GalbaninoPresenta

Sformato di cavolfiore

Ricetta creata da Galbani
Sformato di cavolfiore
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

Lo sformato di cavolfiore è un piatto semplice e veloce da preparare. Può fungere sia da antipasto caldo e saporito, che da secondo piatto sfizioso e gustoso.

Per prepararlo useremo solo le parti più tenere del cavolfiore e, per aggiungere una nota filante e gustosa, lo condiremo con il Galbanino a pezzi. Quest'ingrediente sarà anche il segreto per far apprezzare lo sformato ai bambini*, solitamente poco propensi ad assaggiare la verdura. Il formaggio la coprirà alla vista e darà al cavolfiore un gusto più gradito. Mettetevi, quindi, ai fornelli e preparate assieme a noi uno sformato di cavolfiore semplice e gustoso. I passaggi sono pochi e davvero semplici.

* sopra i 3 anni

 

Facile
4
80 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 500 g di cavolfiore
  2. 100 g di formaggio grattugiato
  3. 2 uova
  4. 100 g di Galbanino L'Originale Galbani
  5. sale e pepe q.b.
  6. 1 mazzetto di prezzemolo
  7. 1 cucchiaino di noce moscata

Preparazione

Il procedimento per preparare un buonissimo sformato di cavolfiore prevede i passaggi seguenti:

01

Cominciate la preparazione del vostro sformato di cavolfiore privando quest'ultimo delle foglie Dividetelo in cimette ed eliminate il torsolo centrale. A questo punto mettetelo a bollire in abbondante acqua salata per 10 minuti. Al termine della cottura scolatelo e lasciatelo raffreddare.

Sformato di cavolfiore
02

Nel mixer frullate insieme il cavolfiore, le uova leggermente sbattute, il formaggio grattugiato, il prezzemolo tritato e la noce Completate con il pepe e il sale.

Sformato di cavolfiore
03

Tagliate il Galbanino a cubetti.

Sformato di cavolfiore
04

A questo punto foderate uno stampo della forma che preferite (da torta o da plumcake) con della carta da forno e lì versate una metà del composto, aggiungete metà dei cubetti di Galbanino e coprite con il resto del cavolfiore. Completate con il restante formaggio. Cuocete in forno a 180° per 1 ora. Servite il vostro sformato di cavolfiore caldo o tiepido.

Sformato di cavolfiore

Varianti

Per una gustosa variante, aggiungete allo sformato di cavolfiore qualche cubetto di prosciutto cotto o del salame, così da arricchire i sapori di questo piatto unico. Se invece preferite una versione vegetariana, aggiungete i tipi di verdura che più preferite, in particolare quelle di stagione.

Un’altra ricetta facile, molto gustosa, da servire come variante di quella che vi abbiamo proposto, è lo sformato di cavolfiore e patate. Preparate il cavolfiore al forno con le patate alternando strati di tali ingredienti, ciascuno lavato e lessato precedentemente, e unite delle fettine o dei dadini di Galbanino e delle fette di prosciutto cotto, così da arricchire i sapori del piatto. Anche in tale preparazione potete aggiungere del pepe e della noce moscata secondo il vostro gusto.

Le patate sono un ottimo ingrediente da inserire nei vostri sformati, provate l’abbinamento con i broccoli o anche da sole. Lo sformato di patate è una ricetta facile che accontenta tutti i gusti, vi basterà lessare le patate, precedentemente sbucciate, poi schiacciarle con una forchetta e unirvi dadini di prosciutto e di Galbanino.

Mescolate così da amalgamare gli ingredienti e, infine, imburrate lateglia, versatevi il composto e aggiungete una spolverizzata di formaggio grattugiato o di pecorino, se amate i sapori decisi. In ultimo, infornate la teglia nel forno preriscaldato.

Suggerimenti

Se desiderate conoscere i trucchi per creare uno sformato di cavolfiore gustoso continuate a leggere questo paragrafo, in poche mosse renderete questo piatto speciale.

Innanzitutto rispettate i minuti di cottura delle cimette di cavolfiore in pentola così da renderle morbide e facili da frullare.

Per rendere più omogeneo lo sformato, aggiungete poi più pezzetti di formaggio che sciogliendosi rimarranno filanti e renderanno gustoso il vostro piatto. Create poi un contrasto tra la morbidezza dello sformato e la superficie. Per creare una dorata crosticina vi suggeriamo di mettere sulla superficie dello sformato di cavolfiore una spolverizzata di formaggio grattugiato insieme a del pangrattato, unendoli in una ciotola.

Se inoltre non avete la carta da forno non preoccupatevi, potete infatti imburrare la teglia, utilizzando il Burro Santa Lucia, in modo che lo sformato non si attacchi e quindi sia più facile tagliarlo e servirlo.

Per la cottura vi consigliamo di infilare la pirofila nel forno già caldo. A tal fine, accendetelo prima di iniziare la preparazione dello sformato, così da averlo caldo quando dovrete infornare; sarà così che vi assicurerete una cottura omogenea dello sformato.

Vi consigliamo, infine, di preparare questo buonissimo sformato se avete organizzato un apericena o desiderate stupire i vostri ospiti con un antipasto caldo, facile da preparare e dal gusto particolare. Per un buffet portatelo in tavola caldo, ma non bollente, su una teglia con dei cucchiai per servirsi, mentre come antipasto potete direttamente creare un piccolo tortino singolo per ciascun ospite.

Curiosità

Il principale ingrediente di questo piatto è il cavolfiore, scopriamo allora insieme cosa rende particolare questo ortaggio che rientra tra le varietà di cavolo.

Il nome "cavolfiore" deriva dalle caratteristiche esteriori dell’ortaggio, che ricorda proprio la forma di un fiore. Ha un colore al centro bianco ed esteriormente delle grandi foglie verdi.

Potete trovarlo presso il vostro supermercato, nel periodo invernale, in molte varianti differenti, sia con riguardo al colore sia al gusto. Scegliete tra il cavolo nero, il cavolo romanesco, che è sicuramente il più conosciuto, e il cavolfiore viola, anche in base alla ricetta che intendete realizzare.

Il cavolfiore può essere sia mangiato a crudo come contorno, ad esempio tagliato e condito semplicemente con un filo d’olio extravergine d'oliva, un pizzico di sale e qualche goccia di limone, sia portato in tavola cotto.

In quest’ultimo caso i metodi di cottura tra cui scegliere sono davvero tanti: al forno, lessato, gratinato o anche fritto, il cavolfiore è un ortaggio versatile che potete inserire nel vostro menù sia per condire i primi piatti che per accompagnare i secondi di carne.

Ora che conoscete tutti i segreti per realizzare uno sformato, scegliete la ricetta che più vi incuriosisce e mettetevi ai fornelli!

Prova anche

Cademartori

Scopri di più