Come cucinare il tonno fresco

Galbani
Il tonno non è solo un ingrediente buonissimo per ricette di primi e secondi, ma è anche un grande alleato in cucina. Oltre al tonno in scatola, buonissimo per farcire toast, arricchire insalate, pizze e non solo, anche il tonno fresco si presta a molte preparazioni e a diversi metodi di cottura che ne esaltano il gusto e il profumo, ispirando ricette adatte a ogni occasione.

Grazie ai nostri consigli imparerete come cucinare il tonno fresco in padella, per ottenere un piatto gustoso in pochissimo tempo, e come preparare un piatto più ricercato, come il filetto di tonno in crosta.

Con un po' di creatività, il tonno diventa un secondo piatto veloce da cucinare in padella per una cena informale in famiglia, un delizioso piatto unico per un pranzo all’aria aperta, una portata importante e scenografica se cucinato al forno e servito al cartoccio o impanato, nonché un ottimo alleato per realizzare sfiziosi aperitivi a base di pesce. Oggi impareremo tutti i modi per cucinarlo e quali sono gli abbinamenti più adatti per portare in tavola piatti da veri chef.

Come cucinare il filetto di tonno

Come cucinare il filetto di tonno Il filetto di tonno, carnoso e pieno di gusto, è il taglio giusto per una ricetta da proporre quando avete voglia di stupire i vostri ospiti e lasciarli a bocca piena! Andate in pescheria e chiedete 1 kg di filetto di tonno fresco, tornate a casa e mettetevi ai fornelli. Porterete in tavola un buonissimo filetto di tonno avvolto da uno strato di patate croccanti e saporite che daranno al gusto del pesce un tocco di un’intensità irresistibile. Una volta acquistato il filetto di tonno in pescheria, non dovete fare altro che prepararlo alla cottura, non ha infatti bisogno di essere pulito o sciacquato sotto acqua corrente.

Per cucinare il tonno in crosta , cominciate a lavare 400 g di patate; sbucciatele e sciacquatele sotto l’acqua corrente. Asciugatele con un canovaccio di lino pulito, grattugiatele con una grattugia dai fori larghi e mettetele in una ciotola con acqua ghiacciata per 30 minuti. Scolatele e lasciatele asciugare su un canovaccio di lino tamponandole delicatamente. Su un tagliere, preparate un trito con qualche rametto di rosmarino e 1 cipolla di media grandezza e unitelo alle patate asciutte. In una pirofila unta d’olio, adagiate il tonno e copritelo con il composto di patate, compattando bene con le mani. Condite con un filo d’olio extravergine d’oliva e aggiustate di sale e pepe. Infornate a 180° per 15 minuti e poi passate alla funzione grill per 5 minuti per far risultare le patate dorate e croccanti. Sistemate il tonno in un piatto da portata, decoratelo con qualche rametto di rosmarino e servite tagliandolo a fettine.

Ora che sapete come cucinare il trancio di tonno, ricordate che per un risultato ottimale, il filetto di tonno non deve cuocere troppo, meglio quindi sfornarlo qualche minuto prima o spegnere il fuoco in anticipo perché, se cotta troppo, la carne del tonno può risultare stopposa e poco gradevole, perdendo così tutto il suo sapore.

Il filetto di tonno può essere cotto anche in padella con una leggera infarinatura che sul fuoco formerà una deliziosa salsina aromatica per avvolgere la carne del tonno esaltandone il sapore. Se state già assaporando il sapore del filetto di tonno in padella, non vi resta che memorizzare la ricetta e correre a fare la spesa. Cospargete con un velo di farina un filetto di tonno da 700 g e mettetelo da parte. Preparate un trito di erbe mescolando insieme 1 cucchiaio di foglioline di timo, 1 ciuffo di prezzemolo, gli aghi di 1 rametto di rosmarino, 2 foglie di salvia e 2 foglie grandi di basilico fresco. Mettetelo in una padella antiaderente capiente e con i bordi alti insieme a 1 spicchio d’aglio vestito e a 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva e fate riscaldare per un paio di minuti. Unite il filetto e fatelo rosolare su tutti i lati a fiamma bassa, sfumate con 1 bicchiere di vino bianco secco, coprite con un coperchio e proseguite la cottura per 10 minuti al massimo, avendo cura di rigirare il filetto. Una volta pronto, servite il pesce in un piatto da portata precedentemente riscaldato e decorate con 1 cucchiaio di capperi, qualche oliva verde e pomodorini secchi.

Non solo cotto, però, il filetto di tonno dà grandi risultati. Tra le ricette più buone da preparare con il tonno crudo, infatti, c’è sicuramente la tartare , immancabile tra i secondi piatti di un pranzo al mare o tra gli antipasti di una cena gourmet.

La tartare di tonno si prepara tagliando il filetto di tonno a fette non troppo spesse, ridotte poi a striscioline e a cubetti che verranno sapientemente conditi con un bouquet di spezie e aromi dal profumo inebriante. Cominciamo! Spellate con cura 1 radice di zenzero fresco, lavatela, asciugatela e grattugiatela. Disponetela in una ciotola e condite con 1 pizzico di sale e 1 cucchiaio di olio. Aggiungete il succo di 1 lime e di 1 arancia spremuti e filtrati, e mescolate. Affettate 1 cipollotto molto sottilmente e aggiungetelo nella ciotola con 2 cucchiai di salsa di soia, 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva e poco pepe bianco. Emulsionate e lasciate riposare. Adesso potete cominciare a comporre la tartare: impiattate il tonno aiutandovi con un coppapasta dal diametro di 10 cm, pressate bene con le mani; coprite la tartare con un’insalata di germogli, condite con 2 cucchiai dell’emulsione. Servite la tartare accompagnata da un’insalata di germogli e misticanza, condite con l’emulsione rimasta e unitevi qualche crostino di pane abbrustolito. Per variare la ricetta, potete completare il piatto preparando una salsa ottenuta diluendo qualche cucchiaio di maionese in poca acqua fredda.

Non dimenticate che tra le ricette degli antipasti potete anche proporre il carpaccio di tonno e il sushi, facile da preparare anche a casa, protagonista incontrastato di tante cene al ristorante con gli amici

Come cucinare il tonno fresco al forno

Come cucinare il tonno fresco al forno Cucinare il tonno fresco al forno è un’operazione molto delicata, dovete infatti prestare molta attenzione ai tempi e alla temperatura per non correre il rischio di cuocere troppo la carne e portare in tavola un tonno asciutto e stopposo. Il giusto accompagnamento per una pirofila in cui riposa indisturbato un buon tonno è semplice e mai pretenzioso, ha il compito di esaltare il sapore delle carni e rendere omaggio a un pesce che si trova perfettamente a suo agio nel palmarès degli alimenti più buoni e versatili della cucina. Un semplice contorno di patate lesse e ripassate in padella, profumate con aghi di rosmarino andrà benissimo.

Per preparare un tonno al forno perfetto e ricevere un fragoroso applauso subito dopo il primo boccone, andate in pescheria e comprate un tonno fresco da 1,5 kg privato di branchie, viscere e pinne laterali. Portatelo a casa e preparatelo con la certezza di realizzare un grande piatto. Aprite il pesce con le forbici, passatelo sotto l’acqua corrente e mettetelo dentro una pirofila unta con l’olio. Preparate un trito con 1 ramo di finocchietto, qualche fogliolina di menta e 1 spicchio d’aglio e mescolatelo in una ciotolina con 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva, sale grosso e pepe. Aggiungete la scorza di 1 arancia grattugiata e mescolate. Riempite la pancia del pesce con questo profumato condimento e distribuitelo anche sulla superficie. Lasciate insaporire e intanto lavate 4 pomodori ramati, asciugateli e tagliateli a spicchi, privandoli dei semi; distribuiteli intorno al tonno insieme a 30 g di olive verdi e a un cucchiaio di capperi sottaceto. Infornate a 190° per 20 minuti e servite il vostro tonno al forno con il contorno di patate.

Se dovete preparare il tonno al forno per i vostri bambini*, il nostro consiglio è di optare per un tonnetto di piccole dimensioni, e servirglielo nel piatto già pulito e accompagnato da gustose salse per rendere il tutto più appetitoso.

* sopra i 3 anni

Come cucinare il tonno fresco in padella

Come cucinare il tonno fresco in padella Il tonno fresco cotto in padella sprigiona in casa un profumo inconfondibile. Le sue carni, leggermente scottate, si esprimono al meglio rilasciando un sapore e un gusto che soddisfano tutti i palati. In padella abbiamo già visto come sia possibile cucinare anche un gustoso filetto di tonno. Adesso ci occuperemo di cucinare con questo metodo tranci o bocconcini per piatti originali e divertenti, adatti al menu di un pranzo estivo con gli amici, su una barca magari, all'insegna della pesca di pesci e di una semplice bontà. La padella è lo strumento adatto per preparare un saporito tonno in umido al pomodoro , un piatto davvero facile da preparare e in perfetto stile mediterraneo. Tagliate 1 kg di tonno a cubetti di 4-5 cm di diametro con un coltello molto affilato; in un bicchiere, versate 200 ml di aceto bianco e diluitevi 2 cucchiai di concentrato di pomodoro. In una padella antiaderente, fate scaldare due cucchiai di olio extravergine d’oliva e fate colorire 2 spicchi d’aglio vestiti. Versate il concentrato di pomodoro, continuate a scaldare a fuoco molto basso e spegnete. In un’altra padella, passate il tonno nell’olio caldo in modo da scottarne leggermente la superficie e imprigionare all’interno i liquidi. Togliete il pesce dal fuoco, asciugatelo bene con un foglio di carta assorbente e disponetelo nella padella con il fondo di cottura preparato. Cuocete a fiamma molto bassa e aggiungete ancora mezzo bicchierino d’aceto. Fate sfumare e unite 2 foglie di alloro e 1 bicchiere di vino bianco secco. Fate sfumare e lasciate riposare; servite il tonno con un contorno di zucchine trifolate che, tra tutte le verdure, conferiscono al piatto una consistenza e un sapore più delicati.

La padella è lo strumento con cui cucinare il tonno anche come condimento di piatti di pasta come questi spaghetti resi speciali da qualche bocconcino di mozzarella, capperi, pomodorini sottolio e granella di pistacchi.

Potete per esempio preparare un'ottima pasta al tonno fresco, facendo rosolare dei pezzi di tonno già pulito in padella con una noce di burro per alcuni minuti. Aggiungete poi sale, pepe e succo di un limone e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco. Versate nella padella la pasta al dente mantenendola un po' umida e mescolate. Guarnite con la scorza grattugiata del limone e del prezzemolo. Se poi gradite una nota più sapida, potete sostituire la scorza di limone con un cucchiaino di bottarga.

Non solo pasta per i primi piatti, però, perché anche il tonno, come il salmone, si mescola anche con il riso per portare in tavola un risotto morbido e cremoso. Vi basterà saltare 200 g di tonno diviso a cubetti in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e aggiungerlo a 300 g di riso tostato in padella con 70 g di burro e sfumato con 1 bicchiere di vino. Una volta che il vino è evaporato, proseguite con la cottura del risotto come da copione, aggiungendo il brodo vegetale e unendo i cubetti di tonno che, piano piano, cominceranno a sgretolarsi mescolandosi con il liquido di cottura e creando una crema densa e invitante. Profumate con un trito di prezzemolo fresco e servite in tavola un risotto al tonno, perfettamente all’onda.

Come cucinare il tonno fresco alla piastra

Come cucinare il tonno fresco alla piastra Cucinare il tonno fresco alla piastra dà modo di utilizzare la sua carne in tante ricette diverse, ma la più adatta è sicuramente una preparazione veloce che prevede una marinatura e tempi di cottura brevi a temperature alte. Il tonno sulla piastra deve essere cucinato in tranci che devono essere spellati perché la pelle tende a bruciarsi subito. Il modo migliore per portare in tavola un buon piatto di tonno alla piastra è marinarlo, scottarlo brevemente e accompagnarlo con un'insalata verde con qualche ravanello affettato sottilmente. Per 4 tranci di tonno da 200 g la marinatura perfetta prevede l’emulsione di pochi ingredienti: 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, il succo di un’arancia non trattata, qualche ago di rosmarino, uno spicchio d’aglio, sale e pepe. Spennellate i tranci con la marinatura perché la carne cominci ad assorbire i succhi; quindi, mettete i tranci in una ciotola capiente e copriteli con il liquido rimasto. Lasciate riposare in frigo per 1 ora e cuocete pochi minuti per lato.

Quando la bella stagione comincia a fare capolino e il fine settimana si riscalda grazie all'aria più tiepida e piacevole, potete sostituire la piastra con la griglia perché il profumo del tonno cotto sul barbecue è evocativo dei pranzi in giardino con gli amici in cui un piatto come un’insalata aromatica al profumo di mare non può mancare.

Se il vostro barbecue non aspetta che voi, correte a lucidare la griglia con olio extravergine d’oliva e preparatela alla perfetta cottura di un filetto di tonno fresco che sarà il protagonista di un piatto unico imperdibile. In una padella antiaderente o in un wok, scaldate 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, aggiungete 3 cucchiai di anacardi, 3 cucchiai di arachidi e fate saltare per 3-4 minuti. Aggiungete un pizzico di sale, 1 peperoncino verde tritato e privato dei semi e 1 cucchiaino di radici di zenzero tritate e fate saltare per 30 secondi. Aggiungete una manciata di foglie di coriandolo e 100 g di rucola. Condite con la scorza grattugiata e il succo di 1 lime mescolato a un cucchiaino di olio di sesamo. Cuocete alla griglia un trancio di tonno di 250 g, 1 minuto per lato, tagliatelo a fettine e unitelo delicatamente all’ insalata di rucola e frutta secca .

Accompagnato da una mozzarella, rucola e pomodori, il tonno alla griglia, condito con limone, olio, sale e pepe è una vera delizia.

Come cucinare il tonno fresco al cartoccio

Come cucinare il tonno fresco al cartoccio Il cartoccio è una preparazione semplice ma molto scenografica. Si adatta a pranzi e cene veloci in cui, nonostante la semplicità della ricetta, volete fare bella figura. È un metodo di cottura che mantiene l’umidità e rende il pesce molto succoso, immerso in una deliziosa crema di cottura fatta di tutto il sapore del mare. Ricordate che il tonno adatto a questo metodo di cottura deve essere tagliato in tranci e privato della pelle. Gli ingredienti con cui riempire il cartoccio sono semplici e sempre reperibili in cucina: pomodorini, prezzemolo, timo, aglio o cipolla, capperi, olive, acciughe marinate. Cotti in forno, dentro il tepore del cartoccio, sprigioneranno un profumo che esalterà il sapore del tonno servito con un buon contorno di verdure di stagione. Prendete 4 tranci da 200 g di tonno e sistemateli su 4 fogli di carta da forno abbastanza larghi da poter essere chiusi come fagottini. Irrorate subito ciascun trancio con un cucchiaio di olio e preparate un intingolo con il resto degli ingredienti: in una ciotola, unite 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 1 cucchiaio di capperi, 1 cucchiaio di olive nere denocciolate e 1 cucchiaio di olive verdi, 1 spicchio d’aglio molto piccolo, qualche fetta di cipolla sottile, un’acciuga marinata, sale, pepe e qualche fogliolina di timo fresco. Chiudete i cartocci e lasciate riposare qualche minuto. Nel frattempo, portate il forno a 180°, sistemate i cartocci in una teglia unta d’olio e infornate per 15 minuti. Servite il tonno direttamente nel cartoccio con il suo sugo, sarà molto piacevole per i vostri ospiti scartare questo regalo culinario e pregustare tutto il sapore di questo piatto buonissimo attraverso il profumo che si sprigionerà immediatamente.

Come cucinare il tonno impanato

Come cucinare il tonno impanato Di impanate non ci sono solo le cotolette. Anche i tranci di tonno fresco, se rivestiti da una dorata e croccante panatura, faranno gola a grandi e bambini*. E allora, una buona panatura arricchita da erbe aromatiche e spezie è l’involucro adatto a contenere una tenerissima carne di tonno dal guscio croccante e gustoso. Pochi ingredienti e una preparazione facile per servire alla vostra famiglia, in una sera come un’altra, un piatto speciale che coccoli tutti. Se aprite la dispensa e vi accorgete che in un angolo è rimasto, solitario, un pezzo di pane raffermo: utilizzatelo per la panatura. Le briciole del pane raffermo tritato in casa, infatti, danno una consistenza molto diversa alla panatura, la rendono più croccante e saporita.

Per 4 tranci di tonno da 200 g dovrete tritare in un mixer il pane, sia la mollica sia la parte esterna, e aggiungere 1 cucchiaio di foglioline di timo, 1 cucchiaio di lamelle di mandorle, 1 cucchiaio di pinoli, sale e pepe. Sistemate il trito su un tagliere di legno e adagiatevi i tranci di tonno, precedentemente immersi nelle uova sbattute, facendo pressione con le mani affinché aderisca bene. Adesso sta a voi scegliere il metodo di cottura, questa preparazione, infatti si presta alla cottura in forno e alla cottura in padella, molto dipende dai gusti dei commensali. È pur vero che una ricetta così facile e buona deve essere replicata e non vi resta, quindi, che alternare forno e padella.

Se scegliete la padella, scaldate 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva e friggete i tranci di tonno 3-4 minuti per lato. Scolateli velocemente su un vassoio rivestito di carta assorbente e servite i tranci nei piatti, accompagnati da un'insalata di valerianella e radicchio trevigiano. Se, invece, avete scelto di provare prima la cottura in forno, preriscaldatelo a 180°, sistemate i tranci in una teglia precedentemente unta d’olio e infornate per 15 minuti, rigirando i tranci una o due volte. In questo caso, il contorno più adatto sono sicuramente le patate al forno.

*sopra i 3 anni

Come cucinare il tonno fresco alla siciliana

Come cucinare il tonno fresco alla siciliana Sono i colori di questo piatto a catturare per primi l’attenzione, seguiti subito dalle dolci note del profumo del mare e dal sapore di ingredienti semplici, di memoria araba, che si sposano con il gusto del tonno rosso. Sembra di ammirare una foto, una di quelle che si trovano sui libri di cucina e che esaltano le sfumature degli alimenti, rendendoli appetitosi, ma la padella è sotto i nostri occhi. Sbucciate 4 cipolle di Tropea, tagliatele à la julienne e, in una padella capiente, fatele colorire in 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva. Aggiungete 2 cucchiai di zucchero, 1/2 bicchiere di aceto di vino, 1 bicchiere di vino rosso e 8 foglie di menta. Coprite e stufate per un quarto d’ora a fiamma bassa. Ricordate che le cipolle devono cuocere lentamente senza prendere troppo colore. Salate, pepate e lasciate raffreddare. Scottate 4 fette di tonno rosso del peso di 120 g l’una in una padella antiaderente calda, 30 secondi per lato. Aggiungete la cipollata e completate la cottura.

A questo punto non vi resta che ringraziare la Sicilia per questa prelibatezza e mettervi subito ai fornelli per replicarla tra le pareti della vostra cucina.

Come cucinare il tonno fresco al sesamo

Come cucinare il tonno fresco al sesamo Si sa che il tonno e il sesamo creano un legame culinario dal profumo e dal sapore inconfondibili. È un facile connubio che riscuote sempre molto successo ed è tra le preparazioni più facili e versatili di tutte le ricette con tonno fresco. Deliziosi e belli da vedere, i tranci di tonno fresco, con una delicata panatura al sesamo , colorano il piatto e stuzzicano un irresistibile appetito. Per prima cosa, disponete su una spianatoia o su un vassoio capiente 150 g di semi di sesamo e passatevi 4 tranci di tonno da 150 g l’uno, pressando bene con le mani. Sistemateli su un piatto e metteteli a riposare in frigorifero per 30 minuti. Nel frattempo, preparate quello che, tra tutti i contorni, meglio si presta a esaltare la bontà di questa preparazione: in un’insalatiera unite 3 pomodori ramati e tagliati a cubetti, una cipolla rossa di Tropea affettata sottilmente, qualche fogliolina di timo, un ciuffo di valerianella, sale e pepe. Condite il tutto con 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva e lasciate riposare a temperatura ambiente. Nel frattempo, in una padella capiente, fate riscaldare abbondante olio di arachidi e, una volta raggiunta la giusta temperatura, immergete i tranci di tonno per un paio di minuti. Scolateli su un piatto rivestito di carta assorbente e disponeteli su un piatto da portata alternandoli all’insalata. Servite con crostini di pane casereccio tostato, conditi con salse agli aromi.

Il tonno al sesamo si inserisce benissimo anche come ingrediente di un'insalata arricchita con mozzarella e avocado, per un gusto imperdibile.