Focaccia alla romana

Ricetta creata da Galbani
Focaccia alla romana
Vota
Media0

Presentazione

La focaccia alla romana è un piatto tipico della Capitale, caratterizzato dalla base alveolata garantita dalla lievitazione lenta e fatta come vuole l'antica ricetta.
Potete farcire la vostra focaccia romana con una golosa varietà di ingredienti, come mozzarella di bufala, spinaci e pomodori, oppure gustarla in purezza e assaporare tutto l'effetto croccante e prelibato che scrocchia sotto ai denti. Scopriamo insieme come realizzare un'ottima focaccia alla romana fatta in casa, con i consigli Galbani, da condire con i prodotti del marchio che da generazioni accompagna gli aperitivi e le merende degli italiani.

Facile
6
25 minuti
Tempo di lievitazione: 2 ore
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 500 g di farina
  2. 7 g di lievito di birra
  3. 1 cucchiaino di zucchero
  4. un pizzico di sale
  5. 1cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  6. 350 ml di acqua
  7. una confezione di Santa Lucia Fette di Mozzarella
  8. Affettato Prosciutto Cotto Galbani
  9. una confezione di Gorgonzola D.O.P. Gim Galbani
  10. Affettato Mortadella Galbani
  11. Galbanetto
  12. 1 cucchiaino di olio extravergine d'oliva per condire

Preparazione

La focaccia alla romana è un piatto molto amato della cucina capitolina e per realizzarlo bastano pochi e semplici ingredienti che di sicuro avrete a casa: farina, acqua, lievito di birra e sale.
Ovviamente, non può mancare l'olio extravergine d'oliva di quello che buono che conferirà alla ricetta quel carattere croccante e invitante che piace a tutti, bambini* compresi.

Una volta cotta, potete farcire la vostra focaccia alla romana con un'ampia varietà di prodotti Galbani, dai salumi ai formaggi, che soddisferanno il palato di grandi e piccini*.
Ma vediamo, fase dopo fase, tutto il procedimento per realizzare un'ottima focaccia alla romana, perfetta per il menu del vostro aperitivo ma anche per uno sfizioso spuntino con gli amici.

*sopra i 3 anni

01

Versate la farina setacciata in una ciotola; unite il lievito nello zucchero e fatelo sciogliere in poca acqua a temperatura ambiente, e incorporate nella boule.

02

Cominciate a versare l'acqua a filo, con dolcezza, e impastate con le mani o aiutandovi con un leccapentole. In alternativa, potete anche utilizzare la planetaria, ma in mancanza otterrete un ottimo risultato anche in modo manuale.

03

Dopo aver lasciato riposare per qualche minuto, unite il sale e mescolate ancora, finché non avrete ottenuto un impasto uniforme e omogeneo.

04

Incorporate anche l'olio extravergine d'oliva e mescolate per bene. Lasciate lievitare per almeno due ore in un luogo fresco e asciutto.

05

Riprendete la ciotola dell'impasto e versatelo in una teglia unta con dell'olio evo: stendetela utilizzando i polpastrelli delle dita finché non avrete foderato per bene i bordi del contenitore.
Infornate a 250° per 10 minuti, 8 nella parte bassa e i restanti in quella alta per ottenere la parte croccante e la superficie dorata.

06

Lasciate raffreddare e farcite la vostra focaccia alla romana con gli ingredienti rimasti: le fette di Mozzarella Santa Lucia, l’Affettato prosciutto Cotto e Mortadella Galbani, il Galbanetto, e il Gorgonzola D.O.P. Gim e un filo di olio extra vergine di oliva. 

Varianti

La focaccia alla romana è la base fragrante e croccante da farcire con tanti ingredienti golosi della cucina italiana, a partire dai salumi e dagli affettati, ai formaggi stagionati o meno. In base alla regione italiana, la focaccia viene condita in vario modo, e potete personalizzarla come più vi piace.
Ad esempio, se volete una versione con ortaggi e verdure di stagione, potete condirla con friarielli, bieta costa e cavolo cappuccio romano durante la stagione invernale, così da aggiungere del pane goloso e invitante nel menu di Natale.
Oppure, se preferite consumare una versione estiva e mediterranea, aggiungete poca passata di pomodoro, melanzane e mozzarella, con una manciata di basilico appena colto.

La focaccia alla romana è buonissima anche in purezza, con un goccio d'olio extravergine d'oliva, oppure potete aggiungere delle olive taggiasche e dei sottaceti.
Ottima con i pomodorini secchi sott'olio, è prelibata con la mostarda e con i sughi tipici della cucina italiana, come quello alla genovese.

Suggerimenti

In alternativa al lievito di birra, potete usare anche il lievito madre, ricordandovi che deve essere pari al 20% delle dosi della farina. I tempi di lievitazione saranno molto più lunghi, di almeno una giornata, e la ciotola dell'impasto dovrà essere collocata in un luogo dalla temperatura costante, dai 4 ai 30°. Va benissimo anche in frigorifero!

Per aiutarvi a stendere l'impasto sulla teglia, potete usare le mani e i polpastrelli delle dita, ma anche una spatola o un cucchiaio di legno andranno benissimo.
Una volta cotta, fatela intiepidire prima di toglierla dal contenitore e lasciatela riposare sulla spianatoia, quindi tagliatela a fette e farcitela sopra con salsiccia e friarielli: questo è un consiglio per veri intenditori, ma al posto della carne potete aggiungere verdure a volontà, salse e sottaceti, come la giardiniera. Volete un po' di idee per un aperitivo o un brunch? Abbinatela a una schiacciata di patate con rosmarino e farete un successone.

 

Curiosità

La focaccia alla romana viene chiamata anche pizza bianca romana ed è uno street food davvero tipico della nostra Capitale.
Questa ricetta si mangia a Roma da oltre 2.000 anni, da quando i fornai dell'antica Urbe provavano la temperatura del forno appoggiandoci direttamente un poco di impasto di pane e stendendolo con le mani.
Da questo escamotage nasce la focaccia alla romana, caratterizzata dall'aspetto fragrante e dalle tipiche bolle, gli alveoli.

L'impasto, utilizzato per testare la temperatura del forno, non veniva gettato, come racconta il poeta e scrittore romano Orazio, ma veniva condito con olio e olive, oppure con frutta secca e fichi.
Dai forni degli Antichi Romani, la focaccia alla romana è arrivata fino ai giorni nostri, e mantiene tutto il suo gusto popolare che piace a tutti, grandi e piccini*.
Attenzione, però, a non confonderla con la pinza e con la fugassa che si mangiano nel resto del nostro Stivale.

La focaccia romana si caratterizza per l'idratazione abbondante, infatti l'impasto è piuttosto liquido e si stende con una spatola, senza bisogno di impastare sulla spianatoia.
Oltre alle ore di lievitazione lenta e graduale, la pinza bianca romana si distingue per una cottura rapida e ad altissime temperature: 10 minuti a 250°, un'esplosione di profumi e di fragranze che garantisce l'aspetto alto, soffice e croccante, pronto da condire.

Tipicamente si vuole che la focaccia romana venga farcita con ingredienti semplici e poveri, ma oggi potete personalizzarla come preferite, e renderla golosa anche con Gorgonzola G.I.M. e altri formaggi sfiziosi.
Un'ultima curiosità: la focaccia alla romana, o pinza bianca, si distingue per la forma ovale, non rotonda, parola dei migliori fornai della Capitale!

*sopra i 3 anni

Prova anche

Scopri di più