Come fare i cavatelli

Galbani
Galbani
Come fare i cavatelli
I cavatelli fatti in casa vi hanno sempre incuriosito? Oggi potete prepararli a mano o con la macchina per la pasta. Esplorate le ricette dei primi piatti qui proposti, sono veloci e di bassa difficoltà adatte per tutta la famiglia. Questa pasta tipica di Puglia e Molise può essere condita con salse di carne, di pesce e verdure. Oltre che con il classico ragù di carne potete tuffare i cavatelli persino nelle zuppe di legumi. Scoprite subito come fare i cavatelli in casa. Siete pronti per impastare? E allora partiamo con le ricette più facili.

Come fare i cavatelli di semola

Come fare i cavatelli di semola I cavatelli di semola potete prepararli in casa con la semola di grano duro. Scegliete la semola rimacinata, è più sottile rispetto alla semola tradizionale ed è la farina ideale per la preparazione dei cavatelli e di altri tipi di pasta fresca. Vediamo subito le dosi per 4 persone, gli ingredienti e alcuni consigli su come fare i cavatelli di semola.

Per questa preparazione utilizzate: 250 g di farina di semola di grano duro, 150 ml di acqua tiepida, 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva.

Il procedimento è facile e molto simile alla preparazione della pasta fresca. Versate la farina sulla spianatoia e formate una fontana, create uno spazio al centro e fate cadere a filo l'acqua e tutto l'olio. Raccogliete la farina man mano che aggiungete l'acqua all'impasto. Lavorate il composto con le mani fino a formare un panetto liscio e omogeneo. Fate riposare in frigo avvolto in pellicola trasparente dentro una ciotola per circa 20 minuti.

Una volta che avete realizzato l'impasto con farina di semola rimacinata (di grano duro) potete scegliere di preparare i cavatelli a mano o a macchina. Scoprite più avanti entrambi i metodi di lavorazione.

Come fare i cavatelli a mano

Come fare i cavatelli a mano Se vi piace la pasta fresca fatta a mano vi piaceranno sicuramente anche i cavatelli. Preparare questi gnocchetti è piuttosto facile anche se avete poca manualità, basta avere a portata di mano una spianatoia, l'impasto per i cavatelli, farina di semola rimacinata per infarinare il piano di lavoro, un vassoio su cui sistemare la pasta.

Per preparare l'impasto potete prendere nota degli ingredienti e del procedimento spiegati nel paragrafo precedente.
Una volta fatta riposare la palla d'impasto in frigorifero, tagliatene un pezzetto e adagiatelo sulla spianatoia leggermente infarinata. Con le mani allungate la porzione d'impasto fino a ottenere una forma cilindrica del diametro di circa 1 cm.
Dividete il pezzetto di pasta in piccole parti come si fa per la preparazione degli gnocchi, della larghezza di un dito. A questo punto dovrete utilizzare i polpastrelli per dare la classica forma ai cavatelli: posizionate la punta di indice e medio sopra uno gnocchetto di pasta e affondate le dita con una leggera pressione esercitando un movimento verso di voi. Noterete che la pasta si piegherà su se stessa, formando uno spazio cavo al suo interno.
Ripetete l'operazione con tutti i pezzetti di impasto e sistemate i cavatelli sul vassoio infarinato.

Preferite guadagnare tempo? Trovate la soluzione che fa per voi nel prossimo paragrafo. Potete, infatti, utilizzare la macchina per i cavatelli, in modo da velocizzare questa operazione.

Come fare i cavatelli con la macchina

Come fare i cavatelli con la macchina Volete preparare i cavatelli velocemente? Potete farvi aiutare dalla macchina per la pasta, utile in cucina soprattutto se dovete cucinare tanti cavatelli in una sola volta. Vediamo nel dettaglio come fare i cavatelli con la macchina.

Per prima cosa dovete fissare la macchina al tavolo o alla spianatoia e montare la trafila per cavatelli: potete scegliere di fare i cavatelli lisci o rigati. Prendete un pezzetto di pasta e allungatelo con la punta delle dita fino a formare una striscia cilindrica di circa 1 cm di diametro. Poggiate il pezzo di pasta tra i due cilindri e azionate la manovella del macchinario, passando poco alla volta il pezzo di pasta.
Man mano che passate l'impasto dalla macchina usciranno dei cavatelli perfetti. Potrete ottenere così degli gnocchetti di pasta fresca in modo veloce e pratico. Raccogliete la pasta in un vassoio infarinato e ponetela in frigo in attesa della cottura.

Spesso l'impasto dei cavatelli risulta duro e poco elastico e può capitare di restare un po' delusi: date un'occhiata ai prossimi consigli per ottimizzare la ricetta.

Come fare i cavatelli morbidi

Come fare i cavatelli morbidi Volete ottenere un impasto morbido? Vediamo subito come fare i cavatelli morbidi in cucina con l'aiuto di alcuni trucchi e consigli.

Se volete ottenere un impasto morbido dovrete fare attenzione alla scelta degli ingredienti e al procedimento di preparazione. Partiamo intanto dai prodotti necessari per fare un impasto morbido.

Gli ingredienti indicati: potete ottenere un impasto più morbido con l'uso di alcuni ingredienti, come le patate o la farina 00.
Le dosi e gli ingredienti per i cavatelli di patate: sono 1 kg di patate e 300 g di farina bianca.
Cercate di utilizzare patate vecchie, avranno una minore quantità d'acqua e saranno più farinose. Cuocete i tuberi interi e con la buccia in una pentola d'acqua bollente fino a che non risultano pronti (potete bucarli con uno stecchino fino al cuore per controllare la cottura). A questo punto scolate, eliminate la buccia e passate nello schiacciapatate. Stendete il composto in modo da farlo raffreddare e far evaporare tutta l'acqua. Quando le patate si saranno raffreddate aggiungete la farina, meglio se setacciata.
Potete anche ammorbidire l'impasto classico di semola rimacinata con l'utilizzo di 125 g di farina 00 da sostituire alla stessa quantità della farina di semola. Avrete così un impasto per metà di semola rimacinata e l'altra metà di farina 00, aggiungete poi 150 ml di acqua per formare l'impasto.

I consigli sul procedimento: se utilizzate l'impasto di semola rimacinata è importante lavorarlo bene con i palmi delle mani, in modo da renderlo elastico e amalgamare gli ingredienti. Ma ancora più importante è la fase di riposo: cercate di prolungarla il più possibile, l'ideale sarebbe far riposare l'impasto avvolto nella pellicola per 1 ora in frigorifero.
Infine, soprattutto se la temperatura è elevata, lavorate un po' alla volta piccole porzioni di impasto in maniera da non farlo seccare a contatto con l'aria. Ponete in frigo ogni volta e richiudete con la pellicola.
Prima di cuocere i cavatelli vi consigliamo di farli seccare in frigorifero per 2-3 ore, avranno una consistenza e una resistenza migliore durante la cottura.

Ora che avete appreso come fare i cavatelli in modo perfetto scoprite come condirli. Potete scegliere tanti sughi e condimenti per questo formato di pasta: dal sugo di carne a quello di verdure, dalla crema di formaggio al sugo di mare.

Come condire i cavatelli

Come condire i cavatelli Potete condire i cavatelli in diversi modi gustosi e semplici. Vi presentiamo i sughi più adatti per aggiungere gusto a questi gnocchetti freschi e accontentare così tutta la famiglia.

Prima però vi spieghiamo velocemente come cuocere i cavatelli. Come molti altri tipi di pasta fresca, il tempo di cottura dei cavatelli è breve. Questi gnocchetti artigianali cuociono in circa 7-8 minuti in abbondante acqua salata bollente. Vi consigliamo di scegliere una cottura al dente per non perdere le caratteristiche della pasta fresca.

Partiamo quindi con alcune idee sfiziose e consigli su come condire i cavatelli in modo facile e gustoso.

Se vi piacciono i sughi di carne vi consigliamo di dare un'occhiata alla ricetta del sugo di cinghiale e del classico sugo alla bolognese.

Un altro ottimo abbinamento per i cavatelli è il condimento con broccoli e salsiccia. Solitamente impiegato per condire le orecchiette pugliesi, potete realizzare questo sugo in modo molto semplice con 2 salsicce, 1 broccolo intero, 1 spicchio d'aglio, 5 cucchiai d'olio extravergine d'oliva, pecorino romano (facoltativo) sale e pepe.

Lavate le cimette del broccolo e cuocetele in acqua bollente per 10 minuti. Nel frattempo sbriciolate le salsicce e fatele rosolare in padella a fuoco medio. Scolate i broccoli e aggiungeteli alla padella insieme alle salsicce rosolate. Regolate di sale, di pepe e cuocete per altri 5 minuti. Quando i broccoli cominceranno a disfarsi, il sugo sarà pronto. Condite la pasta e portate in tavola con pepe nero e pecorino stagionato.

In tante sagre in Puglia e Molise potreste trovare i cavatelli alla salsiccia. Si tratta di un sugo veloce dal sapore deciso preparato con salsiccia fresca, passata di pomodoro e cipolla.
In padella rosolate con 5 cucchiai d'olio 1 cipolla tritata finemente, aggiungete 200 g di salsiccia cruda sbriciolata.
Appena la salsiccia prende colore, aggiungete 200 ml di passata di pomodoro, abbassate la fiamma, regolate di sale e cuocete per circa 15 minuti. Ed ecco pronto un altro sugo gustoso; se vi piace il piccante aggiungete una spolverizzata di peperoncino prima di servire.

Amate i sughi con la salsiccia? Provate il condimento con funghi e salsiccia, un sugo profumato perfetto per condire i cavatelli. In alternativa, potete prendere spunto dalla ricetta della pasta con zucca e salsiccia.

Siete alla ricerca di un sugo veloce per la pasta? Provate il sugo all'arrabbiata, a base di aglio, olio, pomodoro e peperoncino.

Se invece preferite i sapori più delicati vi consigliamo di dare un'occhiata alla ricetta delle linguine con ricotta e noci.

Vediamo ora i sughi a base di verdura e pesce. Potete condire i cavatelli con il sugo alla norma, un tipico condimento siciliano fatto con pomodori, melanzane, ricotta salata e aglio.

I cavatelli con il pesto al basilico sono perfetti per l'estate. Questo sugo senza cottura è molto semplice da preparare. Potete anche condire i cavatelli, farli riposare in frigo e portarli in tavola freschi. Questo piatto dal gusto leggero riuscirà a mettere d'accordo tutta la famiglia, compresi i bambini*. Gli ingredienti necessari sono: 80 g di foglie di basilico fresco, 40 g di parmigiano grattugiato, 1 cucchiaio di pinoli, 2 spicchi d'aglio, 100 ml d'olio extravergine d'oliva, 2 cucchiai di ricotta, pepe nero.
Inserite tutti gli ingredienti nel frullatore e lavorateli fino a ottenere una crema omogenea. Se necessario, aggiungete al condimento qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Se volete aggiungere colore aggiungete 5-6 pomodorini dolci freschi.

Vi piacciono i primi piatti al profumo di mare? Provate il classico sugo allo scoglio preparato con cozze, gamberi, calamari, vongole, scampi e pomodorini.
Per restare sempre in tema di ricette di pasta con il pesce, vi consigliamo di dare uno sguardo alla ricetta delle trofie con zucchine e gamberetti, potete sostituire questo formato di pasta con i cavatelli. Portate in tavola la pasta con una spolverizzata di prezzemolo fresco tritato.

I cavatelli sono indicati anche per la preparazione di zuppe di legumi. Vi consigliamo di provarli nella zuppa di fagioli e cozze, non ve ne pentirete. Gli ingredienti sono: 200 g di cavatelli freschi, 250 g di fagioli secchi (oppure 200 g di fagioli cotti), 500 g di cozze fresche, 1 spicchio d'aglio, 6 cucchiai d'olio extravergine d'oliva, 5 pomodori, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 l di brodo vegetale, sale e pepe.
Potete usare sia i fagioli secchi che quelli precotti. I legumi secchi dovrete tenerli in ammollo per 12 ore e poi cuocerli in acqua salta per circa 1 ora.
Pulite le cozze una a una dopo averle tenute a bagno in acqua fredda. Scaldate una pentola capiente con 3 cucchiai d'olio e l'aglio, aggiungete poi i pomodori tagliati a tocchetti. Eliminate l'aglio e cuocete per 5 minuti.
In una padella aggiungete l'olio rimanente e poi le cozze lavate. Conservate le cozze aperte ed estraete il mollusco dal guscio, gettate via quelle chiuse.
Intanto allungate il sugo di pomodoro con il brodo, regolate di sale e dopo 10 minuti cuocete i cavatelli. Negli ultimi minuti unite le cozze, i fagioli e fate insaporire.
Accompagnate la zuppa con fettine di pane tostate in forno e pepe nero.

Vi interessa approfondire la preparazione di questi legumi? Date un'occhiata anche alla sezione come cucinare i fagioli, troverete tante idee per primi piatti e contorni gustosi.

*sopra i 3 anni