Fagiolini in umido

Ricetta creata da Galbani
Fagiolini in umido Fagiolini in umido
Vota
Media0

Presentazione

I fagiolini in umido sono un contorno sfizioso con cui potete accompagnare tanti secondi di carne della cucina italiana. Richiedono una doppia cottura: prima dovete lessarli e poi li farete stufare in un tegame, assieme a tutti gli altri ingredienti che li renderanno gustosi e prelibati.

Per conferire ancora più gusto a questa semplice preparazione, potete aggiungere un bicchiere di vino bianco secco da sfumare e un letto di cipolle bianche che renderanno il piatto molto più dolce.

Con cosa stanno bene i fagiolini in umido? Sicuramente con i brasati e con i grandi stufati tipici dei pranzi di Natale, ma anche con un semplice petto di pollo alla griglia, soprattutto se volete realizzare un piatto dal gusto più leggero. In abbinamento a una bella ciotola di lattuga e di indivia croccante e balsamica, i fagiolini cotti in umido porteranno in tavola il contorno perfetto, ideale anche per avvicinare i bambini* al consumo della verdura.

Vediamo dunque come realizzare la ricetta tipica dei fagiolini in umido, un piatto che incontra la cucina regionale di tutta Italia, da nord a sud.

*sopra i tre anni

Facile
6
50 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 1 cipolla bianca
  2. 1 kg di fagiolini verdi
  3. 500 g di passata di pomodoro
  4. 20 g di Burro Santa Lucia
  5. 1 bicchiere generoso di vino bianco secco e fermo
  6. 3 spicchi d'aglio
  7. sale q.b.
  8. pepe q.b.
  9. mezzo peperoncino
  10. qualche cucchiaino di olio extravergine d'oliva
  11. qualche foglia di basilico

 

Preparazione

Per realizzare il vostro contorno gustoso e saporito seguite semplicemente questi semplici passaggi.

01

Per preparare i fagiolini in umido, la prima cosa da fare è pulire i fagiolini, eliminandone le estremità più dure e legnose. Lessateli quindi in abbondante acqua salata, finché non saranno morbidi, ma al dente. Tenete da parte due mestoli di acqua di cottura delle verdure.

02

Per mantenerli verdi e croccanti, una volta che saranno cotti passateli subito sotto il getto dell'acqua fredda del rubinetto. In alternativa, li potete cuocere al vapore e manterrete inalterate tutte le loro proprietà.

03

Sbucciate e mondate finemente la cipolla, quindi rosolatela con un filo d'olio, gli spicchi d'aglio e la metà del peperoncino. Se necessario, unite anche mezzo mestolo di acqua calda.

04

Una volta che la cipolla si sarà sciolta in cottura, potete tuffare i fagiolini e lasciarli rosolare per bene. Sfumate con il vino bianco e alzate la fiamma finché non si ridurrà tutta la parte alcolica. Togliete l'aglio e unite una generosa dose di passata di pomodoro. Potete usare anche la polpa o i pelati in barattolo. Salate e pepate.

05

È giunto il momento di unire una noce di Burro Santa Lucia e di amalgamare il tutto con un poco di acqua di cottura dei fagiolini. Mescolate finché il contorno non sarà morbido e cremoso; lasciate cuocere a fiamma alta con il coperchio, e poi abbassate.

06

Ecco pronto il vostro contorno, da servire con piatti di carne e altre specialità tipiche della cucina italiana. Per un salva-cena improvvisato, prendete due fette di pane tostato, farcite con i fagiolini e chiudete: ecco pronto un panino sciuè sciuè, super gustoso!

Varianti

Con la preparazione in umido potete realizzare davvero tantissime ricette gustose per stupire la vostra famiglia o i vostri ospiti. Avete voglia di un contorno semplice e colorato? Di un piatto estivo che possa accompagnare le vostre ricette preferite ed entusiasmare anche i bambini*? La variante dei fagiolini in umido fa allora proprio al caso vostro. Per realizzarla avrete bisogno di un bel mazzo di fagiolini freschi (se preferite potete anche utilizzare fagiolini surgelati), un ciuffo di prezzemolo, uno spicchio d’aglio e a piacimento della passata di pomodoro.

Il procedimento è alquanto intuitivo e semplice. Lavate i fagiolini, privateli delle estremità e metteteli a lessare per alcuni minuti in una pentola d’acqua bollente. Mettete da parte un bicchiere d’acqua di cottura. Quindi scolateli e procedete poi a passarli sotto l’acqua freddissima.

In una padella fate soffriggere l’aglio assieme al prezzemolo e aggiungete poi la passata. Lasciate cuocere per una decina di minuti, salate e aggiungete i fagiolini. Mescolando di tanto in tanto, fateli cuocere per ulteriori 15 minuti circa. Se il sughetto si rapprende troppo, potete aggiungere l’acqua di cottura messa da parte. Raggiunta la consistenza desiderata, spegnete il fuoco. I vostri fagiolini in umido sono pronti per essere serviti. In poco tempo avrete realizzato un contorno perfetto per tutte le occasioni!

I fagiolini in umido avanzati sono tanti? Significa che avrete già pronto il pranzo per il giorno seguente! Magari aggiungete un po’ di ricotta per ottenere una salsa vellutata e usatela per condire un bel piatto di pasta. Vi è piaciuto l’esperimento? Replicatelo seguendo in alternativa i nostri consigli per realizzare una pasta con fagiolini cremosa.

I fagiolini in umido sono estremamente versatili e piacciono proprio a tutti. Se preferite potete evitare di aggiungere il pomodoro: anche così sapranno accompagnare con allegria e colore i vostri secondi piatti. E se preferite un gusto più deciso, provate semplicemente ad aggiungere al soffritto dei cubetti di prosciutto crudo.

Insomma se questa squisita verdura ha conquistato anche voi, non vi resta che dare un’occhiata a le 10 migliori ricette con fagiolini e lasciatevi ispirare! Buon divertimento…

*sopra i 3 anni

Suggerimenti

La ricetta dei fagioli in umido è un piatto tipicamente invernale, adatta per chi preferisce un piatto vegetariano, ma anche per chi vuole arricchirlo, per esempio, con la pancetta.

Se volete realizzare un buon piatto unico, partendo da questa ricetta, allora vi consigliamo di provare i fagioli in umido con la salsiccia: un piatto rustico e corposo che va servito con alcune profumate foglie di salvia.

Per preparare questo semplice piatto unico, vi basterà cuocere la salsiccia a fiamma vivace con il soffritto, per poi aggiungere i legumi e procedere come descritto per la ricetta dei fagioli in umido.

Se vi piace il sapore speziato, potete aggiungere al piatto un po' di pepe o peperoncino, curry o curcuma.

La stessa ricetta può essere preparata con i fagioli secchi, che vanno messi ammollo in acqua la notte precedente, o anche con i fagioli cannellini che hanno un sapore più delicato.

Se siete amanti dei legumi, e dei fagioli in particolare, allora pasta e fagioli è sicuramente una delle ricette invernali che dovete avere sempre a portata di mano. E in estate? Anche in estate questo delizioso legume può essere preparato in insalata con pomodori e tonno: una prelibatezza che va degustata come pietanza fredda anche durante le giornate più afose.

Un consiglio davvero utile per mantenere i fagiolini così croccanti e di un colore verde brillante è quello di passarli sotto l'acqua fredda, oppure, inserire dei cubetti di ghiaccio mentre si scolano dall'acqua di cottura. Provare per credere!

Curiosità

Brasato di manzo, stracotto di cinghiale, coniglio in salmì, stufato di verdure, spezzatino di pesce spada… credete davvero si tratti di ricette troppo complicate e di difficile esecuzione? Dobbiamo purtroppo contraddirvi. Se siete riusciti a portare a tavola un appetitoso piatto di fagioli (o fagiolini) in umido, siete già a metà dell’opera.

La cottura in umido è infatti il fondamento di tantissime pietanze dai nomi altisonanti. In che cosa consiste? Semplicemente nel lasciar cuocere lentamente i cibi nel loro stesso succo e - per impedire che si secchino – rabboccare di tanto in tanto i liquidi che durante la cottura eventualmente evaporano. Sembra semplice, vero?

Piccola nota a margine: per le carni meno tenere il procedimento può durare a lungo. Se volete per esempio preparare una Pastissada de Caval meglio disdire gli appuntamenti dei prossimi due giorni e mettere in conto fino alle 48 ore di cottura in umido.

Magari i tempi di realizzazione differiscono un po’, ma se si padroneggia già la tecnica base, non c’è ricetta che risulti troppo complessa. Dato che qualsiasi tipologia di alimento si presta a questo tipo di cottura, la varietà in cucina è assicurata: brasati, stufati, civet e stracotti altro non sono che varianti regionali di questo procedimento. E le stesse salse prelibate che impreziosiscono queste pietanze, semplicemente i liquidi (acqua, vino, brodo, ma anche panna, burro o olio) che ne hanno accompagnato la cottura.


*sopra i 3 anni

Prova anche

Scopri di più