Come cuocere il riso basmati

Galbani
Galbani
Come cuocere il riso basmati
Fragrante e dalla forma allungata e sottile, il riso basmati è un riso dal colore bianco candido e profumato. Dopo un lungo viaggio che lo ha condotto in Italia da India e Pakistan, il riso basmati è tra i cereali che sono entrati a far parte degli alimenti della nostra quotidianità ed è diventato un grande protagonista di pranzi e cene che si lascia cuocere in diversi modi. Oggi vedremo come prepararlo al vapore, in padella, al forno e come cuocerlo al microonde. Vi daremo consigli anche su come cucinare la varietà integrale, come abbinarlo alle verdure, come sposarlo alla spezia che meglio si abbina al suo sapore, il curry e, infine, anche come prepararlo freddo.

Come cuocere il riso basmati

Come cuocere il riso basmati A differenza delle altre tipologie di riso, il basmati si cuoce attraverso un lento assorbimento dell’acqua e per questo è fondamentale che le proporzioni tra questo alimento e la quantità di acqua utilizzata per la cottura siano precise. Per regolarvi, ricordate che la quantità di acqua utilizzata per cuocere questo riso dovrà essere pari a due volte e mezzo il peso del riso.

Se lo avete già utilizzato in cucina, vi sarà probabilmente capitato di cuocere il riso basmati e di ritrovarvi con chicchi incollati tra loro. Per evitare che questo accada, ricordatevi sempre di pulire il riso sotto l’acqua corrente prima di metterlo nella pentola con l’acqua e lasciarlo cuocere. Dotatevi di un colino a maglie strette e di un recipiente, sciacquate il riso più volte fino a quando l’acqua raccolta risulterà limpida.

Per cuocere il riso basmati in pentola, dovete quindi pesare il riso in base alle porzioni che dovete portare in tavola e calcolare il peso dell’acqua; versatela nella pentola, aggiungete un cucchiaio raso di sale grosso e portate a bollore. Tuffatevi il riso, mescolate velocemente, quindi coprite con un coperchio e lasciate sobbollire per 15 minuti. Il riso si cuocerà con il vapore creato dal calore della cottura e resterà croccante. Una volta trascorso questo tempo, togliete la pentola dal fuoco, lasciate riposare per 2 minuti circa, quindi sollevate il coperchio e sgranate delicatamente il riso con una forchetta.

A questo punto, il riso basmati è pronto per essere impiegato nelle vostre ricette.

Perfetto per accompagnare piatti di carne o pesce, ma ricordate che con questo riso non potrete preparare minestre o risotti, una preparazione che richiede un tipo di riso diverso: i chicchi del basmati, infatti, sono troppo sottili per potersi trasformare in un risotto degno di nota.

Una ricetta che arriva da lontano ma che ha conquistato anche la nostra gastronomia è il riso alla cantonese. La Cina suggerisce un abbinamento saporito e gustoso: riso basmati, piselli, prosciutto cotto, uova e salsa di soia. Adesso che sapete come cuocere il riso basmati, provate a preparare il riso alla cantonese a casa, aggiungete al menu gli involtini primavera, perfetti anche per chi ama le ricette vegetariane, e un pollo allo zenzero per una cena a tema. E non dimenticate le bacchette!

Come cuocere il riso basmati al vapore

Come cuocere il riso basmati al vapore Un altro metodo per cuocere il riso è il vapore. La vaporiera vi consentirà di gestire la cottura del riso anche se volete arricchirlo con spezie, aromi o impreziosirne il gusto con una noce di burro.

Provvedete sempre al risciacquo e all’ammollo del riso prima di procedere con la cottura. Una volta che il riso è perfettamente lavato, mettetelo nell’apposito cestello della vaporiera e copritelo, utilizzando come unità di misura una tazza, con il liquido con cui avete deciso di insaporirlo. Potete cuocerlo, infatti, in base alle dosi indicate nei paragrafi precedenti che si basano sull’aumento di volume del riso durante la cottura, in acqua salata, brodo vegetale, di carne o pesce. Se invece volete dare un sapore ben definito al riso che diventerà la base di secondi piatti o piatti unici, potete aggiungere all’acqua la curcuma, il curry, o qualsiasi altra spezia faccia gioco alla vostra ricetta. Oppure, potete aggiungere qualche foglia di alloro o salvia se vi piacciono le erbe aromatiche. Cuocere il riso nella vaporiera significa anche impostare un tempo di cottura ben preciso e potersi dedicare ad altro. Una volta che il riso è pronto, utilizzatelo per le vostre ricette, in base ai sapori in aggiunta con cui lo avete cucinato.

Come cuocere il riso basmati in padella

Come cuocere il riso basmati in padella Una volta che il riso basmati è pronto, potete farlo saltare in padella con altri ingredienti o con le spezie che preferite se lo utilizzerete come base di un secondo piatto di carne o di pesce.

Lavate e lasciate in ammollo il riso, risciacquatelo abbondantemente e fatelo cuocere in una casseruola, calcolando per 100 g di riso 200 ml di acqua. Portate a bollore l’acqua, salate a piacere e unite il riso. Fate riprendere bollore, quindi coprite con un coperchio e lasciate cuocere per 10 minuti senza mai aprire. Una vola trascorso il tempo necessario, togliete la pentola dal fuoco e lasciate riposare per circa 2 minuti. Aprite il coperchio, sgranate il riso con i rebbi di una forchetta e mettetelo da parte.

Nel frattempo, in una padella antiaderente e capiente, fate soffriggere 1 porro tagliato a rondelle con 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva; aggiungete 1 cucchiaino di curry o della spezia che preferite, unitevi il riso e mescolate con un cucchiaio di legno, affinché il riso si in saporisca con gli ingredienti scelti.

Un altro metodo per cuocere il riso in padella è il seguente: in una padella fate sciogliere una noce di burro, aggiungete il riso sciacquato e mescolate con un cucchiaio di legno per farlo insaporire. Versate in padella del brodo vegetale caldo, coprite con un coperchio e lasciate cuocere. Se siete dotati di una pirofila che possa andare sui fornelli e in forno, proseguite la cottura infornando il riso e lasciando cuocere a 175° per 20 minuti.

Come cuocere il riso basmati al forno

Come cuocere il riso basmati al forno Per cuocere il riso basmati potete utilizzare il forno. Anche in questo caso, tuttavia, dovrete prima sciacquare abbondantemente il riso con acqua corrente e lasciarlo in ammollo per qualche minuto. Pesate il riso e riempite una pentola con una quantità di acqua pari a due volte il peso del riso; salatela, portatela a bollore e nel frattempo accendete il forno a 180°. Sistemate il riso in una pirofila e, una volta che l’acqua ha raggiunto il bollore, versatela sul riso; sigillate la pirofila con un foglio di alluminio o di pellicola da forno e cuocete per circa 30 minuti. Una volta pronto, sfornate la teglia, scopritela e, come fatto per la cottura in pentola, sgranate i chicchi con una forchetta prima di utilizzarli per la vostra preparazione.

Come cuocere il riso basmati al microonde

Come cuocere il riso basmati al microonde Per gli amanti della cucina veloce che non riescono a farne a meno, il forno a microonde si rivela una valida alternativa per la cottura del riso basmati. La cottura al microonde non vi risparmia, tuttavia, dal risciacquo che il riso richiede in un primo passaggio. Una volta che l’acqua con cui avete sciacquato il riso risulta limpida, versate nell’apposito contenitore le giuste proporzioni di riso e acqua. Impostate il forno a microonde perché cuocia a calore elevato e infornate per 6 minuti circa; trascorso questo tempo, prendete il contenitore, copritelo con la pellicola e rimette il riso in cottura per altri 15 minuti, abbassando la potenza del forno. Una volta pronto, fate risposare il riso per qualche minuto, quindi sgranatelo con una forchetta e utilizzatelo per preparare i vostri piatti preferiti.

Come si prepara il riso basmati integrale

Come si prepara il riso basmati integrale Il riso basmati integrale ha un colore più ambrato rispetto al basmati classico ma prevede comunque l’ammollo e il risciacquo per eliminare, oltre all’amido, tutte le impurità.

Ottimo con il pesce e i crostacei, il riso basmati integrale accompagna un piatto di gamberi cotti in padella con un po’ di burro e sfumato con il vino bianco. Un piatto gustoso, molto facile da preparare per un pranzo veloce.

Vi serviranno: 8 gamberi; 300 g di riso basmati; 40 g di burro; 1/2 bicchiere di vino; sale in fiocchi; aneto q.b.; sale q.b.

Cuocete il riso in acqua salata con il burro e l’aneto; nel frattempo, pulite i gamberi e sistemateli in una padella antiaderente con 30 g di burro; sfumate con il vino, coprite con il coperchio e lasciate riposare per 2 minuti. Sgranate il riso, sistematelo in un piatto da portata, distribuite i gamberi intorno al riso e servite.

Come cucinare il riso basmati con le verdure

Come cucinare il riso basmati con le verdure Uno degli abbinamenti più buoni in cui il sapore del riso basmati viene esaltato impreziosito prevede le verdure. Se ben cucinate e insaporite, si prestano a piatti unici davvero gustosi.

Il riso basmati, infatti, accompagna egregiamente un contorno di verdure e diventa il ripieno ideale per gustosi peperoni ripieni da servire tra gli antipasti di un pranzo all’aperto, saranno un successo anche con i vostri bambini* perché scateneranno la loro curiosità gastronomica.

Il riso basmati si sposa molto bene anche con la verza diventando il ripieno di facili involtini da gustare durante una tranquilla cena in famiglia.

Per prepararli, vi serviranno:10 foglie di verza; 300 g di petto di pollo; 100 g di riso basmati; 2 uova; brodo vegetale; 50 g di parmigiano grattugiato; 1 cucchiaino di zucchero; 2 foglie di salvia; sale e pepe.

Per prima cosa, cuocete il riso basmati: lavatelo, mettetelo in una pentola, copritelo con la quantità di acqua necessaria, salate e cuocete per 10 minuti. Nel frattempo, tagliate il pollo a listarelle, rosolatelo in una padella capiente con 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale. Una volta pronto, mettetelo su un tagliere e tritatelo grossolanamente con una mezzaluna. Trasferite il pollo in una ciotola con la salvia tritata e il formaggio, salate e spolverizzate con il pepe nero macinato al momento. Sgranate il riso, unitevi una noce di burro e unitelo al pollo. Prendete le foglie di verza e scottatele in acqua bollente per pochi minuti, scolatele e lasciatele asciugare su un canovaccio. Stendetele bene, farcitele con il riso e il pollo, chiudetele con uno spago da cucina e fatele rosolare in padella con un cucchiaio di olio e sfumate con un bicchiere di vino bianco. Fate diluire nel brodo bollente un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro e unitelo agli involtini. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere per 30 minuti.

La delicatezza del sapore delle zucchine si sposa perfettamente con la fragranza del riso basmati per un piatto semplice che diventerà uno dei primi preferiti da tutta la famiglia.

Vi serviranno: 2 zucchine grandi; 1 carota; 300 g di riso basmati; 1 scalogno; 2 cucchiai di salsa di soia; aneto q.b.; olio extravergine d'oliva q.b.; sale q.b.

Preparate il riso aggiungendo all’acqua di cottura l’aneto, il sale e le carote tagliate a cubetti piccoli. Affettate le zucchine a rondelle, tagliatele a cubetti e saltatele in padella a fiamma vivace con 5 cucchiai di olio, lo scalogno affettato sottilmente e un pizzico di sale. Aggiungete 2 cucchiai di salsa di soia, spegnete il fuoco e lasciate riposare. Una volta che il riso si è cotto, sgranatelo con una forchetta e unitelo alle zucchine; rimettete sul fornello a fuoco bassissimo e mescolate con un cucchiaio di legno per farlo insaporire.

Per dare un sapore e un colore diverso al vostro piatto, potete aggiungere all’acqua di cottura 2 bustine di zafferano o altre erbe aromatiche a piacere.

*sopra i 3 anni

Come cucinare il riso basmati al curry

Come cucinare il riso basmati al curry Tra le idee che immediatamente vengono alla mente quando si parla di riso basmati, c’è sicuramente quella della ricetta del riso al curry. Una preparazione facile e gustosa, da mangiare in occasione di una cena dal gusto orientale.

Vi serviranno: 400 g di petto di pollo; 300 g di riso basmati; 1 porro; 300 ml di latte; olio extravergine d’oliva q.b.; farina q.b.; curry q.b.; sale q.b.

Per prima cosa, tagliate il pollo a pezzi e fatelo marinare nel latte per 15 minuti; spolverizzatelo con un po’ di farina e fate riposare. Nel frattempo, mondate e lavate il porro, affettatelo sottilmente, mettetelo in una padella antiaderente con 5 cucchiai di olio e lasciate che si ammorbidisca. Aggiungete il pollo in padella e fatelo rosolare. Nel frattempo, scaldate il latte in un pentolino; prima che raggiunga il bollore, aggiungete un cucchiaino di curry e mescolate affinché si sciolga. Versatelo sul pollo, mescolate con un cucchiaio di legno e lasciate cuocere. Preparate il riso, aggiungendo all’acqua di cottura il sale e 1 cucchiaino di curry; una volta che il riso è pronto, sistematelo in un piatto da portata, mettete al centro il pollo e servite ben caldo.

Potete aggiungere a questa ricetta del riso al curry anche i peperoni, in questo caso però vi suggeriamo una ricetta per cui la consistenza sarà meno cremosa. Il riso, infatti, verrà saltato con la carne e le verdure, rendendo qualche chicco croccante.

Vi serviranno: 500 g d petto di pollo; 300 g di riso basmati; 2 peperoni (1 giallo e 1 rosso); 1 porro; curry q.b.; sale q.b.; olio extravergine d'oliva q.b.

Per prima cosa, lavate e tagliate i peperoni, privateli dei semi e dei filamenti interni e tagliateli a pezzettini piccoli. Tagliate anche il pollo a cubetti da 1 cm; affettate il porro a rondelle sottili e fatelo ammorbidire in padella con 5 cucchiai di olio. Unite il pollo e i peperoni, mescolate e lasciate insaporire con 1 cucchiaio di sale. Cuocete il riso basmati aggiungendo all’acqua di cottura 1 cucchiaio di curry e sale; mettete i chicchi sgranati nella padella con il resto degli ingredienti. Mescolate con un cucchiaio di legno per amalgamare gli ingredienti e fate tostare qualche chicco di riso per dare al piatto una golosa consistenza croccante. Servite il riso al curry con pollo e peperoni ben caldo.

Il riso con il pollo al curry è un perfetto equilibrio di sapori anche se con il basmati preparate un riso pilaf.

Vi serviranno: 500 g di pollo; 300 g di riso basmati; 500 ml di brodo di pollo; 80 g di burro; 1 vasetto di yogurt intero; 2 patate medie; 1 cipolla; 2 chiodi di garofano; 2 cucchiaini di curry; olio extravergine d’oliva q.b.; sale q.b.

Tostate il riso in una pirofila con una noce di burro; coprite il riso con il brodo caldo, mescolate, alzate la fiamma e portate a bollore, senza mescolare. Una volta raggiunto il bollore, coprite con il coperchio adatto e trasferite la pirofila in forno preriscaldato a 200° e proseguite la cottura del riso per altri 10 minuti circa.

Quando il riso risulta asciutto distribuite sulla superficie qualche fiocchetto di burro e sgranate i chicchi con una forchetta. Tagliate la carne a tocchetti e fatela marinare in un composto di yogurt, sale; 2 cucchiaini di curry e 2 chiodi di garofano.

In una casseruola fate soffriggere la cipolla affettata finemente con 4 cucchiai di olio; aggiungete il pollo e fatelo rosolare per 10 minuti. Versate anche lo yogurt e continuate la cottura per altri 20 minuti a fuoco basso.

Mettete il riso pilaf in un piatto e servitelo con il pollo: il profumo anticiperà la bontà di questa ricetta.

Come cucinare il riso basmati freddo

Come cucinare il riso basmati freddo Il riso basmati si rende perfetto anche per preparare gustose insalate. Buonissimo freddo, infatti, è la base ideale per amalgamare ingredienti che sono sfiziosi anche se gustati a temperatura ambiente.

Se vi piacciono le erbe aromatiche, il dragoncello darà la spinta giusta ad un piatto di riso basmati con asparagi e prosciutto. Una preparazione semplice e veloce per un piatto perfetto da portare in ufficio.

Vi serviranno: 300 g di riso basmati; 200 g di asparagi; 80 g di prosciutto a cubetti; 1 spicchio d’aglio; dragoncello q.b.; sale q.b.

Preparate il riso, sgranatelo e mettetelo in una ciotola con il prosciutto. Scottate gli asparagi in acqua salata; trasferiteli su un tagliere e tagliateli a tocchetti; metteteli in padella con 3-4 cucchiai di olio, lo spicchio d’aglio schiacciato, un mestolo di acqua e cuocete. Aggiustate di sale e unite il dragoncello. Una volta che gli asparagi saranno pronti, uniteli nella ciotola con il riso e mescolate. Lasciate che anche gli ortaggi si raffreddino e gustate questa deliziosa insalata piena del sapore di primavera.

Se vi piacciono, potete aggiungere al piatto anche i funghi.

Il riso basmati freddo è buonissimo anche con gustosi contorni di legumi come le lenticchie. Tra le ricette veloci, ve ne proponiamo una che abbina il gusto delle lenticchie e la delicatezza del riso con pomodori e cipollotti.

Vi serviranno: 300 g di riso; 250 g di lenticchie; 1 foglia di alloro; 10 pomodorini; 1 cipollotto fresco; qualche foglia di basilico; olio extravergine d’oliva; qualche filo di erba cipollina; sale e pepe macinato q.b.

In una padella antiaderente, fate scaldare 2-3 cucchiai di olio, aggiungete le lenticchie precedentemente lessate al dente in acqua salata con una foglia di alloro, fino a farle diventare croccanti. Nel frattempo, preparate il riso, sgranate i chicchi e metteteli in una ciotola.

Mondate e tagliate finemente il cipollotto, tritate l’erba cipollina e tagliate i pomodorini in quarti; in una ciotolina, emulsionate 5 cucchiai l’olio, il pepe macinato e il sale.

Unite le lenticchie al riso, aggiungete le foglie di basilico lavate e spezzettate, i pomodorini, condite con l’olio preparato, mescolate e lasciate riposare prima di servire.