Come fare la crema al caffè

Galbani
Galbani
Come fare la crema al caffè
La crema al caffè è una vera bontà da gustare dopo i pasti, proprio come un dessert. Basta un solo cucchiaio a deliziare il palato! In estate poi non si riesce a fare a meno di mangiarla, spesso anche a merenda al posto di un gelato o di una granita. Ha la consistenza di una mousse e si può gustare fredda, con o senza panna, spolverizzata con il cacao e persino con la cannella. Di questa squisitezza ci sono insomma diverse versioni di cui troverete informazioni a seguire, insieme a una spiegazione per preparare una buona crema al caffè anche a casa.

Come fare la crema al caffè in casa

Come fare la crema al caffè in casa È abitudine di molti bere una tazzina di caffè dopo pranzo, un piacere da consumare prima di ripartire con la seconda parte della giornata. D'estate però a volte si preferisce sostituire il caffè caldo con uno freddo o shakerato oppure con un'altra delizia: la crema al caffè, da accompagnare magari a dei biscotti ma buona da gustare anche da sola. E tutte le volte che ne avrete voglia, non sarà necessario recarsi al bar, visto che vi daremo la ricetta con tutti i consigli per fare la crema di caffè in casa in poche semplici mosse.

Per preparare questa golosa crema vi occorrono: una tazzina di caffè, 300 ml di panna da montare e 5 cucchiaini di zucchero. Con queste dosi potete tranquillamente avere una crema di caffè per 6 bicchieri piccoli. Per prima cosa fate il caffè, che può essere sia con la moka che espresso della macchinetta o caffè solubile. Tenete conto però che il caffè è bene che abbia una certa robustezza e quindi con il caffè solubile la crema avrebbe un sapore meno intenso. Versate lo zucchero nel caffè quando è ancora caldo così che si sciolga meglio e mescolate. A questo punto lasciate raffreddare il caffè a temperatura ambiente. Mentre aspettate, montate la panna che avrete versato fredda in un contenitore altrettanto freddo. Azionate lo sbattitore elettrico al minimo e cominciate a sbattere finché la panna non sarà semimontata: deve avere, cioè, una consistenza spumosa e morbida. Versatevi a filo la tazzina di caffè zuccherato e fatto raffreddare, continuando a girare delicatamente per non far smontare la panna. Alla fine dovete ottenere un composto soffice e cremoso, da coprire con la pellicola e riporre in frigorifero per almeno un'ora prima di assaggiarlo.

Gustatevi la crema in un bicchierino e se volete offrirla ai vostri amici sbizzarritevi a completarla decorandola con dei chicchi di caffè ricoperti di cioccolato oppure spolverizzandola con del cacao amaro o della granella di nocciole. Se poi volete stupire ancora di più, variate con una spolverizzata di granella di mandorle oppure servite una crema al caffè profumata da decorare in superficie con della cannella in polvere e accompagnare con dei dolcetti. E se siete golosi, aggiungete un cucchiaino di crema alla nocciola da sciogliere nel caffè caldo amaro prima di farlo raffreddare. Un'altra variante poi è la crema corretta con qualche goccia di liquore o distillato, per cui si consigliano non più di 5 ml per non alterare troppo il sapore intenso del caffè.

In alternativa potete realizzare la crema al caffè servendovi di alcuni utensili e attrezzature da cucina come robot o frullatore, oltre alle fruste elettriche. Se ad esempio optate per il robot per una velocissima preparazione, versate, all'interno dell'apposito contenitore, 20 ml di caffè e 50 g di zucchero semolato, azionando poi l'attrezzatura alla massima velocità per pochi secondi. Inserite adesso 300 ml di panna fredda e montatela a una velocità moderata fino a ottenere un composto cremoso.

Come fare la crema al caffè fredda

Come fare la crema al caffè fredda La crema fredda al caffè è una vera dolcezza da concedersi soprattutto in estate a fine pasto o per merenda, da servire al posto del dolce. A Napoli viene chiamata anche crema del nonno, conosciuta pure come espressino freddo. Preparandola a casa, può essere un modo per riciclare il caffè avanzato. Tuttavia, per un sapore più intenso, preparate il caffè come al solito, zuccheratelo e fatelo raffreddare. Passate ora a montare la panna impiegando una frusta per sbattere a mano oppure uno sbattitore con le fruste elettriche. Appena noterete che la panna inizia ad aumentare di volume, versate a filo il caffè freddo zuccherato e continuate a mescolare fino ad avere un composto omogeneo e spumoso. Riponete quindi la crema nel congelatore per almeno due ore. Prima di servirla, dovrete montarla di nuovo per qualche minuto per renderla cremosa, dato che nel freezer si sarà solidificata un po'. Decoratela magari con qualche ciuffo di panna montata.

Ai soliti ingredienti potete aggiungere anche del cioccolato seguendo queste quantità, più o meno per 6 persone: 2 tazzine di caffè, 3 cucchiai di zucchero a velo, 200 ml di panna da montare e 20 g di cioccolato. Per la lavorazione cominciate dal caffè, dunque preparatelo e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente. Riempite un pentolino con dell’acqua e appoggiatevi un recipiente più piccolo per far sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Una volta liquido, unitelo al caffè e mescolate bene i due ingredienti. Montate la panna con lo zucchero a velo e amalgamatela delicatamente al composto di caffè e cioccolato dal basso verso l'alto. Trasferite la crema di caffè al cioccolato nel congelatore e lasciatela per due ore.

Si può avere una crema fredda al caffè anche utilizzando semplicemente una bottiglia, come si usa fare del resto per una delle bevande più richieste nella stagione calda, il caffè shakerato. Basterà preparare 80 ml di caffè e dolcificarlo con 80 g di zucchero a velo. In una bottiglia da un litro e mezzo versate invece 500 ml di panna, che avrete conservato un freezer per una mezz'oretta. Unite poi il caffè zuccherato e, una volta chiusa la bottiglia con il proprio tappo, iniziate ad agitarla con forza velocemente per 3 minuti, fino insomma a far diventare il contenuto spumoso. Gustatevi subito la crema al caffè in bottiglia prima che torni liquida e riponete poi la bottiglia nel freezer.

Ma è possibile ottenere la crema fredda a base di caffè pure con un semplice frullatore, con cui si può fare anche il frappè al caffè, o con un robot da cucina. Mettete infatti 3 tazzine di caffè, fatto raffreddare precedentemente, nel bicchiere del robot insieme a 6 cucchiaini di zucchero e 5 cubetti di ghiaccio. Mescolate alla massima velocità e spegnete un attimo per aggiungere 300 ml di panna fredda. Azionate di nuovo il robot e montate il composto.

Come fare la crema al caffè con la moka

Come fare la crema al caffè con la moka Tra le varie miscele di caffè e preparazioni, c’è chi preferisce l’aroma del caffè fatto con la moka, con cui è possibile ottenere una squisita crema al caffè. Ma prima ricordiamo come si fa un buon caffè con la moka: prendete la moka e riempite di acqua il serbatoio fino all’altezza della valvola. Introducete il filtro e versatevi la miscela di caffè formando una montagnetta; non pressatela con il cucchiaino. Mettete la caffettiera sui fornelli a fiamma bassa e alzate il coperchio appena il caffè inizia a fuoriuscire e toglietelo dal fuoco prima che sia completamente uscito.

Premesso questo, vediamo come si prepara una crema di caffè con la moka. Prendete una macchinetta e riempite il serbatoio con l'acqua e poi il filtro con la miscela di caffè. Mettetela sul fuoco e appena escono le prime gocce di caffè, raccoglietele subito in un bicchiere con lo zucchero. La quantità da usare per fare la cremina corrisponde al numero di cucchiaini di zucchero che servono per le tazzine di caffè. Mescolate velocemente zucchero e gocce di caffè così da ottenere una cremina color nocciola e versatela sulle tazzine. Aggiungete poi il caffè che sarà venuto su dalla moka e avrete così la vostra crema di caffè.

Per una crema al caffè diversa da fare con la moka, potete sperimentare altre versioni per esempio sostituendo lo zucchero semolato con lo zucchero a velo, per un gusto più delicato. Ma esistono anche gli zuccheri aromatizzati alla nocciola, vaniglia e altro, per cui provate a mescolarli velocemente con le gocce di caffè venute su dalla moka e otterrete una crema al caffè aromatizzata al gusto che più vi piace. E poi, per una cremina più densa, potete invece mescolare al caffè qualche cucchiaino di crema di nocciole per poi versare altro caffè. In questo modo gusterete una specie di cioccolata calda al caffè.

Crema al caffè con mascarpone

Crema al caffè con mascarpone La crema al caffè con mascarpone è perfetta non solo da gustare al cucchiaio come dessert e guarnire con gocce di cioccolato o chicchi di caffè, ma è utile per farcire una soffice torta e un semifreddo come la cheescake o il tiramisù. Occorrono solo 15 minuti per prepararla, oltre ai seguenti ingredienti: 2 tazzine di caffè, 180 g di mascarpone (da tirare fuori dal frigo 15/30 minuti prima dell'utilizzo), 200 g di panna da montare, 2 cucchiai di zucchero a velo.

Per prima cosa riponete la panna nel freezer per mezz'ora e raffreddate sia le fruste che il contenitore dove sarà montata. Poi mettete il mascarpone in una ciotola e aggiungete lo zucchero a velo. Amalgamate bene con un cucchiaio di legno e montate con un frusta per rendere il composto spumoso e uniforme. Aggiungete ora il caffè, fatto raffreddare a temperatura ambiente, e mescolate con una spatola, dal basso verso l'alto, per farlo incorporare al mascarpone stando attenti a non smontare il composto. Coprite la ciotola con la pellicola e riponetela in frigo.

Nel frattempo montate la panna. Versatela in una pentola o un altro contenitore in acciaio che avrete raffreddato e azionate le fruste elettriche a una velocità moderata. Quando la panna sarà raddoppiata di volume unitela alla crema di mascarpone, sempre delicatamente e sempre con una spatola dal basso verso l'alto. Mettete il dessert così ottenuto in frigo per almeno 40 minuti.

Abbiamo detto che la crema al caffè con mascarpone può essere utilizzata anche per la farcitura di torte e semifreddi, provate quindi a inserirne qualche cucchiaiata in un sac à poche e farcirci dei golosi bignè. Per il tiramisù invece procuratevi dei savoiardi (circa 150 g riferendoci alle quantità di crema al caffè con mascarpone prima riportate) e del cacao. Preparate altro caffè (2 tazzine circa) e aggiungetevi 4 cucchiai di latte e bagnatevi i savoiardi. Adagiateli in una pirofila, formando uno strato, e aggiungete sopra una parte di crema al caffè con mascarpone preparata prima. Distribuite un altro strato di savoiardi imbevuti nel caffè e latte e completate con la restante crema, lasciandola semmai un po' per le decorazioni. Livellate la superficie con una spatola e, se avete tempo, guarnite la superficie con ciuffetti di crema di caffè al mascarpone e gocce di cioccolato.

Come fare la crema di caffè senza panna

Come fare la crema di caffè senza panna Per ottenere una consistenza simile alla granita, meglio fare la crema di caffè senza panna. Quest'ultima infatti dà alla crema un aspetto più compatto e spumoso e viene spesso sostituita dal latte intero. Vediamo come. Intanto per 4 porzioni, in bicchierini, vi servono 3 tazzine di caffè, 5 cucchiaini di zucchero semolato e 250 ml di latte. Per prima cosa versate il latte nel contenitore per fare i cubetti di ghiaccio e riponetelo nel congelatore per 45 minuti. Preparate come sempre il caffè e zuccheratelo quando è ancora caldo. Lasciatelo raffreddare, poi mettetelo nel frullatore insieme ai cubetti di latte congelato che avrete tolto dal freezer. Con 250 ml di latte si avranno più o meno 7 o 8 cubetti. Frullate fino a quando il composto non sarà cremoso e omogeneo. Versatelo nei bicchieri e decorate con una spolverizzata di cacao amaro.

Per avere invece una crema al caffè senza panna che sia bella consistente potete ricorrere alle uova o al burro. Per la versione con le uova, versate in una pentola 250 ml di latte e una tazzina di caffè ristretto. Sbattete un uovo a temperatura ambiente con un cucchiaio e mezzo di zucchero e un cucchiaio di farina per avere un composto spumoso e senza grumi da versare nel latte e caffè. Mescolate il tutto e mettete la pentola sul fuoco a fiamma bassa. Continuate a girare per far addensare la crema. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. In alternativa, non volendo ricorrere alla cottura, prendete un uovo, sempre a temperatura ambiente, montate a neve l'albume e sbattete il tuorlo con un cucchiaio di zucchero come si trattasse di uno zabaione. Aggiungete una tazzina di caffè e mescolate. Unite poi l'albume montato a neve e amalgamate il tutto dal basso verso l'alto. Mettete il composto in un bicchiere e riponetelo in frigorifero per almeno 2 ore.

Per quanto riguarda invece la versione della crema al caffè senza panna ma con il burro, preparate una tazzina di caffè e fatelo raffreddare. In una ciotola lavorate 200 g di burro, ammorbidito a temperatura ambiente, con 180 g di zucchero a velo: deve venir fuori una crema. Unite il caffè e continuate a mescolare finché il composto non diventi soffice e omogeneo e non abbia assorbito bene tutto il caffè. Mettete poi in frigo per rassodare. Questa crema vi servirà anche per preparare una mattonella al caffè senza uova.

Come fare la crema al caffè per torte

Come fare la crema al caffè per torte Con 500 ml di panna da montare, 100 ml di caffè e 100 g di zucchero semolato otterrete dunque una crema al caffè, perfetta per farcire e personalizzare torte e dolcetti. Il primo passo da compiere è la preparazione del caffè, con la moka o con la macchina del caffè espresso, che va zuccherato quando è ancora caldo. Poi va fatto subito raffreddare. Nel frattempo montate la panna e quando si sarà addensata, versate il caffè freddo a filo, continuando a montare a neve. Adesso la crema è pronta per farcire un Pan di Spagna, una torta paradiso o un rotolo e realizzare così un delicato gateau al sapore di caffè.

E che dire di una deliziosa pastiera da gustare nel bicchiere anziché nel piatto? Un dessert sicuramente insolito che, grazie ai suoi ingredienti, richiama molto i sapori del Meridione. Vi basterà cuocere in forno una base di pasta frolla già pronta a 200° per 10 minuti e poi sbriciolarla, tenendo i pezzettini da parte. Preparate il caffè e in un pentolino mettete 150 ml di latte insieme a 200 g di grano saraceno, una tazzina di caffè, la scorza grattugiata di un limone, una bustina di vanillina, 20 g di burro e 100 g di zucchero. Cuocete a fuoco dolce per avere una crema uniforme e girate continuamente per 10 minuti. Fate raffreddare. Intanto montate 2 tuorli a temperatura ambiente e unite 200 g di ricotta, una fialetta di fiori d'arancio e 60 g di canditi. Continuate a girare e rendere spumoso il composto. Quando la crema di caffè con il grano saraceno sarà fredda, incorporatela alle uova e ricotta. Amalgamate tutto, molto bene. A questo punto prendete 5 bicchieri e distribuitevi le briciole di pasta frolla e ricopritele con la crema della pastiera al caffè. Mettete in frigo per 20 minuti e gustate questa golosità.

Altro dolce rivisitato con la crema di caffè è la cheesecake. Provatela, non vedrete l'ora di assaggiarla. Gli ingredienti sono: 180 g di biscotti secchi, 100 g di burro, 500 ml di panna da montare, 200 g di formaggio cremoso, 80 g di zucchero semolato, 2 tazzine di caffè, 4 fogli di colla di pesce, granella di mandorle e crema di nocciole per decorare. Per la preparazione, cominciate dalla base, sbriciolate quindi i biscotti secchi grossolanamente con le mani in una ciotola. Versatevi il burro fatto sciogliere a temperatura ambiente. Mescolate e distribuite il composto in una tortiera. Livellate e premetelo con un cucchiaio, formando una base da mettere in freezer a solidificare. Preparate anche il caffè con la moka e mettete a bagno in acqua fredda la colla di pesce. Quando sarà ammorbidita, strizzatela e immergetela nelle due tazze di caffè in un pentolino. Portate al fuoco e fate sciogliere la colla di pesce senza formare grumi. Lasciate raffreddare. Intanto preparate la crema, montando il formaggio con lo zucchero. A parte montate a neve anche la panna. Unite poi le due creme molto delicatamente e versate, alla fine, il caffè con la colla di pesce. Mescolate il tutto. Riprendete dal freezer la base di biscotto e ricopritela con la crema al caffè. Livellatela con un cucchiaio e mettete il dolce in frigo per almeno 6 ore. Prima di servire la cheesecake alla crema di caffè, spolverizzate la superficie con della granella di mandorle e decorate con dei ciuffetti di crema di nocciole.

Come fare una buona crema al caffè

Come fare una buona crema al caffè Per avere una buona crema di caffè bisogna avere delle accortezze in più, a partire dalla base, cioè dal caffè. E per questo vi abbiamo già dato consigli riguardo a come preparare la moka a regola d'arte.

Altro trucchetto, soprattutto per la crema fredda, è far riposare il composto in freezer per circa 2 ore senza però farlo congelare e quindi indurire. Ogni tanto, o meglio, ogni mezz'ora, la crema andrebbe infatti tirata fuori, mescolata e rimessa in freezer. Se poi unite qualche goccia di liquore, la crema si congelerà più lentamente per via dell’alcol contenuto. E a proposito di crema fredda al caffè, se avete a casa una gelatiera, metteteci dentro la crema e il risultato sarà garantito!

Anche nel montare la panna va eseguito il giusto procedimento: le attrezzature devono essere ben fredde e pulite, la panna va riposta in freezer per 30 minuti e montata inizialmente a velocità media per farla rapprendere. Ricordate, infine, che la panna non va montata molto, altrimenti diventa burro e ritorna liquida.