Come fare i bigoli

Galbani
Galbani
Come fare i bigoli
Il Nord Italia regala a tutto lo stivale la ricetta dei bigoli, pasta fresca tipica del Veneto che li serve in tavola soprattutto nei giorni di festa di Natale. Sembrano dei grossi spaghetti e hanno una superficie molto porosa che assorbe bene il condimento.

Preparati con farina e uova, i bigoli, o bigoi in dialetto vicentino, sono facili da preparare in casa: oggi vi daremo consigli su come realizzarli al meglio e vi suggeriremo qualche ricetta interessante da provare per un pranzo speciale in famiglia. Siete pronti?

Come fare i bigoli in casa

Come fare i bigoli in casa Per realizzare i bigoli fatti in casa potete utilizzare l’impasto seguendo una delle ricette della cucina tipica veneta che mescola insieme farina di grano tenero, acqua e sale oppure potete aggiungere anche le uova.

I bigoli in casa si preparano con il torchio, o torcio, uno strumento adatto proprio alla realizzazione di questa trafila di pasta e che viene chiamato, non a caso, bigolaro. Se in casa non avete un bigolaro non preoccupatevi: più avanti vedrete come realizzare i bigoli anche senza torchio.

Dopodiché vi serviranno una spianatoia molto larga e una spatola per raccogliere bene la farina.

Potete lavorare l’impasto per questa pasta fatta in casa a mano oppure farvi aiutare dalla planetaria, specialmente se volete limitare il tempo di preparazione e la fatica che, in ogni caso, verrà ampiamente ripagata dal risultato davvero prelibato dei bigoli!

Come fare l'impasto per i bigoli

Come fare l'impasto per i bigoli Per preparare l’impasto per i bigoli vi serviranno ingredienti sempre reperibili in cucina, quindi non avrete mai nessuna difficoltà con gli ingredienti.

Per realizzare questa specialità della cucina regionale veneta vi serviranno: 400 g di farina di grano tenero; 4 uova; un pizzico di sale.

Mettete in una ciotola capiente la farina setacciata, quindi allargatela al centro e versatevi le uova intere. Aggiungete un pizzico di sale e, con una forchetta, cominciate ad amalgamare gli ingredienti. Una volta ottenuto un composto piuttosto compatto, trasferitelo su una spianatoia e proseguite ad impastare con le mani almeno per 10 minuti. Avvolgete il panetto ottenuto, che dovrà essere liscio e dalla consistenza morbida, in un canovaccio infarinato, poi lasciatelo riposare per mezz’ora a temperatura ambiente, quindi dedicatevi alla realizzazione dei bigoli.

Potete preparare un impasto alternativo anche con: 250 g di farina 0; 150 g di semola di grano duro; 3 uova; olio extravergine d’oliva; sale q.b.; acqua q.b.

In una ciotola, setacciate entrambe le farine e mescolate; aggiungete un pizzico di sale, le uova, 2 cucchiai di olio e 1 bicchiere d’acqua a filo. Amalgamate, quindi trasferite l’impasto su una spianatoia e continuate a impastare per 10 minuti fino a ottenere un panetto liscio e abbastanza sodo, pronto per essere trasformato in tanti gustosi bigoli.

Come alternativa potete anche utilizzare altre farine per preparare i vostri bigoli, come la farina integrale o la farina di castagne, per ricette sempre nuove per portare in tavola gusti sfiziosi e diversi dal solito.

Come fare i bigoli col torchio

Come fare i bigoli col torchio Dopo aver preparato l’impasto e aver aspettato il giusto tempo di riposo, potete dividerlo in tanti pezzi di medie dimensioni e procedere con il torchio alla formazione dei bigoli.

Inserite il primo pezzo di pasta nella macchina per fare i bigoli; azionatela e man mano che i bigoli vengono fuori, sistemateli su un vassoio infarinato o ricoperto con un canovaccio di lino per evitare che si attacchino tra loro. Una volta terminato l’impasto, potrete dedicarvi alla preparazione dei sughi e dei condimenti per i vostri bigoli.

Se disponete di una planetaria, esistono, tra gli accessori, anche quelli per le trafile di pasta fresca e, naturalmente, quelli per i bigoli. Vi basterà attaccare l’accessorio alla planetaria e mettere i pezzi di impasto nel condotto, servendovi dell’apposita spatola.

Ecco una ricetta gustosissima per condire i vostri bigoli fatti in casa. Il radicchio e il Gorgonzola D.O.P., oltre che in un saporito risotto, si uniscono infatti benissimo anche in un piatto di bigoli: i formaggi, infatti, vengono assorbiti bene dalla pasta e il radicchio interviene con il suo sapore intenso ad esaltare ancor di più il piatto.

Per preparare questa ricetta vi serviranno: 1 cespo di radicchio; 200 g di Gorgonzola D.O.P.; 2-3 cucchiai di parmigiano grattugiato; 1 noce di burro; 1 tazzina di latte; olio extravergine d’oliva q.b.; sale e pepe q.b.

Affettate il radicchio a listarelle e mettetelo a stufare in una padella con 2 cucchiai di olio e con il burro (lasciate che si ammorbidisca, ma non troppo). Unite in padella anche il gorgonzola precedentemente lavorato in una ciotola con il parmigiano grattugiato e 1 tazzina di latte, quindi fate cuocere a fiamma moderata per circa 7 minuti, mescolando ed amalgamando gli ingredienti. Cuocete i bigoli, scolateli al dente e uniteli al condimento, aggiungendo un mestolo di acqua di cottura. Infine servite gli spaghettoni fumanti con una spolverizzata aggiuntiva di parmigiano.

Buonissimi saranno anche i bigoli con un semplice sugo ai peperoni o con un condimento di pesce. I condimenti sono tantissimi: provateli tutti con i vostri bigoli realizzati in casa con o senza torchio.

Come fare i bigoli senza torchio

Come fare i bigoli senza torchio Se vi è venuta voglia di realizzare i bigoli ma siete sprovvisti di torchio, niente paura: potrete comunque soddisfare il vostro desiderio culinario semplicemente utilizzando un tritacarne o uno schiacciapatate.

Non dovrete far altro che inserire la giusta quantità di impasto in uno dei due strumenti ed esercitare la giusta pressione. I vostri bigoli verranno fuori proprio come se aveste utilizzato un torchio.

Volete un'idea per condire questa deliziosa pasta fatta in casa? Anche un buon pesto di noci abbinato allo speck è perfetto per esaltare il sapore dei bigoli.

Preparate il pesto con 180 g di gherigli di noci; 120 ml di panna da cucina; 20 g d burro; 1 spicchio d’aglio; olio extravergine d’oliva q.b.; sale q.b.

Scottate in acqua i gherigli di noce, spellateli e frullateli in un mixer con l’aglio e un filo d’olio. Trasferite il composto in una padella capiente, aggiungete la panna e il burro e cuocete per circa 5. A questo punto, aggiungete 150 g di speck a fettine non troppo lunghe, aggiustate di sale, aggiungetevi 350 g di bigoli cotti al dente con un po’ della loro acqua di cottura e servite in tavola!

I bigoli sono buonissimi anche con una variante del sugo alla carbonara: uova, pancetta e pepe per un piatto che mette sempre tutti d’accordo.

In primavera, tra i primi piatti da annoverare nel vostro menu potete inserire i bigoli con asparagi, zucchine, carciofi e formaggi da preparare al forno.

Vi serviranno: 100 g di piselli; 4-5 pomodorini; 3 carciofi; 200 g di asparagi; 2 zucchine dolci; 120 ml di besciamella; 100-150 g di parmigiano grattugiato; sale e pepe q.b.

Tagliate le zucchine a dadini, mettetele in padella e fatele saltare con 4 cucchiai di olio, i pomodorini tagliati a metà e i piselli. Unite anche i carciofi affettati sottilmente e privati della barba, aggiustate di sale e pepe e spegnete il fuoco lasciando le verdure ancora croccanti.

A questo punto, cuocete i bigoli molto al dente, scolateli e trasferiteli in una pirofila ben oleata, aggiungete ancora 2 cucchiai di olio a crudo e mescolate, quindi versate sui bigoli il condimento, amalgamate e aggiungete la besciamella e un’abbondante spolverizzata di parmigiano. Informate a 200° per 10 minuti, sfornate e lasciate raffreddare i bigoli al forno per qualche minuto prima di servirli.

Come fare i bigoli in salsa

Come fare i bigoli in salsa Un piatto tipico con cui si portano in tavola i bigoli è quello dei bigoli in salsa, una preparazione che li rende adatti alla cena della Vigilia di Natale.

Nel condimento, soltanto acciughe e cipolle e un sapore davvero unico, esaltato dalla porosità della pasta che lo assorbe e lo lega in un piatto gustosissimo.

Per preparare i bigoli in salsa, gli ingredienti necessari sono semplicemente: 400 g di bigoli; 10 filetti di acciughe sott’olio; 350 g di cipolle bianche; olio extravergine d’oliva q.b.; sale e pepe nero q.b.

Dopo aver preparato i bigoli, lasciateli riposare su un vassoio rivestito con un canovaccio infarinato, quindi copritelo con un altro canovaccio e dedicatevi alla salsa veneta.

Affettate molto sottilmente le cipolle e trasferitele in una padella dai bordi alti con 6 cucchiai di olio. Cuocetele a fuoco basso, aggiungendo ½ bicchiere di acqua, e aspettate che si ammorbidiscano. Dopodiché, unite in padella anche le alici, fatele sciogliere completamente e, nel frattempo, cuocete i bigoli in una pentola con abbondante acqua salata. Spolverizzate la salsa con il pepe nero macinato al momento, scolate la pasta, trasferitela in padella con 1 mestolo di acqua di cottura e mescolate fino a farla insaporire bene. Servite subito e buon appetito!

Come fare i bigoli con ragù d'anatra

Come fare i bigoli con ragù d'anatra Oltre all’anatra all’arancia, famoso secondo piatto che si porta in tavola nelle occasioni speciali, questo alimento si trasforma egregiamente in un gustosissimo ragù con cui accompagnare i bigoli.

Questo piatto forse non velocissimo vi tributerà di sicuro un grande successo e saprà ripagarvi del tempo e della pazienza.

Per preparare un buon ragù d’anatra in casa vi serviranno: 500 g di carne d’anatra macinata; 2 cipolle; 3 carote; 2 coste di sedano; 2 pomodori ramati; 1 foglia di alloro; 1 ciuffo di prezzemolo; 1 foglia di salvia; 1 rametto di rosmarino; 2 cucchiai di concentrato di pomodoro; 300 ml di brodo di carne; 1 bicchiere di vino bianco; olio extravergine d’oliva q.b.; sale e pepe nero q.b.

Preparate un trito con le verdure, mettetelo in una casseruola dal fondo spesso, aggiungete 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva e lasciate soffriggere per qualche minuto. Aggiungete la carne, fatela rosolare mescolando con un cucchiaio di legno, quindi aggiungete il vino; lasciate sfumare e unite l’alloro, il rametto di rosmarino, il prezzemolo e la foglia di salvia. Aggiungete anche i pomodori ramati precedentemente scottati, spellati e tagliati a dadini. Unite il concentrato diluito in una tazza di brodo caldo e mescolate.

Lasciate sobbollire per circa 2 ore, aggiungendo man mano altro brodo, se necessario. Quando il sugo è pronto, spegnete il fuoco e lasciatelo riposare con il coperchio. Nel frattempo, cuocete 400 g di bigoli fatti in casa, scolateli al dente e uniteli al ragù. Amalgamate bene affinché i bigoli, grazie alla loro ruvidità, possano assorbire lungo tutta la loro lunghezza il sugo e impregnarsi del buon sapore della carne d’anatra.

Servite in tavola i bigoli fumanti su un bel piatto da portata: anche i bambini* ne andranno matti! Per impreziosire il ragù, potete aggiungere le spezie che preferite o altre erbe aromatiche.

*sopra i 3 anni

Come fare i bigoli con le sarde (bigole co le sardele)

Come fare i bigoli con le sarde (bigole co le sardele) Da Verona a Venezia, in tutto il Veneto ogni famiglia mangia spessissimo i bigoli con le sarde, un piatto facile, veloce e molto gustoso, una tipica ricetta della cucina veneta che vanta origini antiche.

Il segreto di questa ricetta risiede nella bontà delle sarde e nel fatto, è chiaro, che questi speciali spaghettoni siano fatti in casa.

Ecco dosi e ingredienti: 400 g di bigoli; 250 g di sarde sotto sale; 2 cipolle bianche; olio extravergine d’oliva q.b.; sale e pepe q.b.; vino bianco q.b.

Per prima cosa, sbucciate e affettate molto sottilmente le cipolle, poi mettetele in una ciotola piena d’acqua fredda e lasciatele da parte. Sciacquate sotto abbondante acqua corrente le sarde, trasferitele su un tagliere e con un coltello eliminate delicatamente le teste e le lische.

Sistemate le cipolle in una padella capiente e dai bordi alti, aggiungete 6 cucchiai di olio e lasciate cuocere fino a quando le cipolle si saranno ammorbidite. Per evitare che si brucino, abbiate cura di mescolarle continuamente con un cucchiaio di legno e, se volete scongiurare qualunque rischio, aggiungete in padella anche un bicchiere d'acqua, e per dare più sapore versate un po’ di vino bianco. Aggiungete a questo punto le sarde (non fatevi tentare dall'abitudine di salare le salse perché le sarde saranno capaci di dare al condimento la giusta sapidità), mescolate con il cucchiaio e fate amalgamare ed insaporire gli ingredienti. Un consiglio: le cipolle si dovranno ridurre quasi a una crema.

Nel frattempo, portate a bollore abbondante acqua salata in una pentola, tuffatevi i bigoli e fateli cuocere molto al dente, scolateli e trasferiteli in padella. Aggiungete quindi anche un mestolo dell’acqua di cottura e mescolate con una pinza per farli insaporire per bene.

Una volta pronti, i bigoli con le sarde dovranno essere gustati caldi con una spolverizzata di pangrattato saltato in padella con 1 cucchiaio di olio. Buon appetito!

Come fare i bigoli al sugo di salsiccia e pomodoro

Come fare i bigoli al sugo di salsiccia e pomodoro Un sugo intenso e dal sapore deciso, mitigato dalla delicatezza del pomodoro e insaporito dalla sapidità appetitosa della salsiccia, questo piatto saprà conquistare anche la curiosità dei bambini*.

Per preparare i bigoli fatti in casa con il sugo di salsiccia e pomodori, vi serviranno: 400 g di bigoli; 300 g di salsiccia; 100 g di funghi secchi; 200 g di pomodori pelati; 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro; 4 foglie di basilico; 1 cipolla; 1 bicchiere di vino bianco; olio extravergine d’oliva q.b.; sale e pepe nero q.b.

Per prima cosa, private la salsiccia del budello, sbriciolatela e mettetela in padella con la cipolla tagliata molto sottilmente e 4 cucchiai di olio. Fate soffriggere, quindi sfumate con il vino. Una volta che sarà evaporato, aggiungete i pomodori pelati e il concentrato diluito in acqua. Cuocete per circa 5 minuti, quindi aggiungete al sugo i funghi fatti rinvenire in acqua tiepida. Aggiustate di sale, spolverizzate con il pepe nero macinato al momento e proseguite la cottura per altri 15 minuti, avendo cura di mescolare con un cucchiaio di legno.

Cuocete 350 g di bigoli fatti in casa, scolateli al dente e uniteli al sugo. Infine amalgamate bene e servite in tavola.

*sopra i 3 anni