Farina di canapa: caratteristiche, usi e come utilizzarla per la pizza

Galbani
Galbani

Coltivata fin dall'antichità dalle popolazioni indigene dell'Asia Centrale, la canapa è una pianta versatile, dalla quale si ricavano numerosi prodotti tra cui carta, tessuti e un'ottima farina da utilizzare per preparare tante gustose ricette.

La farina di canapa si ricava dai semi di canapa ottenuti a partire da speciali sementi autorizzate di Canapa Sativa alimentare, da cui si ottiene anche un ottimo olio.

In passato questa farina veniva utilizzata esclusivamente per l'alimentazione degli animali. Oggi, invece, è molto apprezzata anche in cucina, soprattutto per le sue numerose proprietà nutritive, come la ricchezza di fibre, sali minerali e vitamine, in particolare della vitamina E. Grazie al basso contenuto di glutine e proteine, inoltre, la si può impiegare per realizzare moltissime preparazioni per coloro che non amano questa sostanza.

Grazie al suo aroma particolarmente forte, basta una piccola quantità di farina di canapa aggiunta all'impasto del pane o della pizza per conferire a questi cibi un sapore davvero particolare.

Scoprite cos'è la farina di canapa, come usarla in cucina per realizzare degli impasti ricchi e saporiti e quali pietanze si possono preparare con essa: compresa la pizza.

Come usare la farina di canapa

come usarla

La farina di canapa si ottiene dai semi di canapa decorticati macinati.

Il processo di macinatura avviene solo dopo che i semi sono stati sottoposti al processo di spremitura per ricavarne l’olio.

La farina di semi di canapa, essendo ricca di acidi grassi essenziali, di fibre, di vitamine e di amminoacidi, fa molto bene alla salute. Inoltre, essendo priva di glutine, è il sostituto ideale per la farina di grano, se una persona non ama i prodotti che lo contengono.

Sono presenti anche sali minerali, come potassio, ferro, zinco, magnesio, e vitamine, tra cui soprattutto la E. La farina di canapa è anche altamente digeribile.

Dal colore dorato piuttosto scuro, tendente al kaki, che conferisce un colore brunastro alle preparazioni, la farina di canapa ha una consistenza più pesante rispetto alle farine di cereali.

Il suo sapore è un caratteristico gusto nocciolato molto pronunciato. Per tutti questi motivi, essa va usata con parsimonia e deve essere aggiunta alle preparazioni in piccole quantità (dal 5 al 15% del totale).

La farina di canapa è particolarmente versatile e adatta per la panificazione, in particolare per la preparazione di pane e pizza, ma può anche essere usata per la preparazione di dolci per la colazione, torte dolci e salate, muffin e biscotti.

In molte culture, soprattutto in quella indiana, questa farina viene utilizzata esattamente come in Italia si utilizziano i cereali più comuni e quindi come ingrediente principale per un primo piatto, in alternativa alla pasta, per un piatto unico o come condimento, per arricchire insalate miste.

Questa farina viene utilizzata anche per preparare latte vegetale, seitan e tofu.

Con la farina di canapa potete preparare anche gnocchi, pasta fatta in casa e pizze.

Come fare il pane con farina di canapa

pane con farina di canapa

Il pane con la farina di canapa è un'ottima alternativa al pane fatto con la sola farina di grano. Saporito e fragrante, potete utilizzarlo per accompagnare numerose pietanze. Per prepararlo avrete bisogno di:

  • 450 g di farina tipo 0;
  • 30 g di farina di canapa;
  • ½ cubetto lievito di birra fresco;
  • 1 cucchiaino di sale;
  • 1 bicchiere di acqua;
  • olio extravergine di oliva q.b.

Ecco come fare il pane con farina di canapa.

Per prima cosa, sciogliete il lievito di birra nell’aqua tiepida. Versate la farina in una ciotola, poi unitevi il sale e il lievito sciolto con l’acqua. Amalgamate con cura gli ingredienti e aggiungete l'acqua un po' alla volta, sino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Coprite l’impasto con della pellicola trasparente e fatelo lievitare per circa 1 ora a temperatura ambiente oppure nel forno spento.

Quando avrà raddoppiato il suo volume trasferite l'impasto sulla spianatoia, lavoratelo ancora per qualche minuto, poi riponetelo in uno stampo per plumcake oliato o foderato con carta forno e lasciatelo riposare ancora per 30 minuti, sempre a temperatura ambiente.

Versate un filo di olio extravergine d'oliva sul pane con farina di canapa e cuocetelo nel forno statico preriscaldato a 200° per circa 30 minuti.

Il risultato sarà un pane dal colore leggermente brunito e dalla consistenza compatta, caratterizzata dalla presenza di pochi alveoli.

Come fare la pizza con farina di canapa

Pizza con la farina di canapa

L’impasto per pizza a base di farina di canapa, è un impasto vegetale leggero, nutriente e ha un gusto inconfondibile, al quale pochi sanno resistere. Questo non solo grazie alla presenza del prezioso ingrediente nella ricetta, ma anche alla lievitazione, che non è veloce, ma lenta, e consente alla pizza di ottenere una consistenza fragrante.

Per preparare la pizza con farina di canapa avrete bisogno di:

  • 500 g di farina 00;
  • 60 g di farina di canapa;
  • ½ cubetto di lievito di birra;
  • ½ cucchiaio di zucchero;
  • 10 g di sale fino;
  • 300 ml di acqua tiepida;
  • 2 cucchiai di olio di semi di canapa.

Il procedimento da seguire per preparare la pizza con farina di canapa è facile. Per prima cosa, sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida insieme allo zucchero. Intanto, versate le due farine in una ciotola e iniziate a impastare a mano, unendo il lievito sciolto in acqua e versando a filo il resto dell’acqua.

Dopodiché, aggiungete anche l’olio di canapa e continuate a lavorare il composto.

Lasciate riposare l’impasto in una ciotola per un’oretta e mezza, avendo cura di coprirlo con un canovaccio umido. Trascorso questo tempo, impastate nuovamente il composto, poi rimettetelo il nella ciotola, stavolta coperta con della pellicola, e ponetelo in frigorifero per circa 24 ore.

Trascorse le 24 ore, l' impasto per la pizza con farina di canapa sarà pronto per essere usato. Per aiutarvi nella lavorazione, tiratelo fuori dal frigo una mezz’oretta prima di stenderlo col matterello.

Dopo averlo steso, potrete sbizzarrirvi a preparare tutte le pizze che preferite, dalla pizza bianca alla pizza 4 stagioni, alla sfiziosa pizza al formaggio.

Come fare le sfogliatine di farina di canapa

sfogliatine di farina di canapa

Le sfogliatine di farina di canapa sono uno sfizioso stuzzichino che potete servire al momento dell'aperitivo o all'antipasto, insieme ad un bel tagliere di salumi. Per prepararle vi serviranno:

  • 125 g di farina 00;
  • 25 g di farina di canapa;
  • 50 ml d’acqua tiepida;
  • 2 cucchiaini di erbe aromatiche fresche tritate (timo, rosmarino, maggiorana, salvia);
  • ½ cucchiaino di sale fino;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • sale grosso q.b.

Per prima cosa radunate la farina in una ciotola e aggiungeteci il sale, 2 cucchiai d’ olio d’oliva e le erbe aromatiche finemente tritate.

Dopodiché versate l’acqua e iniziate ad impastare. Quando l'impasto risulterà liscio e compatto, formate una palla, avvolgetela in un foglio di pellicola per alimenti e lasciatela riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente.

Infarinate la spianatoia e stendete l’impasto: realizzate una sfoglia sottile (non più di 3 mm) con l'aiuto di un mattarello.

Aiutandovi con una rotella, realizzate delle losanghe di varie misure e riponetele su una teglia rivestita di carta forno, poi spennellatele con poco olio e spolverizzatele con un po' di sale grosso.

Preriscaldate il forno ventilato a 180° e cuocete le sfogliatine per 8-10 minuti circa, fino a quando non diventeranno dorate e croccanti. Estraetele dal forno e lasciatele raffreddare bene prima di servirle.