Come cucinare il filetto di maiale

Galbani
Come cucinare il filetto di maiale
Volete imparare a cucinare il filetto di maiale cotto alla perfezione?
Oppure scoprire i segreti per portare in tavola un filetto di maiale in crosta di pasta sfoglia?
Continuate a leggere: in questo articolo vi spiegheremo come fare per realizzare dei piatti corposi ma, allo stesso tempo, raffinati e adatti a tutte quelle situazioni in cui avete in programma una cena a casa vostra con gli amici ma non sapete cosa cucinare di saporito.

Inoltre, vi diremo anche come fare per cucinare dei piatti sfiziosi e particolari, per chi non ha più voglia di utilizzare questa tenera carne per le solite ricette e vuole portare in tavola piatti gourmet.
Cominciamo!

Come cucinare il filetto di maiale intero

Come cucinare il filetto di maiale intero Il filetto di maiale è un taglio pregiato, perché ha una consistenza morbida, un sapore delicato e si presta a diverse preparazioni, dal classico filetto al pepe verde, al più creativo spezzatino di maiale alla birra.
Si tratta di un muscolo posizionato nella regione lombare del suino, sotto la lonza. È un tipo di carne che viene consumato un po’ in tutto il mondo e ogni paese ha la sua ricetta. In Italia viene cucinato principalmente arrosto (anche nella variante con crosta), in forno, in padella alla brace. Inoltre, da questo taglio è possibile ricavare bocconcini da cuocere allo spiedo, fette e medaglioni.

Questo tipo di carne, quindi, può essere cucinato in molti modi e può essere insaporito con una marinatura sia prima che dopo averlo cotto. Quando vi apprestate a cucinare un succulento filetto di maiale ricordate di non abbondare con i tempi di cottura, poiché la carne potrebbe prosciugarsi.

In linea di massima, possiamo dire che il filetto di maiale intero può sostituire in molte ricette il filetto di maiale di vitello o di manzo.

Se intero viene generalmente cotto in forno o in padella, procedendo in questo modo: dopo aver preso una pentola, si lascia rosolare la carne nel burro alcuni minuti per lato, si sfuma con del vino rosso (ma anche birra o cognac, a seconda della ricetta) e si lascia cuocere.
Per una buona riuscita della ricetta è importante non tralasciare la legatura con spago: questo passaggio vi permetterà di mantenere la carne in forma di rotolo, che sia ripieno o semplice, e ne consegue anche una maggiore facilità nel momento in cui dovrete creare le fette. Inoltre, la pietanza ne guadagnerà anche in estetica.

Questo passaggio è estremamente utile quando si vogliono utilizzare delle erbe aromatiche, perché potrete aggiungere le spezie (come il classico rametto di rosmarino), oppure fette di pancetta, lardo, prosciutto o speck (la famosa “bardatura”) posizionandole tra la carne e lo spago. Ottimo è anche un ripieno che prevede l’utilizzo di mandorle, noci e pistacchi.
Il filetto di maiale intero può essere cucinato semplice, oppure aggiungendo un ripieno, ad esempio un trito di prezzemolo, timo e aglio. Tutto quello che dovrete fare è aprire la carne, come se fosse un libro, e posizionare gli ingredienti. Quindi arrotolate e legate il filetto con lo spago.

Se siete alle prime armi e volete assolutamente preparare delle carni tenere e cotte al punto giusto utilizzate un termometro da cucina: nel caso del filetto intero la cottura può terminare quando la temperatura interna è intorno ai 65°.
La sonda del termometro dovrà misurare la temperatura nel punto in cui la carne è più spessa.

Un altro consiglio è quello di far riposare la carne per almeno 5 minuti al termine della cottura, affinché i succhi possano distribuirsi meglio all’interno dei tessuti. Il risultato? Un filetto morbido e gustoso o, se l'avete cucinato in pezzi, bocconcini di maiale che si sciolgono in bocca!

Volete imparare a cucinare il filetto intero cuocendolo al forno, oppure in padella o alla brace? O magari scoprire qualche ricetta della cucina regionale? Continuate a leggere l’articolo e daremo risposta alle vostre domande.

Come cucinare il filetto di maiale a fette

Come cucinare il filetto di maiale a fette Avete trascorso tutta la mattinata per preparare la pasta fresca per le lasagne al ragù da consumare durante il pranzo di Natale o per il pranzo di Carnevale (il giovedì grasso) e l’idea di dover pensare anche ai secondi piatti vi manda in tilt?

Fortunatamente con la carne di maiale è possibile preparare squisite pietanze, che piacciono a grandi e bambini* senza alcuna difficoltà: pensate a delle braciole oppure a delle succulenti fette di filetto di maiale.
Vediamo insieme come cucinare il filetto di maiale a fette, così da portare in tavola dei piatti squisiti, da poter gustare con la famiglia al completo oppure con gli amici. La prima operazione da compiere è prendere il filetto intero e ricavare delle fette dallo spessore che potrà variare in base alla ricetta.
Ad esempio, per cucinare il filetto di maiale all'arancia o il filetto di maiale alla senape vi consigliamo di ottenere delle fette spesse 2 cm, che andranno poi legate nel senso della larghezza, così da poter inserire anche dei rametti di rosmarino.

Con questo spessore otterrete dei medaglioni, che potrete avvolgere anche nelle fette di pancetta o di speck, legate con lo spago da cucina che farete scottare in padella con dell’olio caldo per poi terminare la cottura in forno a 70°, così che anche il cuore risulti ben cotto. Le fette di filetto di maiale possono essere cotte anche interamente in padella: aggiungetele in una padella con del burro già fuso, fate rosolare pochi minuti su entrambi i lati, unite il vino bianco e aspettate che evapori.
Coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma dolce, per una decina di minuti. Come vi abbiamo già accennato è importante non prolungare troppo la cottura, altrimenti il filetto rischia di asciugarsi troppo, vi consigliamo quindi di non andare oltre i 10 minuti, soprattutto quando le fette sono state tagliate molto sottilmente. Un altro trucchetto per avere un gustoso secondo piatto con fette di filetto di maiale è quello di far cuocere la carne nella stessa padella in cui avete preparato il contorno, in particolar modo se si tratta di funghi o di carciofi.
In tal caso, vi basterà infarinare le fettine e lasciarle cuocere in quella padella, magari sciogliendo una noce di burro. Pochi minuti di cottura e il piatto è pronto: servite subito la preparazione per far sì che la carne si mantenga tenera e saporita.

Vi proponiamo un’alternativa sfiziosa: potete accompagnare i medaglioni di filetto avvolti nella pancetta con dei cipollotti saltati in padella o con del cavolo gratinato, e quelli avvolti nello speck con i funghi o le rape. Per insaporire affidatevi a spezie e aromi: oltre ai salumi, potete legare sui medaglioni delle foglie di salvia, e poi fate cuocere la carne nel burro fuso con abbondante rosmarino e pepe nero o verde.

Una curiosità: utilizzate la stessa tecnica per preparare dei gustosi medaglioni di lombo.

* sopra i 3 anni

Come cucinare il filetto di maiale in padella

Come cucinare il filetto di maiale in padella Immaginate di aver organizzato una cena a casa vostra con gli amici. Avete voglia di preparare pochi piatti, magari degli antipasti sfiziosi, un unico piatto corposo e un dessert da scegliere tra i dolci che vi riescono meglio, per terminare il pasto in modo adeguato.
Adesso non vi resta che scegliere il piatto principale di questa cena: dovrà essere qualcosa di speciale, gustoso e anche piacevolmente raffinato.
Volete un consiglio? Provate a cucinare il filetto di maiale in padella, la sua tenera carne saprà conquistare tutti i palati e poi ci sono così tante ricette da sperimentare, da quella del maiale in salsa di vino, a quella con zenzero e miele. Potete scegliere di cuocere il filetto intero oppure tagliato a fette. Vediamo insieme come cucinare il filetto di maiale in padella con i nostri consigli e qualche ricetta semplice che vi consentirà di uscire trionfanti dalla cucina, come dei veri chef.

Cucinare il filetto di maiale intero in padella non è difficile, ma occorre avere del tempo a disposizione.
Per cuocere il filetto di maiale arrosto non avrete bisogno di molta esperienza in cucina: prendetevi il vostro tempo, è questa la cosa più importante, e riuscirete a portare in tavola un piatto squisito e tenero. In questa ricetta, vi spieghiamo anche come accompagnare la carne con una salsa allo yogurt.

Potrete caratterizzare il sapore del vostro arrosto di maiale con il limone, che renderà più fresco il gusto: dopo aver sfumato la carne con il vino lasciatelo evaporare e aggiungete il succo di un limone e la polpa di un altro (privato della buccia e dei semi) ed ecco che il gioco è fatto.

Volete un’altra idea per una ricetta particolare, magari da preparare a San Valentino? Provate il filetto di maiale al cioccolato fondente.

Per questa preparazione vi serviranno un filetto di maiale del peso di 400 g; 50 g di cioccolato fondente non aromatizzato; 1 cipolla; 2 bicchieri di cognac; 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva; sale e pepe.
Per cominciare, grattugiate il cioccolato e tenete da parte.
Tritate la cipolla finemente e lasciatela dorare in una casseruola capiente. Unite la carne e lasciatela rosolare su tutti i lati. Incorporare un bicchiere di cognac, lasciate evaporare, abbassate la fiamma e aggiungete il cioccolato.
Lasciate cuocere dolcemente, con coperchio, e ricordate di mescolare spesso. Di tanto in tanto aggiungete gradualmente il restante cognac. Proseguite la cottura per un’oretta (il tempo potrebbe variare in base al peso della carne), salate e pepate. Potete servire con della zucca al forno come contorno, un ortaggio che ben si presta alla portata agrodolce che vi abbiamo suggerito. 

Se, invece, siete alla ricerca di un piatto ricco di sapori e note aromatiche allora vi consigliamo il filetto di maiale alle mele, una ricetta da realizzare per i pranzi o le cene più importanti. Il risultato sarà un piatto carico di gusto e profumato, grazie al mix di spezie e il tocco finale delle mele, che potrete portare in tavola decorando con dei fili di miele e spicchi di mela fresca sbucciata. 

È possibile cuocere in padella anche le fette di filetto di maiale e non l’intero pezzo. In questo caso, potrete lasciare via libera alla creatività o anche farvi consigliare dal tempo che avete a disposizione, per una preparazione più veloce, o dagli ingredienti che troverete in frigorifero o in credenza. Il filetto di maiale, come abbiamo visto, si sposa con molti altri ingredienti, dalle erbe aromatiche (come rosmarino, salvia, alloro) ai salumi più corposi, fino ad arrivare alla frutta (come le prugne e le mele). Il segreto è sempre quello di non prolungare troppo la cottura, soprattutto quando le fette non sono molto spesse. Basta far cuocere le fette di filetto in una padella antiaderente con un filo d’olio o una noce di burro (se preferite usateli entrambi), vi basteranno circa 5 minuti per lato. Aggiungete quindi del vino o della birra per sfumare, lasciate evaporare, unite sale e pepe e lasciate cuocere con coperchio ancora per qualche minuto. A seconda della ricetta potrete usare sia il vino bianco che il vino rosso. Un modo per rendere più sfiziose le fettine è quello di infarinarle prima di passare alla cottura.

Un altro modo per insaporire in modo semplice i filetti è utilizzando l’ aceto balsamico , un ingrediente classico che quasi tutti abbiamo già in casa.
Per realizzare questo piatto per due persone vi serviranno: 2 fette di filetto di maiale spesse circa 3 cm; 50 ml di brodo di carne; 30 ml di aceto balsamico; farina (tanto quanto basta per impanare le fette); olio extravergine d’oliva; sale e pepe.
Salate e pepate le fettine di carne, quindi ripassatele nella farina.
Fate riscaldare in filo di olio in una padella antiaderente, aggiungete quindi le fette e lasciatele rosolare su entrambi i lati. Proseguite la cottura con fuoco dolce e unite l’aceto e il brodo. Lasciate cuocere per una quindicina di minuti, con coperchio. Trascorso questo tempo, prelevate la carne e lasciatela riposare in un piatto, coperta da carta stagnola. Intanto, proseguite con la cottura del fondo rimasto in padella. Lasciatelo restringere per qualche minuto e utilizzatelo come salsa di accompagnamento per la carne. Nel caso il fondo non fosse abbastanza cremoso, potete addensarlo aggiungendo un po’ di farina o di besciamella.

Come cucinare il filetto di maiale al forno

Come cucinare il filetto di maiale al forno Il filetto di maiale al forno è una di quelle preparazioni che può dare una marcia in più anche al menù più semplice. Persino se decidete di portare in tavola dei primi piatti poco elaborati, che siano a base di riso o di pasta, un filetto cotto al forno accompagnato dai contorni giusti può risollevare le sorti del pranzo.
Questo piatto, di facile esecuzione, nasconde una sola insidia: potrebbe risultare troppo secco. Affinché ciò non accada evitate di cuocere troppo la carne e di forarla quando andrete a girarla con la forchetta, poiché questa distrazione potrebbe far fuoriuscire i liquidi. Vediamo insieme come cucinare il filetto di maiale al forno.

Per preparare il filetto di maiale al forno gli ingredienti sono: 1 filetto di maiale intero; 1 spicchio d’aglio; olio extravergine d’oliva; 1 rametto di rosmarino; qualche foglia di salvia fresca; sale e pepe.

Iniziate preparando la marinatura, composta da aglio tritato ed erbe aromatiche. Posizionate la carne (avvolta nella rete o nello spago) in una ciotola abbastanza capiente, aggiungete l’aglio tritato, l’erba aromatica, sale, pepe e olio in generose quantità. Spargete la marinatura lungo tutta la carne, usando le mani, e lasciate riposare per almeno un’ora. Trascorso questo tempo, prelevate un po’ di olio della marinatura e lasciatelo riscaldare in una padella antiaderente. Rosolate la carne su tutti i lati e trasferitela in una teglia da forno. Proseguite la cottura in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti. Quando la carne sarà pronta non affettatela subito ma lasciatela riposare per almeno 5 minuti.

Come cucinare il filetto di maiale alla brace

Come cucinare il filetto di maiale alla brace La carne alla brace con il suo aroma affumicato è una vera bontà, ed è una buona soluzione da mettere in pratica quando abbiamo molti ospiti. E poi è divertente, e ci consente di assaggiare diversi tipi di carne, come pollo, salsiccia e anche le verdure. Per un risultato ottimale e una cottura uniforme, ricordatevi di far scaldare bene la brace prima di mettere la carne sul fuoco.
Il filetto di maiale alla brace presenta una piacevole crosticina all’esterno ma grazie a questa tecnica di cottura i succhi resteranno all’interno, così il risultato sarà decisamente ghiotto.
Per cucinare il filetto di maiale alla brace dovrete prima di tutto massaggiare la carne con la marinatura e lasciarla risposare per almeno 1 ora. Non vi resta che posizionarla sulla griglia, in un punto in cui la brace non è viva così da evitare che il grasso, colando, possa infiammarsi bruciando il filetto.
Proseguite la cottura per una quarantina di minuti, ricordandovi di girare di tanto in tanto la carne. È importante resistere alla tentazione di punzecchiare la carne con il forchettone, altrimenti rischierete di avere una pietanza secca e poco succulenta.

Che ne dite di accompagnare la vostra carne alla brace con delle salse particolari? Date un’occhiata alle nostre ricette, potreste trovare proprio quello che state cercando.

Come cucinare il filetto di maiale con patate

Come cucinare il filetto di maiale con patate Tra i secondi più golosi c’è sicuramente il filetto di maiale con patate, ben apprezzato anche dai bambini*.

Per realizzare questo piatto per due persone vi serviranno: 4 fette di filetti di maiale alti 3 cm; 5 patate medie; 1 scalogno; 1 cipolla; 1 rametto di rosmarino; 1 spicchio d’aglio; 1 ciuffo di prezzemolo; 1 bicchiere di vino bianco; olio extravergine d’oliva; sale e pepe.

Cominciate facendo marinare la carne con un trito di aglio, prezzemolo e la cipolla spellata e tritata. Legate i medaglioni di carne con lo spago, trasferiteli in una teglia e cospargeteli con il trito di erbe, olio extravergine d’oliva, metà bicchiere di vino bianco, sale, pepe e la cipolla. Massaggiate la carne e fatela riposare per 30 minuti.
Intanto, lavate le patate e riducetele a tocchetti che dovrete far scottare in acqua bollente per 5 minuti.
Tritate lo scalogno e fatelo soffriggere in una padella. Aggiungete le patate e lasciate cuocere per una decina di minuti. Quando saranno cotte prelevatele e, nella stessa padella, aggiungete la carne. Fate rosolare, sfumate con il vino bianco e proseguite la cottura per altri 10 minuti, con coperchio.

*sopra i 3 anni

Come cucinare il filetto di maiale in crosta

Come cucinare il filetto di maiale in crosta Il filetto di maiale in crosta è una ricetta semplice da realizzare ma che vi permetterà di portare in tavola un piatto saporito e bello da vedere.
Per questa ricetta vi occorre un rotolo di pasta brisée con cui avvolgerete la carne. Il filetto viene prima insaporito con degli aromi, poi scottato in una padella con del Burro Santa Lucia fuso. A questo punto, la carne viene avvolta con le fette di Prosciutto Crudo Galbacrudo e, infine, fasciata con la pasta brisée.

Se cercate un’alternativa alla pasta brisée allora potreste cucinare il maiale in crosta di pane . Il procedimento è lo stesso, con la sola differenza che dovrete avere una baguette un po’ più grande rispetto al filetto, dovrete anche eliminare la mollica e spennellare l’interno con dell’olio oppure con la senape. A questo punto, potete aggiungere il filetto, avvolto nel prosciutto, e richiudere. Se preferite, rivestite anche la pasta di pane con il prosciutto e legate con lo spago, altrimenti passate direttamente alla legatura.
Se non volete usare del pane già pronto potrete anche scegliere la pasta di pane, che potrete preparare con le vostre mani o acquistare già pronta.

Questa ricetta è ottima anche se realizzata con l’arista di maiale al posto del filetto.

Come cucinare il filetto di maiale al pepe verde

Come cucinare il filetto di maiale al pepe verde Il filetto di maiale al pepe verde è una di quelle ricette semplici, ma che vi consentirà di preparare una portata raffinata e particolare.

In questa ricetta, la carne viene macerata con il pepe in questo modo: il pepe viene versato in un piatto e la carne viene pressata sopra, alla fine dovrete ottenere una sorta di panatura.
Lasciate sciogliere una noce di burro in una padella, unite i filetti di maiale che rosolerete su entrambi i lati. A questo punto, salate e trasferite la carne su un piatto. Nella stessa padella aggiungete il brandy, lasciate flambare e, una volta scomparsa la fiamma, unite il Formaggio Spalmabile Santa Lucia e il pepe verde, ottenendo così una gustosa crema. Proseguite la cottura della carne in questa salsa per pochi minuti ed ecco che il piatto è pronto.

Come cucinare il filetto di maiale al latte

Come cucinare il filetto di maiale al latte Il filetto di maiale al latte è uno di quei secondi piatti da portare in tavola nei giorni di festa oppure durante il pranzo domenicale.
Questa ricetta è una buona soluzione per tutte quelle volte che vi ritrovate con la bozza del menù tra le mani e i primi sono già accordati, ma non avete nessuna idea riguardo i secondi.
Fidatevi, con questa preparazione resteranno tutti stupiti dalla bontà del piatto. La presenza del latte, inoltre, renderà la carne ancora più tenera e vi donerà una delicata crema con cui poterla accompagnare. Anche in questa circostanza, vi consigliamo di non far cuocere troppo la carne altrimenti rischierete di avere un risultato molto asciutto.

Per cucinare il filetto di maiale al latte la carne andrà fatta dorare con l’olio extravergine d’oliva. Si aggiunge il latte e, quando sarà caldo, si uniscono spezie come la noce moscata e le bacche di ginepro più le erbe aromatiche.
Si prosegue la cottura a fiamma dolce per circa un’ora, con coperchio, avendo cura di rigirare la carne ogni 15 minuti.

Avete visto com’è semplice portare in tavola dei piatti squisiti e particolari, senza ricorrere a ricette elaborate?
E adesso che sapete come cucinare il filetto di maiale, tocca a voi!