Come fare i cioccolatini

Galbani
Galbani
Come fare i cioccolatini
Che bontà il cioccolato, sembra che ci sia sempre l’occasione giusta per mangiarne un po’: un pezzettino dopo cena, o in crema con il pane, durante il pomeriggio o a metà mattinata.
E poi ci sono i cioccolatini: al cioccolato fondente, al latte oppure bianco, semplici o ripieni di soffici creme. E che bontà quelli con la superficie impreziosita dalla granella, non trovate?
E se fosse possibile preparare dei cioccolatini fatti in casa, seguendo i vostri gusti e le vostre esigenze, non sarebbe bellissimo?
Bene, continuate a leggere ed esaudiremo i vostri desideri perché in questo articolo vi spieghiamo come preparare diversi tipi di cioccolatini, magari da regalare durante le feste come Natale o San Valentino, usando anche diverse tecniche. Diversi abbinamenti per diverse bontà: pensate al cioccolato unito all’agro dell’arancia e degli altri agrumi, o al sapore deciso dei liquori, alla menta, o ancora al dolce miele o al pistacchio, alla liquirizia o ai lamponi, e come dimenticare il cioccolato al peperoncino. Acquolina in bocca?
Mettiamoci al lavoro, abbiamo tanti consigli, idee da suggerirvi e trucchi da svelarvi per realizzare questi dolci. La preparazione dei cioccolatini per voi non sarà più un segreto.

Come fare i cioccolatini in casa

Come fare i cioccolatini in casa Fare i cioccolatini in casa è molto semplice. Oltre a essere un’esperienza che può risultare divertente, vi consente anche di usare gli ingredienti che preferite. In breve, si tratta di sciogliere una tavoletta di cioccolato a bagnomaria e di trasferirla in stampini di silicone. Si aggiunge il ripieno, si lascia riposare in frigorifero per un’ora e si versa altro cioccolato fuso di copertura. Per scoprire i passaggi in modo più accurato, continuate a leggere l’articolo e scoprirete i nostri consigli per realizzarli.

Innanzitutto, vediamo come si ottiene la materia prima, ovvero il cioccolato.
Questa delizia deriva dai semi della pianta del cacao, che sono composti dal burro di cacao e da una parte secca, il cacao. Da qui, aggiungendo altri ingredienti, si ottengono i diversi tipi di cioccolato. I più comuni sono il cioccolato fondente, al latte, gianduia e bianco. In linea di massima sono tutti composti da burro di cacao e quantità variabili di cacao, zucchero e, nel caso del cioccolato al latte e di quello bianco, di latte in polvere. Ci sono poi gli ingredienti secondari, come la frutta secca, le spezie e gli aromi.
Il cioccolato fondente è il più adatto in cucina ed è preferibile scegliere la tipologia con una quantità di cacao al 50%.
Se volete usare in cucina il cioccolato al latte, generalmente il più amato dai bambini*, andrà fuso con cautela, perché è molto sensibile al calore.
Il cioccolato bianco si presta bene all’uso in pasticceria, quindi per preparare la glassa per torte, mousse e creme varie.

Per realizzare i cioccolatini e i bon bon in casa, vi occorrono poche cose: cioccolato di buona qualità; dei pentolini per la cottura a bagnomaria; un termometro per alimenti; degli stampini di silicone o pirottini; una spatola di acciaio.
Ecco fatto, questo è quello di cui avrete bisogno per iniziare. Ovviamente, se intendete arricchire i vostri cioccolatini avrete bisogno degli ingredienti aggiuntivi, come le nocciole, le mandorle, le granelle, etc.
Se non avete un termometro per alimenti non temete, perché vi spiegheremo come farne a meno.
Acquistate del buon cioccolato: inizierete le vostre preparazioni partendo da materie prime di qualità e, di conseguenza, otterrete un risultato migliore.
Iniziate a spezzettare il cioccolato grossolanamente, perché stiamo per spiegarvi le diverse tecniche.
Siete pronti a inserire nel vostro menu di un giorno di festa queste nuove e sfiziose preparazioni?

*sopra i 3 anni

Come fare i cioccolatini negli stampi in silicone

Come fare i cioccolatini negli stampi in silicone Per ottenere dei cioccolatini dalle forme particolari dovrete procurarvi degli stampi in silicone.
Il silicone è un materiale flessibile ma anche resistente, che può essere lavato persino in lavastoviglie. Ma la cosa più importante è che vi consente di estrarre facilmente i cioccolatini una volta pronti.
E poi potrete utilizzarli sia in forno che in congelatore, così da poterli usare anche per altre preparazioni, oltre che per la creazione di bon bon.

Vediamo quindi come fare i cioccolatini usando gli stampini in silicone.

Cominciate riducendo il cioccolato fondente in piccoli pezzettini, in modo grossolano. Trasferiteli in una piccola pentola che, a sua volta, andrà posizionata all’interno di una pentola più grande con dell’acqua. Iniziate quindi a sciogliere il cioccolato a bagnomaria, a fiamma dolce, continuando a girare con una spatola.

Dopo poco il cioccolato inizierà a fondersi, è questo il momento in cui dovrete iniziare a utilizzare il termometro da cucina, facendo attenzione che il cioccolato fondente non superi i 50° (se utilizzate quello a latte o bianco la temperatura non deve superare i 45°).
Trasferitelo quindi su una lastra di marmo o, in alternativa, su un buon piatto di porcellana, molto resistente al calore.

Attenzione a questa fase, il famoso temperaggio, è molto importante!

Temperare il cioccolato è fondamentale per non avere la fastidiosa patina bianca che altrimenti si creerebbe.

Stendete il cioccolato sulla superficie aiutandovi con una spatola, in modo che possa raffreddarsi. Dovete continuare a controllare la temperatura che per il cioccolato fondente non deve scendere al di sotto dei 28° (per il cioccolato al latte o bianco non bisogna andare al di sotto di 26°).

Adesso riportate di nuovo il cioccolato nel pentolino a bagnomaria in modo che raggiunga nuovamente la temperatura di 31° (ma non bisogna superare i 29° per quello al latte e 28° per quello bianco).

A questo punto, occorre muoversi rapidamente: versate il cioccolato negli stampini e battete sul piano di lavoro, evitando così le bolle di aria.
Aspettate che si raffreddino e poi trasferiteli in frigorifero, fino a quando non diventano totalmente solidi.

Ecco fatto, avere ottenuto i vostri primi cioccolatini. È stato semplice, vero?

Un piccolo consiglio: fate attenzione che il cioccolato non venga a contatto con l’acqua, poiché potrebbe diventare difficile da lavorare.

Non vi resta che gustare queste praline, ogni momento è quello giusto, a metà mattina o dopo cena, ma sono perfette anche all’ora del tè.

Non avete gli stampini in silicone o il termometro?
Nessun problema, vi aiutiamo noi. Continuate a leggerci.

Come fare i cioccolatini senza stampini

Come fare i cioccolatini senza stampini Certo, usare gli stampi può essere comodo e può semplificare delle operazioni, ma se non li avete e vi vien voglia di preparare dei cioccolatini, non demordete: vediamo insieme le diverse alternative.

La prima che vi consigliamo è una piccola teglia da forno, da rivestire con una pellicola per alimenti (resistente alle alte temperature) oppure un foglio di carta da forno, bagnato e ben strizzato. Versate quindi il cioccolato fuso e lasciate riposare in frigorifero per 2 ore o fin quando non si sarà solidificato. Estraete dalla teglia la vostra bella mattonella di cioccolato e con un buon coltello ricavate i cioccolatini. Ovviamente, in base alle dimensioni o all’altezza della teglia avrete dei diversi risultati. Ad esempio, utilizzando una leccarda ricaverete delle sfoglie di cioccolato. Volete dei cioccolatini a forma di cuore, o di stella? Create una sagoma con carta, sovrapponetela al rettangolo di cioccolato e poi ritagliatela con un coltello.

L’altra alternativa è quella di utilizzare dei semplici pirottini di carta, che potrete riempire con un sac à poche. Questa soluzione si dimostra molto utile anche nel caso in cui vogliate preparare cioccolatini ripieni, come vi mostreremo più avanti. Un’altra idea simile può essere quella di utilizzare dei bicchierini di carta.

Anche il sac à poche può essere d’aiuto: posizionate un foglio di carta da forno in una leccarda e delicatamente iniziate a formare i vostri cioccolatini. Con un po’ di manualità otterrete un buon risultato. Ma questa tecnica può essere molto divertente da mettere in pratica anche quando ci si lascia aiutare dai bambini*, i veri creativi di casa.
Oppure, per voi adulti, potreste preparare i tartufi al cioccolato, perfetti come finger food dolce, con l’aiuto della sacca da pasticciere. In questo caso il cioccolato viene lavorato con il burro, si unisce la panna bollita e il moscato per aromatizzare.
Il composto si lascia riposare in frigo per una notte e, il giorno dopo, con il sac à poche si ottengono delle palline, da ripassare nella polvere di cacao. Ed ecco che i vostri tartufi sono pronti per essere portati in tavola alla fine di cene speciali.

E sapete che per preparare delle palline di cioccolato non servono altro che le vostre mani? Provare per credere!

Come per i cioccolatini con gli stampini, anche in questo caso vi abbiamo mostrato dei metodi facili e veloci per avere tutta la dolcezza che desiderate per voi e per i vostri bambini* golosi.

* sopra i 3 anni

Come fare cioccolatini senza termometro

Come fare cioccolatini senza termometro Il termometro è uno strumento molto utile in pasticceria, poiché consente di monitorare con precisione le temperature.
Tuttavia, se non ne abbiamo uno, possiamo ugualmente preparare dei cioccolatini in casa e vedrete che con un po’ di attenzione e di pratica riuscirete a ottenere dei buoni risultati.
Prima di tutto, fate in modo che i recipienti che andrete a usare siano ben asciutti, così eviterete la patina bianca finale ma, soprattutto, avere uno stampo asciutto significa far aderire bene il cioccolato alle pareti.
Quando sciogliete il cioccolato a bagnomaria potrete ritirarlo dal fuoco quando sarà fuso e perfettamente privo di grumi. Dovrà essere liscio, vellutato, quindi attenzione: fiamma dolce, mescolate spesso e non prolungate troppo la cottura.

Una volta tolto dal fuoco, aggiungete un pezzettino di cioccolato freddo così da far abbassare la temperatura.
Appena inizia a rapprendersi è pronto per essere usato: trasferitelo negli stampini oppure seguite le altre indicazioni che vi abbiamo dato precedentemente.

Un piccolo trucchetto per monitorare la temperatura: lasciate colare una linea di cioccolata su un foglio di carta da forno, se vedete che impiega molto tempo per solidificarsi allora vuol dire che la temperatura è ancora molto alta, quindi oltre i 31° nel caso del cioccolato fondente.

Come fare i cioccolatini lucidi

Come fare i cioccolatini lucidi Immaginate di trovarvi davanti alla vetrina di una pasticceria ad ammirare dei cioccolatini: sono così lucidi, lisci e perfetti, al punto che li vedete già posizionati all’interno di una bella scatola, magari come dolce regalo di San Valentino o per la festa della mamma.

Diciamoci la verità, è capitato a tutti di ricoprire una torta al cioccolato fondente, sperando in un risultato così raffinato e poi ottenere solo una superficie scostante e con una leggera patina bianca.

Ma allora, qual è il segreto, ci avete mai pensato?

Ve lo diciamo noi: è il temperaggio del cioccolato, operazione che si può compiere anche in casa. Per ottenere un risultato ottimale è utile avere un termometro da pasticceria ma non indispensabile.

Questa tecnica consente di donare un aspetto lucido e invitante ai cioccolatini, che tanto invidiamo ai pasticcieri.
Con il temperaggio tutte le parti che compongono il cioccolato trovano il punto di fusione ottimale, ed è per questo che ci sono diverse operazioni da compiere e differenti temperature da rispettare.
Altrimenti, ad esempio, il burro di cacao può cristallizzare ed ecco spiegata la tanto fastidiosa patina bianca.

Quindi, il modo corretto per procedere è questo: fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria, dopo averlo ridotto a pezzetti. Mescolate continuamente, fin quando la temperatura non raggiungerà i 50°. A questo punto, versate 2\3 di composto su un piano in marmo e iniziate a fare un gioco con delle spatole: stendetelo verso l’esterno e poi raccoglietelo nuovamente verso il centro, fin quando la temperatura non raggiungerà i 28°. Trasferite il cioccolato nuovamente nella pentola affinché raggiunga i 32° (a bagnomaria) ed ecco che l’operazione può dirsi conclusa.

A questo punto, fate una prova: lasciate raffreddare una goccia di cioccolato su un foglio di carta da forno e notatene la lucentezza. Se non siete soddisfatti del risultato bisogna ripartire dalla prima fase.

I valori di temperatura di cui abbiamo parlato si riferiscono al cioccolato fondente. Vediamo quali sono quelli adatti al cioccolato al latte e per quello bianco.

Per il cioccolato al latte la temperatura non deve superare i 29° durante la fusione. Prelevatene 2/3, spatolate e portate a 27°, quindi unitelo nuovamente in pentola con il restante cioccolato e portate a 29°.
Questi valori sono adatti anche al cioccolato bianco, un’altra tipologia che viene spesso impiegata per ricoprire torte e cioccolatini.

Adesso che vi abbiamo detto delle diverse tecniche per preparare i cioccolatini in casa, andiamo a vedere più da vicino come renderli davvero speciali con i ripieni che preferiamo.

Come fare i cioccolatini ripieni

Come fare i cioccolatini ripieni Avete anche voi l’abitudine di concludere un pasto con dei dolcetti?
A volte basta davvero poco, anche solo un cioccolatino, magari con un goloso ripieno. Vediamo insieme qualche ricetta che sia facile da eseguire.
Per preparare i cioccolatini ripieni non dovete fare altro che sciogliere il cioccolato a bagnomaria e trasferirlo nello stampo. Posizionatevi su una ciotola, capovolgete lo stampino e lasciate colare via il cioccolato. In questo modo solo la parete delle singole formine sarà rivestita. Mettete quindi lo stampo in frigorifero, fin quando il cioccolato non si sarà solidificato.
Intanto, dedicatevi alla preparazione della ganache al cioccolato e lasciatela poi intiepidire per una trentina di minuti.
Riprendete gli stampini dal frigo, riempiteli con la ganache avendo cura di fermarvi uno o due millimetri prima del bordo. Battete il contenitore su un piano, affinché non si creino le bolle d’aria, e trasferitelo di nuovo in frigorifero per un’ora. Trascorso questo tempo, ricoprite lo stampo con un altro strato di cioccolato fuso; livellate bene utilizzando una spatola.
A questo punto dovranno raffreddarsi ancora per qualche ora in frigo. Potrete poi estrarre i cioccolatini con molta facilità.
Vi abbiamo mostrato come creare delle praline con un cuore di ganache al cioccolato, ma potete aggiungere qualsiasi tipo di ripieno come una marmellata al gusto della vostra frutta preferita, oppure creare un soffice ripieno di crema al caffè.

Se il vostro scopo è quello di creare una scatola con diversi dolcetti allora potreste pensare di utilizzare anche diversi stampi, così che ogni cioccolatino sia caratterizzato non solo dal sapore ma anche dalla forma. In questo assortimento potreste aggiungere anche dei biscotti di pasta frolla rivestiti di cioccolato fondente e bianco.

Oppure crearne alcuni con un cuore di crema pasticcera, panna montata o di crema al mascarpone. Inoltre, gli adulti potranno apprezzare i cioccolatini al rum, un piccolo piacere da concedersi dopo cena.

Come avete visto, fare i cioccolatini ripieni non è difficile. Una volta appreso il procedimento iniziale potrete sperimentare le ricette che preferite, utilizzando i ripieni che vi più vi ingolosiscono.

Tante idee per realizzare i vostri cioccolatini per San Valentino, quelli da condividere con il partner in una romantica serata.

Continuate a leggere l’articolo, abbiamo ancora qualche consiglio da darvi per ottenere dei cioccolatini ricchi di gusto e semplici da realizzare.

Come fare i cioccolatini con le nocciole

Come fare i cioccolatini con le nocciole Resistere ai cioccolatini alla nocciola è davvero difficile. Fortunatamente, possiamo creare questi dolcetti anche in casa e il risultato sbalordirà voi e chi avrà la fortuna di mangiarli. Preparatevi a vederli scomparire subito, perché sono così buoni che andranno a ruba.

La prima versione che vi presentiamo è davvero semplice da realizzare: non occorre eseguire la fase del temperaggio e non avrete neanche bisogno degli stampini. Ma vediamo più di preciso le dosi e come si preparano.
Per fare i cioccolatini con la nocciola avrete bisogno di: 230 g di nocciole; 300 g di crema di nocciola; 100 g di cioccolato al latte; 1 cucchiaio di cacao amaro; 350 g di cioccolato fondente.

Mettete un po’ di nocciole da parte (vi serviranno per la fase finale) e tritate le restanti con un frullatore. È meglio effettuare questo passaggio in più fasi, affinché le lame non si riscaldino, ricordando che devono essere tritate grossolanamente.

Sciogliete il cioccolato al latte e 100 g di cioccolato fondente insieme, a bagnomaria e mescolando spesso. Aggiungete anche la crema alla nocciola, dopo averla riscaldata. Amalgamate bene il tutto e aggiungete lentamente il cacao, setacciandolo.
Adesso potete unire anche le nocciole tritate. Trasferite all’interno di un contenitore e lasciate raffreddare per un po’ in frigo: non deve solidificarsi totalmente ma deve essere lavorabile con le mani.
Quando il composto avrà la giusta consistenza, formate delle palline e posizionate su ognuna una nocciola. Trasferitele poi su una gratella.
Fate sciogliere il restante cioccolato fondente, sempre a bagnomaria e una volta fuso ricoprite le praline. Ecco fatto, non dovete fare altro che lasciarle in frigo e potrete gustarle. Semplice, vero?

Per l’altra versione di cioccolatini con la nocciola che vogliamo proporvi avete bisogno di: 300 g di nocciole tostate; 100 g di crema alla nocciola; 100 g di cioccolato al latte; 120 g di wafer al cacao.

Tenete da parte un po’ di nocciole intere, tritate lentamente la rimanenza e conservatene 50 g. Tritate i wafer, aggiungeteli alle nocciole e amalgamate con la crema alla nocciola. Formate quindi delle palline, che dovrete ricoprire con il cioccolato fuso, sciolto a bagnomaria. Fate raffreddare leggermente e poi ripassate le praline in un piatto con la restante granella. Adesso non dovete far altro che lasciarle solidificare ed ecco che il piccolo dessert è pronto. Dei piccoli cioccolatini ricoperti, dal sapore ancora più gradevole.

Come fare i cioccolatini colorati

Come fare i cioccolatini colorati Per realizzare dei cioccolatini colorati potete scegliere diverse strade.
La prima è quella di utilizzare degli appositi coloranti alimentari, da aggiungere al cioccolato bianco fuso.
L’altra opzione, invece, vi consente di ottenere delle praline divertenti e colorate semplicemente utilizzando elementi per decorare, come perline e codette colorate, oppure aggiungendo dei piccoli confetti di cioccolato.

Create i cioccolatini con la ricetta che preferite, formate delle palline e ripassatele nelle granelle colorate. In alternativa, potete anche decidere di aggiungere codette, perline e bottoncini solo sulla parte superiore.

Un’esplosione di colore e di bontà.

Come fare i cioccolatini aromatizzati

Come fare i cioccolatini aromatizzati I cioccolatini possono essere caratterizzati dagli aromi che preferite: vaniglia, peperoncino, scorza di limone, cannella, cocco, estratto di arancio (o altra frutta) e liquore. Lo sapevate che esistono anche i cioccolatini al vino?

In questo modo non solo ne caratterizzerete il sapore ma avrete anche un buon profumo. Gli aromi vanno aggiunti dopo aver fuso il cioccolato e poi si procede come abbiamo già visto nelle altre preparazioni.
Un piccolo consiglio: aggiungete gli aromi poco alla volta, gradualmente, e assaggiate tenendo presente che una volta che il cioccolato si sarà raffreddato la fragranza degli aromi aggiunti sarà amplificata. Il cioccolato aromatizzato è l’ideale per chi non si accontenta, ma vuole sempre un po’ di sapore in più.

Divertitevi quindi a creare delle eleganti praline al cioccolato e conferitegli il sapore e la fragranza che più preferite.

Tra quelli aromatizzati ci sono anche i cioccolatini al cocco, piccole praline di gusto, amate da grandi e piccini*. Per la loro realizzazione servono: latte, farina di cocco, zucchero, burro, cioccolato fondente. Al burro fuso aggiungete lo zucchero e una volta che questo si sarà sciolto aggiungete la farina di cocco. Create delle palline con le mani e riponetele nel freezer per circa dieci minuti. Nel frattempo sciogliete il cioccolato a bagnomaria. Adesso non vi resta che immergere le palline nel cioccolato e il gioco è fatto. Ottimi dolci al cioccolato per allietare le vostre giornate.

Ecco spiegato come fare i cioccolatini aromatizzati, deliziosi e con un tocco di sapore in più.

* sopra i 3 anni

Come fare i cioccolatini con le uova di Pasqua

Come fare i cioccolatini con le uova di Pasqua È successo anche quest’anno: i bambini* hanno ricevuto diverse uova di Pasqua, ne hanno mangiato qualche pezzetto e si sono fiondati sulla sorpresa. E adesso, cosa farne? Semplice, cioccolatini!
Inoltre, potrete realizzarli con l’aiuto dei più piccoli, così da fare qualche attività insieme durante le feste.
Tutto quello che dovete fare è sciogliere il cioccolato a bagnomaria oppure nel forno a microonde (in entrambi i casi è importante mescolare spesso, per evitare che possa attaccarsi al contenitore).
Intanto, potete chiedere ai bambini di riempire gli stampini con la frutta secca, come mandorle e pistacchi, oppure dei confettini o dei cereali che usano per la colazione. Versate quindi il cioccolato fuso nelle forme e fate aggiungere altra granella colorata. Se in casa avete altre forme più divertenti usatele: numeri, animali, stelle e cuoricini, renderanno i bambini ancora più fieri delle loro preparazioni.

Avete visto com’è semplice preparare i cioccolatini in casa? Adesso che vi abbiamo spiegato tutto non avete più scuse per non cimentarvi in questa preparazione divertente e ricca di gusto.

*sopra i 3 anni