Come fare il polpettone

Galbani
Come fare il polpettone
È domenica, i profumi dalla cucina invadono la casa, tutti cominciano ad arrivare alla spicciolata e prendono posto in tavola, pregustando già il sapore dei primi e dei secondi che si avvicenderanno in un balletto gastronomico ricco di tante note golose e succulenti.

E se tra i primi piatti della tradizione italiana trionfano le lasagne della mamma, i secondi che vanno per la maggiore, sia per i grandi sia per i bambini* vanno dall’arrosto con contorno di patate, al polpettone.

E per soddisfare tutti, fare un buon polpettone è una garanzia che bisogna assicurarsi ed ecco che oggi scopriremo insieme i tanti modi per prepararlo, farcirlo e cucinarlo, con metodi di cottura diversi e tanti contorni che mettono allegria a tutta la famiglia.

*sopra i tre anni

Come fare il polpettone di carne macinata

Come fare il polpettone di carne macinata Il polpettone classico, quello più tipico che impera nell’immaginario collettivo è sicuramente quello di carne macinata. Tante varietà di carne che, messe insieme, si amalgamano per dare vita ad una preparazione sempre molto saporita. La carne di manzo, la carne di maiale, la carne di vitello, la carne di tacchino, di pollo, la pancetta, il prosciutto, la salsiccia: sono tutti gli ingredienti base per un buon polpettone di carne, fatto a regola d’arte. Per chi ama stare ai fornelli, c’è un piccolo segreto che è utile conoscere se si vuole preparare questo buonissimo secondo e si vuole fare bella figura: il polpettone si può cuocere in anticipo e, anzi, se mangiato dopo qualche ora, è addirittura più buono perché tutti sapori hanno avuto il tempo di amalgamarsi tra loro. Sia che decidiate di cucinarlo in padella, sia che lo cuociate in forno, vi basterà scaldarlo e portarlo in tavola insieme al suo contorno. Ma scoprirete che è buonissimo anche freddo, perfetto per un picnic fuori porta in una bella giornata di sole. Riunite tutti gli ingredienti sul vostro tavolo da lavoro così da poter preparare il composto in tutta comodità e munitevi di guanti da cucina per amalgamarlo bene con le mani.

Il procedimento per preparare il composto di carne è davvero semplice: optate per la carne che preferite e lasciate scegliere il macinato migliore dal vostro macellaio di fiducia. Mettetelo in una ciotola molto capiente e, in una terrina a parte, bagnate 300 g di mollica di pane raffermo sbriciolata con 150 ml di latte tiepido. Lasciatela in ammollo per 15 minuti circa, strizzatela bene tra le mani e unitela a 500 g di carne. Amalgamate i due ingredienti e fate riposare. Su un tagliere, preparate un trito con uno spicchio d'aglio e un ciuffo di prezzemolo, unitelo alla carne e impastate. Affettate 100 g di prosciutto cotto a fettine sottili e poi tritatele con il coltello, aggiungetelo all'impasto, unite 2 uova, una generosa spolverizzata di parmigiano grattugiato e aggiustate di sale e pepe nero macinato al momento. L’impasto del vostro polpettone è pronto e nulla vi vieta di aggiungere altri ingredienti come mortadella o speck e tutti quelli che i vostri gusti e la vostra fantasia vi suggeriscono.

Questa preparazione è adatta sia per portare in tavola un polpettone al forno, sia per prepararlo in padella e servire, quindi, un polpettone più umido e dalla consistenza diversa. La ricetta è semplice, non potete dire il contrario, ma il risultato è un piatto unico e molto gustoso.

Come fare il polpettone ripieno

Come fare il polpettone ripieno Oltre alla preparazione classica del polpettone di carne, questa ricetta si presta anche a tante farciture che fanno del polpettone un piatto imperdibile. La farcitura di questo secondo di carne delizioso ha moltissime varianti; sta quindi al gusto e alla creatività dello chef scegliere il ripieno e sistemarlo ad arte per ottenere uno scrigno di carne che contenga tanta bontà. Formaggi, verdura, prosciutti e salumi, da soli o abbinati tra loro, sono gli ingredienti a cui ispirarsi per tirare fuori dal cassetto delle idee culinarie un ripieno da applausi. Dopo aver preparato il composto con il macinato di carne che preferite, stendete su una spianatoia un foglio di carta da forno e posizionatevi il polpettone; prendete un altro foglio di carta e sistematelo sopra la carne. Con le mani, cominciate a schiacciare la carne e datele una forma rettangolare. Nel momento in cui avrete raggiunto il giusto spessore per poter arrotolare con facilità il polpettone, togliete la carta e dedicatevi al ripieno.

Un grande classico è il ripieno al formaggio e il polpettone con cuore di formaggino non deluderà sicuramente i più piccoli*. Per i più golosi, invece, riservate un taglio che sveli un cuore filante di mozzarella. In questo caso, se questa è la vostra scelta, il consiglio che dovete seguire è quello di preparare la mozzarella qualche ora prima per eliminare gran parte del latte che, bagnando il composto di carne, rischierebbe di fuoriuscire in cottura e bruciare la base del polpettone. Pertanto, affettate la mozzarella qualche ora prima di utilizzarla e lasciatela scolare in un colino dalle maglie strette. Quindi, riducetela in fettine sottili, tamponatele con un canovaccio di lino pulito e distribuitele sulla carne. Tuttavia, se volete ovviare al problema dell’umidità della mozzarella, potete scegliere una scamorza che, avendo una pasta molto più asciutta, non ha bisogno di essere preparata precedentemente. Se avete insaporito bene l’impasto, non dovrete aggiungere altro, ma nulla vi vieta di profumare questo semplice ripieno con erbe aromatiche, aromi o spezie.

Adesso è arrivato il momento di arrotolare il polpettone e sistemarlo in forno perché la magia si compia. Aiutandovi con la carta alla base, cominciate ad arrotolare dal lato della lunghezza, avendo cura di compattare anche i bordi ad ogni giro. Una volta che il polpettone ha preso la sua forma definitiva, avvolgetelo in un foglio di alluminio e lasciatelo riposare in frigorifero per 30 minuti. La cottura perfetta per questo polpettone è al forno, ma anche cotto in padella dà le sue grandi soddisfazioni.

Se vi piace, potete farcire il polpettone alla mozzarella aggiungendo il prosciutto cotto, un secondo piatto che saprà conquistare soprattutto i bambini*.

Per un ripieno dal sapore più fresco, le verdure si candidano come ingrediente ideale e in questo caso le ricette sono davvero tante: carciofi, mozzarella e speck per un polpettone imperdibile e una cottura al cartoccio per un polpettone morbido e succoso, ripieno di prosciutto e Galbanino.

Qualsiasi farcitura scegliate, ricordate sempre di lasciare intiepidire il polpettone prima di tagliarlo, eviterete così il rischio di rovinare il bordo delle fette e la carne sarà diventata più compatta.

*sopra i 3 anni

Come fare il polpettone al forno

Come fare il polpettone al forno Il polpettone al forno è un piatto che evoca pranzi in famiglia in cui si lancia sempre la sfida all’ultima fetta. Potete scegliere una generosa spolverizzata con il pangrattato per un polpettone cotto in forno che sotto una crosta croccante nasconde un ripieno di carne succulento, oppure un involucro di pasta sfoglia per un piatto molto scenografico. Per preparare il polpettone al forno il procedimento è tra i più facili. Preparate l’impasto con le carni che preferite e profumatelo con le erbe aromatiche a seconda dei gusti. Mescolate carne, prezzemolo, pecorino grattugiato, pangrattato, uova, noce moscata, sale e pepe nero macinato al momento, qualche cucchiaio di olio e mescolate bene. Date al composto la classica forma allungata e, su un tagliere, stendete un foglio di pasta sfoglia. Adagiatevi il polpettone, avvolgetelo e sigillatelo molto bene. Spennellate la superficie e il lato della pasta con un uovo e sistemate la carne in una teglia precedentemente imburrata. Infornate a 200° e lasciate cuocere per 45 minuti. Quando la crosta del polpettone sarà ben dorata, sfornatelo e impiattatelo in un piatto da portata. Servitelo caldo, insieme ad un buon purè di patate accompagnato da funghi champignon trifolati.

Per un polpettone farcito, preparate il composto di carne come descritto, stendetelo su un foglio di carta da forno e dategli la forma di un rettangolo; ora riempite la parte centrale con fettine di scamorza, prosciutto cotto a dadini e pomodori secchi tagliati a striscioline. Lasciate libero il perimetro per 2 centimetri e cominciate ad arrotolare con delicatezza, aiutandovi con la carta. Sigillate bene la carne, spolverizzatela con un velo di farina e fatela rosolare in padella con qualche cucchiaio di olio extravergine d’oliva e uno scalogno affettato sottilmente. Accendete il forno a 180°, togliete il polpettone rosolato dalla padella e adagiatelo in una teglia da forno unta d’olio. Infornate e lasciate cuocere per 45 minuti circa. Il vostro polpettone farcito al forno è pronto, lasciatelo riposare sul suo piatto da portata per qualche minuto e servitelo in tavola con un contorno di spinaci saltati in padella con burro salato.

Come fare il polpettone in padella

Come fare il polpettone in padella Cucinare il polpettone in padella assicura un risultato eccellente, una carne umida, morbida e succosa che sprigiona tutto il sapore degli ingredienti e del condimento scelto. Preparate in anticipo il brodo vegetale che vi servirà per bagnare, di tanto in tanto, la carne durante la cottura. Usate carote, cipolla, sedano e patate. Mettetelo da parte e scaldatelo poco prima di usarlo con il polpettone.

Un ottimo polpettone in padella ha il profumo dei peperoni e un sapore fresco, adatto ad un pranzo all’aperto nelle prime giornate di bella stagione. La ricetta richiede tempi un po’ lunghi ma ne vale la pena. Per preparare questo polpettone gustoso, impreziosito dal basilico, preparate l’impasto come descritto sopra, usando il macinato di manzo e di vitello, e sostituite il prezzemolo con il basilico. Nel frattempo, in un pentolino, fate bollire l’acqua e preparate un uovo sodo lasciandolo cuocere per otto minuti a partire dal bollore. Su un tagliere, dividete a metà i peperoni, privateli dei semi e delle venature bianche e affettateli in striscioline sottili; fateli ammorbidire in una padella antiaderente con un filo d’olio extravergine d’oliva, per pochi minuti; aggiungete un pizzico di sale e spegnete. Stendete il polpettone conferendogli una forma rettangolare, sistemate sulla carne i peperoni, le uova sode divise in tanti cubetti e arrotolate. Sigillate bene le estremità e cuocete il vostro polpettone in padella. Fate rosolare la carne con uno spicchio d’aglio schiacciato in olio extravergine d’oliva e una noce di burro. Sfumate con un bicchiere di vino bianco, quindi bagnate con brodo vegetale e lasciate cuocere, aggiungendo man mano altro brodo.

Nel frattempo, preparate una crema golosa: fate soffriggere in olio extravergine d’oliva altri peperoni, scalogno, basilico, aglio e olio; aggiungete un bicchiere d’acqua e fate cuocere per pochi minuti. Frullate la crema in un mixer e distribuitela sul polpettone che avrete sistemato su un bel piatto da portata.

Per cuocere il polpettone sul fuoco, potete anche utilizzare una pentola: avvolgete il polpettone in carta da forno, legatelo con uno spago da cucina e chiudete le due estremità; immergetelo in acqua bollente salata e lasciatelo cuocere per 50 minuti.

Servite il polpettone con un contorno di insalata di pomodori camone, conditi con abbonante olio crudo e basilico.

Semplicissimo è anche un polpettone di carne preparato in padella con un soffritto di aglio, basilico, salvia, carote e cipolle, sfumato con il vino bianco e bagnato con il brodo di carne per una cottura lenta e un risultato morbido e succulento.

Come fare il polpettone al microonde

Come fare il polpettone al microonde Usare il microonde risolve sempre tanti pranzi e cene, soprattutto perché è un grande alleato di chi ama cucinare ma ha poco tempo. È sicuramente tra i metodi più veloci per preparare un polpettone da portare in tavola quando la fretta è accanto a voi ai fornelli. Dovrete semplicemente assicurarvi di avere tutti gli ingredienti: carne macinata, uova, latte, mollica di pane, aglio, noce moscata, prezzemolo, sale e pepe nero. Preparate il polpettone con la sua classica forma allungata; mettetelo in un piatto e spolverizzatelo con il pangrattato. Sistematelo in una pirofila con coperchio adatta al vostro forno a microonde, condite con un filo d’olio e infornate alla massima potenza. Impostate il timer e calcolate 10 minuti; cuocete, aprite il forno, tirate fuori il polpettone e giratelo; continuate la cottura per altri 10 minuti. Ed ecco che in poco più di mezz’ora il vostro polpettone è pronto! Tutti a tavola!

Come fare il polpettone al sugo

Come fare il polpettone al sugo Il polpettone è buonissimo anche se condito con la passata di pomodoro. Vi servirà un buon brodo vegetale fatto in casa, quindi pulite carote, patate, sedano, tagliate e private dei semi qualche pomodorino, mettete tutto in una casseruola con acqua fredda e aggiungete la cipolla. Portate a bollore, aggiustate di sale e tenete da parte. Preparate il composto di carne con tutti gli ingredienti necessari: uova, prezzemolo, mollica di pane ammollata nel latte, parmigiano grattugiato, sale, pepe nero e noce moscata; arricchitelo con pezzi di salsiccia per dare un sapore ancora più intenso e stuzzicante al piatto, dategli la forma allungata e mettetelo su un tagliere. In una padella molto capiente, fate soffriggere l’aglio in camicia schiacciato, unite il polpettone e lasciatelo rosolare per qualche minuto; eliminate l’aglio, aggiungete pochi cucchiai di passata di pomodoro, fate restringere per qualche minuto e aggiustate di sale. Diluite il triplo concentrato di pomodoro nel brodo vegetale e aggiungetelo al polpettone, man mano che il fondo di cottura si restringe. Cuocete per 45 minuti e, solo alla fine della cottura, aggiungete le foglie di basilico fresco. Portate in tavola il polpettone insieme ad un contorno di funghi cardoncelli cotti in padella: un sapore intenso per una consistenza carnosa che si contrappone alla morbidezza della carne.

Come fare per non far aprire il polpettone

Come fare per non far aprire il polpettone Il polpettone è una preparazione molto semplice che si presta a moltissime varianti ma, in padella o al forno che sia, c’è una piccola accortezza che non potete tralasciare per un risultato ottimale. Dovete fare attenzione a sigillare perfettamente la carne affinché il ripieno non fuoriesca. Una volta stesa la carne nella sua forma rettangolare, farcitela con gli ingredienti che preferite e cominciate ad arrotolare il polpettone. Ad ogni giro, abbiate cura di spostare all’interno la carne su entrambi i lati, conficcandola con le mani e compattandola. Una volta finito di arrotolare il polpettone, compattate anche la parte con il lembo di chiusura e pressate bene. Avvolgetelo in un foglio di alluminio e lasciatelo risposare in frigorifero per mezz’ora. Su un tagliere, versate la farina a pioggia, prendete il polpettone e impanatelo con la farina su tutta la superficie e sui lati. Una prima doratura in padella assicurerà che il ripieno rimanga nella sua sede, senza fuoriuscire, sia nel caso vogliate continuare la cottura in padella, sia in caso la preferiate al forno.

Come fare il polpettone di fagiolini e patate (alla genovese)

Come fare il polpettone di fagiolini e patate (alla genovese) Il polpettone, piatto ricco e goloso, non è più di carne ma di fagiolini per ricordare una tipica ricetta della tradizione culinaria ligure. Per prima cosa, lessate separatamente patate e fagiolini che hanno tempi di cottura diversi. Scolate e schiacciate le patate con uno schiacciapatate e mettetele in una ciotola; su un tagliere, tritate fagiolini e uniteli alle patate. Mescolate tutto con un formaggio cagliato, uova, sale e maggiorana. Fate attenzione a ungere la teglia con olio o burro sia sul fondo sia sui bordi, e cospargetela con il pangrattato. Infornate a 200° per 30 minuti. Il contorno di una fresca insalata con crostini di pane casereccio abbrustolito, conditi con un filo d’olio extravergine d’oliva ligure, completeranno l’appetitoso quadretto gastronomico.

Come fare il polpettone di tonno

Come fare il polpettone di tonno Il pesce come ingrediente principale di un polpettone? Niente di più buono! Se non lo avete mai provato, è arrivato il momento di imparare a preparare il polpettone di tonno, una ricetta facile e sfiziosa, adatta a qualsiasi occasione e, se lo dividete in tante piccole polpette, potrete anche servirle come antipasto sulle tavole delle feste di Natale dove, si sa, il pesce è sempre ospite d’onore. Per prima cosa, pulite le patate e lessatele in acqua salata per 40 minuti, scolatele, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate; unitele in una ciotola con capperi, un trito di aglio e prezzemolo e olive verdi denocciolate e tagliate a metà. Aggiustate di sale e pepe e lasciate riposare in frigorifero. Nel frattempo, preparate il tonno al naturale: sgocciolatelo in un colino a maglie strette e schiacciatelo in una terrina con una forchetta. Unite le patate, aggiungete il pangrattato e le uova intere. Indossate i guanti da cucina, amalgamate il composto e dategli la forma di un classico polpettone. In una ciotola, sbattete un uovo e, con un pennello da cucina, spalmate tutta la superficie del polpettone; cospargetelo con il pangrattato e mettetelo in una teglia da forno unta con qualche cucchiaio di olio. Infornate a 180° per 30 minuti, rigirandolo e facendo molta attenzione a non romperlo. Mettetelo in un piatto da portata e affettatelo solo quando si sarà intiepidito.

E per una piccola ma gustosa variante, il polpettone di tonno arricchito dalla Certosa è una vera delizia.

Come fare il polpettone di verdure

Come fare il polpettone di verdure Amanti delle verdure? Il polpettone di verdure mette sempre d’accordo tutti. Ci sono molti modi per prepararlo e il risultato non delude mai, dal polpettone di melanzane al polpettone alle verdure arricchito con una fresca ricotta e un profumo di noce moscata. Per prima cosa, lavate e lessate le patate in abbondante acqua bollente; nel frattempo, pulite le carote e affettatele a rondelle, eliminate i filamenti dal sedano e sminuzzatelo, private i pomodorini dei semi e tagliateli a metà, pulite e affettate un porro e affettate le zucchine a rondelle. Una volta che le verdure sono pronte, mettete il porro in una padella antiaderente con qualche cucchiaio di olio extravergine d’oliva, lasciate rosolare con un bicchiere d’acqua, quindi aggiungete le verdure. Aggiustate di sale, mettete tutto in un mixer e tritate grossolanamente. Scolate le patate, sbucciatele, passatele nello schiacciapatate e mettetele in una ciotola capiente; unitevi le uova, le verdure, il pangrattato, pepe fresco macinato al momento e una generosa spolverizzata di timo. Mescolate dando al composto la forma del polpettone, cospargetelo con il pangrattato e mettetelo in una teglia unta d’olio. Irrorate con un filo d’olio e infornate a 180° per 30 minuti.