Cosa fare con la pasta sfoglia: usi creativi

Galbani
Galbani
Cosa fare con la pasta sfoglia: usi creativi
La pasta sfoglia è da sempre un ingrediente gustoso e versatile, un prezioso alleato in cucina che consente di sbizzarrire la creatività per realizzare ricette golose e fragranti, sia dolci che salate. Si può preparare in casa oppure la si può acquistare già pronta all'uso, ma, qualunque sia la vostra scelta, tenetela sempre a portata di mano se avete in mente di dar vita a piatti fantasiosi per un buffet, per degli sfiziosi antipasti o per squisiti dolci di ogni tipo, perfetti dalla colazione in poi! Lasciatevi tentare dai nostri consigli sugli usi creativi della pasta sfoglia e... buon divertimento!

Come preparare la pasta sfoglia

Come preparare la pasta sfoglia Comprare un rotolo di pasta sfoglia già pronta è spesso il modo più semplice e veloce per utilizzare questa preziosa base in cucina, ma se avete un po' di tempo vi consigliamo di provare almeno una volta a realizzarla in casa, senza lasciarvi spaventare da chi vi dice che si tratta di un procedimento lungo ed eccessivamente laborioso: con i nostri suggerimenti e un pizzico di buona volontà riuscirete a prepararla facilmente anche da soli e il risultato vi darà un'enorme soddisfazione! Gli ingredienti di cui avrete bisogno sono pochissimi: la farina, preferibilmente a grana fine, l'acqua, un pizzico di sale e il burro, ma ricordate di mantenerli tutti alla stessa temperatura durante la preparazione per far sì che possano amalgamarsi perfettamente senza fatica. Pronti per cominciare?

Per il primo impasto, ovvero quello del panetto, lavorate bene con l'aiuto di una spatola 250 g di Burro Santa Lucia morbido, della giusta consistenza per poter essere ben manipolato, insieme a 80 g di farina 00, fino a ottenere un impasto omogeneo; dategli la forma di un panetto rettangolare dello spessore di circa 1,5 cm, poi avvolgetelo nella pellicola trasparente o nella carta da forno e mettetelo in frigorifero a riposare per circa 1 ora. Nel frattempo occupatevi del secondo impasto, quello chiamato pastello. Prendete 350 g di farina 00 e sistematela a fontana su un piano di lavoro, create un incavo al suo interno e al centro disponete 8 g di sale e 250 ml di acqua, poi cominciate a impastare per ottenere una pasta morbida ma asciutta e compatta. Quando sarà pronta mettetela a riposare in frigo per almeno 1 ora, coperta con la pellicola trasparente.

Trascorso questo periodo di tempo tirate fuori dal frigorifero sia il panetto che il pastello e cominciate a lavorarli con il mattarello. Il panetto deve essere largo un terzo del pastello e alto allo stesso modo. Stendete il pastello fino a dargli lo spessore di 1 cm, poi sistemate al centro di questa sfoglia il panetto, richiudendolo con i lembi del pastello. In questo modo avrete un rettangolo con i lati corti aperti. Posizionate il rettangolo con i lati corti in orizzontale e iniziate la stratificazione infarinando la spianatoia, tirando con il mattarello l’involucro formato in senso verticale fino a ottenere uno spessore di 2 cm, poi prendete la sfoglia dal lato corto e piegatela come fosse una carta da lettere: immaginate il composto suddiviso in tre parti, una bassa, una centrale e una alta; ripiegate quella bassa sulla parte centrale e infine richiudete su quest'ultima anche la parte superiore. Questa è la cosiddetta piega a tre, perché alla fine l'impasto sarà composto da tre strati. Stendete nuovamente la pasta, poi prendete un lato corto e piegatelo fino a sovrapporlo leggermente a metà dell'impasto; poi rigirate anche la parte superiore della pasta su sé stessa fino alla metà, per poi infine ripiegare una metà sull'altra, così da avere quattro strati l'uno sull'altro e tre piegature: questa è la cosiddetta piega a quattro. Coprite bene la pasta con la pellicola e mettetela a riposare in frigo per almeno 15 minuti, quindi stendetela ancora sul piano di lavoro ed effettuate una nuova piega a tre. Ripetete il riposo in frigo per poi realizzare l'ultima piega a quattro. A lavoro terminato, fate riposare un'ultima volta il composto per 2 ore prima di utilizzarlo per realizzare le vostre ricette con pasta sfoglia, dalle più tipiche alle più creative: il riposo è essenziale perché consentirà alla preparazione di non sformarsi ad alte temperature.

Varianti e consigli

Varianti e consigli Anche se quella che vi abbiamo illustrato è la ricetta base per preparare una buona pasta sfoglia, esistono alcune varianti che potrete utilizzare a seconda delle vostre esigenze e della ricetta che avete in mente di preparare: diminuendo la quantità di burro otterrete una sfoglia dal gusto più leggero, ad esempio, mentre sostituendo al burro l'olio di semi di mais o di arachidi avrete una pasta sfoglia all'olio perfetta soprattutto per le preparazioni salate.

Volete una sfoglia ancora più golosa, magari per realizzare una particolare crostata di pasta sfoglia, invece che di pasta frolla, da riempire con una squisita crema al pistacchio? Allora aggiungete agli ingredienti base anche del cacao amaro che, opportunamente amalgamato all'interno dell'impasto, darà vita a una sfoglia al cacao davvero deliziosa. Ma potete anche utilizzare lo yogurt al posto del burro, per dare alla vostra preparazione un sapore dal gusto leggero e meno corposo, mentre se avete intenzione di realizzare degli squisiti cornetti integrali vi basterà sostituire la tipica farina con quella di riso miscelata a una integrale.

Per impastare la sfoglia, quando ne avete la possibilità, scegliete, al posto di un normale piano di lavoro, una tavola di marmo che, essendo fredda e levigata, vi consentirà di lavorare al meglio l'impasto, e nel caso in cui decidiate di utilizzare la sfoglia subito, magari mettendola dentro a uno stampo per preparare delle gustose torte salate alle verdure, ricordate di inumidire appena il recipiente oppure di imburrarlo leggermente, posizionando in basso la griglia di appoggio del forno per ottenere una cottura più uniforme. E se vi fossero rimasti alcuni ritagli di lavorazione, nessun problema, non dovrete far altro che sovrapporli senza impastarli e stenderli di nuovo: la resa forse sarà leggermente inferiore, ma potrete farne buon uso per altre gustose ricette!

Antipasti creativi con la pasta sfoglia

Antipasti creativi con la pasta sfoglia Se volete preparare degli antipasti sfiziosi e creativi ma al tempo stesso facili e veloci, la pasta sfoglia è sicuramente una risorsa preziosa e imprescindibile in cucina. Con la sua friabilità e il suo gusto delicato è sempre perfetta per accompagnare pietanze di ogni tipo, dalle verdure alla carne, dal pesce ai formaggi, dalle uova ai legumi, dalla frutta ai dessert. Con questa straordinaria preparazione potrete realizzare in molteplici forme e misure pizzette, rotolini, girelle di sfoglia al formaggio e prosciutto cotto, quadrotti, stelle, dischi, involtini e qualunque altra cosa vi venga in mente, purché abbiate l'accortezza di lavorare la sfoglia fredda e poi di infornarla rapidamente a 180° in forno già caldo per il tempo necessario a rendere le vostre preparazioni dorate e croccanti.

Se siete a caccia di idee più precise, provate a realizzare dei piccoli fagottini di pasta sfoglia: vi basterà ritagliare dei cerchietti, con l'aiuto di un bicchiere, di un coppapasta o di una formina per biscotti, direttamente dalla sfoglia stesa finemente su una spianatoia prima di disporre al centro di ognuno 1 cucchiaio di ripieno a vostra scelta, magari un mix di ricotta e salmone affumicato, uno di scamorza e würstel o uno di panna, peperoni e melanzane, tutti da frullare in modo da creare una farcitura omogenea e cremosa. A questo punto non vi resta che chiudere i fagottini nella forma indicata dal loro stesso nome, schiacciando bene i bordi superiori, e infine spennellarli con 1 tuorlo d'uovo sbattuto a temperatura ambiente e un pizzico di sale, prima di infornarli a 180° in forno preriscaldato per circa 10-15 minuti.

Ma potete anche dar vita a deliziosi e particolari cestini di pasta sfoglia, magari con un gustoso ripieno di speck e gorgonzola, oppure a degli sfiziosi salatini da aromatizzare a piacere con spezie e semi vari. Per realizzarli stendete delicatamente la pasta sfoglia sul piano di lavoro e tagliate con una lama affilata tanti bastoncini lunghi circa 5 cm e larghi almeno 2 cm. In una terrina miscelate mezzo bicchiere d'olio extravergine con un pizzico di sale, poi sistemate i bastoncini su una teglia rivestita di carta da forno e, prima di infornarli, spennellateli con l'olio e distribuite uniformemente su tutti i salatini una spolverizzata delle vostre spezie preferite, ad esempio origano, paprika, timo, rosmarino o salvia, ma anche una manciata di semi di sesamo o di papavero, a seconda dei gusti: date libero sfogo alla fantasia e tutti i vostri ospiti impazziranno per questi sfiziosi antipasti a base di pasta sfoglia!

Buffet creativo con la pasta sfoglia

Buffet creativo con la pasta sfoglia Se gli antipasti hanno stuzzicato la vostra fantasia e avete voglia di proporre un buffet creativo completo, magari in occasione di una festa di compleanno o di una cena informale tra amici, in cui la pasta sfoglia la faccia da padrona, avete l'imbarazzo della scelta tra le molte ricette da sperimentare! Potreste cominciare preparando dei vol-au-vent gorgonzola e noci, perfetti anche come stuzzichini durante gli aperitivi finger food, e proseguire realizzando dei rustici, qualche quiche o torta salata, almeno un paio, da poter poi tagliare a quadratini e da alternare su un vassoio utilizzandolo come se fosse una scacchiera! Qualche esempio per il ripieno? Ve ne suggeriamo una con farcitura di ricotta e carciofi e l'altra a base di mozzarella e spinaci.

Per realizzare la torta salata con ricotta e carciofi, iniziate lavando con cura e tritando grossolanamente delle erbe aromatiche a scelta (ad esempio salvia, rosmarino e prezzemolo) e mettetele a dorare in un tegame antiaderente in cui avrete fatto scaldare 2 cucchiai d’olio extravergine d'oliva, facendole insaporire insieme a 1 spicchio d'aglio. Poi pulite, lavate e tagliate a fette sottili 4 carciofi, aggiungeteli al trito aromatico di erbe, salate e pepate a piacere e infine cuocete il tutto finché i carciofi non diventeranno morbidi. Ora non vi resta che amalgamare in una ciotola 400 g di Ricotta Santa Lucia e 2 uova a temperatura ambiente e aggiungere la crema ottenuta ai carciofi prima di rivestire con della carta da forno una teglia rotonda, adagiarvi un rotolo di pasta sfoglia e bucherellarne il fondo con una forchetta. Versateci dentro il ripieno di ricotta e carciofi, ripiegate verso l'interno i bordi della sfoglia e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti.

Ora concentratevi sulla seconda preparazione: la torta salata con mozzarella e spinaci. Fate bollire in abbondante acqua salata 1 kg di spinaci, poi scolateli e saltateli in padella a fiamma dolce con un filo d'olio extravergine d'oliva e 1 spicchio d’aglio per pochi minuti. Lasciateli intiepidire e nel frattempo mescolate in una ciotola 500 g di Mozzarella Santa Lucia tritata, 1 uovo a temperatura ambiente, 50 g di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale e pepe e, infine, aggiungete al composto gli spinaci, mescolando bene. Versate il tutto sul rotolo di pasta sfoglia che avrete già disposto su una pirofila e infornate la vostra torta salata in forno preriscaldato a 180° per circa 25 minuti, o comunque finché si non si formerà una leggera crosticina dorata sui bordi, che avrete ripiegato verso l'interno.

Ma potete anche deliziare i vostri ospiti con una particolare pizza di pasta sfoglia, talmente buona da conquistare anche i bambini*, o con dei raffinati gamberi in pasta sfoglia, perfetti anche per i palati più esigenti. Per realizzarli cominciate pulendo bene una ventina di gamberi e privandoli delle teste, poi preparate un'emulsione mescolando in una ciotola 200 ml di olio extravergine d'oliva, il succo di due limoni, sale e pepe a piacere, poi sbattete vigorosamente con una forchetta fino a formare una salsina densa in cui lascerete marinare i gamberi per almeno 10 minuti. Trascorso questo periodo di tempo, asciugateli bene con della carta da cucina e avvolgeteli nelle striscioline di pasta sfoglia che avrete ritagliato dal vostro rotolo, in modo da ricoprirli interamente. Adesso adagiateli in una teglia su della carta da forno, spennellateli con un po' d'olio e cuoceteli in forno già caldo per circa 15 minuti a 200°.

E, se volete completare il vostro buffet con un dolce di pasta sfoglia davvero delizioso, realizzate un goloso strudel di pere, spolverizzatelo con zucchero a velo e cannella e tagliatelo a fette, che disporrete poi a spirale in un vassoio rotondo: successo garantito!

*sopra i 3 anni

Uso creativo della pasta sfoglia per i piatti salati

Uso creativo della pasta sfoglia per i piatti salati In veste salata la pasta sfoglia si presta a molteplici preparazioni capaci di dar vita non solo a gustosi antipasti e stuzzichini, come abbiamo visto, ma anche a ottimi primi piatti, secondi piatti, contorni e piatti unici. Un esempio tra tanti? I fusilli alle verdure in crosta! Se non avete mai provato questo insolito primo, talmente appetitoso da poter diventare anche un piatto unico, è arrivato il momento di rimediare!

Cominciate cuocendo 300 g di fusilli in abbondante acqua bollente salata e nel frattempo fate soffriggere 1 spicchio d'aglio in una padella antiaderente con 2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva, a cui dovrete aggiungere 200 g di patate già lessate a tagliate a tocchetti e 200 g di piselli. Regolate di sale, aggiungete un pizzico di pepe, cuocete per circa 10 minuti e poi unite 200 ml di panna da cucina. Quando si sarà addensata, aggiungete anche i fusilli che avrete scolato al dente e 100 g di prosciutto crudo dolce tritato. Foderate uno stampo da forno rotondo con un rotolo di pasta sfoglia, bucherellatene il fondo con una forchetta e distribuitevi sopra metà della pasta, poi ricopritela con delle fette sottili di Mozzarella Santa Lucia e ricoprite con la pasta rimanente. Chiudete questa delizia con un secondo rotolo di pasta sfoglia, sigillatene bene i bordi e rimuovete le parti di pasta in eccesso, poi spennellate i fusilli in crosta con 1 uovo sbattuto a temperatura ambiente e cuocete la vostra gustosa ricetta in forno già caldo a 180° per circa 50 minuti, o comunque finché la superficie non apparirà ben dorata. A questo punto sfornate e fate intiepidire per qualche minuto prima di servire questo piatto davvero particolare!

Preferite un secondo? Allora sappiate che la pasta sfoglia, riempita con un battuto delicato di carne macinata a scelta, fegatini, animelle, asparagi e funghi e spennellata in superficie (non sui bordi, però, per non impedirne il rigonfiamento) col rosso di 1 uovo a temperatura ambiente, può dar vita a un secondo davvero appetitoso, e lo stesso vale anche nel caso in cui decidiate di utilizzarla per realizzare fragranti strudel salati, perfetti per ogni occasione, che vi consentiranno di abbinare gli ingredienti più disparati sciogliendo le briglie della vostra creatività!

E se usaste la pasta sfoglia come sfizioso rivestimento per un ottimo hamburger di carne, pesce, verdure o legumi, magari un delicato hamburger di tonno? Prepararlo sarà semplicissimo: prendete un rotolo di pasta sfoglia e, con l'aiuto di un coppapasta, ricavatene un disco del diametro di circa 20 cm, poi bucherellatelo con una forchetta e spennellatelo con 1 uovo a temperatura ambiente prima di sistemarci sopra l'hamburger di tonno che avrete preparato seguendo la nostra ricetta. Se lo desiderate potete arricchire il ripieno con salse, sughi o altri ingredienti a vostra scelta, ad esempio aggiungendo delle zucchine tagliate a fettine sottili, dei pomodori secchi, delle carote alla julienne o dei capperi dissalati e, una volta farcito a dovere, chiudete questa sorta di panzerotto di pasta sfoglia su sé stesso, premendo bene con le dita per chiudere l'impasto sui bordi. Infornate direttamente su una teglia e cuocete in forno già caldo per circa 20 minuti a 200° prima di gustare la vostra delizia ripiena!

Uso creativo della pasta sfoglia per i piatti dolci

Uso creativo della pasta sfoglia per i piatti dolci L'uso della pasta sfoglia in pasticceria dà il meglio di sé e la vede protagonista indiscussa nella preparazione di dolcetti, pasticcini a base di marmellata, sfogliatine al cioccolato, torte ripiene di marzapane e le tipiche ma intramontabili millefoglie alle fragole, alle more, ai frutti di bosco e al cioccolato, solo per citarne alcune! Non c'è limite alla fantasia e agli usi creativi che potete farne, perché vi basterà tagliarla nella forma e nelle dimensioni che preferite, farcirla con la crema, la confettura, il miele o la frutta che più vi piace e poi chiuderla su sé stessa a fagottino, a mezzaluna o a caramella, oppure arrotolarla o lasciarla aperta a cestino prima di cuocerla in forno e farla dorare: qualunque siano gli ingredienti della farcitura e le modalità scelti, con una buona pasta sfoglia alla base della vostra preparazione il risultato non potrà certo deludervi!

Se poi volete realizzare una ricetta davvero particolare, bella da vedere oltre che buona da mangiare, allora vi consigliamo di cimentarvi nella preparazione delle rose di mele, perfette per allietare un picnic in famiglia, la merenda dei vostri figli o semplicemente il dolce epilogo del pranzo della domenica! Per ottenere 6 rose di pasta sfoglia cominciate lavando 2 mele e, dopo averle private del torsolo, tagliatele entrambe a fettine sottili senza sbucciarle. In una padella capiente e antiaderente fate sciogliere 50 g di Burro Santa Lucia, poi aggiungete 3 cucchiai di zucchero di canna e il succo di 1 limone prima di disporci dentro, poche alla volta, le fettine di mela. Fatele cuocere uniformemente su entrambi i lati per alcuni minuti, finché non si saranno ben ammorbidite, poi scolatele, disponetele su un piatto o aromatizzatele con una manciata di cannella in polvere.

Dal vostro rotolo rettangolare di pasta sfoglia ricavate 6 strisce orizzontali alte circa 5 cm, poi posizionate le fettine di mela su ogni striscia, l'una accanto all'altra ma cercando di sovrapporle leggermente e facendo in modo che la parte della buccia fuoriesca appena dalla sfoglia. A questo punto non vi resta che piegare ogni striscia di sfoglia sulle fettine di mela e arrotolarla su sé stessa per formare la rosa, facendo una leggera pressione sul lembo di chiusura dell'impasto. Quando avrete effettuato lo stesso procedimento per tutte le strisce di sfoglia, disponete le rose di mele negli stampini per muffin e cuocetele in forno già caldo a 180° per circa 25 minuti, o almeno finché la sfoglia non apparirà ben dorata. Dopo i primi 15 minuti di cottura non dimenticate di coprire gli stampini con un foglio di alluminio per non far colorire troppo le mele e, quando finalmente le rose saranno pronte, sfornatele e fatele raffreddare prima di spolverizzarle con lo zucchero a velo: un'idea creativa che lascerà tutti a bocca aperta, provare per credere!