Salumi Galbani - dal 1936Presenta

Zuppa di ceci con Galbanetto e crostini

Ricetta creata da Galbani
Zuppa di ceci con Galbanetto e crostini
Vota
Media0

Presentazione

La zuppa è una preparazione gastronomica molto antica e di derivazione familiare. Primo piatto della cultura gastronomica italiana ma soprattutto toscana, la zuppa di ceci è un vero e proprio toccasana nelle serate fredde invernali e autunnali, per un pasto che riscaldi il gusto e lo spirito.

Nasce come piatto contadino semplice, costituito da una fetta di pane sulla quale frugalmente si versava del vino o del brodo caldo per rigenerarsi dopo le ore di lavoro. Con il tempo, infine, il vino è stato sostituito da salse più elaborate.


La ricetta che vi consigliamo di realizzare in questa pagina è quella di una saporita zuppa calda di ceci, resa ancora più golosa dalla presenza del salamino Galbanetto Il Tradizionale.

Questa ricetta invernale è un'ottima soluzione per far gustare a tutta la famiglia, bambini* compresi, un piatto caldo a base di legumi. La consistenza vellutata, il profumo e il sapore delicato e rustico sono gli ingredienti perfetti per tutti i palati. Se abbinata a un contorno di verdura, poi, è un perfetto piatto unico adatto per una cena in famiglia.

Una particolarità della ricetta della zuppa di ceci è la versatilità nelle modalità di cottura. Se avete poco tempo, infatti, potete anche optare per prepararla a partire da ceci già cotti in precedenza. Se, invece, desiderate fare la cottura dei ceci al momento ma non avete a disposizione un'ora e mezza, può venire in vostro soccorso la pentola a pressione.


Questa preparazione è semplice da realizzare e ottima da gustare fumante. Andiamo a vedere insieme come preparare questo piatto: quali sono ingredienti necessari e qual è il procedimento da seguire passo passo.

*sopra i 3 anni

Facile
4
120 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 500 g di ceci secchi
  2. 400 g di salame Galbanetto il Tradizionale
  3. 200 g di pane casereccio
  4. 1 l di brodo vegetale
  5. 3 filetti d'acciughe sott'olio
  6. 1 rametto di rosmarino
  7. 1 rametto di timo
  8. 1 foglia d'alloro
  9. 1 spicchio d'aglio
  10. 20 g di radice di zenzero
  11. olio extravergine d'oliva
  12. sale e pepe

Preparazione

La zuppa di legumi è un tripudio di gusti e profumi rustici in grado di riempire la mente di ricordi nostalgici di un tempo che non c'è più. Seguite la ricetta per iniziare questo saporito viaggio!

01

Per realizzare la zuppa di ceci dovete prima di tutto ricordarvi di mettere a bagno i ceci almeno 6 ore prima della loro cottura.

02

Fatto questo, mettete abbondante olio in una pentola, meglio se di terracotta, e fatevi soffriggere l’aglio con le acciughe a fuoco lento, lo zenzero sbucciato e tagliato a pezzettini, un mazzetto guarnito fatto con le erbe aromatiche legate con lo spago da cucina.

03

Aggiungete i ceci e fate loro prendere il sapore degli aromi per qualche minuto mescolandoli continuamente, poi aggiungete il brodo vegetale, sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco basso per un’ora e mezzo dal raggiungimento del bollore.

04

Levate lo spicchio d’aglio, il mazzetto guarnito e i pezzi di zenzero quindi frullate il tutto fino a ottenere una crema densa.

05

Tagliate il pane casereccio in dadini e fate lo stesso con il Galbanetto. Fate tostare il pane al forno con un filo d’olio, un rametto di rosmarino e uno di timo. Servite la zuppa con i crostini e i dadini di Galbanetto Il Tradizionale.

Varianti

Per una versione più veloce, potete optare per usare dei ceci in scatola o in lattina già lessati. In questo caso scolateli dal loro liquido di conservazione e sciacquateli bene sotto acqua corrente, poi procedete dal punto 1 della ricetta, cuocendoli per una ventina di minuti in modo da amalgamare bene i sapori.

Per una gustosa e ristoratrice variante, anche la zuppa di fagioli è un caldo primo piatto a base di legumi adatto alle giornate più fredde.

Provatela anche con le lenticchie: questo legume piccolo ed estremamente saporito si adatta a moltissime ricette. Nella zuppa di lenticchie, inoltre, sta molto bene anche una manciata di pasta, per una ricetta ancora più completa.

In alternativa alla pasta, potete aggiungere alla vostra zuppa di ceci del farro o del riso: versateli dieci/quindici minuti prima di spegnere il fuoco e lasciateli cuocere normalmente.

Una variante sfiziosa di ricette vegetariane è la zuppa di ceci con patate: tagliate i tuberi a cubetti non troppo piccoli e uniteli al soffritto. Procedete poi nei passaggi della ricetta. Le patate doneranno ancora più consistenza alla vostra zuppa. Per un tocco di sapore e carattere in più, aggiungete a fine cottura del peperoncino.

Una variante interessante è anche la zuppa di ceci con i funghi porcini: potete usare quelli freschi o, in alternativa, anche quelli in bustina.

Per gli amanti della verdura, inoltre, questa zuppa si sposa bene anche con verdure dalla foglia lunga come spinaci, biete o coste: aggiungeteli al momento del soffritto lavati e tagliati a piccoli pezzi e procedete alla cottura. Il risultato sarà una cremosa vellutata dal gusto unico, adatta a chi preferisce una dieta vegetariana senza rinunciare al sapore!

Suggerimenti

Il buon cuoco casalingo sa che per ottenere ottime zuppe è consigliabile, se possibile, l'impiego dell'acqua di cottura delle verdure. Per questo motivo, anche se usate ceci precotti, teneteli in cottura una ventina di minuti: in questo modo i sapori si amalgameranno meglio creando una cremina davvero irresistibile.

Ancora, uno dei trucchi che dovete sapere per non vanificare il buon risultato della preparazione è quello di preriscaldare sempre sia la zuppiera che le scodelle. Per scaldarle, mettetele qualche minuto in forno preriscaldato a 120° oppure, se l'avete, sulla stufa. In alternativa, impilateli e versate nel piatto in cima un po' d'acqua, poi metteteli nel microonde un minuto.

Per un soffritto saporito, aggiungete a cipolla, carota e sedano del lardo tritato o della pancetta. Il risultato sarà inconfondibile. Il soffritto è estremamente variabile secondo i vostri gusti: scegliete gli ingredienti che più vi piacciono come pancetta, salame, scalogno, aglio o cipolla, tagliateli finemente e metteteli a soffriggere con un po' di olio. Divertitevi a gustare le differenze!

Per una zuppa toscana che si rispetti, servitela sempre con delle fette di pane tostato o dei crostini caldi. E' facilissimo preparare dei crostini di pane fatti in casa: prendete del pane raffermo e ricavatene dei cubetti di circa 1 cm. In una padella versate un filo di olio extravergine d'oliva e delle spezie a vostro piacimento come il rosmarino o l'origano.

Lasciate scaldare bene l'olio e poi versate in padella i cubetti di pane, lasciandoli rosolare per quattro o cinque minuti. In poco tempo i vostri crostini saranno pronti e croccanti: ricordatevi di girarli frequentemente in padella e di monitorarli a vista!

Questi si possono preparare anche al forno: metteteli su una pirofila con un filo di olio extravergine d'oliva e mescolateli con le mani insieme a un po' di rosmarino. Infornateli a 200° per circa 10 minuti e saranno pronti

: avrete così ottenuto degli irresistibili crostini di pane per guarnire le vostre zuppe!

Curiosità

I ceci sono un legume molto antico, che pare risalgano ai Sumeri, abitanti della Mesopotamia. Sono i semi del cicer arietinum, una pianta annuale che si coltiva in molte parti del mondo come India, Pakistan o Australia.

La zuppa di ceci è una ricetta tipica toscana risalente, pare, al 1077, in occasione del pranzo che Matilde di Toscana aveva fatto preparare per omaggiare i rinnovati buoni rapporti stabiliti tra il Papa Gregorio VII e l'imperatore Enrico IV.

In Italia, i ceci, vengono coltivati  soprattutto nelle regioni centrali come Toscana, Lazio e Umbria. Sono molto diffusi e vengono usati in moltissime preparazioni, complice anche la loro estrema versatilità.

Sebbene, a un occhio non esperto, i ceci potrebbero sembrare tutti uguali, in realtà ne esistono alcune specie veramente uniche. In Liguria, per esempio, esiste il cece rosso di Orco Feligno. E' un legume rosso usato per la preparazione dello zemin, una tipica minestra di ceci ligure.

In provincia di Arezzo, invece, è coltivato il cece pergentino, di colore chiaro e di piccole dimensioni: assomiglia al nocciolo di una ciliegia.

L'Altopiano della Murgia, invece, offre due specie di ceci. Il primo è il cece nero della Murgia Carsica: piccolo e nerissimo, è una varietà saporita e ricca di ferro. Il suo sapore è intenso.

Un'altra varietà tipica dell'Altopiano della Murgia è il cece rosso di Cassano. Liscio e tondeggiante, è di colore rosso e ha un sapore più delicato e dolce, che lo rendono perfetto per primi piatti e insalate.

Prova anche

Scopri di più