Santa LuciaPresenta

Risotto al prosecco e mascarpone con polpa di scampi

Ricetta creata da Galbani
Vota
Media0

Presentazione

Cucinare il risotto è considerato da molti chef e intenditori di cucina una vera e propria arte, in cui seguire per filo e per segno le giuste regole è fondamentale per la buona riuscita del piatto. Oggi vogliamo darvi dei suggerimenti facili da seguire per la preparazione di un piatto raffinato e molto saporito: il risotto al prosecco.

Aldilà di quanto suggerisca il nome, il "nostro" risotto al prosecco non prevede solo l'utilizzo del noto vino bianco veneto a Denominazione di Origine Controllata, ma è caratterizzato da ingredienti delicati e perfetti da abbinare, come gli scampi freschi e il Mascarpone Santa Lucia.
 

Media
4
125 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 100 gr di Mascarpone Piatti Cremosi
  2. 320 g di riso carnaroli
  3. 16 scampi freschi
  4. 30 g di Burro Santa Lucia Galbani
  5. 1 spicchio d'aglio
  6. 1 bottiglia di Prosecco
  7. 1 porro
  8. 1 cipolla
  9. 1 costa di sedano
  10. 1 carota
  11. 1 ciuffo di prezzemolo
  12. sale q.b.
  13. pepe q.b.
  14. olio extra vergine di oliva

Preparazione

La preparazione non è complicata, ma prevede comunque un tempo di cottura dei vari ingredienti e, in particolare del riso, non brevi. Tuttavia il risultato finale ripagherà appieno il tempo passato tra i fornelli e il vostro riso al prosecco conquisterà qualunque tipo di palato, anche quello degli ospiti più esigenti in fatto di sapori raffinati.

01

Per preparare il risotto al prosecco, cominciato con lo sgusciare con cura tutti gli scampi, mettete da parte la polpa mentre con le carcasse preparate un brodo di pesce insieme alla cipolla, la carota e il sedano da far cuocere a fuoco basso per almeno 1 ora dal raggiungimento del bollore.

02

A questo punto, in una padella capiente, fate soffriggere nel Burro Santa Lucia il porro ben lavato e tagliato a rondelle sottili. Aggiungete il riso e sfumate con un bicchiere di Prosecco, quindi continuate la cottura a fuoco medio aggiungendo il brodo di scampi.

03

Mentre il riso cuoce, fate saltare la polpa dei crostacei in padella con uno spicchio d’aglio e l'olio extra vergine d’oliva. Dopo 5 minuti di cottura a fuoco vivo, sfumate con il restante Prosecco e fate cuocere per altri 5 minuti, quindi versate il tutto nella padella con il riso.

04

Per controllare la cottura del risotto al prosecco aggiungete brodo di pesce poco alla volta e quando sarà quasi cotto, mantecatelo con il Mascarpone Piatti Cremosi e conditelo con sale e pepe. Servite il risotto al prosecco decorando i piatti con del prezzemolo tritato fresco.

Varianti

I risotti sono una vera delizia che potrete servire in ogni occasione. Questa versione del risotto con scampi e vino prosecco può essere personalizzata con l'aggiunta di diversi ingredienti, trasformandosi in un primo piatto ottimo per tutta la famiglia.

Se avete in programma un menu di pesce e volete conquistare i commensali con una pietanza semplice ma dai ricchi profumi, provate ad aggiungere in cottura anche dei gamberi sgusciati. Se invece volete preparare un risotto più speciale, unite della zucca privata della crosta e tagliata a dadini oppure dei funghi porcini (potete anche cuocerli in microonde per 5 minuti e unirli al riso a metà cottura).

Non avete a disposizione vini prosecchi? Il rimedio è davvero facile: sostituiteli con dei bicchieri di spumante; in alternativa anche del semplice vino bianco può andare bene. Al posto del porro, invece, potete far appassire lo scalogno oppure la cipolla, se preferite un gusto più deciso.

Il risotto infine può essere mantecato con diversi formaggi: noi vi abbiamo suggerito di utilizzare il mascarpone, ma in base al gusto più o meno deciso che volete ottenere potete rimpiazzarlo con gorgonzola, pecorino o scaglie di parmigiano.

Curiosità

Al posto del comune riso Carnaroli, un'ottima alternativa è data dal riso Vialone nano, una varietà IGP tutta italiana tipica dell'area veronese. La storia di questo riso risale agli anni Trenta e le sue origini sono dovute all'incrocio di due varietà di riso diverse: si tratta di un riso semifino, ideale per la preparazione dei risotti, dal momento che durante la cottura rilascia una generosa quantità di amido.