GalbaninoPresenta

Involtini agli sfilacci

Ricetta creata da Galbani
Prova con
Galbanino l'originale
Galbanino l'originale
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

Oggi vi proponiamo una ricetta particolare, ossia gli involtini con carne di cavallo che sono un secondo piatto gustoso e saporito. Viene preparata con delle melanzane ovali grigliate, tagliate a fette sulle quali andrete a mettere sia del Galbanino che degli sfilacci di cavallo.

La carne equina ha un sapore molto particolare, dolciastro ed è magra e tenera. La troviamo all’interno di svariate ricette sia macinata, che al forno, al sugo o grigliata.

In Puglia, gli involtini di carne di cavallo vengono chiamati brasciole e sono cotti nella passata di pomodoro, con aglio e prezzemolo, cipolla, lardo, caciocavallo, vino rosso e peperoncino. Sono cucinati in special modo dai baresi, che la domenica portano in tavola questo piatto tipico all’ora di pranzo, da gustare accompagnato da un bel bicchiere di vino rosso.

Una cosa importante da tener conto prima di cuocere gli involtini con carne di cavallo in padella, sono i tempi di cottura, perché le carni magre si induriscono più facilmente ed è quindi più indicata la cottura al sangue nei tagli più spessi o in alternativa farla marinare.

Se vi abbiamo incuriosito abbastanza, allora è arrivato il momento di procedere alla preparazione di questi buonissimi involtini con carne di cavallo, in modo da stupire piacevolmente i vostri graditissimi ospiti!

Facile
4
90 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 4 melanzane ovali
  2. 100g sfilacci di cavallo
  3. 200g Galbanino
  4. sale
  5. pepe
  6. olio

Preparazione

Preparare gli involtini di carne di cavallo è davvero semplice. Cimentatevi in cucina e avrete un piatto particolare da servire in tavola. Andiamo a vedere come.

01

Tagliare le melanzane a fette di 3/4 millimetri, cospargerle con sale grosso per togliere l'amaro, poi grigliare.

02

Prendere una fettina di melanzana, coprirla con fettine di Galbanino, un po' di pepe e sale, coprire con sfilacci di cavallo e arrotolare, fermare il rotolino con uno stuzzicadenti, ungere una teglia da forno.

03

Mettere gli involtini e far grigliare 5 minuti finche' il Galbanino si scioglie un pochino.

Varianti

La Calabria è un’altra regione dove mangiare fette di carne o involtini di cavallo è abbastanza comune. Le polpette fritte con carne macinata di cavallo condite con aglio, pecorino, capperi, prezzemolo, peperoncino, uovo, pangrattato ed un pizzico di sale e pepe, sono molto apprezzate non solo dai calabresi ma anche dai numerosi turisti che vi soggiornano.

Anche in Puglia troverete sia le braciole di cavallo che gli involtini, perché questo tipo di carne è molto diffuso. Il sugo degli involtini, se avanzato, viene poi utilizzato per condire le orecchiette, tipica pasta pugliese.

Un semplice secondo come degli involtini di carne si presta a tante varianti anche di tipo etnico ed esotico come gli involtini primavera o quelli vietnamiti. Vi consigliamo di provare gli involtini ripieni al gorgonzola se amate il formaggio. Usate un batticarne su delle fettine di pollo da entrambi i lati, in modo da assottigliarle il più possibile. Ora mescolate pane bagnato con il latte, strizzatelo e aggiungete il gorgonzola. Il ripieno andrà spalmato sulle fette di pollo con l’aggiunta di alcune foglie di alloro. Fate rosolare sul fuoco gli involtini pronti dentro una padella con olio extravergine d’oliva.

Col pesce potete sperimentare i golosi involtini ripieni con acciughe preparati con carne di manzo, prosciutto cotto, formaggio, filetti di acciughe sott’olio, burro e durante la cottura ricordate di aggiungere un bicchiere di vino bianco.

Suggerimenti

Se non sapete come cucinare la carne di cavallo o quali parti sono indicate nelle varie ricette, vi basterà fare qualche ricerca.

La cottura ideale per questo tipo di carne è al sangue, ma potete anche scegliere di cuocerla in umido, o nel sugo. Essendo molto magra dovrete usare per ammorbidirla del burro o dell’olio d’oliva, per evitare che si cuocia troppo o addirittura si bruci. C’è anche chi la preferisce cruda, in piatti come il carpaccio, condito con rucola, parmigiano, alcuni cucchiai d’olio e aceto. In questo caso però sarebbe meglio marinare preventivamente la carne di cavallo con aceto e succo di limone in caso vi piacesse anche preparata alla tartara.

Col macinato è possibile preparare degli hamburger da cuocere alla griglia, delle polpette o del ragù di pomodoro, ma anche un gustoso polpettone casalingo.

Per la cottura in forno vi consigliamo un taglio specifico da fare arrosto che potrete chiedere al vostro macellaio di fiducia.

Per la griglia, invece, sono più indicati tagli come bistecche e filetti o fettine molto sottili per fare una tagliata.

I contorni, per accompagnare questo particolare secondo di carne, vanno dalle patate al forno, alle verdure grigliate fino a delle belle insalate condite con un cucchiaino di buon olio extravergine d’oliva. I sapori di queste pietanze renderanno speciale un simile piatto di portata qualsiasi sia l’occasione!

Curiosità

L’uso di questa particolare carne era più diffuso nella parte meridionale d’Italia, in zone come la Puglia, la Sicilia e la Calabria, ma anche nel piacentino dove si cucina un ragù chiamato picula ad caval, preparato con del lardo, peperoni e cipolla.

Nel Veneto troviamo un piatto tipico e antico a base di sfilacci di cavallo realizzati con un elaborato procedimento di salatura, affumicatura e battitura.

Ad oggi però le macellerie che vendono carne di cavallo sono molto diminuite, un po’ perché se ne mangia di meno, ma anche per via delle numerose regole burocratiche relative alla macellazione equina. Resta comunque la regione Puglia quella con la maggiore diffusione, produzione e consumo di carne di cavallo.

Da sempre questo tipo di carne è stata considerata adatta per gli sportivi che necessitano di un maggior apporto di energia, ma anche per gli adolescenti in crescita.

In alcuni paesi stranieri, come la Spagna, non viene consumata tranne che in zone molto specifiche, ma viene esportata in Italia e Francia.

In alcuni stati americani come la California è addirittura stato vietato per legge l’uso ed il consumo di carne equina nei ristoranti, questo perché i cittadini americani hanno una sorta di rifiuto culturale nei confronti di questo alimento, considerando il cavallo come un animale d’affezione.

Prova anche

Ti potrebbe interessare anche