Come fare la pasta frolla

Galbani
Come fare la pasta frolla
Il compleanno di una persona a voi cara è ormai alle porte e vorreste prepararle una crostata a sorpresa? Oppure, vi siete appena accorti di aver finito i biscotti e non sapete come fare domani a colazione?

Continuate a leggere questo articolo, vi spiegheremo come realizzare la pasta frolla per preparare dei dolci deliziosi. Non siete curiosi di sapere qual è l’impasto più adatto per preparare una crostata morbida, che non si sbriciola?

E quei fantastici biscotti di pasticceria fine? Continuate a leggere, vi racconteremo tutto. Con i nostri consigli non avrete più scuse per non preparare una buona e profumata pasta frolla con le vostre mani.

Come fare una pasta frolla morbida

Come fare una pasta frolla morbida La pasta frolla può essere preparata in diverse versioni, in base a quello che sarà l’utilizzo finale. Ad esempio, per la crostata o la cheesecake è preferibile creare un impasto diverso da quello dei biscotti o dei pasticcini.

Proprio per le crostate e per le torte ad esempio, è preferibile usare una pasta frolla morbida: questa accortezza vi consentirà di avere una sorta di conchiglia per il ripieno, perché saprà accompagnarlo adeguatamente senza sgretolarsi ogni qualvolta con la forchettina si prova a prenderne un assaggio, proprio perché risulta meno croccante. Inoltre, vi accorgerete che anche l’impasto sarà più semplice da lavorare e da stendere. Quante volte è capitato di preparare la frolla, stenderla con tanta cura e poi romperla mentre si prova a sollevarla dal piano di lavoro per trasferirla nello stampo? Fastidioso, non è vero? Niente di irreparabile ma possiamo definirla comunque una noia, lasciatecelo dire.
Con la pasta frolla morbida, invece, è più semplice riuscire a portare a termine questa operazione senza perdere la pazienza.
Inoltre, essendo facilmente malleabile, consente di avere anche dei bordi più precisi e delle decorazioni senza sfocature.

Dopo la cottura, lasciatela raffreddare: vi accorgerete che tagliare delle fette sarà molto semplice, a differenza di altre crostate che tendono a spezzarsi in più parti quasi tutte le volte che proviamo a ricavarne una piccola porzione.
E la parte migliore sapete qual è? Che anche il sapore è gradevole: al primo morso vi accorgerete della friabilità dell’impasto, della sua morbidezza, della sua fragranza delicata che va ad accompagnare perfettamente qualsiasi tipo di ripieno. Inoltre, potrete anche scegliere di aggiungere degli aromi, come la vaniglia oppure la cannella. È arrivato il momento di metterci al lavoro per la preparazione della pasta frolla morbida, siete pronti?
Gli ingredienti per preparare una crostata in uno stampo di 24 cm sono: 350 g di farina 00 (più altra per il piano di lavoro); 175 g di burro; 2 tuorli d’uovo; 1 uovo intero; 140 g di zucchero semolato; 1 cucchiaino di lievito per dolci; 1 pizzico di sale; la scorza di un limone grattugiata o di un’arancia. Nota: prima di iniziare è bene specificare che in questa preparazione il burro deve essere a temperatura ambiente e morbido, quindi non freddo come viene generalmente usato per gli altri tipi di pasta frolla.
Cominciate ponendo il burro morbido e tagliato a tocchetti all’interno di una ciotola, aggiungete la scorza di limone (o di arancia) e lo zucchero. Iniziate a lavorare gli ingredienti con le mani, fin quando non si legano tra di loro. Potrete fare questa prima operazione anche con una spatola, l’importante è ottenere un composto morbido e liscio.
Adesso potete aggiungere il primo uovo, fate in modo che si amalgami bene con l’impasto e poi aggiungetene un altro, ripetendo la stessa operazione fin quando non saranno finite. L’impasto dovrà risultare privo di grumi e soffice.

Versate adesso sul piano di lavoro la farina con il lievito e il sale, dandogli la classica forma a fontana. Versate al centro il composto precedentemente preparato, lavorate con le mani (preferibilmente in modo veloce) fin quando l’impasto non risulterà morbido, elastico, liscio, che non tenderà a incollarsi alle mani. Se lo ritenete opportuno utilizzate ancora un po’ di farina.
Formate un panetto, avvolgetelo con della pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 3 ore (evitate di superare le 6 ore): prima di tirarla fuori dal frigo controllate che sia diventata soda. Trascorso questo tempo stendete l’impasto su un piano leggermente infarinato, formando una sfoglia alta circa 4 mm: siete pronti per farcirla come più preferite!
Potrete utilizzarla per creare una crostata di marmellata, magari anche quest’ultima preparata con le vostre stesse mani; oppure una crostata con mascarpone e ricotta o, ancora, pensate a un goloso ripieno di crema, che poi andrete a decorare con pezzi di frutta come pere, mele o fragole. Insomma, via libera alla vostra creatività e alla soddisfazione dei vostri gusti e di quelli dei bambini*.
È preferibile cuocere la pasta frolla morbida a 170°. Per quanto riguarda i tempi potrebbero differire a seconda del ripieno utilizzato e della grandezza. Nel dubbio, sfornatela quando risulta dorata, non fate in modo che diventi troppo scura. Appena sfornata frenate la vostra curiosità e voglia di dolcezza: tagliate la prima fetta dopo una ventina di minuti, in modo da lasciarla rassodare, credete di poter resistere a questa tentazione?

*sopra i 3 anni

Come fare la pasta frolla montata

Come fare la pasta frolla montata Immaginate di voler preparare dei biscottini da inzuppare nel caffè a colazione o da assaporare mentre sorseggiate una tazza di tisana prima di andare a dormire, durante una fredda sera invernale. Al fine di far avverare questo desiderio è importante preparare la giusta pasta frolla, altrimenti i biscottini potrebbero non avere la giusta consistenza.
Ed è proprio per preparare biscotti friabili che occorre preparare la frolla montata che, più in generale, potrete impiegare per tutti quei dolcini che hanno bisogno di sac-à-poche per essere preparati, oppure di una spara biscotti. Nota: anche in questo caso, come per l’impasto morbido, il burro deve essere tenero, quindi a temperatura ambiente.
Gli ingredienti per la pasta frolla montata sono: 380 g di farina 00; 250 g di burro; 140 g di zucchero a velo; 2 uova a temperatura ambiente; 1 tuorlo; 1 cucchiaino di lievito per dolci; la scorza di limone (o di arancia); 1 pizzico di zucchero. Inoltre, per la decorazione, potrebbe essere utile avere delle mandorle pelate, delle gocce di cioccolata, delle ciliegie candite o la decorazione che preferite.
Cominciate lavorando, all’interno di una ciotola, il burro con lo zucchero a velo setacciato, fino a quando non otterrete una sorta di crema. Aggiungete quindi la scorza di agrume e lavorate bene. Per avere un composto spumoso durante questa fase potete lavorare anche con uno sbattitore elettrico. Cominciate quindi ad unire le uova a temperatura ambiente, una alla volta, aggiungendo il successivo solo quando il primo si è ben amalgamato. Incorporate il pizzico di sale e, lentamente, la farina setacciata. Lavorate il composto con una spatola, fin quando non ci saranno grumi e tutti gli ingredienti si saranno inglobati totalmente. A questo punto, siete pronti per trasferire l’impasto in una sacca da pasticciere per poi creare i biscotti. Vi consigliamo di creare le forme direttamente su una leccarda rivestita con carta forno. Un altro suggerimento è quello di usare il beccuccio a forma di stella, in modo da ottenere delle raffinate striature. A questo punto, quindi, liberate la vostra creatività e date ai biscotti la forma che preferite. Come già accennato, potete anche decorarli. Infornateli, quindi, a 180° per circa 15 minuti, fin quando non saranno dorati e lasciateli raffreddare prima di assaggiarli.

Come fare la pasta frolla ovis mollis

Come fare la pasta frolla ovis mollis La pasta frolla è una delle preparazioni base della cucina italiana ma vanta di numerose varianti, una di queste è la ovis mollis.
Ovis mollis significa “uova morbide” ed è proprio questo ingrediente che andremo a utilizzare. Curioso, vero? Seguiteci e vi spiegheremo come si fa e a cosa serve.

Questo tipo di impasto è adatto per preparare dei biscotti friabili, come i canestrelli, quindi delicati nel sapore e nella consistenza; ma anche da farcire con marmellata di fragole o crema pasticcera o, più in generale, biscotti di pasticceria fine.
In questa preparazione occorre utilizzare sia la farina che la fecola di patate ma volete sapere qual è l’ingrediente segreto? È il tuorlo sodo!
Andiamo a vedere più da vicino come prepararla.
Gli ingredienti per la pasta frolla ovis mollis sono: 160 g di farina; 160 g di burro (freddo); 110 g di fecola di patate; 90 g di zucchero a velo; 4 tuorli sodi; 1 bustina di vanillina; 1 pizzico di sale.
Iniziate preparando le uova sode, scolatele, lasciatele raffreddare ed eliminate il guscio. Mettete da parte l’albume e prendete solo il tuorlo, che dovrete sbriciolare, magari aiutandovi con una grattugia o con un setaccio.
Setacciate all’interno di una ciotola la farina, la fecola, lo zucchero a velo, la vanillina e aggiungete il pizzico di sale. Mischiate gli ingredienti secchi, unite i tuorli e il burro freddo ridotto a tocchetti. Lavorate il composto fino a quando non otterrete una palla liscia e compatta. Avvolgete l’impasto con della pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per 2 ore. Trascorso questo tempo, potete prendere la pasta, stenderla e creare le forme che preferite. Ecco fatto, semplice, vero?
Con la pasta frolla con uova sode potrete creare dei cestini da farcire con la Crema Dolce alla Ricotta Santa Lucia, oppure con una crema al cacao.

Se non avete voglia di impastare gli ingredienti a mano sulla spianatoia o all’interno di una ciotola e disponete di una planetaria continuate a leggerci perché vi spiegheremo come preparare la pasta frolla utilizzando questo elettrodomestico.

Come fare la pasta frolla con la planetaria

Come fare la pasta frolla con la planetaria Riempire la casa del buon profumo di una crostata appena sfornata è bello, riempie il cuore di gioia.
Tuttavia, è capitato anche a voi di ritrovarvi con una gran voglia di mangiare una fetta di torta della nonna o di una crostata di mele all’antica, assaporando a ogni forchettata la pasta friabile e la dolcezza delle mele, e di essere bloccati dalla pigrizia?
Diciamocelo, non sempre abbiamo voglia di affondare le dita nell’impasto o di sporcare ciotole e utensili vari.

Bene, se avete da poco acquistato una planetaria è arrivato il momento di usarla per preparare una buonissima pasta frolla e accontentare i vostri desideri in poco tempo e senza sporcare molto.
Questo elettrodomestico può essere molto importante per chi ama preparare dolci e panificazioni, perché consente di avere un buon risultato in modo facile e veloce. È inoltre, un buon aiuto per chi non ha molto tempo da dedicare alla cucina ma non vuole rinunciare a delle crostate preparate in casa, senza la necessità di acquistare la pasta frolla già pronta.
Vediamo adesso dei consigli per ottenere un impasto liscio e omogeneo usando la planetaria: tra tutti la velocità e il tempo di lavorazione.
Per quanto riguarda la velocità vi consigliamo di partire con un livello basso, in modo da far amalgamare gli ingredienti dolcemente e in più, eviterete di vedere l’impasto schizzare ovunque. Man mano che la lavorazione procede potete aumentare la velocità ma è preferibile restare su un livello medio.
I tempi di lavorazione sono molto importanti: se quando lavorate a mano la pasta frolla dovete utilizzare le punte delle dita ed essere relativamente veloci, anche per la planetaria dovete evitare di avere dei tempi troppo lunghi.
Come abbiamo visto, la frolla classica e altri tipi devono essere preparati usando degli ingredienti freddi (c’è chi consiglia anche di bagnare le mani in una ciotola piena di acqua e ghiaccio prima di lavorare) e, in un certo senso, potrebbe essere utile mettere in frigorifero la ciotola e la frusta prima di iniziare il procedimento.

La frusta a foglia (detta anche “piatta” o “k”) è quella più adatta per la preparazione della pasta frolla, riuscendo a raccogliere meglio delle altre fruste l’impasto che si trova sui bordi della terrina.
Con la planetaria potrete realizzare tutti i tipi di pasta frolla, aggiungendo man mano gli ingredienti a seconda della ricetta.
In questo modo potrete preparare non solo torte, biscotti e crostate ma anche la pasta frolla salata, molto utile per creare torte salate da poter farcire con salumi, formaggi e verdure che potrete consumare come piatto unico o come antipasto, dopo averle tagliate in piccoli tocchetti da perfetto buffet finger food. Volete delle idee? Provate a sperimentare le ricette delle crostate salate o la torta salata di spinaci, una vera bontà che piacerà anche ai bambini*.

Ma una volta pronta la pasta frolla, salata o dolce che sia, come si procede?

Continuate a leggere e vi spiegheremo cosa fare.

*sopra i 3 anni

Come si stende la pasta frolla

Come si stende la pasta frolla La vostra pasta frolla è pronta, lavorata con la punta delle dita o con la planetaria, e i 30 minuti di riposo (o anche 3 ore, a seconda dei casi) sono ormai trascorsi. Non resta che prendere il panetto e stenderlo, per dare la forma che preferite.
Su una spianatoia, iniziate ad ammorbidirlo con le mani, senza surriscaldare eccessivamente l’impasto. Se intendete creare una crostata iniziate a dare al panetto una forma rotonda. Uno dei segreti per evitare che possa attaccarsi al piano di lavoro è quello di posizionare l’impasto al centro di un foglio di carta forno leggermente infarinato, appiattirlo delicatamente con le mani, spolverizzare ancora un po’ con la farina e posizionare un altro foglio di carta forno. A questo punto, potete iniziare a lavorare con il matterello, in modo da ottenere lo spessore che preferite e una superficie omogenea. Attenzione: controllate che la frolla non si attacchi alla carta, in tal caso aggiungete ancora un po’ di farina.

In caso di eccessiva lavorazione la pasta potrebbe diventare collosa: se dovesse accadere, riformate il panetto e lasciate riposare in congelatore per una ventina di minuti. Trascorso questo tempo occorre ripetete le operazioni di cui abbiamo parlato. Quando l’impasto sarà infine omogeneo e con il giusto spessore, eliminate il foglio superiore di carta forno e capovolgete l’altro foglio, in modo che la frolla si trovi direttamente a contatto con il fondo dello stampo. A questo punto, potete staccare anche l’ultimo foglio di carta e modellare la pasta sul fondo, in modo che aderisca bene. Altrimenti, potete anche decidere di trasferire la pasta nella teglia con il foglio sottostante.
Rivestite i bordi con la frolla e passate il matterello su questi, in modo da eliminare la pasta in eccesso.
In linea di massima questo procedimento può essere applicato anche per i biscotti, che andranno poi modellati; oppure per la creazioni di tartellette con i bordi impeccabili, da farcire poi con creme e panna montata.
Continuate a leggerci e vi spiegheremo come fare i biscotti con la pasta frolla e come decorarli.

Come fare i biscotti di pasta frolla

Come fare i biscotti di pasta frolla I biscottini di pasta frolla: che bontà!
Da gustare a colazione, durante il pomeriggio o dopo cena.
Come abbiamo visto, esistono diversi tipi di pasta frolla, ognuna più o meno adatta a un determinato tipo di preparazione, ma la scelta dipende anche dai vostri gusti. Ad esempio, per avere dei biscotti più friabili c’è chi preferisce utilizzare solo i tuorli; per avere una consistenza finale più delicata è preferibile usare lo zucchero a velo ma se si preferisce un aspetto cristallizzato allora lo zucchero semolato andrà più che bene. Fatte le dovute precisazioni, dobbiamo dire che preparare dei gustosi biscotti di pasta frolla è un’operazione semplice, che potranno fare anche i principianti oppure con l’aiuto dei bambini*, che troveranno questa attività divertente e stimolante.

Per questa ricetta vi serviranno: 300 g di farina; 150 g di zucchero a velo; 150 g di burro; 1 uovo; 2 tuorli e un pizzico di sale.

Si comincia lavorando il burro con zucchero a velo all’interno di una ciotola, fino a ottenere un composto sabbioso. Disponete poi, su una spianatoia, la farina a fontana, aggiungete al centro il composto di burro e zucchero, il sale, l’uovo e i tuorli e lavorate con delicatezza usando le punte delle dita.
Lavorate il tutto velocemente, amalgamate bene gli ingredienti, formate un panetto e lasciatelo riposare in frigo per 30 minuti.
Trascorso questo tempo stendete l’impasto, così come vi abbiamo spiegato in precedenza, e formate i vostri biscotti. Infornate a 180° per 20 minuti, fin quando non saranno dorati in superficie. Non vi è venuta voglia di iniziare a prepararli? Magari per tuffarli nel latte a colazione, oppure per portarli in tavola come dessert accompagnati dalle vostre creme preferite.

È possibile preparare i biscotti di pasta frolla in diverse varianti, con farine diverse (ad esempio quella integrale), oppure senza burro e sono tutte molto golose: riuscireste a resistere a dei biscotti di pasta frolla e cioccolato ?

Inoltre, questi dolci assaggi possono essere decorati, rendendoli una vera e propria meraviglia per la tavola.
Volete sapere come? Seguiteci.

*sopra i 3 anni

Come decorare i biscotti di pasta frolla

Come decorare i biscotti di pasta frolla Preparare i biscotti può essere un’attività molto rilassante, divertente e creativa.
Perché basta davvero poco per dare la forma che si preferisce o fare delle decorazioni particolari. Con un po’ di manualità e di pratica chiunque può mostrare le proprie dolci creazioni con orgoglio, al punto che mangiarle sarà quasi un dispiacere.

Aprite la credenza, potreste trovare degli ingredienti utili a questo scopo, come marmellata, gocce di cioccolato e granella di nocciola o di mandorla.
Un modo semplice per rendere i biscotti più speciali, è far sciogliere del cioccolato fondente a bagnomaria e intingerne metà. Lasciate poi raffreddare su un foglio di carta forno per circa un’ora.
Provate ad aggiungere un velo di marmellata sui biscotti, farà da collante a granelle e scaglie di cioccolata.
Una idea semplice da realizzare è quella di stendere un velo di glassa sul biscotto e fare delle decorazioni con il cioccolato fuso, utilizzando una sacca da pasticciere con il beccuccio sottile: non occorre essere degli artisti, bastano anche dei semplici pois per rallegrare la merenda.
Oppure, lasciate che siano i bambini* a decorare i biscottini di pasta frolla a forma di cuore, un’attività stimolante da svolgere con il vostro aiuto, durante un piovoso pomeriggio invernale. Basta una semplice formina per dare alle vostre creazioni un aspetto colorato e divertente: cuori, animali, lettere, ce n’è per tutti!
Le forme possono essere un valido aiuto soprattutto durante le feste di Natale, in modo da caratterizzare i biscotti in base a questa festività.
Un’altra soluzione per decorare i biscotti è la ghiaccia reale, da realizzare con pochi ingredienti: zucchero a velo, albume e qualche goccia di limone. Potrete poi aggiungere qualche goccia di colorante, trasferire la ghiaccia in un sac-à-poche e la magia può avere inizio. Semplice e di grande effetto.

*sopra i 3 anni

Come si fa la pasta frolla senza burro

Come si fa la pasta frolla senza burro Il burro si sa, è un ingrediente importante quando si prepara la pasta frolla: quantità e temperatura possono caratterizzare fortemente il risultato finale.
È un ingrediente importante appunto, ma non fondamentale!
Diciamoci la verità, è capitato a tutti di pensare di cimentarsi nella preparazione di questo impasto, magari la domenica pomeriggio e di scoprire di non avere il burro in frigo. Niente paura, non occorre vestirsi per andare alla ricerca di un negozio aperto per poterlo comprare, vi basterà avere dell’olio in casa.
La pasta frolla senza burro inoltre, è adatta anche a chi preferisce un sapore più delicato. Provate a prepararla, potreste scoprire che la preferite alla versione classica. Per cucinare la pasta frolla senza burro vi occorrono: 100 g di zucchero; 2 uova; 100 ml di olio extravergine d’oliva; 1 cucchiaino di lievito per dolci; 1 bustina di vanillina.

Cominciate dividendo i tuorli dagli albumi. Aggiungete ai tuorli l’olio extravergine d’oliva a filo, mescolando continuamente. Incorporate gentilmente anche lo zucchero. Disponete la farina a forma di fontana sulla spianatoia, unite il sale, il lievito e la vanillina. A questo punto, potrete versare al centro la mistura di uova, olio e zucchero e cominciare a lavorare con le mani. Alla fine, incorporate gli albumi montati leggermente a neve. Continuate a lavorare fino ad avere un panetto liscio e omogeneo, che farete riposare in frigo per 30 minuti.
Visto? È molto semplice il procedimento.

Come fare la pasta frolla al cacao

Come fare la pasta frolla al cacao Vi sveliamo un segreto per rendere la pasta frolla ancora più golosa: basta aggiungere del cacao all’impasto: semplice!
Per realizzare la ricetta della pasta frolla al cacao vi occorrono: 200 g di burro; 150 g di zucchero; 1 uovo; 2 tuorli; 1 fialetta di aroma al limone; 300 g di farina; 50 g di cacao amaro in polvere.
Iniziate lavorando in una ciotola il burro tagliato a tocchetti con lo zucchero.
Aggiungete l’uovo, aspettate che venga assorbito bene dall’impasto e incorporate anche i tuorli. Lavorate bene, aggiungete l’aroma al limone.

Setacciate la farina con il cacao e aggiungetela al composto preparato, lavorate fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo per 30 minuti. Ecco fatto, la pasta frolla è pronta per essere utilizzata per preparare torte, crostate e biscotti.
Volete un’idea davvero carina? Provate a utilizzarla con della frolla classica, per creare dei biscotti bicolore. È molto semplice: una volta stesi i due impasti dando la forma di un rettangolo, sovrapponete la frolla al cacao su quella classica, fateli aderire bene e arrotolate. Lasciate riposare il rotolo in frigo, avvolto nella pellicola, e poi tagliate delle fette che cuocerete in forno a 160° per una quarantina di minuti. Visto? È davvero facile.

E adesso che vi abbiamo svelato segreti e trucchi tocca a voi preparare la pasta frolla!