Castagnole

Dessert PT15M PT5M PT20M
  • 4 persone
  • Facile
  • 20 minuti
Ingredienti:
Per l'impasto:

  • 200 g di farina
  • 2 uova
  • 40 g di Burro Santa Lucia Galbani
  • 50 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di vino bianco
  • la scorza di ½ limone
  • un pizzico di sale
  • 8 g di lievito per dolci
  • ½ fiala di estratto di vaniglia

Per la finitura:

  • zucchero a velo o zucchero semolato

Per friggere:

  • olio di semi d'arachide

presentazione:

Sono dolcetti emiliani che tradizionalmente si consumano nel periodo di Carnevale. Hanno la forma di pallottoline e ricordano l'aspetto delle castagne. Da qui il nome che le contraddistingue: le castagnole.

Si preparano con farina, zucchero, uova, strutto, lievito, liquore Sassolino o vino bianco. Fritte in olio bollente, una volta cotte vengono spolverizzate, a seconda dei gusti, di zucchero a velo o di zucchero semolato.

Nella ricetta che vi proponiamo in questa pagina invece dello strutto utilizzeremo il Burro Santa Lucia. Il risultato è un dolce irresistibile, costituito da una crosticina esterna croccante, che accoglie un cuore morbido e cremoso.

Una curiosità: la ricetta di queste frittelle affonda le sue radici in tempi lontani.

A dimostrarlo è un manoscritto del Settecento, ritrovato nell'archivio di stato di Viterbo; qui troviamo descritte ben quattro ricette di questi deliziosi dolci fritti!

Preparazione:

Per realizzare le castagnole dovete prima di tutto mettere in una ciotola capiente il Burro Santa Lucia ammorbidito, la farina, le uova, lo zucchero, l'aroma di vaniglia, la scorza grattugiata del limone, il vino bianco, il lievito e il sale.

Lavorate il tutto fino ad amalgamare gli ingredienti. Una volta amalgamati, trasferite l'impasto sulla spianatoia infarinata. Quindi, continuate a lavorare il tutto fino ad ottenere una pasta morbida, liscia e compatta. La pasta non dovrà però risultare molle. Ad operazione terminata, lasciate riposare l'impasto per qualche minuto.

Dopodiché formate dei cordoncini di 2 centimetri circa di spessore. A questo punto, tagliateli a pezzi grandi quanto grosse nocciole. Dunque, con i palmi delle mani forgiate tante palline quanta è la pasta a vostra disposizione.

Quando avrete formato tutte le castagnole, procedete a friggerle a fiamma bassa in abbondante olio. Friggetele poche per volta, rigirandole nella padella fino a quando non risulteranno gonfie e dorate e inizieranno a galleggiare.

Una volta cotte, scolatele con l'ausilio di una schiumarola. Quindi, mettetele ad asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina. Dopodiché, spolverizzatele con lo zucchero semolato o con quello a velo.

Curiosità:

Le castagnole, insieme a zeppole e chiacchiere, sono uno dei dolci tipici delle feste di carnevale. Queste sono presenti in ogni regione italiana: in Liguria, Emilia-Romagna, Marche e Veneto e in Umbria con la variante degli strufoli di carnevale. Ogni luogo ha la sua ricetta ma il denominatore comune è la semplice forma a pallina che le rende inconfondibili.

La ricetta base di questo dolce di carnevale prevede la preparazione dell’impasto, la frittura e infine la guarnizione con zucchero a velo, miele o liquore. Accanto a questa versione, una golosa variante di questo dolce di carnevale prevede una farcitura delle castagnole con crema pasticcera, crema al cioccolato o panna. Queste deliziose palline, una volta riempite con la crema, possono essere fritte così come abbiamo indicato nella nostra ricetta oppure cotte in forno a 180° per 10 minuti.

Le castagnole sono ideali da preparare per buffet e feste, perfette da mangiare per merenda, amate sia dai grandi che dai più piccoli*. Non potranno mancare nel vostro menù di carnevale.

*sopra i 3 anni

I vostri commenti alla ricetta: Castagnole

Lascia un commento

Massimo 250 battute