Santa LuciaPresenta

Strudel salato con mozzarella, cipolla e radicchio rosso di Treviso

Ricetta creata da Galbani
Strudel salato con mozzarella, cipolla e radicchio rosso di Treviso
Prova con
Mozzarella Cucina Santa Lucia
Mozzarella Cucina Santa Lucia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Lo strudel salato è un piatto semplice da realizzare, veloce ma anche molto gustoso ed è un'ottima alternativa alla semplice torta salata.

Un guscio friabile di pasta brisée, che potete preparare voi in casa per avere la pasta fresca o acquistare già pronta, che racchiude un ripieno filante a base di Mozzarella Cucina Santa Lucia Galbani, cipolla e radicchio rosso: ottimo salva-cena per ospiti inaspettati, ma anche un piatto perfetto per tutta la famiglia quando non si ha voglia di stare troppo tempo ai fornelli ma, al tempo stesso, si desidera qualcosa di caldo e gustoso.

Facile da preparare, questa torta salata è molto gustosa e versatile: potete, infatti, prepararla con gli ingredienti che più vi piacciono e potete anche cucinarla in anticipo; più riposa, più prende gusto! La ricetta prevede l'uso della pasta brisée, ma se preferite potete scegliere anche un rotolo di pasta sfoglia già pronta o fatta da voi.

Potete, inoltre, preparare lo strudel salato in anticipo e servirlo ancora tiepido oppure potete tagliarlo a cubetti e gustarlo freddo come delizioso aperitivo a buffet. Per questo motivo, potete anche prepararla per un pranzo all'aperto o al sacco: i gusti, anche se fredda, rimarranno invariati anzi, sarà ancora più buona! Amata da grandi e bambini*, è una ricetta versatile e comoda che, una volta scoperta, rifarete e rifarete tantissime volte.

Vediamo allora insieme come realizzare questo gustoso strudel salato con mozzarella, cipolla e radicchio!

* sopra i 3 anni

Facile
4
50 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 1 rotolo di pasta brisée rotonda
  2. 1 Mozzarella Cucina Santa Lucia
  3. 2radicchi rossi di Treviso
  4. cipolle bianche
  5. scalogni
  6. 2porri
  7. 20 g di burro Santa Lucia
  8. 1/2 bicchiere di vino bianco
  9. sale e pepe

Preparazione

Seguite la nostra ricetta per preparare la torta salata con radicchio, vera e propria protagonista delle vostre tavole!

01

Mondate le cipolle, gli scalogni e i porri, quindi tagliateli finemente e metteteli a stufare in una casseruola con il burro, sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere per 15 minuti a fuoco basso.

02

Nel frattempo lavate, asciugate e tagliate finemente il radicchio rosso e tagliate a cubetti la Mozzarella Cucina Santa Lucia.

03

In una teglia da forno rettangolare stendete la pasta brisée, e cospargetevi sopra i cubetti di mozzarella, poi coprite la superficie con le cipolle stufate e con abbondante radicchio rosso condito con sale e pepe.

04

Arrotolate lo strudel e infornate a 220º per circa 15 minuti. Servite caldo.

Varianti

Sfizioso e facile da preparare, lo strudel salato è l'alternativa perfetta quando avete voglia di preparare simpatici stuzzichini o un piatto unico diverso dal solito.

Vi basta un rotolo di pasta sfoglia  o di pasta brisée già pronti e tanta fantasia ed ecco per voi tante idee varianti per realizzare uno strudel salato diverso per ogni occasione.

Una prima versione che potrete realizzare seguendo la nostra ricetta consiste nel sostituire la mozzarella con della scamorza e arricchire il ripieno a base di radicchio e cipolla con della frutta secca croccante, come ad esempio noci tritate e pinoli tostati oppure anacardi tritati.

Se amate il contrasto di sapori provate lo strudel salato con pere, asiago e noci, aggiungendo un cucchiaio di Ricotta Santa Lucia Galbani per amalgamare bene la farcia.

Una saporita e sfiziosa variante al pesce è invece quella a base di salmone e ricotta, da aromatizzare a piacere aggiungendo, ad esempio, aneto e semi di papavero.

Un'altra gustosa versione è la torta salata ricotta e spinaci, una preparazione cremosa a cui potete aggiungere altre verdure di vostro gusto per renderla ancora più sfiziosa.

Provate anche la torta salata patate e radicchio per variare un po' la vostra cucina: tagliate le patate, lavate e pulite, a fette sottili e adagiatele sul fondo della pasta sfoglia o basta brisée. Versateci sopra il radicchio saltato in padella come indica la ricetta e, sopra, adagiatevi altre fette di patate. Cuocete per quaranta minuti a 180° e condite con le spezie che più vi piacciono!

Suggerimenti

Per preparare la torta salata con radicchio è necessario scegliere ingredienti giusti e, soprattutto, lavarli con cura. Prendete il cespo di radicchio, tagliate la base e sfogliatelo grossolanamente. Lavate poi le foglie, una per volta se sono molto terrose, e tagliatele a strisce sottili.

Per evitare che il ripieno rilasci acqua durante la cottura, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e stendete sul fondo un po' di pangrattato.

Per rendere la vostra torta salata dorata e croccante, prima di infornarla spolverizzate la superficie con del parmigiano grattugiato e spennellate la pasta con dell'uovo sbattuto. Una curiosa decorazione è quella a crostata: cuocete degli asparagi a vapore e stendeteli sulla superficie della torta in modo da creare delle griglie. In questo modo la vostra torta salata sembrerà come una costata di frutta.

Potete però decorare la torta salata con radicchio in molti modi: prendete dei funghi per fare la terra, degli asparagi per fare i rami e dei pomodorini tagliati a metà per disegnare dei fiori, per esempio. Con dei ceci, invece, potete creare dei fantasiosi pois.

Per un tocco in più, aggiungete al ripieno un cucchiaio di formaggio caprino: la sua sapidità darà un sapore forte e deciso alla torta salata e, anche nel caso degli ingredienti più delicati, vi permetterà di avere un tocco deciso anche senza usare troppo sale.

Ricordate, infine, di stendere l'impasto nella teglia prima di iniziare a preparare il ripieno: in questo modo prenderà bene la forma della teglia. Per fare in modo che non si pieghi, mettete dentro dei sacchetti di legumi per aiutare la pasta a lasciarsi andare.

Curiosità

Il radicchio è un alimento molto gustoso che si narra sia nato come dono che l'autunno fa all'inverno. Con il termine "radicchio", in realtà, si intendono una molteplicità di varietà di insalate amare. Questo ortaggio, che si può consumare sia crudo che cotto, ha infatti un gusto amarognolo inconfondibile: se non amate questo aroma, potete lasciare affievolire le foglie in acqua per qualche ora.

Attorno al radicchio rosso trevigiano, nel particolare, le leggende che circolano sono moltissime. Alcuni contadini narrano che degli uccelli lasciarono cadere i semi di questa pianta dal campanile di Dosson, in tempi addietro. Altri, invece, raccontano che il radicchio rosso era una piantina spontanea che nasceva lungo i fossi e i confini degli orti fino a che qualcuno scoprì la sua bontà.

La leggenda più famosa è quella raccontata da un pensionato di Treviso. Questi narra che, in un giorno invernale, un contadino trevigiano portò a casa dei radicchi di campo, ammassandoli in una carriola per praticità. Li dimenticò, però, in un angolo e, giorni dopo, un agricoltore si avvicinò alla carriola e raccolse da questa una piantina ormai marcia. Pulendola, però, dalle foglie esterne appassite, al suo interno trovò un cuore sano e rosso vivo: era il radicchio trevigiano.

A livello storico, invece, secondo degli studi pare che il radicchio si iniziò a coltivare verso la metà del XVI secolo. Nel 1900 a Treviso si inaugurò addirittura una mostra, la prima dedicata al radicchio, sotto la Loggia della Piazza dei Signori. Questa mostra venne poi ripetuta negli anni, sempre a Treviso, e conobbe uno stop solo in due occasioni: durante le due Guerre Mondiali.

Prova anche

Ti potrebbe interessare anche