Santa LuciaPresenta

Sformato di spinaci

Ricetta creata da Galbani
Prova con
Ricotta Santa Lucia
Ricotta Santa Lucia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Lo sformato di spinaci è uno squisito piatto a base di verdure, facile da preparare e ottimo da gustare caldo o freddo. Si cuoce in forno e può essere consumato da solo oppure insieme a del formaggio sciolto.

Potete servire questo morbido tortino sia come secondo che come sfiziosoantipasto, e prepararlo in uno stampo unico, come quello per plumcake, o in comodi stampini monoporzione. Avrete così un antipasto di verdure che conquisterà tutti con il suo sapore delicato, perfetto per tutte le occasioni.

Per dare un tocco di sapore in più, copritelo con una golosa fonduta al formaggio dopo averlo impiattato: scoprirete che adulti e bambini* ne andranno ghiotti!

Troverete a seguire la nostra facile ricetta per uno sformato di spinaci realizzato con fresca Ricotta Santa Lucia: decisamente da provare.

* sopra i 3 anni


Facile
4
50 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 500 g di spinaci
  2. 250 g di Ricotta Santa Lucia Galbani
  3. 2 porri
  4. 2 uova
  5. 50 g di Burro Santa Lucia Galbani
  6. 80 g di pecorino grattugiato
  7. sale e pepe q.b.

Preparazione

Il procedimento per la realizzazione della ricetta dello sformato di spinaci è molto semplice e veloce:

01
Per realizzare lo sformato di spinaci, per prima cosa lavate gli spinaci e bolliteli in una pentola con poca acqua e sale per circa 5 minuti, poi scolateli, strizzateli e, dopo averli salati e pepati, riduceteli in purea con l'aiuto di un mixer.
02
Lavate i porri, tagliateli a rondelle e saltateli in padella con metà del Burro Santa Lucia, un goccio d'acqua e un pizzico di sale e pepe, dopodiché frullateli con il mixer. A questo punto, in una terrina, unite il composto di spinaci e quello di porri, aggiungete le uova, la Ricotta Santa Lucia e il pecorino grattugiato, poi amalgamate bene il tutto.
03
Col burro rimasto, imburrate uno stampo, quindi trasferitevi il composto. Fate cuocere lo sformato di spinaci in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti. Servite il vostro sformato di spinaci tiepido.

Varianti

Gli spinaci sono un ortaggio molto versatile, tipico della stagione primaverile, che si presta a mille usi in cucina. Originari dell'Asia sudoccidentale, pare che gli spinaci siano stati importati in Europa attorno all'anno 1000, ma sono diventati un alimento molto utilizzato soltanto nel corso del XIX secolo.

L’abbinamento tra spinaci e ricotta è di certo uno dei più famosi e utilizzati in diversi tipi di preparazioni, dai primi piatti alle torte salate.

Per rendere ancora più delizioso e cremoso il vostro sformato di spinaci, potete variare la ricetta che vi abbiamo proposto sostituendo la ricotta con la besciamella.

Si tratta di una salsa salata molto buona, che potete realizzare da soli nella vostra cucina senza nessuna difficoltà: fate fondere il burro in un pentolino, quindi toglietelo dal fuoco e incorporate la farina mescolando con un cucchiaio. Lasciate intiepidire, poi rimettete il pentolino sul fuoco, aggiungete il latte poco per volta e mescolate ancora. Lasciate cuocere la salsa a fuoco dolce fino a che non si sarà addensata e aggiungete unpizzico di sale e di noce moscata.

A questo punto unite la salsa preparata agli spinaci sbollentati, quindi versate il composto in una teglia da forno (dopo averla imburrata e cosparsa di pangrattato) e spolverizzate la superficie di parmigiano grattugiato. Cuocete nel forno il vostro sformato di spinaci e besciamella e il gioco e fatto.

Oltre che come ingrediente di primi e secondi piatti, la besciamella può essere servita da sola, mettendola a tavola in una ciotola e lasciando che ogni commensale si serva a suo piacimento, per condire un secondo a base di carne o un contorno di verdure.

Se volete conoscere una variante ancora più delicata dello sformato, provate i flan di spinaci. In alternativa sperimentate tutte le nostre ricette per cucinare gli spinaci in tanti modi diversi.

Curiosità

Tutti ricordano il cartone animato di Braccio di Ferro e l'estrema forza che acquisiva ogni volta che mangiava il suo barattolo di spinaci; ma forse non tutti conoscono la storia di questo cartone animato.

Popeye, ovvero Braccio di Ferro, nasce negli anni '30, negli Stati Uniti d'America, ad opera di Max Fleischer. La caratteristica di questo personaggio dei fumetti era che, ogni volta che mangiava un barattolo di spinaci, raddoppiava la sua forza così da poter salvare l'amata Oliva dal pericoloso Bruto.

La popolazione americana, dopo la prima guerra mondiale, era afflitta da carenza di ferro nel sangue e la creazione di questo personaggio fu promossa dalle autorità sanitarie proprio per favorire il consumo di spinaci: si credeva infatti che fossero estremamente ricchi di ferro.

Sebbene sia vero che gli spinaci contengono ferro, tuttavia non si tratta dell'elemento principale contenuto in questo ortaggio. La credenza popolare era dovuta a un errore di trascrizione: in particolare, ad una virgola nel posto sbagliato. Era stato riportato, infatti, che 100 grammi di spinaci contenevano 17 mg di ferro. L'errore fu scoperto solo negli anni '80 e, così, Braccio di Ferro continuò fino ad allora ad utilizzare gli spinaci come fonte della sua estrema forza.