Come fare la crema al mascarpone

Galbani
Come fare la crema al mascarpone
La cucina e la pasticceria si avvalgono sempre di prodotti che, se non ci fossero, vanificherebbero la preparazione di moltissime ricette. E il mascarpone vanta un posto d’onore tra quegli ingredienti indispensabili per ottenere risultati eccellenti. Il mascarpone si utilizza davvero in moltissime ricette e oggi vedremo quante creme possiamo preparare, come usarle in cucina e i trucchi perché risultino perfette nella consistenza e nel sapore.

Continuate a leggere per scoprire i nostri consigli e le ricette migliori.

Come si fa la crema al mascarpone

Come si fa la crema al mascarpone E' arrivato il momento di preparare una crema al mascarpone tra i fornelli della vostra cucina: starà a voi farne l’uso che vorrete.

Per la crema al mascarpone vi serviranno: 250 g di mascarpone; 100 g di zucchero; 3 tuorli; 4 cucchiai di Marsala. In una ciotola, montate i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro, gonfio e spumoso; versate il Marsala, continuando a mescolare; unite il mascarpone e amalgamatelo delicatamente agli altri ingredienti. Lasciate la crema ottenuta riposare in frigo per un’ora, riportatela a temperatura ambiente e divertitevi a usarla nelle vostre dolci ricette.

Le occasioni per usare questa crema sono infinite: a carnevale è la farcia ideale per buonissimi bomboloni da servire in un allegro buffet di una festa per bambini*.

Una base di biscotti, l’unione di ricotta e mascarpone e la magia è compiuta: avete preparato una buonissima cheesecake, diversa dal solito, dalla consistenza cremosa e piena di gusto, da decorare con frutti di bosco e servire fredda per una golosa merenda estiva.

E se di merenda parliamo, proporre una crostata al mascarpone in un pomeriggio di giochi è un’idea perfetta. Tanto gusto e semplicità per un risultato di sicuro successo.

Noi vi consigliamo di preparare in casa anche la pasta frolla, impastarla è anche una cura di bellezza per le mani: provare per credere!

Per la base della crostata vi serviranno: 200 g di farina 00; una presa di sale; 75 g di zucchero a velo; 75 g di burro a temperatura ambiente; 2 tuorli d’uovo; ½ cucchiaino di estratto di vaniglia; 2-3 cucchiai di acqua fredda. Per prima cosa, setacciate la farina su un foglio di carta da forno e aggiungete il sale; mettete lo zucchero, il burro, i tuorli e l’estratto di vaniglia nel mixer e amalgamate bene. Aggiungete l’acqua a filo e continuate ad amalgamare. Quindi, versate la farina nel mixer e impastate azionandolo a intermittenza fino a che la farina si sarà amalgamata al composto. Trasferite tutto su un piano da lavoro infarinato e lavorate la pasta fino a formare una palla liscia e omogenea. Schiacciatela un po’, avvolgetela nella pellicola per alimenti e lasciatela riposare in frigo per almeno 30 minuti. Nel frattempo dedicatevi alla farcia al mascarpone e preparate la frutta che sarà la decorazione della vostra crostata.

*sopra i 3 anni

Come fare la crema al mascarpone senza uova

Come fare la crema al mascarpone senza uova Oggi, crema al mascarpone. Aprite il frigorifero convinti di trovare le uova fresche ma non ci sono. Niente paura: se avete mascarpone, panna e zucchero a velo, la soluzione è a portata di mano e voi non dovrete rinunciare a portare in tavola il vostro dessert preparato con la crema al mascarpone. Solo che questa volta la farete senza uova. Veloce e versatile, la crema al mascarpone senza uova si adatta a qualsiasi occasione e a tanti abbinamenti. Per dare ancora più sapore a questa versione, potete aromatizzare la crema con la vaniglia, rigorosamente in baccello. Vi serviranno: 250 g di mascarpone; 150 ml di panna; due cucchiai di zucchero a velo; un baccello di vaniglia. Su un tagliere, tagliate nel verso della lunghezza il baccello e con la punta del coltello raccogliete i semi; metteteli in una ciotola e unitevi il mascarpone. Mescolate delicatamente fino a che i semi di vaniglia non avranno simpaticamente pigmentato il mascarpone. In una ciotola a parte, montate la panna con lo zucchero e unitela al mascarpone mescolando delicatamente dall’alto verso il basso con un cucchiaio di legno o una spatola. Il desiderio irrefrenabile di affondare l’indice in questa crema golosa vi autorizza a una piccola trasgressione per assaggiare, prima degli altri, una sublime bontà, protagonista di tante dolci ricette. Ma attenti a non esagerare, il vostro menu prevede un dessert!

La leggerezza di questa crema la rende perfetta per accompagnare tante preparazioni.

Senza uova è anche la crema che farcisce una buonissima torta al cioccolato, coccola golosa da preparare quando avrete bisogno di tirarvi su il morale: è un rimedio infallibile!

Un’altra piccola e gustosa variante senza uova vede l’originale abbinamento del mascarpone con lo yogurt per una crema adatta alla farcitura di piccoli cestini al cioccolato decorati con le fragole . Per la variante allo yogurt vi serviranno: 200 g di mascarpone; 2 cucchiai di zucchero; 250 g di yogurt liquido; acqua di rose. Mettete il mascarpone e lo zucchero in una ciotola e mescolate fino a quando non diventa cremoso; aggiungete poi lo yogurt e un bicchierino di acqua di rose. Preparate i cestini di pasta frolla con 250 g di farina 00; ½ cucchiaino di sale; due cucchiai di zucchero a velo; 125 g di burro fresco; 2 tuorli d’uovo; 2 cucchiai di acqua fredda. Setacciate la farina con il sale in una ciotola, spezzettate il burro con le mani e aggiungete lo zucchero. In una terrina a parte, sbattete i tuorli con l’acqua fredda e versate a filo il composto nell’impasto di farina e burro aiutandovi con un coltello per mescolare meglio. Versate il composto su un piano da lavoro infarinato e impastate velocemente. Formate una palla, schiacciatela leggermente e avvolgetela nella pellicola per alimenti; lasciatela riposare in frigo per almeno mezz’ora. Stendetela il più sottile possibile su un piano da lavoro e ricavate 12 dischi con un tagliapasta rotondo. Rivestite 6 stampini e lasciate 6 dischi da parte. Adagiate uno stampino vuoto dentro ciascun stampino foderato di pasta e mettete a riposare in frigo per altri 15 minuti. Infornate a 190° per 12 minuti, rimuovete gli stampini vuoti, lasciate raffreddare e ripetete l’operazione con gli altri dischi di pasta tenuti da parte. Per rivestire di cioccolato gli stampini fate sciogliere a bagnomaria 200 g di cioccolato fondente e, con un cucchiaio, fate cadere dei fili di cioccolata liquida su un foglio di carta da forno disegnando una rete e lasciate raffreddare. Con il cioccolato rimasto, spennellate l’interno dei cestini con un pennello da cucina ricoprendo le basi completamente e lasciate raffreddare. Con l’aiuto di un sac à poche, distribuite la crema al mascarpone nei cestini e decorate con una fragola intera. Infilate le decorazioni di cioccolato nella crema e servite. Adatti a un tè con le amiche, sono anche il dessert ideale per una cena in cui volete sorprendere e sorprendervi.

Come fare una crema al mascarpone densa

Come fare una crema al mascarpone densa A seconda delle ricette, le farciture hanno diverse consistenze e, nel caso del mascarpone, una crema che abbia una densità consistente è una vera delizia. La stabilità della crema al mascarpone è il risultato di una lunga lavorazione in cui l’aria deve venire incorporata perfettamente e in modo lento e continuativo. Se lavorate con una frusta a mano, l’olio di gomito è l’ingrediente segreto assieme alla grande pazienza perché i tuorli e lo zucchero dovranno montare e gonfiarsi moltissimo. Se, invece, montate gli ingredienti con le fruste elettriche o in una planetaria, dovete lavorare la crema per almeno 10 minuti. Il risultato sarà un vero spettacolo da guardare: un composto morbido, spumoso, soffice e profumatissimo. Poco alla volta, aggiungete al composto montato con 3 tuorli e 120 g di zucchero semolato, 250 g di mascarpone con un cucchiaio di legno o con un leccapentola in silicone, e mescolate dal basso verso l’alto per evitare di smontare il composto. Montate a neve ben ferma anche 3 albumi e non dimenticate di aggiungere un pizzico di sale. Se siete coraggiosi e sicuri di voi, potete fare la prova della ciotola capovolta: se gli albumi non precipitano sul pavimento della vostra cucina e il composto rimane immobile, avete fatto un ottimo lavoro. Un’ultima accortezza e il gioco è fatto: unite gli albumi montati al composto e mescolate, come fatto anche con il mascarpone, dal basso verso l’alto, molto delicatamente. Vi sembrerà forse una versione un po’ laboriosa e impegnativa per i tempi, ma qualche minuto in più dedicato alla sua lavorazione, farà di questa crema un dolce al cucchiaio dalla consistenza perfetta. Lasciatela riposare in frigorifero per un’ora affinché si compatti meglio, poi potrete servirla in ciotole di vetro con pezzi di frutta fresca o frutta sciroppata. Potete anche nascondere sul fondo di bicchierini di vetro una dolcissima confettura di fragole tutta da scoprire affondando il cucchiaino da dessert.

Ricordatevi di utilizzare le uova sempre a temperatura ambiente, in questo modo si montano molto meglio. Consigliabile è anche utilizzare il mascarpone solo dopo averlo lasciato fuori dal frigo per 15 minuti.

Una crema così buona si assaggia bene anche come farcia di una classica torta di compleanno a più strati. Un soffice Pan di Spagna preparato con uova, zucchero e farina, montati in un composto spumoso e pieno d’aria che lo fa gonfiare in forno come per magia. Una bagna di liquori a vostra scelta, strati alternati di crema pasticcera e crema al mascarpone e una golosa copertura di panna montata, decorata con fragoline di bosco. Sontuosa e semplice allo stesso tempo, una torta che lascerà tutti a bocca…chiusa!

Come fare se la crema al mascarpone è troppo liquida

Come fare se la crema al mascarpone è troppo liquida Avete preparato la crema al mascarpone ma vi accorgete che non ha la consistenza giusta, è troppo liquida. Panico! Dovete buttarla via e ricominciare? No, state tranquilli: vi basterà aggiungere man mano altro mascarpone fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Se siete pasticceri alle prime armi, al momento di aggiungere gli albumi, fatelo gradualmente: uniteli al composto poco alla volta.

Come fare la crema al mascarpone per il panettone e per il pandoro

Come fare la crema al mascarpone per il panettone e per il pandoro Ed ecco che la sera di Natale e i giorni a seguire sarete pericolosamente inseguiti dalla voglia irrefrenabile di affondare pezzi di panettone e pandoro in una vellutata crema di mascarpone. La sua consistenza morbida e avvolgente non lascia spazio a equivoci: è la migliore farcitura.

Per preparare questa crema vi daremo dosi per farcire un intero pandoro o un panettone, ma vi consigliamo di prevedere almeno il doppio degli ingredienti: andrà a ruba. Vi serviranno: 500 g di mascarpone; 180 g di zucchero; 2 uova; zucchero a velo. Separate i tuorli dagli albumi e metteteli in due ciotole diverse. Montante i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Incorporate il mascarpone con un leccapentola e amalgamatelo alle uova mescolando delicatamente. Montate a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale e uniteli al composto di mascarpone, mescolando con un cucchiaio di legno dal basso verso l’altro per evitare che il composto si sgonfi. Ed ecco che la vostra crema per pandoro e panettone è pronta. Ma la golosità, soprattutto durante le feste, non si accontenta: e se vi suggerissimo di aggiungere a questa crema le gocce di cioccolato, la vostra fantasia cosa vi sussurrerebbe? Granella di nocciole, amaretti sbriciolati, cereali, cedro candito tagliato a pezzettini, pesche sciroppate a dadini.

Se farcite il pandoro, tagliatelo in più strati partendo dalla base, spalmate la crema su ogni strato avendo cura di coprire tutta la superficie, punte comprese, e sovrapponete gli strati in modo che le punte non combacino. Darete movimento a un tradizionale dolce natalizio che diventa un grazioso alberello , interamente ricoperto di zucchero a velo, una dolcissima neve che completa un dessert irresistibile .

Se alla fine della maratona di pranzi e cene delle festività natalizie aprite la dispensa e scoprite un panettone che, solitario, è in attesa che inciampiate nell’ultimo peccato di gola, accontentatelo e preparate questo buonissimo crumble farcito con la crema al mascarpone: un dolce originale, adatto a un dopo cena, comodamente seduti sul divano. Tagliate il panettone a fette da cui ricaverete tanti piccoli cubetti. In una padella antiaderente fateli tostare con 50 g di burro e, nel frattempo, in una casseruola dal fondo spesso, fate sciogliere due cucchiai di miele d’acacia con due cucchiai di acqua e qualche goccia di limone. Sistemate nei piatti la crema al mascarpone, adagiatevi i cubetti di panettone tostati e farcite con lo sciroppo di miele. Decorate con qualche fogliolina di menta e buccia di limoni candita e servite. La croccantezza del panettone ne esalterà il gusto e la crema completerà l’opera, con la sua dolcissima nota vellutata.

Come fare la crema al mascarpone per il tiramisù

Come fare la crema al mascarpone per il tiramisù Il dolce italiano per eccellenza, il dolce della mamma, che ci rende famosi in tutto il mondo: il tiramisù, un dessert che non sarebbe lo stesso senza la sua crema al mascarpone.

Morbida e avvolgente, è una crema che si assapora a occhi chiusi e che si lega indissolubilmente all’aroma del caffè per dare vita ad uno dei gusti più riconoscibili e riconosciuti di una pasticceria di altissimo livello.

Per guadagnare il titolo di pasticcere della casa, preparate anche voi la crema al mascarpone per il vostro personalissimo tiramisù e gli ospiti non faranno che ringraziarvi solo dopo aver affondato per l’ultima volta il cucchiaio nel loro piattino da dessert.

La classica crema al mascarpone per tiramisù è una realizzazione semplice con un procedimento che comprende pochi passaggi; gli ingredienti dovranno però essere freschissimi e a temperatura ambiente. Per questa ricetta, vi serviranno: 350 g di mascarpone; 3 uova; 100 g di zucchero. In un’ampia terrina versate lo zucchero e i tuorli d’uovo e cominciate a montare fino ad ottenere un composto omogeneo; aggiungete poco alla volta il mascarpone e mescolate delicatamente. Montate gli albumi a neve ferma e incorporateli alla crema, dall’alto verso il basso. Lasciatela riposare a temperatura ambiente e preparate gli altri ingredienti per comporre il vostro goloso dessert. Preparate il caffè (amaro), versatelo in una ciotola, aggiungete il rum e inzuppatevi i savoiardi, facendo attenzione a non bagnarli troppo, correndo così il rischio che si sfaldino. In una teglia, meglio se di vetro, disponete uno strato di biscotti, ricoprite con un generoso strato di crema, adagiate altri savoiardi e proseguite fino a esaurimento degli ingredienti, ultimando con la crema. Spolverizzate il dolce con il cacao amaro fino a coprire l’intera superficie e mettete in frigorifero per almeno un’ora prima di servire. Un dolce che non presenta difficoltà, ma che bisogna saper fare e il trucco è sempre la passione, un ingrediente indispensabile e che rende tutto più facile.

E, a proposito di ingredienti: siete della scuola di pensiero che il tiramisù si prepari solo con i savoiardi o siete aperti anche ai biscotti di tipo pavesini? A voi la scelta e buon tiramisù.

Buonissima anche la versione del tiramisù in cui il Marsala si unisce al caffè per la bagna dei savoiardi. E per una cena in piedi, il buffet dei dolci non potrà di certo vedersi sprovvisto di tanti piccoli tiramisù al bicchiere. Una variante speciale in cui la base si trasforma e, ad accompagnare la crema, arrivano gli amaretti. Potete utilizzare semplici bicchieri per acqua o coppette di vetro, per un effetto ancora più sorprendente.

Ma questo dolce, tanto radicato in una tradizione che non ammette sbagli, ha tuttavia ispirato moltissime varianti, non solo nella presentazione ma anche e soprattutto negli ingredienti.

Allora, se vi piace sperimentare, potete provare il tiramisù fragole e menta che dimentica il caffè e diventa adatto anche ai bambini*.

E se vi piacciono i sapori esotici, un tiramisù tropicale è il vostro dessert per le occasioni speciali.

*sopra i 3 anni

Come si fa la crema di mascarpone e panna

Come si fa la crema di mascarpone e panna Una crema golosa che prevede un’aggiunta morbida e intensa che non lascia spazio a rinunce: la panna.

Vi serviranno: 250 g di mascarpone; 125 g di zucchero; 2 tuorli; 125 ml di panna. In una terrina, montate i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso e omogeneo; aggiungete il mascarpone amalgamandolo con un leccapentola in silicone. A parte, montate la panna con un cucchiaio di zucchero a velo e unitela delicatamente al composto di mascarpone.

Una crema che potete utilizzare per un classico della pasticceria italiana: la torta mimosa, una torta al profumo d’arancia in cui il Pan di Spagna serve anche da decorazione. Una torta elegante, semplice, fresca e, soprattutto, buonissima. Un dolce che, farcito di crema al mascarpone, diventerà membro ufficiale del vostro ricettario di torte speciali.

Tra le idee che vi suggeriamo per usare al meglio il connubio goloso che vede insieme panna e mascarpone, le stelle di cheesecake al mascarpone e cioccolato sono il dessert perfetto per le feste di Natale. Una crema composta da panna, mascarpone e latte che copre deliziosi biscotti dall’inimitabile profumo di cannella: un dessert che contribuirà a rendere più magica l’atmosfera natalizia.

Dolci al cucchiaio, crostate, dolcetti golosi e l’immancabile tiramisù: tante idee, facili e meno facili, per un’unica crema che con la sua semplicità riesce a conquistare il cuore e il palato, grazie alla consistenza vellutata e cremosa, come una dolce carezza.