Come fare la crema pasticcera

Galbani
Come fare la crema pasticcera
Parlare di crema pasticcera spalanca le porte su un mondo dolcissimo e profumato in cui la fantasia del pasticcere può esprimersi liberamente. È una preparazione che si presta a tante varianti che oggi imparerete a conoscere per scegliere quale fa al caso vostro. Molti non sanno, ad esempio che è possibile preparare la crema pasticcera senza uova e senza latte e che il risultato è sbalorditivo. Che si può preparare nel forno a microonde e arricchirla con ingredienti che la rendono speciale e unica. Che esistono trucchi e segreti per realizzare in casa una crema che sembra uscire dal laboratorio della migliore pasticceria. E allora, se siete pronti e riempire la vostra cucina del profumo inconfondibile di questa delizia, cominciamo il nostro dolce viaggio.

Come fare la crema pasticcera in casa

Come fare la crema pasticcera in casa Feste, compleanni, pranzi della domenica, Natale, Pasqua e occasioni speciali: sono tutti momenti in cui saper preparare in casa una crema pasticcera perfetta è la soluzione migliore per potare in tavola dolci sapientemente preparati con le proprie mani e ricevere la soddisfazione di un enorme successo. La lista è lunga ma, solo per citarne alcuni, vi ricordiamo che saper preparare una crema pasticcera perfetta in casa vi aiuterà nella realizzazione di torte farcite come la famosa torta della nonna, la torta di mele o la torta mimosa, muffin, bomboloni, croissant e crostatine.

Per cucinare una buona crema pasticcera dovrete fare molta attenzione nella scelta degli ingredienti.. Ci sono molte ricette per una buona crema pasticcera, alcune semplici, altre più elaborate, ma una volta che avrete imparato il metodo, saprete farla a occhi chiusi.

Gli ingredienti per una crema pasticcera base sono: uova, latte, farina, zucchero. Seguono vaniglia, limone, panna, amido, fecola, cioccolato e, perché no, sale. Siete curiosi, vero?

La ricetta più veloce vi impegnerà per pochi minuti e vi permetterà di servire un dolce al cucchiaio goloso e buonissimo o di avere la crema perfetta per la farcitura di torte e bignè.

Per preparare la crema tra le pareti della vostra cucina, vi serviranno: una casseruola dal fondo spesso, una planetaria o uno sbattitore elettrico con una ciotola capiente, una bilancia e un coltellino affilato. Per prima cosa, versate 1 l di latte fresco nella casseruola; su un tagliere, dividete per il senso della lunghezza un baccello di vaniglia e ricavate tutti i semini, aggiungeteli al latte e accendete la fiamma, facendo scaldare a fuoco basso. Nel frattempo, in una planetaria, montate 6 tuorli d’uovo con 220 g di zucchero fino a ottenere un composto chiaro, aggiungete 100 g di farina setacciata e continuate a mescolare. Versate il latte caldo a filo nella planetaria, amalgamate il composto e rimettetelo sul fuoco. Mescolate continuamente con un cucchiaio di legno fino a raggiungere la consistenza desiderata. Se vi piace, potete aggiungere al latte anche la scorza di un limone non trattato, la crema ne guadagnerà in profumo e sapore.

Vi sveliamo un piccolo segreto: non esiste solo la crema pasticcera dolce. Potete infatti servire, per un antipasto o un aperitivo in giardino, deliziose tartellette di pasta sfoglia farcite con una crema pasticcera in versione salata e decorate, tra le tante idee, con verdure, salumi o formaggi. Un inganno per gli occhi e una piacevole sorpresa per il palato. Se volete proporla, vi serviranno: 800 ml di latte intero; 200 g di panna da cucina; 5 tuorli; 200 g di parmigiano grattugiato; 30 g di amido di mais; 30 g di amido di riso; 80 g di burro; noce moscata; sale. In una casseruola portate a bollore il latte e, nel frattempo, setacciate in una ciotola gli amidi con il parmigiano, un cucchiaino di sale e una spolverizzata di noce moscata; versatevi il latte a filo e mescolate con un cucchiaio. Rimettete il composto sul fuoco e una volta che la crema si è addensata, aggiungete i tuorli, continuando a mescolare per un minuto. Togliete la casseruola dal fuoco, unite il burro e amalgamate il composto. Fatelo raffreddare coprendolo con una pellicola a contatto con la superficie e la vostra crema è pronta per farcire tanti piccoli pezzi salati, sfiziosi e originali.

Se volete diventare veri esperti, dovete sapere che la crema pasticcera, se perfettamente preparata, diventa l’ingrediente di una crema speciale: la crema diplomatica, una morbida e cremosa preparazione che nasce dall’unione della crema pasticcera e della crema chantilly.

È uno tra i dolci al cucchiaio più golosi e può essere utilizzata per moltissime farciture, una fra tutte proprio quella della torta da cui prende il nome.

Oltre alla crema diplomatica, una variante della crema pasticcera è la crema al mascarpone in cui questo ingrediente rende ancora più golosa la crema e la trasforma nella perfetta farcia del tiramisù, di scenografiche croquembouche o di golose e irresistibili frittelle al cioccolato per cui i vostri bambini* andranno matti. *sopra i 3 anni

Come fare una crema pasticcera densa

Come fare una crema pasticcera densa La crema pasticcera è un buonissimo dolce al cucchiaio ma è anche una farcia speciale per torte e crostate. In questo caso, la sua consistenza deve essere densa e soda per evitare che bagni troppo il Pan di Spagna e che coli dai bordi.

La crema pasticcera densa servirà, infatti, anche a riempire cannoli, bignè, krapfen, ma anche zeppole, panettoni, pandori e millefoglie che necessitano di avere una farcia strutturata e ferma che non penetri nell’impasto rendendolo umido e troppo morbido.

Per ottenere una crema pasticcera perfettamente densa ci sono diversi trucchi, uno tra tutti quello di inserire tra gli ingredienti la colla di pesce. Niente paura, però, la vostra crema densa non risulterà gelatinosa, ma solo più stabile e facile da spalmare senza il rischio di debordare. In una casseruola, riscaldate 1 l di latte con i semi di un baccello di vaniglia; nel frattempo, montate 6 tuorli con 220 g di zucchero, aggiungete 100 g di farina o di amido di mais e continuate a mescolare. Versate il latte sul composto, filtrandolo con un colino se si fosse riscaldato troppo e mescolate delicatamente. Versate la crema nella casseruola e mescolate, cuocendo a fiamma molto bassa. Nel frattempo, sciogliete un foglio di colla di pesce in una ciotolina con acqua fredda e unitela alla crema a cottura ultimata. Mescolate con una frusta e lasciate raffreddare coprendo con la pellicola da cucina a contatto con la crema stessa.

Se non volete utilizzare la colla di pesce, potete modificare di poco il procedimento della preparazione base e, aggiungendo un tocco di pazienza e attenzione in più, variare i tempi e i modi di cottura della crema. Vi spieghiamo come. La crema pasticcera si addensa sul fuoco una volta che il latte caldo, unito al composto di uova, zucchero e farina si è perfettamente amalgamato. Più sono lunghi i tempi di cottura, più la crema risulterà soda, ma è necessario mescolarla continuamente per evitare la formazione di grumi, che si attacchi al fondo della pentola o, peggio, che bruci. Succede!

Se volete quindi una crema soda, lasciatela cuocere di più ma dovrete essere bravissimi.

Se non siete esperti e volete sfidarvi nella preparazione di una crema pasticcera soda, potete cuocerla a bagnomaria. È sicuramente un metodo di cottura più dolce che vi permetterà di controllare meglio la consistenza della crema. Per ottenere una crema densa cotta a bagnomaria, ci vorranno dai 15 ai 20 minuti circa.

Una versione diversa aggiunge la panna e sostituisce la farina con l’amido di mais e l’amido di riso. Il risultato è una crema delicata e molto densa che potete preparare anche in anticipo. Le dosi sono: 800 ml di latte intero; 200 ml di panna; 6 tuorli; 300 g di zucchero; 40 g di amido di mais; 35 g di amido di riso; una bacca di vaniglia. In una casseruola, unite la panna e il latte e portateli a bollore; nel frattempo, montate i tuorli con lo zucchero e aggiungete gli amidi, sempre continuando a mescolare. Versate a filo il composto bollente di latte e panna e amalgamate con una frusta. Rimettete la crema sul fuoco e aspettate che cominci a creare piccoli sbuffi in superficie. A questo punto, spegnete subito il fuoco e avrete ottenuto una crema golosa e molto densa, perfetta per farcire una classica crostata di frutta.

A rendere una crema pasticcera densa e vellutata, si aggiunge anche lo yogurt, per una ricetta facile da preparare e di sicuro successo se volete servire un dolce al cucchiaio diverso e dal gusto insolito e buonissimo. Una crema perfetta per farciture sfiziose.

Come fare la crema pasticcera senza grumi

Come fare la crema pasticcera senza grumi La crema pasticcera è sempre un’ottima idea se si vuole servire un dolce al cucchiaio che non impegni troppo ai fornelli e che sia sempre apprezzato da tutti. Grandi e bambini*, infatti, al richiamo di crema a tavola, non sanno resistere ma, per non deludere le aspettative, la crema pasticcera deve essere perfetta nell’aspetto, nel sapore e nella consistenza. E allora non dovrete lasciare nulla al caso e soprattutto evitare di rovinarla con quegli antipatici grumi che rischiano di formarsi se non prestate abbastanza attenzione alla sua preparazione. Niente paura o ansia da prestazione, però. Una crema pasticcera perfetta è facile da preparare, dovete solo seguire piccoli consigli utili e il risultato sarà sempre il vostro indiscusso successo.

Per evitare la formazione di grumi, dovete sempre versare il latte a filo nel composto di uova, zucchero e farina. Ricordate di aggiungerne solo un po’ all’inizio, mescolare immediatamente con la frusta a mano fino ad ottenere un composto uniforme. Questa è la prima operazione da fare se si vuole scongiurare il rischio di grumi nel risultato finale. Quindi, versate il latte rimasto e mescolate ancora. Rimettete il composto nella pentola e abbassate la fiamma al minimo. Cuocete la crema senza mai smettere di mescolare e non portatela mai a ebollizione.

Se qualcosa vi ha distratti e vi siete allontanati dalla crema, lasciandola in balia del calore del fornello e non siete riusciti a evitare qualche grumo, niente paura. Vi concediamo di utilizzare un frullatore a immersione per rimediare. Ma questo è un metodo che vi sarà concesso solo poche volte. La crema pasticcera è un grande classico della pasticceria, dovrete saperla fare a occhi chiusi.

Nel caso di una crema più liquida, potete eliminare gli eventuali grumi passandola attraverso un colino a maglie strette: trasferite la crema nel bicchiere di un blender, sistemate il colino su una terrina, e passate la crema, avendo cura di schiacciare i grumi con un cucchiaio di legno o con un leccapentola. Mescolate ancora la crema e copritela con la pellicola trasparente.

Per preparare una crema pasticcera che non presenti grumi, potete mescolarla sostituendo il cucchiaio di legno con una frusta in metallo o in silicone.

*sopra i 3 anni

Come fare la crema pasticcera senza uova

Come fare la crema pasticcera senza uova Una crema pasticcera senza uova è possibile? La risposta è affermativa e vi diciamo anche che il risultato sarà davvero sorprendente. Una crema liscia, vellutata e morbida, dal colore delicato e accattivante, l’ideale per una coccola sul divano o per un piccolo peccato di gola pomeridiano, magari accompagnata da deliziosi biscottini al burro. La sua consistenza non sarà molto densa, ma quasi liquida e, per questo motivo, non è adatta alla farcitura di torte o pasticcini, ma è deliziosa se servita in coppette di vetro e arricchita da tutti gli ingredienti che una fantasia da pasticcere può suggerire. Volete provarla e proporla come dessert questa sera? È una crema veloce da preparare, non richiede molti ingredienti ed è perfetta per qualsiasi occasione.

In una casseruola, scaldate leggermente 1 l di latte con una bustina di vanillina e la scorza di un limone; nel frattempo, setacciate 170 g di zucchero e 60 g di fecola in una ciotola e versate a filo il latte tiepido profumato alla vaniglia. Eliminate la scorza del limone, mescolate con un cucchiaio e rimettete il composto nella casseruola. Lasciate sul fuoco fino a quando raggiunge una giusta consistenza e fate raffreddare la crema a temperatura ambiente. Sarà buonissima servita tiepida e arricchita da scaglie di cioccolato e amaretti sbriciolati.

Potete aggiungere anche una spolverizzata di cannella o impreziosirla dell’aroma inconfondibile e penetrante del caffè.

La crema senza uova è perfetta anche servita su una macedonia di fragole, decorata con qualche fogliolina di menta.

Come fare la crema pasticcera senza latte

Come fare la crema pasticcera senza latte Un’altra variante, sorprendentemente molto buona, è quella che elimina il latte dalla lista degli ingredienti della crema pasticcera e lo sostituisce in modo impeccabile con l’acqua o con il latte di riso.

Il risultato sarà una crema dal gusto delicato, profumata e sempre adatta per essere presentata come delizioso dessert. Le dosi e il procedimento saranno gli stessi della ricetta base, niente di più facile. Mettete a scaldare in un pentolino 1 l di acqua o di latte di riso insieme alla scorza di 1 limone non trattato. Nel frattempo, nella planetaria, montate 6 tuorli con 220 g di zucchero semolato; aggiungete 100 g di farina e continuate a mescolare. Una volta che l’acqua ha quasi raggiunto il bollore, versatene una piccola quantità a filo sul composto, amalgamate con un cucchiaio o una frusta a mano, quindi aggiungete l’altra acqua, filtrandola con un colino per eliminare la buccia del limone. Mescolate e versate la crema nel pentolino, continuando a mescolare. Spegnete il fuoco quando la crema avrà raggiunto la consistenza desiderata e fatela raffreddare a temperatura ambiente. Potete metterla in una ciotola e sistemarla accanto ad un vassoio di castagnole sul buffet di una festa di carnevale per suggerire ai vostri ospiti di intingere le loro frittelle nella crema, oppure potete impiegarla come farcitura per un Pan di Spagna in cui lo strato di crema è alternato ad uno strato di marmellata per un connubio gustativo perfetto.

Come fare la crema pasticcera al microonde

Come fare la crema pasticcera al microonde Alleato dei cuochi che amano la cucina dai tempi brevi, il microonde interviene egregiamente anche nel campo della pasticceria e si mette in gioco per sfornare una crema pasticcera degna dei migliori chef.

Per preparare la crema pasticcera al microonde lavorate 3 tuorli e 120 g di zucchero in una ciotola adatta per la cottura al microonde per 10 minuti con una frusta elettrica; aggiungete 50 g di farina setacciata, una bustina di vaniglia in polvere e ½ l di latte a filo. Amalgamate bene il composto e mettete in forno la ciotola. Fate andare per 12-13 minuti a 350 watt, mescolando spesso. Sfornate la crema, lasciatela raffreddare a temperatura ambiente e utilizzatela per farcire una buona crostata ai frutti di bosco, o una stupefacente torta meringata che, alla friabilità delle meringhe, semplicemente preparate con albumi e zucchero, alterna una farcitura golosa di crema pasticcera al profumo di vaniglia.

Come fare la crema pasticcera al limone

Come fare la crema pasticcera al limone La crema pasticcera al limone è una preparazione molto profumata e dal gusto intenso di agrumi che si presta alla farcitura di torte e cannoli, ed è perfetta se servita in coppette di vetro, accompagnata da lamponi.

Se volete preparare una crema al limone molto aromatica, non dovete far altro che andare al mercato e scegliere due grandi limoni non trattati, possibilmente provenienti dalla Sicilia, e dai fornelli della vostra cucina si sprigionerà un profumo intenso e irresistibile.

Per preparare una crema pasticcera al limone, lavate accuratamente 2 limoni, asciugateli e sbucciateli con un coltellino affilato. Portate a ebollizione 400 ml di latte fresco con le bucce dei limoni, spegnete e lasciate raffreddare. Incorporate 100 ml di panna fresca e amalgamate. Nel frattempo, sbattete 6 tuorli con 100 g di zucchero semolato e 35 g di amido di mais fino a ottenere un composto cremoso, versate il composto di latte a filo e rimettete nella casseruola. Cuocete per 6-7 minuti senza mai portare a bollore. Lasciate raffreddare la crema, eliminate le bucce di limone con una forchetta e liberate la vostra fantasia culinaria.

Non solo il limone tra gli agrumi per profumare una buonissima crema pasticcera. Provate anche la crema all’arancia, una deliziosa farcitura per torte di pasta frolla, una base ideale per deliziosi semifreddi, per un dessert da mangiare insieme a scorzette di arancia candite e rivestite di cioccolato o per una crostata all’arancia dal profumo inebriante.

Come fare la crema pasticcera al cioccolato

Come fare la crema pasticcera al cioccolato La crema pasticcera al cioccolato è perfetta per la merenda dei bambini*, ma diventa necessaria nel menu di una cena importante che prevede un dessert speciale perché arricchisce un dolce sontuoso che ha bisogno di una farcitura indimenticabile. Tra le creme che dovete saper preparare ad arte, quella al cioccolato è un grande classico della pasticceria che utilizzerete in moltissime occasioni.

Per colorare la vostra crema di un marrone intenso e lucido, dovete aggiungere alla ricetta base il cioccolato fondente e il cacao amaro in polvere. Portate a bollore 1 l di latte intero con 100 ml di panna. Nel frattempo, montate 6 tuorli e 220 g di zucchero semolato in una planetaria fino a ottenere un composto spumoso; aggiungete 40 g di maizena e 50 g di cacao in polvere setacciati. Mescolate e unite 150 g di cioccolato fondente precedentemente sciolto a bagnomaria. Versate una parte del latte a filo sul composto, mescolate con una frusta a mano, aggiungete il latte rimanente e rimettete la crema al cioccolato nella casseruola. Continuate a cuocere aggiungendo 60 g di burro. Una volta raggiunta la consistenza giusta, togliete la casseruola dal fuoco, trasferite la crema in una ciotola e copritela con la pellicola trasparente a contatto con la superficie. Potete servire la crema al cioccolato come dolce al cucchiaio, guarnita con qualche ciuffo di panna montata o utilizzarla per la farcitura di torte e dolci di pasticceria mignon.

*sopra i 3 anni

Come fare una buona crema pasticcera: trucchi e consigli

Come fare una buona crema pasticcera: trucchi e consigli • Per ottenere un composto liscio e omogeneo, versate sempre il latte sul composto di uova, zucchero e farina e mai viceversa
• per una crema pasticcera al cioccolato perfetta, ricordatevi di utilizzare sempre il cioccolato fondente al 70%
• eliminate l’albedo (la parte bianca della scorza di limone), ha un aroma amaro che potrebbe compromettere il risultato finale della vostra crema
• se preparate la crema pasticcera in anticipo, abbiate sempre cura di coprila con la pellicola trasparente a contatto con la superficie
• cuocete la crema sempre a fiamma bassa
• mescolate in continuazione e non portate mai a completo bollore la crema
• se dovete utilizzare subito la crema, sia per una farcitura, sia per servirla come dolce al cucchiaio, potete immergere la casseruola in una ciotola piena di cubetti di ghiaccio avendo cura di mescolarla per qualche minuto. Si raffredderà più velocemente
• fate sempre attenzione a dividere molto bene il tuorlo dall’albume e state attenti che non ci siano piccoli residui di guscio quando rompete le uova nella ciotola.