Come usare la farina di soia

Galbani
Galbani
Come usare la farina di soia
La farina di soia è molto utile in cucina per la preparazione di tantissime ricette dolci e salate. E' un prodotto base dell’alimentazione orientale e si ottiene grazie alla macinazione dei semi di soia secchi, che vengono tritati finemente fino a ottenere una polvere sottile.

Appartiene alla famiglia delle leguminose, proprio come i ceci o le lenticchie. E' simile ad altre farine, come la farina di ceci o la farina di farro ma, a differenza di quest'ultima che è considerata una farina forte, la farina di soia non è adatta da sola a essere usata per dare vita a processi di panificazione e a impasti lievitati, come il pane o la pizza, e va mescolata ad altri tipi di farine, come la farina di farro, la farina di mandorle, la farina di frumento o la farina di castagne, oppure può essere unita ad alcuni tipi di amido.

La farina di soia è ottima per preparare biscotti, muffin, ciambelloni e torte dolci e salate; viene anche usata per addensare creme e zuppe vegetali.

Un consiglio: realizzate la pasta fatta in casa con la farina di soia, come gli spaghetti di soia, e portate in tavola un piatto sorprendente.

Siete pronti a scoprire tante ricette sfiziose?

Come fare in casa la farina di soia

Come fare in casa la farina di soia Della soia esistono 4 varietà: la soia rossa, la soia gialla, la soia nera e la soia verde.

Per preparare 200 g di farina di soia, vi occorrono 200 g di soia in chicchi. Utilizzando un robot da cucina, tritate fino a ottenere una polvere fine avendo cura di non lasciare grumi, che potrebbero rivelarsi fastidiosi durante la preparazione delle vostre ricette.

Un consiglio in più che vi diamo è quello di tostare la soia in forno prima di tritarla: il risultato sarà una farina di soia dal sapore più corposo e, inoltre, i chicchi tostati rendono più facile la macinazione.

La pasta di soia

La pasta di soia La pasta di soia è un primo piatto eccezionale. Tipica della cucina orientale, si rivela perfetta in diverse occasioni, per una cenetta romantica o un pranzo tra amici, o come alternativa alla pasta di tutti i giorni. Il suo sapore stuzzicante ed esotico conquisterà il vostro palato e quello dei vostri ospiti!

Ecco come prepararla per 4 persone: in una ciotola unite 150 g di farina di soia e 150 g di farina bianca, poi setacciate le farine e disponetele a fontana su un ripiano. Al centro versate 1,5 l di acqua tiepida e realizzate un impasto morbido e compatto.

Con l’aiuto di un matterello stendete la pasta di soia e datele la forma che preferite, anche in base agli strumenti che avete in casa.

Gli spaghetti di soia rientrano fra i piatti più conosciuti della cucina orientale insieme al riso alla cantonese e agli involtini primavera vegetariani. Si realizzano unendo la farina di soia alla farina di riso, o in alternativa alla farina di grano. Il procedimento per preparare gli spaghetti di soia è molto semplice e non si discosta molto da quello usato per realizzare la pasta di soia, come visto nella ricetta precedente. L’unica differenza sta nello strumento utilizzato per realizzare gli spaghetti, infatti per poterli realizzare vi servirà lo strumento a chitarra.

Un consiglio per la cottura: per far sì che non si attacchino tra loro aggiungete qualche cucchiaio di olio extravergine d'oliva, ripetendo l’operazione anche prima di aggiungere qualsiasi condimento.

Gli spaghetti con farina di soia si prestano ad essere conditi in tantissimi modi, uno più sfizioso e originale dell’altro!

Senza dubbio, una delle ricette più conosciute è quella realizzata con gli ingredienti di mare, in particolare quella con gamberi e verdure è una ricetta deliziosa e prelibata da proporre assolutamente nel vostro menu.

La versione base prevede l’utilizzo di gamberi, peperoni gialli e rossi, carote, asparagi e spezie.

Se volete cucinare il condimento degli spaghetti di soia per 4 persone, iniziate la preparazione lavando 4 asparagi e lessandone il gambo in una pentola piena di acqua bollente, ricordandovi di lasciare la punta fuori. Non appena si saranno ammorbiditi, tagliateli a rondelline.

Tagliate a rondelline anche 1 peperone, 1 carota, un tocchetto di zenzero e 1 cipollotto. Poi, sgusciate 300 g di gamberi.

In una pentola preparate il soffritto con 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva, unpizzico di sale e 1 spicchio d'aglio. Se preferite potete sostituire l'aglio con una cipolla. Dopo qualche minuto aggiungete la verdura che avete tagliato e fatela rosolare a fuoco alto. Sfumate con un filo di aceto di mela, aggiungete 1 cucchiaio di salsa di soia e 1 spolverizzata di zucchero di canna. Un consiglio: spremete nella padella anche il succo di un'arancia rossa o di un limone, per dare un tocco agrodolce al vostro piatto.

Dopo un paio di minuti aggiungete i gamberi e bagnate di tanto in tanto con il brodo vegetale finché non diventano croccanti e dorati.

Nel frattempo mettete a cuocere in una pentola i vostri spaghetti di soia. Non appena gli spaghetti e il condimento saranno pronti, uniteli e mescolate bene. Come tocco finale aggiungete un filo di salsa di soia: vedrete che bontà!

Gli spaghetti di soia si possono cucinare con tantissimi condimenti, è possibile anche realizzare una preparazione vegetariana usando ortaggi e verdure, come i pomodori o la zucca, oppure una preparazione di carne, seguendo ad esempio la ricetta per gli spaghetti di soia con verdure e pollo.

Come preparare gli hamburger con farina di soia

Come preparare gli hamburger con farina di soia Gli hamburger con farina di soia, che si preparano senza la carne, sono un piatto unico davvero eccezionale. Il procedimento per prepararne circa 4 è molto semplice.

Mettete in una pentola piena d’acqua 250 g di farina di soia, aggiungete erbe aromatiche q.b. a vostra scelta, e circa 400 ml di salsa di soia. Lasciate cuocere il tutto per 20 minuti circa, poi scolate il composto e lasciatelo riposare giusto il tempo necessario perché si raffreddi.

Pelate e tritate 1 carota e 1 spicchio d'aglio e aggiungete 50 g di farina di quinoa. In alternativa potete utilizzare farina di grano saraceno.

Nel frattempo rivestite una teglia di carta forno e date forma ai vostri hamburger, posizionandoli uno a uno sulla teglia. Spennellate da un lato e dall'altro con olio extravergine d'oliva, poi fate cuocere in forno per almeno 30 minuti e, a fine cottura, servite ben caldi. Potete mangiare i burger da soli o potete metterli dentro un panino di semola o dentro al pane integrale o di cereali. Accompagnate questa sfiziosa bontà con una gustosa insalata preparata con frutta secca, agrumi e formaggio tagliato a cubetti. Deliziatevi con un piatto dal sapore irresistibile!

Un piatto delizioso simile ai burger con farina di soia sono le polpette vegetali con farina di soia. Si tratta di una variante della ricetta per le polpette di verdure al forno light: gustose e saporite piaceranno anche ai bambini*.

Per realizzarle dovete unire 100 g di farina di soia a 2 uova. Se preferite potete utilizzare 2 patate lesse, in questo caso ottimo sostituto delle uova. Amalgamate il composto con le verdure che preferite; l’ideale sarebbe prepararle con 1 carota tritata, o se necessario anche più di una carota, e prezzemolo. Friggete in una padella con un filo d’olio e servite ben calde.

*sopra i 3 anni

I dessert con la farina di soia

I dessert con la farina di soia Con la farina di soia potete realizzare anche alimenti dolci, ottimi da mangiare a fine pasto o da gustare già per la prima colazione o a merenda, magari accompagnando queste deliziose prelibatezze a una tazza di tè profumato alla cannella o ad altre bevande come il latte, l’orzo o la cioccolata con la panna. Fra le ricette dolci in cui è possibile utilizzare la farina di soia troviamo torte, crêpes senza glutine, ciambelloni e crostate alla frutta, alla crema o allo yogurt.

Una ricetta stuzzicante che dovete proprio provare è la crostata con farina di soia e marmellata. La farina di soia, infatti, è ottima per realizzare una pasta frolla morbida e gustosa.

Realizzare questa deliziosa crostata è davvero semplice. Vi serviranno 350 g di farina di soia, 150 g di farina di tipo 00, 160 g di burro, 200 g di zucchero, 3 uova, 1 cucchiaio di lievito e 150 g della vostra marmellata preferita.

Setacciate le farine in una terrina, unite anche il burro e il lievito. Impastate bene e poi unite le uova e lo zucchero. Impastate e dopodiché lasciate in frigorifero per almeno 30 minuti, in modo da far raggiungere alla pasta frolla una buona lievitazione.

A questo punto stendete la pasta frolla in una teglia rotonda da forno, farcite con la marmellata e decorate con la pasta frolla rimasta lo strato superficiale della vostra crostata, formando una rete o, se volete donare un tocco artistico, le decorazioni che più preferite. Fate cuocere nel forno caldo a 200° per circa 30 minuti. Una volta cotta spolverizzate con lo zucchero a velo o con la cannella in polvere.