Santa LuciaPresenta

Sugo di cinghiale

Ricetta creata da Galbani
Prova con
Ricotta Santa Lucia
Ricotta Santa Lucia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Il sugo di cinghiale è un particolare condimento per primi piatti, caratterizzato da un gusto intenso e molto deciso.

La sua preparazione richiede una cottura lunga e lenta, che permette di creare un ragù corposo e molto saporito. Viene tradizionalmente abbinato alle pappardelle e insieme rappresentano un tipico piatto della cucina toscana.

Per essere ancora più creativi, oggi vi vogliamo suggerire di utilizzare questo sugo per condire una delicata porzione di ravioli alla ricotta, realizzati con fresca Ricotta Santa Lucia.

Non lo avete mai assaggiato? Allora mettetevi alla prova e seguite passo per passo il procedimento per portare in tavola un profumatissimo sugo di cinghiale.
 

Media
5
60 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

Per i ravioli:
  1. 400 g di farina
  2. 1 uovo
  3. 350 g di Ricotta Santa Lucia Galbani
  4. 100 g di formaggio grattugiato
  5. sale e pepe q.b.
  6. acqua q.b.

Per il sugo:
  1. 500 g di carne macinata di cinghiale
  2. 350 g di salsa di pomodoro
  3. 1 carota
  4. 1 gambo di sedano
  5. 1 cipolla
  6. 1 spicchio d'aglio
  7. 1/2 bicchiere di vino rosso
  8. rosmarino q.b.
  9. olio extravergine d'oliva q.b.
  10. sale e pepe q.b.

Preparazione

Per preparare il sugo di cinghiale, lavate e tritate finemente la carota, il gambo di sedano e la cipolla. Versate 5-6 cucchiai di olio in una casseruola dai bordi alti e, una volta caldo, unite le verdure tritate e l'aglio intero.

Lasciate imbiondire dolcemente il tutto per circa 10 minuti, quindi eliminate l'aglio, aggiungete la carne macinata e una manciata di rosmarino. Fate rosolare completamente e sfumate col vino rosso.

Una volta evaporato, unite la salsa di pomodoro, regolate di sale e pepe. Mescolate bene, coprite con il coperchio e lasciate cuocere lentamente a fiamma bassa per almeno 3 ore.

Nel frattempo, setacciate la farina su un piano da lavoro, aggiungete l'uovo sbattuto e impastate con le mani fino a ottenere un panetto compatto. Aggiungete un po' di acqua per rendere la consistenza più elastica.

Avvolgete il panetto nella pellicola trasparente e riponetelo in frigorifero a riposare per 30 minuti. Intanto, lavorate in una ciotola la Ricotta Santa Lucia con il formaggio grattugiato, un pizzico di sale e pepe.

Trascorso il tempo necessario, riprendete l'impasto, infarinatelo, dividetelo in due parti e passate ognuna nella macchinetta a manovella, formando sfoglie dello spessore di circa mezzo centimetro.

Con l'aiuto di due cucchiai, disponete su una sfoglia tante palline di ripieno, avendo cura di lasciare circa 2-3 centimetri di distanza tra l'una e l'altra. Bagnate i bordi della sfoglia con un po' di acqua e adagiatevi sopra la seconda sfoglia, premendo con le dita attorno al ripieno affinché fuoriesca l'aria.

A questo punto, utilizzando un coppapasta, formate tanti ravioli quadrati lunghi 4 centimetri, cuoceteli in una pentola di abbondante acqua salata e conditeli con il sugo di cinghiale.