchiaio di verdure sottaceti (quelle utilizzate anche per condire l’insalata di pasta). Azionate il frullatore per qualche istante e amalgamate tutti gli ingredienti.

Tagliate delle fettine di pane bianco, meglio se di tipo baguette, e lasciatele abbrustolire leggermente in superficie. Spalmateci un cucchiaio di salsa rosa e un cucchiaio della crema a base di tonno condito con le verdure.

Tra i secondi piatti estivi, non possono mancare i pomodorini ripieni con salsa rosa e tonno, perfetti per l’estate e amati anche dai bambini*. La preparazione è davvero molto facile e veloce, inoltre si mangiano agilmente e, infatti, sono ideali anche come finger food a feste e compleanni.

Dopo aver preparato la salsa rosa, lasciatela in frigorifero 1 ora e dedicatevi alla realizzazione di questa ricetta. In una ciotola, montate circa 100 ml di panna liquida da cucina (quindi non zuccherata). Mettetela da parte, mentre, in un mixer, frullate 250 g di tonno sgocciolato e 100 g di polpa di granchio con 1 spicchio di aglio, circa 10 g di prezzemolo tritato e 1 filo d’olio extra vergine d’oliva, con 1 pizzico di sale e di pepe nero. Frullate fino a quando non avrete ottenuto una crema gustosa e omogenea. Poi, lavate circa 700 g di pomodorini freschi e, con un coltello, eliminate la calotta superiore di ogni pomodoro e svuotatelo, eliminando tutti i semini interni. Riempiteli con uno strato di salsa rosa e con un cucchiaino di crema al tonno.

Serviteli con qualche crostino di pane, una bevanda fredda e qualche foglia di lattuga condita con olio, sale e limone: il successo è assicurato.

* sopra i 3 anni

Come fare la salsa rosa per i gamberetti

Come fare la salsa rosa per i gamberetti I gamberetti possono essere conditi con tanti tipi di salse, come la salsa olandese, a base di maionese o la salsa tonnata. Sicuramente, però, l’abbinamento perfetto per i gamberi, per esaltarne il sapore delicato, è senz'altro quello con la salsa rosa.

Questa ottima salsa è semplicissima da fare, vellutata nella consistenza e delicata e sfiziosa nel gusto, per cui risulta l'ideale per essere abbinata non solo ai crostacei ma anche ai piatti di pesce in generale, per esempio al salmone. Vediamo come si prepara la salsa rosa, nelle sue diverse varianti.

Preparate la salsa rosa, versando in un recipiente circa 100 ml di maionese, a cui potete aggiungere qualche cucchiaio di ketchup o 1 cucchiaio di pomodoro concentrato. In un bicchiere, unite circa 20 g di zucchero a qualche goccia di brandy o di cognac e unitelo alla maionese. Mescolate accuratamente, con una frusta, poi aggiungete 1 cucchiaio di senape. Per ottenere una salsa densa e renderla ancora più cremosa, incorporate anche 2 cucchiai di panna fresca, non zuccherata.

Dopo aver preparato la salsa rosa, non può mancare il cocktail di gamberi, buono e sfizioso da mangiare, anche come aperitivo. Lavate e pulite accuratamente circa 100 g di gamberi, privateli della corazza esterna (ma non della coda) e lasciateli bollire per 2 minuti circa, in abbondante acqua salata. Una volta scottati, lasciateli scolare accuratamente, poi disponeteli in delle coppette, accompagnati da foglie di lattuga e abbondante salsa rosa.

I gamberi con la salsa rosa possono essere preparati in tanti modi, come per esempio con un pesto di rucola all’italiana.

Dopo aver preparato la salsa rosa, come illustrato precedentemente, lasciatela riposare in frigo per almeno un’ora, così potete dedicarvi alla preparazione del pesto. Frullate in un mixer, 50 g di rucola, 1 cucchiaino di pinoli, 1 pizzico di sale e 1 cucchiaio abbondante di parmigiano, con l’aggiunta di 1 cucchiaio di olio. Frullatelo fino a quando non avrete ottenuto una crema liscia e omogenea. Pulite e lavate accuratamente 400 g di gamberetti e lasciateli sbollentare per qualche minuto. Una volta cotti, lasciateli raffreddare accuratamente, conditeli con un cucchiaio di pesto e abbondante salsa rosa. Serviteli in sfiziosi bicchierini, con qualche crostino di pane e una grattugiata di formaggio. Se non preferite la rucola, potete sostituirla con 50 g di basilico o di lattuga verde.

I gamberi con la salsa rosa sono perfetti anche se accompagnati da qualche foglia di alloro, uniti a dadini di avocado. Per preparare questo antipasto, iniziate facendo sbollentare circa 150 g di gamberetti, dopo averli accuratamente lavati, in abbondante acqua salata, con qualche foglia di alloro fresco. Una volta pronti, scolateli e lasciateli raffreddare, mentre pulite e tagliate a dadini la polpa di 2 avocado, che condirete con il succo di mezzo limone. Preparate la salsa rosa e, una volta terminato il procedimento, lasciatela riposare in frigorifero. Dopo pulite 100 g di lattuga verde e conditela con i gamberetti, i dadini di avocado e la salsa rosa. Aggiustate di sale e di pepe e servite in comode coppette colorate.

Come fare la salsa rosa per la pasta

Come fare la salsa rosa per la pasta La salsa rosa può essere utilizzata, oltre che per arricchire il vostro menù con antipasti e gustosi aperitivi, anche come ottimo condimento per la pasta, in particolare per ricette estive, esaltanti per gusto e colore. Anche per i primi piatti dovete seguire la stessa ricetta della salsa cocktail.

Una fantastica idea, veloce e semplice da preparare, è sicuramente un piatto di spaghetti con salsa rosa e mazzancolle. I crostacei, infatti, vengono esaltati dal sapore della salsa, che si amalgama perfettamente alla pasta.

Per prepararla, innanzitutto, dopo aver realizzato la salsa rosa, bisogna pulire le mazzancolle. Acquistatene circa 300 g, lavatele accuratamente sotto l’acqua corrente e eliminatene la corazza esterna. Poi, tagliate a fettine molto sottili 1 cipolla dorata, o 2 scalogni piccoli, e lasciate soffriggere, lentamente e a fuoco basso, in una padella capiente, con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Appena le fettine di cipolla saranno appassite del tutto, aggiungete nella stessa padella 300 g di pomodori di Pachino, dopo averli lavati e tagliati in quattro spicchi. Saltateli in padella per qualche minuto, senza cuocerli completamente, altrimenti diventeranno troppo morbidi. Aggiungete al sughetto le mazzancolle, metà delle quali tagliate in piccoli pezzi. Aggiungete 1 bicchiere di vino bianco e lasciatelo sfumare, lasciando il fuoco basso.

In ultimo, versate in padella un trito di erba cipollina e una spolverizzata di peperoncino. Amalgamate gli ingredienti con 1 o 2 cucchiai di panna da cucina e, in una pentola con abbondante acqua salata, mettete a bollire 300 g di spaghetti alla chitarra. Una volta pronti, scolateli e saltateli in padella con il sughetto a base di mazzancolle. Aggiungete un mestolo abbondate di salsa rosa, preparata in precedenza, mescolate accuratamente e servite il piatto ancora caldo, con qualche ciuffetto di prezzemolo fresco.

Le pennette alla salsa rosa sono un altro piatto facilissimo da preparare, anche quest’ultimo assolutamente perfetto per i pranzi e le cene d’estate.

In una pentola capiente, fate bollire abbondante acqua salata. Una volta raggiunto il bollore, cuocete circa 400 di pennette (vanno bene anche quelle di farina integrale). Una volta al dente, scolatele e lasciatele raffreddare a temperatura ambiente, fuori dal frigorifero, aggiungendo 1 filo d’olio extra vergine d’oliva, per non farle incollare tra di loro.

Nel frattempo, mentre la pasta si raffredda lentamente, preparate la salsa rosa. Prendete circa 150 g di pomodori, scottateli nell’acqua bollente e sbucciateli. Poi, passateli in un setaccio e aggiungete alla polpa di pomodoro, circa 60 ml di panna da cucina, 1 cucchiaino di senape. Mescolate bene gli ingredienti, utilizzando anche un mixer se occorre, e aggiungete 1 spicchio d’aglio e qualche foglia di basilico fresco, tritato molto finemente. Condite con sale e pepe, poi, aggiungete la salsa alla pasta fredda, a cui potrete aggiungere anche qualche gustoso sottolio, come zucchine, peperoni o melanzane.

Questa ricetta può essere anche gustata calda, se preferite! Aggiungete, inoltre, qualche cubetto di formaggio filante per un risultato più gustoso.

Come fare la salsa rosa semplice

Come fare la salsa rosa semplice Esistono tante varianti della salsa rosa, che possono essere tranquillamente preparate in casa, senza alcuna difficoltà, per condire tartine di pasta sfoglia e panini sfiziosi.

Potete realizzare la vostra salsa rosa, in versione semplificata, unendo in una ciotola capiente circa 200 g di maionese, aggiungendo 1 cucchiaio di ketchup (leggermente piccante) e qualche goccia di cognac (che può essere sostituito con la stessa quantità di brandy). Mescolate accuratamente, fino a ottenere un bel colore rosa, e aggiungete un pizzico di sale. La vostra salsa è pronta per essere gustata!

Una versione così semplificata della salsa rosa può essere utilizzata anche per un secondo piatto sfizioso e pieno di gusto, come per esempio, gli asparagi in salsa rosa. Iniziate pulendo circa 400 g di asparagi, eliminando con un coltello tutta la pellicina esterna. Tagliateli in due, lavateli e lasciateli asciugare accuratamente. Poi, metteteli a bollire in abbondante acqua salata per circa 30 minuti, facendo in modo che, in fase di cottura, non si sfaldino eccessivamente. Mentre gli asparagi cuociono, preparate la salsa rosa, aggiungendo, se vi va, anche qualche cucchiaio di yogurt bianco, una spolverizzata di pepe e qualche goccia di succo di limone. Scolate gli asparagi e conditeli con abbondante salsa rosa. Il piatto è pronto, servitelo ancora caldo.

Come fare la salsa rosa senza ketchup

Come fare la salsa rosa senza ketchup Il procedimento della salsa rosa può essere svolto anche senza usare la salsa ketchup tra gli ingredienti, per ottenere una versione più delicata e facilissima da preparare, che sarà apprezzata abbinata al pesce o alla carne. Per preparare questa salsa, senza usare il ketchup, iniziate preparando una buona e gustosa maionese, senza aggiungere il succo di limone, ma con circa 2 cucchiai di aceto di mele o di vino bianco. Per rendere la maionese più densa, in mancanza del limone, aggiungete altro olio, oltre ai 250 ml già utilizzati.

Al composto, unite 2 cucchiai di estratto di pomodoro, che serve a sostituire la salsa ketchup, e frullate con 2 gocce di cognac. Lasciate riposare la salsa per almeno 1 ora in frigorifero, poi servitela per accompagnare tutti i piatti di carne o di pesce.

Per renderla più cremosa, potete aggiungere o qualche cucchiaio di panna liquida (non zuccherata) oppure qualche cucchiaio di yogurt bianco o di formaggio cremoso. Aggiungete uno di questi ingredienti se, sfortunatamente, la vostra salsa è troppo liquida o troppo amara (se avete aggiunto troppe gocce di cognac). Per un gusto più deciso e particolare, potete aggiungere al composto anche un goccio di salsa di soia o di aceto balsamico: entrambi questi ingredienti sono molto salati, cercate, pertanto, di non esagerare con le dosi. Bastano 1 o 2 cucchiaini ogni 70 g di salsa preparata.