Santa LuciaPresenta

Crostata alla marmellata

Ricetta creata da Utente Galbani Club
Crostata alla marmellata
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

La crostata di marmellata è uno di quei tipici dolci fatti in casa ai quali nessuno può resistere. Si tratta di una ricetta semplice e gustosa. Una torta casalinga, ottima per la colazione o per la merenda di adulti e bambini*.

Fatevi aiutare proprio dai bambini a combinare in modo fantasioso ed originale le strisce di pasta frolla decorative, oppure, create delle deliziose crostatine monoporzione. Questa crostata è stata realizzata con il delicato e profumato Burro Santa Lucia, capace di donare anche alla preparazione più semplice un gusto particolare.

Ora non vi resta che scegliere la vostra marmellata preferita, accendere il forno e seguire passo passo questa facile ricetta!

* sopra i 3 anni


Media
8
120 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  • 300 g di farina
  • 175 g di Burro Santa Lucia Galbani
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo e 1 tuorlo
  • un pizzico di sale
  • marmellata a piacere q.b.

Preparazione

Per preparare la crostata di marmellata, disponete tutti gli ingredienti sulla tavola e mettetevi a lavoro seguendo questi facili passaggi:

01
Per prima cosa setacciate la farina su un piano da lavoro e formate una fontana con un buco al centro. Mettete qui l'uovo intero e il tuorlo, lo zucchero, il pizzico di sale e il Burro Santa Lucia tagliato a tocchetti. Iniziate ad impastare aiutandovi con una spatola e poi continuate con le mani, fino a formare un panetto liscio e morbido.
02
Avvolgete il panetto in un panno o nella pellicola trasparente, adagiatelo su un piatto e mettetelo a riposare in frigo per circa un'ora.
03
A questo punto, riprendete il panetto e stirate aiutandovi con un matterello 2/3 dell'impasto su un piano appena infarinato (se avete problemi stiratelo fra 2 fogli di carta forno). Lo spessore ideale deve essere di ½ cm.
04
Rivestite il fondo di una tortiera dal diametro di 22-24 cm con la pasta frolla e farcite con la marmellata.
05
Stirate anche l'impasto rimasto e ricavatene delle striscioline per fare la rete tipica delle crostate.
06
Fate cuocere in forno ventilato già caldo alla temperatura di 180°C per circa 40 minuti. Lasciate raffreddare la vostra crostata di marmellata prima di servire.

Varianti

Per preparare una crostata perfetta vi sono alcuni piccoli accorgimenti che potete seguire, ma la prima cosa è decidere che sapore volete che abbia.
Valutate se preferite guarnirla utilizzando la tipica confettura di albicocche o altre sfiziose tipologie, o se preferite usare le marmellate, scegliendo tra i diversi agrumi.

Questo dolce può essere arricchito anche con creme di qualsiasi tipo accontentando sia i palati più abitudinari che quelli più golosi. Oltre alla amatissima farcitura di crema pasticcera e pezzetti di frutta, potete stupire i vostri ospiti con una crostata ripiena di crema al mascarpone e decorata con scaglie di cioccolato e granella di frutta secca mista.

Nel caso di una crostata con ripieno di crema ricordatevi di conservarla un paio d'ore in frigorifero prima di servirla.

Anche l'impasto della vostra crostata può essere diverso: infatti, potete utilizzare diversi tipi di farina, colorarlo aggiungendo del cacao in polvere, aromatizzarlo con l'aggiunta di spezie come la cannella o anche arricchirlo con della frutta secca.

Per dare un tocco più creativo all'aspetto di questo dessert potete servire ogni fetta spolverizzando la superficie con zucchero a velo e accompagnandola con una pallina di gelato abbinata al ripieno della vostra crostata.

Suggerimenti

Ciò che spesso piace di una crostata rispetto agli altri dolci è la sua consistenza friabile, caratteristica inconfondibile della pasta frolla. Se volete renderla ancora più sabbiosa dovete aumentare la dose di burro e di tuorlo.

Quando lavorate la pasta frolla maneggiatela energicamente facendo in modo che farina, zucchero e sale formino un composto omogeneo, ma anche che l'impasto non si riscaldi troppo rilasciando l'untuosità del burro.

In ogni caso, se volete che la vostra crostata riesca morbida e fragrante, conviene sempre aggiungere un po' di lievito all'impasto e farla lievitare a lungo avvolta nella pellicola prima di stenderla e adagiarla nello stampo.

Per dare al vostro dolce l'aspetto tipico di una crostata utilizzate una teglia di forma rotonda, l'ideale sarebbe quella col bordo ondulato. Per ricavare le striscioline dalla frolla rimanente potete usare unarotella o in alternativa potete creare dei bordi a zig zag usando una forchetta.

Curiosità

L'origine della crostata probabilmente è così antica da non essere storicamente tracciabile. Pare che la sua invenzione si debba a una suora italiana che alloggiava nel convento di San Gregorio Armeno, situato nell'antico centro di Napoli.

Una parente della crostata è la Linzer Torte diffusa in Alto Adige e resa particolare dalla sua fragrante pasta frolla farcita con frutta secca.

Qualunque sia il tipo di impasto o farcitura, avete visto che si tratta di una ricetta facile e molto versatile, ottima per chi vuole servire un'alternativa rispetto alle torte realizzate con una base di Pan di Spagna.

Inoltre, il suo impasto è utilizzabile per tantissime altre preparazioni ed è quindi un perfetto composto per realizzare anche altre ricette dolci.

Con la pasta frolla avanzata potete cucinare dei profumatissimi biscotti, semplici o con gocce di cioccolato, oppure dei cestini o delle tartellette colorate da riempire con altra marmellata.

Aumentando un po' le dosi e aggiungendo qualche ingrediente, potete portare in tavola un delizioso buffet di dolci.

Prova anche

Scopri di più