Come cucinare il rollè di tacchino

Galbani
Come cucinare il rollè di tacchino
Avete un debole per la carne di tacchino e volete imparare a creare deliziosi piatti da portare in tavola anche durante le feste?

In questo articolo vi insegneremo a utilizzarla per cucinare delle pietanze gustose, belle da vedere e anche sfiziose.
Immaginate una tavola ben imbandita, degli ospiti speciali a cena e un piatto al centro tavola di rollè di tacchino ben preparato, magari circondato da tenere patate novelle. Vi è venuto appetito, non è vero?
Allora continuate a leggere l’articolo perché, tra ricette di tacchino ripieno, involtini e consigli golosi, vi verrà voglia di mettervi subito ai fornelli.
Cominciamo!

Come cucinare il rollè di tacchino farcito

Come cucinare il rollè di tacchino farcito Il rollè di tacchino farcito è un buon piatto da portare in tavola durante la domenica o magari per il pranzo di Natale. Semplice da preparare, versatile con i suoi innumerevoli ripieni, si dimostra una buona alternativa al classico arrosto di vitello.
La cosa più interessante del rollè di tacchino è proprio la possibilità di poter essere farcito con quello che si preferisce: verdure, funghi, formaggi o semplici erbe aromatiche, ognuno sceglie il ripieno che vuole in base al proprio gusto.
Ma vediamo insieme la preparazione di base, che andrete poi ad arricchire con gli ingredienti che preferite.
Per preparare il rollè di tacchino acquistate la fesa, potrete scegliere di prendere delle fettine (e più avanti vi spiegheremo come usarle) o di comprare un unico pezzo, tenendo presente che con 2,5 kg di carne si può ottenere un rotolo per circa 8 persone.
Adagiate il grande pezzo di fesa sul piano da lavoro e con un coltello cercate di aprirla per ricavare una bistecca abbastanza estesa. Spargete un po’ di pepe e un pizzico di sale e iniziate a farcire il rollè come preferite: potrete usare delle verdure di stagione, erbe aromatiche, funghi e anche combinarla con altra carne, ad esempio quella di maiale, adagiando all’interno del petto di tacchino delle salsicce o dei salumi, come il prosciutto cotto o quello crudo.
Il formaggio non è indispensabile ma lo consigliamo: vorreste forse rinunciare al gusto o a quell’effetto filante che fa tanto gola? Inoltre, aiuterà anche il ripieno a rimanere più umido. Vi suggeriamo però di utilizzare al posto della mozzarella altri formaggi filanti, poiché questa potrebbe rilasciare molta acqua.

Quale che sia il ripieno da voi scelto, iniziate ad arrotolare delicatamente la carne, cercando di stringere il più possibile. Per evitare che il rotolo possa aprirsi, fate qualche giro di spago. Una volta assicurato il tutto, potrete passare alla legatura.

Volete un consiglio per rendere la carne ancora più gustosa e succosa?
Prima di fare la magistrale legatura con spago, bardate il rollè con delle fette di pancetta tagliate sottilmente, oppure di lardo.

Adesso che sapete come muovere i primi passi, potete cimentarvi nella preparazione del vostro primo rollè di tacchino, ripieno di frittatina e di Galbanino.
La frittata è una delle farciture più classiche e semplici ma anche delicate. In questa ricetta abbiamo ripassato il rotolo nella farina e poi l’abbiamo cotto in padella, sfumando con del vino bianco secco. Durante la cottura abbiamo aggiunto del brodo, che vi aiuterà a ottenere anche quella invitante salsina.
Come abbiamo accennato, è possibile preparare il rollè anche sovrapponendo fette di fesa. In questo caso, occorre fare attenzione nel momento in cui si va ad arrotolare ma abbiamo il trucchetto che potrà semplificarvi la vita: adagiate le fette sulla carta da forno, così che andrete ad arrotolare accompagnandovi con questa. Per quanto riguarda la farcitura e la bardatura non ci sono differenze.

Il tacchino ripieno può essere accompagnato da delle salse, che renderanno il piatto anche più raffinato.

Se non vi sentite ancora pronti per preparare un vero e proprio rollè, potreste intanto ripiegare su degli involtini di tacchino, più semplici da maneggiare per via delle dimensioni ridotte, ma ugualmente soddisfacenti.
Per realizzare questi secondi non dovrete fare altro che battere le fettine di carne con l’apposito utensile, così che diventino più sottili, e farcirle. Arrotolate e chiudete con uno stuzzicadenti. Si rosolano in padella con un filo d’olio, si sfumano con del vino bianco e si prosegue la cottura per una decina di minuti.

E se volete rendervi la vita ancora più semplice prendete in considerazione l’idea di creare dei rotoli con le fette di Cotto di Tacchino Galbacotto, potreste preparare dei rollè di tacchino con piadina romagnola, formaggio e verdure grigliate molto sfiziosi, ideali per il buffet degli antipasti con torte salate, focacce e assaggi di formaggi.

Siete curiosi di scoprire come cuocere il vostro rollè di tacchino?
Continuate a leggere l’articolo e vi spiegheremo tutto.

Come cucinare il rollè di tacchino al forno

Come cucinare il rollè di tacchino al forno Il rollè di tacchino al forno è un secondo piatto semplice da preparare ma che viene sempre molto apprezzato.
I ripieni possono essere i più disparati, come spinaci, frittata, funghi, erbe aromatiche, formaggi e a breve vi spiegheremo anche come farcirlo con la frutta!
Per preparare il rollè di tacchino al forno occorre farcire la fesa, arrotolarla e legarla con uno spago o con un’apposita retina. A questo punto si fa rosolare in una teglia su fuoco e poi si passa alla cottura in forno.
Vediamo insieme come cucinare un rollè di tacchino al forno con erbe aromatiche, per 8 persone avrete bisogno di: 1,6 kg di fesa di tacchino; 1 spicchio d’aglio; 1 mazzetto di erbe aromatiche (salvia, rosmarino, maggiorana, timo); olio extravergine d’oliva; vino bianco; sale e pepe.

Cominciate aprendo con un coltello la fesa, in modo da avere un’unica grande fetta. Trasferitela su un foglio di carta da forno, affusolatela leggermente con un batticarne, salatela e pepatela. Preparate un trito con le erbe aromatiche e un pizzico di sale, quindi sistematele al centro del petto di tacchino.
Adesso, aiutandovi con la carta da forno, arrotolate il tutto, cercando di creare un rotolo il più possibile stretto. Legate con uno spago per alimenti o con una retina.
E adesso passiamo alla cottura. Se avete una teglia o una terrina adatta sia alla cottura su fuoco che a quella in forno usatela, altrimenti non c’è nessun problema, potrete utilizzare due pentole diverse. Fate quindi rosolare la carne nell’olio caldo con uno spicchio d’aglio. Quando sarà ben dorata su tutti i lati, sfumate con il vino bianco. Una volta evaporata la parte alcolica, dovrete proseguire la cottura in forno a 180° per 50 minuti, ricordandovi di aggiungere un po’ di brodo o di acqua calda dopo i primi 10 minuti.

Piccolo consiglio: se preferite, prima di spargere le erbe aromatiche, spalmate sulla carne dei cucchiai di senape, aiuterà a dare più sapore ma anche morbidezza alle carni. Inoltre, potrete anche rosolarlo in padella con un trito di carote, cipolle e sedano.
Un’altra idea è quella di accompagnare questo rotolo di tacchino al forno con una salsa, ad esempio una raffinata salsa al melograno, dal sapore delicato.
Per preparare la salsa al melograno, tutto quello che dovrete fare è sgranare un melograno e far cuocere i chicchi con 50 ml di vino rosso e un cucchiaio di zucchero. Fate cuocere fin quando la salsa non inizierà ad addensarsi, se vi accorgete che è ancora troppo liquida, aggiungete un cucchiaino alla volta di fecola di patate setacciata. Passatela quindi con un colino ed ecco che è pronta, semplice ed eccezionale. Se preferite, tenete qualche chicco da parte, così da poterlo utilizzare per la decorazione.

Come vi abbiamo già accennato, anche il rotolo di tacchino può essere farcito con la frutta, proprio come il filetto di maiale o di vitello.
Per preparare un rollè di tacchino con mele e prugne gli ingredienti per 6 persone sono: 1,5 kg di fesa di tacchino; 10 prugne secche; 2 mele; 300 g di macinato di tacchino (o straccetti); 200 g macinato di vitello; 1 cipolla; 200 ml di brodo vegetale; 1 bicchiere di vino bianco; 120 g di pancetta affumicata; 1 foglia di alloro; 40 g di burro; 1 uovo; parmigiano; sale e pepe.

Mettete in ammollo le prugne nel vino bianco per una trentina di minuti e dopo averle prelevate conservate il vino. Unite le carni macinate e lavoratele con l’uovo, un po’ di sale e il parmigiano grattugiato. Aggiungete le mele tagliate a pezzetti e le prugne denocciolate. Stendete la fesa di tacchino, aprendola con un coltello, trasferitela su un foglio di carta da forno e disponete al centro la farcia. Quindi arrotolate, bardate con le fette di pancetta, sistemate la foglia di alloro e poi chiudete con lo spago per alimenti.

Adesso fate rosolare il petto di tacchino ripieno in un tegame con il burro e la cipolla a fette. Sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere su fuoco vivace.
Trasferite il rollè in una teglia da forno, aggiungete il brodo vegetale caldo e lasciate cuocere in forno a 180° per circa 40 minuti.

Il rollè di tacchino cotto al forno è un piatto versatile, proprio perché ci consente di variare spesso sui condimenti ed è anche una buona alternativa al tacchino ripieno.

Per un pranzo primaverile importante vi consigliamo il rollè di tacchino in crosta con frittatina di asparagi, da accompagnare con un contorno di gratin di carciofi o di altra verdura, come le zucchine. Gli ingredienti sono: 1 kg di fesa di tacchino; 4 uova; 200 g di asparagi; 2 cipollotti; 1 tuorlo; olio extravergine d’oliva; 1 bicchiere di vino bianco; 500 ml di brodo; sale; 1 rotolo di pasta sfoglia.

Lavate gli asparagi, asciugateli e riduceteli a tocchetti; fateli poi soffriggere in una padella con l’olio e i cipollotti tagliati a rondelle sottili. Lasciate cuocere a fiamma moderata e con coperchio per qualche minuto. Intanto, lavorate le uova con una forchetta, aggiungete il pizzico di sale e poi versate il composto sugli asparagi. Cuocete quindi la frittata su entrambi i lati. Preparate la carne, allargatela con un coltello e lavoratela velocemente con un batticarne. Posizionate al centro la frittata con gli asparagi, create il rotolo e fermate con uno spago da cucina. Fate riscaldare un po’ di olio in una pentola abbastanza larga e non molto alta. Aggiungete il rollè, fatelo rosolare su ogni lato e sfumate con il vino. Unite il brodo caldo e lasciate cuocere per circa 45 minuti, a fiamma dolce e con coperchio, rigirandolo spesso e bagnando la carne con il liquido. Quando la carne sarà pronta scolatela, eliminate lo spago e aspettate che diventi tiepida.

Stendete il rotolo di pasta sfoglia, fate dei fori con una forchetta e ponete al centro il rollè, quindi arrotolate. Spennellate la superficie con il tuorlo leggermente sbattuto e infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti.
Il vostro secondo piatto festivo è pronto! Ovviamente, potrete farcire il rollè di tacchino in crosta con gli ingredienti che preferite e accompagnarlo anche con una semplice insalata condita con un filo di olio extravergine d’oliva e succo di limone.

Come cucinare il rollè di tacchino in padella

Come cucinare il rollè di tacchino in padella Il rollè di tacchino in padella è un piatto saporito, con questa cottura la salsina da raccogliere con il pane per la scarpetta è assicurata, in barba al galateo.
Per questa preparazione dovrete procurarvi una fesa di tacchino, aprirla con un coltello in modo da ottenere una grande bistecca, trasferirla su un rotolo di carta da forno (questo passaggio non è fondamentale ma vi aiuterà a richiudere la carne con più facilità) e sistemate al centro il ripieno, lasciando liberi i bordi. Arrotolate e lasciate rosolare in padella con olio e una noce di burro (o solo uno dei due, a scelta). Sfumate con il vino bianco, aggiungete il brodo e lasciate cuocere con coperchio a fiamma moderata per circa un’ora.

Come avete visto i passaggi sono pochi e semplici, che dite, vi va di preparare un arrosto ripieno di spinaci, prosciutto cotto e sottili frittatine al parmigiano? Oppure di creare un rollè di tacchino tricolore con spinaci, peperoni e formaggio filante? In questo modo si creerà anche un simpatico gioco di colori, che renderà la tavola più colorata.

Per 4 persone avrete bisogno di: 800 g di fesa di tacchino; 125 g Galbanino in Fette l’Originale; 150 g di spinaci già lessati; 2 peperoni; 100 ml di vino bianco; sale; pepe; burro.

Stendete la carne aprendola con un coltello, salate e pepate. Per facilità nel momento della chiusura, trasferitela su un foglio di carta da forno. Create un primo strato con gli spinaci, aggiungete le fette di formaggio filante e i peperoni. Arrotolate e chiudete con lo spago da cucina. Fate rosolare l’arrosto in un tegame con il burro, sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere a fiamma bassa per 45 minuti, con coperchio. Controllate spesso la cottura, rigirate la carne e se dovesse risultare troppo secca aggiungete un po’ di brodo caldo o di acqua calda.

Il rollè di tacchino ha il pregio di poter esser farcito anche con gli ingredienti di stagione. Durante l’autunno cosa c’è di meglio di castagne e melagrana?
Per preparare un rollè di tacchino con castagne e melagrana gli ingredienti per 4 persone sono: 800 g di fesa di tacchino; 10 castagne precotte; 250 g di ricotta; 100 di pancetta tesa; ½ melagrana; un mazzetto di erbe aromatiche; ½ bicchiere di vino bianco; 1 spicchio d’aglio; olio extravergine d’oliva; sale e pepe.

Aprite la carne con un coltello, così da ottenere una grossa fetta, e trasferitela su un foglio di carta da forno. All’interno di una ciotola lavorate la ricotta con le castagne tritate grossolanamente, le erbe aromatiche, un po’ di sale e di pepe. Mescolate bene e sistemate il composto al centro della carne. Arrotolate delicatamente, cercando però di ottenere un rotolo ben stretto. Fasciate la carne con la pancetta tesa e poi legate con lo spago per alimenti. In una padella antiaderente fate imbiondire lo spicchio d’aglio nell’olio, quindi rosolate bene la carne su tutti i lati e sfumate con il vino bianco. Lasciate evaporare la parte alcolica e proseguite la cottura a fiamma dolce per circa 45 minuti, aggiungendo eventualmente un po’ di brodo caldo durante la cottura. Una decina di minuti prima del termine, aggiungete al fondo i chicchi di melagrana.

Se invece preferite farcire l’arrosto di tacchino in modo più semplice, magari solo con aromi, potrete valorizzare la pietanza con dei contorni particolari oppure con una salsa speciale, ad esempio una salsa di prugne.
Gli ingredienti per realizzare la salsa di prugne sono: 450 g di prugne; 15 g di burro; 4 cucchiai di cognàc; 2 cucchiai di aceto di mele; 1 cucchiaio di zucchero; sale.

Per realizzare la salsa di prugne cominciate lavando la frutta, eliminate il picciolo e anche il nocciolo, quindi riducete i frutti a pezzettini. Trasferiteli in una casseruola e aggiungete lo zucchero, l’aceto, un pizzico di sale, il cognàc e lasciate cuocere per una ventina di minuti a fiamma dolce, mescolando. Quando la salsa si sarà addensata, frullatela con il burro ammorbidito a temperatura ambiente, fino a ottenere una crema.

Un’altra salsa molto sfiziosa per accompagnare la carne è quella al cioccolato. Per realizzarla vi serviranno: 2 arance; 150 g di cioccolato fondente; 1 cucchiaio di cacao dolce; 2 cucchiaini di zucchero; 50 ml di brandy; sale.
Spremete le arance e grattatene la buccia. Trasferite la buccia in un tegame con lo zucchero, lasciate caramellare per qualche minuto, quindi unite anche il succo e il brandy. Aggiungete il cioccolato in scaglie, il cacao e un pizzico di sale. Lasciate cuocere su fiamma dolce, mescolando spesso, fin quando tutti gli ingredienti non si saranno ben addensati.

Come cucinare il rotolo di tacchino con patate

Come cucinare il rotolo di tacchino con patate Diciamoci la verità, un po’ tutti hanno il piatto domenicale preferito: chi le lasagne, chi il ragù, chi le polpette e la salsiccia al sugo, chi invece ha il dolce che non può proprio mancare.
Ma su una cosa forse siamo tutti d’accordo: le patate al forno ci stanno sempre bene, non trovate?
Realizzare il rollè di tacchino con patate è molto semplice. Preparate la carne come vi abbiamo spiegato in precedenza e farcitela come preferite. A questo punto dovrete legarla con lo spago da cucina o con la tipica rete. Pelate e tagliate a cubetti 5 o 6 patate e lasciatele riposare in acqua salata per una quindicina di minuti. Scolatele e lavatele velocemente. Prendete una teglia da forno, aggiungete un po’ di olio e sistemate il rollè di tacchino al centro, quindi unite le patate lateralmente. Salate, aggiungete il rosmarino, l’olio, mezzo bicchiere di vino bianco e mezzo bicchiere di acqua. Infornate a 180° per 45 minuti. Di tanto in tanto rigirate il rotolo e bagnatelo con il fondo, eventualmente aggiungete altra acqua. Una volta pronto, lasciatelo intiepidire, spostate il rotolo sul tagliere e ottenete delle fettine spesse circa 1 cm che andrete poi a sistemare su un piatto da portata con le patate.

Come cucinare un rollè di pollo

Come cucinare un rollè di pollo Il rollè di pollo è molto semplice da preparare. Il suo sapore delicato si adatta a pranzi e cene e può essere accompagnato da diversi tipi di farcitura o contorni.
Per cucinare il rotolo di pollo ripieno al forno tutto quello che dovete fare è farvi preparare dal macellaio una fetta di petto di pollo aperta a libro, oppure potrete fare voi questa operazione utilizzando un coltello.
La carne va poi farcita come preferite, ad esempio in questa ricetta abbiamo scelto il prosciutto cotto, il formaggio filante Galbanino e il peperone. Arrotolate, legate con uno spago e infornate per 40 minuti a 180°.

In alternativa, potete anche realizzare degli involtini di pollo ripieni di Galbanino e menta, una ricetta sfiziosa, semplice da realizzare e che piacerà anche ai bambini*.

E adesso che vi abbiamo detto come realizzare un gustoso rollè di tacchino per il menu delle feste tocca a voi!

*sopra i 3 anni