Come fare le tartellette

Galbani
Galbani
Come fare le tartellette

Le tartellette sono dei dolci preparati con una base di pasta frolla, la cui forma ricorda in qualche modo un cestino dai bordi più o meno alti perfetto per contenere creme di ogni gusto o mousse salate. La parte superiore dei bordi della tortina può essere liscia o frastagliata e la frolla realizzata a seconda dei propri gusti.

Si tratta di preparazioni che riprendono la forma dell’omonimo utensile da cucina: gli stampini in metallo o carta al cui interno viene posizionata la frolla cruda per permettere a questo delizioso finger food (monoporzione) di ottenere, in cottura, la sua forma tipica.

Messe una accanto all’altra, con i colori della frutta o decorate con mousse colorate, sono spettacolari da vedere e golose da gustare.

Le ricette delle tartellette sono tante e potete realizzarle tutte nella vostra cucina. Scoprite i consigli e i segreti per realizzare questi dessert mignon in modo da stupire i vostri amici e i vostri ospiti durante una festa o una cena speciale.

Come fare le tartellette

Come fare le tartellette

Fare delle buone tartellette come quelle della pasticceria è facile e vi darà tantissima soddisfazione. Sono dei dolci mignon che piacciono davvero a tutti soprattutto ai bambini*, ma anche gli adulti ne vanno matti.

Sono ottime se servite come dessert alla fine di una cena speciale, ma potete gustarle anche a colazione per sostituire il classico abbinamento di latte e biscotti.

Le tartellette di pasta frolla sono quelle più tipiche ma, ad oggi, ne esistono tante altre varianti.

La base della tartelletta può essere preparata sia con la pasta frolla che con la pasta brisée o con la pasta sfoglia (quest’ultima indicata soprattutto per quelle salate).

Per circa 50 tartellette avrete bisogno di 500 g di uno degli impasti scelti, da stendere e usare per foderare gli stampini appositi. Poi infornatele a 180° per 7-8 minuti e una volta raffreddate farcitele con 300 g di mousse, crema o con la vostra salsa preferita.

Decorarle sarà il vero successo delle tartellette. Dolci, con crema pasticcera e frutta, oppure abbellite con granella di frutta secca, come le nocciole o, per un risultato davvero goloso, potete optare per una mousse al caffè e uno spruzzo di panna montata su ogni dolcetto.

Una versione particolare e diversa dal solito può essere la crema di riso, di cui vi suggeriamo la ricetta. Usate 250 g di impasto di pasta frolla per realizzare 25 piccole tartellette.

Poi portate a bollore, in un pentolino, 300 ml di latte insieme al contenuto di una bacca di vaniglia e 30 g di zucchero; una volta raggiunto il punto di ebollizione, aggiungete 120 g di riso e cuocetelo nel latte zuccherato secondo i tempi di cottura indicati sulla confezione. Quando sarà cotto, unite il riso a 250 g di crema pasticcera.

Farcite le tartellette di frolla con questa crema e decoratele una per una con un pezzetto di mela (in tutto sono necessarie 2 mele).

Per un gusto semplice e perfetto per conquistare i vostri bambini*, potete farcire le tartellette con un cucchiaio di marmellata (il gusto sceglietelo voi). L’ideale sono quelle a base di albicocche o fragole. Servitele con una spolverizzata di zucchero a velo o con granella di meringa.

*sopra i 3 anni

Come fare le tartellette di frolla

Come fare le tartellette di frolla

Per preparare la versione classica, quella con la frolla, gli ingredienti sono: 250 g di farina tipo 00, 80 g di zucchero semolato, 100 g di burro, 50 ml di acqua, 1 uovo, la scorza grattugiata di mezzo limone e un pizzico di sale.

Realizzate un impasto morbido e omogeneo unendo, all'interno di una ciotola, la farina setacciata, lo zucchero, la scorza grattugiata del limone e il pizzico di sale. Amalgamate e poi aggiungete l’uovo, 50 ml di acqua e il burro a cubetti, lasciato a temperatura ambiente fuori dal frigo per un’ora circa.

Lavorate energicamente con le mani fino ad ottenere un panetto liscio da avvolgere in una pellicola trasparente e da far riposare in frigorifero per un’ora.

Trascorso questo tempo, estraete la frolla dal frigo e stendete l’impasto con il mattarello; poi, prendete un quadratino della misura dei vostri stampi da tartelletta e foderateli uno per uno prestando attenzione a far aderire bene la pasta lungo i bordi. Se non avete a casa gli stampi appositi per questi dolci, potete usare anche gli stampi per i muffin.

Prima di compiere questa operazione imburrate e infarinate i contenitori. Con l’aiuto di una forchetta bucherellate il fondo dei dolcetti in modo che in cottura non si gonfino eccessivamente e lasciateli cuocere in forno a 180° per 15 minuti.

Per evitare che perdano la forma riempite la base delle crostatine, prima di metterle in forno, con dei legumi secchi, come i fagioli, che facciano da peso sul fondo. Lasciate raffreddare prima di farcire le tartellette con la crema che preferite.

Per una variante ancora più golosa potete usare della pasta frolla al cioccolato. Mettete in un robot da cucina 300 g di farina, 150 g di burro freddo tagliato a tocchetti e frullate fino ad ottenere una consistenza simile alla sabbia. A questo punto, posizionate questo impasto su una spianatoia e unite, al centro, 30 g di cacao in polvere, 130 g di zucchero a velo e 3 tuorli; aggiungete anche la punta di un cucchiaino di lievito per dolci. Usate questa base per farcire le tartellette con 300 g di crema alla vaniglia oppure con 300 g di crema al cioccolato fondente. Decorate le crostatine con granella di mandorle o di pistacchio.

Come fare le tartellette alla frutta

Come fare le tartellette alla frutta

Le tartellette alla frutta sono la versione più classica di questo dolce: realizzate con pasta frolla e ripieno di crema pasticcera o crema chantilly (crema pasticcera con panna fresca montata), sono ricoperte da tanti diversi e colorati frutti, tra cui fragole, more, lamponi oppure fettine di kiwi, di banane e chicchi d’uva. Scegliete la frutta di stagione che più vi piace per realizzare questi deliziosi cestini.

La bellezza di questo dessert consiste proprio nei colori e la frutta è perfetta per rendere esteticamente questo risultato che esalta la vista ancor prima del gusto. Possono essere decorate con una spolverizzata di zucchero a velo oppure ricoperte con un sottile strato di gelatina da realizzare con la colla di pesce.

Per circa 50 tartellette preparate la pasta frolla con 500 g di farina 00, 250 g di burro, 1 uovo, 170 g di zucchero. Poi, una volta fatto riposare l’impasto, posizionatelo tra due fogli di carta forno e stendetelo con un mattarello. Ricavate, poi, con un coppapasta dei cerchi di pasta di grandezza leggermente superiore alla misura degli stampi e posizionateli nelle formine. Bucherellate la base con i rebbi di una forchetta e cuocete in forno per 15 minuti a 180°.

A questo punto dedicatevi alla preparazione della crema pasticcera: mescolate con una frusta 4 tuorli d’uovo con 4 cucchiai di zucchero e 4 cucchiai di farina. Poi posizionate il composto in un pentolino e aggiungete 500 ml di latte con dei pezzetti di scorza di limone. Mescolate a fuoco medio fino ad ottenere una crema densa. Fatela raffreddare e, quando è pronta, posizionatela con l’aiuto di un sac à poche o con un cucchiaio all'interno della base delle piccole crostate. Poi scegliete i frutti che preferite e appoggiateli delicatamente sulla superficie dei dolcetti.

Servitele con una spolverizzata di zucchero a velo. Se volete, potete optare per una variante: posizionate sulla base di pasta frolla uno strato di marmellata di albicocche prima di posizionare la crema e la frutta. Anche con le confetture di marmellata sono ottime. Una variante molto sfiziosa di questi pasticcini è realizzata con crema chantilly e gocce di cioccolata, provatela.

Un'altra soluzione per le crostatine mignon ripiene alla frutta? Per 22 cestini le dosi sono: 11 tuorli (5 per la base e 6 per la crema pasticcera); 250 g di farina 00; 50 g di maizena; la scorza di un limone; 200 g di zucchero a velo; 500 ml di latte intero; 150 g di burro a temperatura ambiente; 160 g di zucchero; un pizzico di sale fino; 1 baccello di vaniglia; 1/2 bustina di preparato in polvere per la gelatina; 1 rametto di ribes; 10 mirtilli; 1 kiwi; 2 lamponi; 1 fragola; menta q.b.; 125 ml di acqua.

Per queste tartellette iniziate con la preparazione della pasta frolla: create sulla spianatoia una fontana con lo zucchero a velo e la farina. Versate quindi al centro il burro a temperatura ambiente (toglietelo 10 minuti prima dal frigo) a pezzi piccoli, la scorza grattugiata di mezzo limone e un pizzico di sale. Lavorate il composto con le mani finché non assume una consistenza sabbiosa. In alternativa, potete unire gli ingredienti in una ciotola e frullarli con un mixer a immersione.

A questo punto create nuovamente la fontana con il composto ottenuto e versate a centro 5 tuorli e riprendete a lavorare l'impasto con le mani. Quando ha assunto un aspetto compatto e liscio ponetelo a riposo in frigo per un'ora almeno coperto con la pellicola trasparente. Trasferite la pasta frolla sulla spianatoia e tiratela a mano con il mattarello fino a ottenere una sfoglia dello spessore di mezzo centimetro. Usate un coppapasta dai bordi ondulati e dal diametro di 8,5 cm per tagliare i dischi di pasta. Quindi posizionate i cerchi per le tartellette su una leccarda foderata con carta forno, facendo in modo che i bordi rimangano rivolti verso l'alto, come a formare un cestino. Il consiglio è anche quello di aiutarvi con le dita. Con i rebbi di una forchetta bucherellate la pasta frolla per evitare che si gonfi durante la cottura e infornate in forno caldo a 180° per 18-20 minuti.

Sfornate e ponete i cestini su un piatto da portata dopo averli lasciati intiepidire. A questo punto potete passare alla preparazione della crema pasticcera, anche se potete scegliere un'altra crema a piacere per la farcitura. Mettete su fuoco basso un pentolino con il latte e metà del baccello di vaniglia. Montate 150 g di zucchero e 6 tuorli in una ciotola con la frusta, quindi aggiungete 2 cucchiai di farina e il latte riscaldato a filo dopo aver eliminato la bacca. Proseguite a lavorare il composto con la frusta ponendolo su fuoco medio. Quando la crema è ormai densa, spegnete la fiamma, copritela con la pellicola trasparente a contatto e fatela raffreddare.

Nel frattempo preparate la gelatina per lucidare la frutta. Sciogliete in un pentolino 2 cucchiai di zucchero 125 ml di acqua e mezza bustina di gelatina in polvere. Fate bollire la miscela finché non diventa trasparente. Infine lavate e tagliate la frutta: il kiwi va fatto a mezzelune, la fragola a fette per il senso della lunghezza, i ribes sgranati.

Ora è il momento della composizione. Riempite un sac à poche a stella con la crema pasticcera e farcite abbondantemente le tartellette. Adesso potete decorare con la frutta: 1 ribes, 1 mirtillo e una fetta di fragola oppure 1 ribes, 1 kiwi e 1 mirtillo. Il consiglio è di seguire la vostra fantasia, soprattutto se volete servire i cestini di frutta come pasticcini a un compleanno. I bambini* ne andranno matti! Se invece sono in occasione di San Valentino, potete ritagliare i dischi di pasta con un coppapasta speciale a forma di cuore per dare un tocco di romanticismo alla serata.

Infine aggiungete un paio di foglioline di menta e, con un pennellino, lucidate la frutta con la gelatina. Se volete potete decorare la frutta ricoperta di gelatina con un filo di ganache al cioccolato. Da servire appena tolte dal frigo.

*sopra i 3 anni

Come fare le tartellette salate

Come fare le tartellette salate

Non solo dolci, le tartellette sono buonissime anche salate. Preparate con tanti ingredienti, grazie a colori e sapori renderanno il vostro buffet sfizioso e pieno di gusto. Sono una chicca da presentare durante una bella cena a base di piccole monoporzioni e le idee per accontentare il palato di tutti sono davvero tante.

Scoprite come riempire le tartellette salate.

Preparare la base e il pieno per questi bocconcini salati è semplice e veloce. Per realizzare 8 tartellette di grandezza media, procuratevi un rotolo di pasta brisée oppure realizzatela in casa con 300 g di farina, una presa di sale, acqua ghiacciata q.b. e 150 g di burro. Impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio e dalla consistenza morbida.

Imburrate gli stampi oppure foderateli con della carta forno e posizionate la base di pasta; dopodiché potete procedere alla cottura in forno per 7-8 minuti a 180° (forno preriscaldato).

Per un ripieno a base di sapori semplici come formaggio e ortaggi, mescolate 200 g di ricotta con 2 uova, 50 g di grana grattugiato, un pizzico di sale e 4 zucchine tagliate à la julienne. Riempite con questa mousse le tartellette cotte e ripassate il tutto in forno per 12 minuti. Servitele fredde con una fogliolina di basilico come decorazione.

Un altro delizioso abbinamento potete crearlo con la crema al mascarpone e prosciutto cotto con gli asparagi. Per la base potete usare un rotolo di pasta sfoglia oppure la pasta frolla salata. La ricetta è semplice e la consistenza che otterrete sarà perfetta da farcire e croccante da gustare. Mescolate in una ciotola 200 g di farina 00, 20 g di parmigiano, 1 cucchiaino di sale e 1 pizzico di bicarbonato. Poi create una cavità al centro in cui posizionare 100 g di burro e 1 uovo. Impastate con cura e, quando avrete ottenuto un panetto soffice, rivestitelo di pellicola e fatelo riposare in frigorifero per 30 minuti. Trascorso quel tempo, utilizzate l’impasto per stenderlo in modo da ottenere uno spessore di 0,5 cm e poi posizionate le porzioni negli stampi da tartellette imburrati o foderati di carta forno. Per un gusto più deciso potete aggiungere all'impasto un trito di erbe aromatiche, come prezzemolo, maggiorana e rosmarino oppure un pizzico di pepe.

Preparate a questo punto la farcitura fatta con crema al mascarpone e asparagi. Usate 150 g di mascarpone cremoso a temperatura ambiente e 60 g di prosciutto cotto tritato finemente. Mescolateli con cura aggiungendo anche 2 tuorli d’uovo. Alla fine del procedimento unite anche un mazzetto di asparagi selvatici, precedentemente puliti, lavati e cotti in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio. Riempite le tartellette con un cucchiaio abbondante di ripieno e ripassatele in forno per 10 minuti. Un consiglio: servitele in tavola dopo aver guarnito la superficie con un filo d'olio extravergine d'oliva. Così saranno ancora più buone!

Altre idee sfiziose per una speciale selezione di tartellette salate possono essere realizzate con la mousse di prosciuttooppure con la mousse di salmone.

Decorate le tartellette salate proprio come se fossero dei dolcetti. Tagliate a metà dei pomodori ciliegini (eliminate i semi) e posizionate una delle 2 calottine al centro dello sfizioso finger food; oppure potete optare per un dadino di scamorza, una fogliolina di menta o una spolverizzata di erbe aromatiche, come origano, rosmarino o maggiorana.

Le tartellette salate ripiene sono squisite in ogni occasione: rappresentano un antipasto gustoso e diverso dal solito, ma possono anche rendere sfizioso un aperitivo. Oppure rendetele parte del vostro buffet.

Come fare le tartellette senza stampo

Come fare le tartellette senza stampo

Se non possedete in casa gli stampi giusti per realizzare le tartellette, potete comunque realizzare delle deliziose crostatine in maniera alternativa.

Potete, innanzitutto, utilizzare i pirottini di carta, dal bordo frastagliato. Si trovano comunemente in tutti i supermercati o nei negozi specializzati in articoli per la pasticceria.

Volendo, potete usare anche le forme in alluminio morbido solitamente usate per preparare i muffin oppure realizzare semplicemente dei cerchi di pasta frolla, da fare con un coppapasta o con i bordi di un bicchiere e posizionarli su una teglia foderata di carta forno, cercando di ricreare i bordi modellando la pasta con le mani. Ingegnatevi a realizzare queste crostatine di frutta senza stampini, darete ai vostri bambini* un’ottima merenda.

Ricordate di bucherellare la base delle crostatine in modo che non si gonfino in forno anche se l’ideale sarebbe creare un peso con dei legumi secchi che durante la cottura possano impedire di far perdere la forma al cestino.

*sopra i 3 anni