Come usare la noce moscata in cucina

Galbani
Galbani
Come usare la noce moscata in cucina
Una spezia dal sapore dolciastro, tutto particolare: oggi vi parleremo della noce moscata e del suo utilizzo in cucina. Spesso utilizzata per insaporire le salse, la noce moscata viene aggiunta anche a primi piatti, secondi e contorni, fino a essere impiegata anche in pasticceria.

Oggi vi daremo tanti consigli su come impiegare al meglio questa spezia che è una vera risorsa in cucina perché il suo sapore e il suo profumo, entrambi delicati e discreti, riescono a valorizzare ogni pietanza. Siete pronti a scoprire tutti i trucchi per insaporire brodi, risotti, piatti di pasta, polpette, besciamella e molto altro ancora?

Che cos’è la noce moscata?

Che cos’è la noce moscata? La noce moscata è un seme decorticato del frutto di un albero che cresce in Indonesia. Questo frutto ricorda nella forma una grossa albicocca e al suo interno ha un nocciolo, marrone fuori e grigio dentro, che si fa essiccare. Oltre al nocciolo interno, il frutto contiene il macis, un rivestimento carnoso a forma di rete che viene essiccato e da cui si può ricavare una seconda spezia pregiata, che ricorda il sapore della noce moscata ma che garantisce sapore più delicato.

La noce moscata deve il suo nome al luogo in cui per la prima volta è stata commercializzata: Moscate. Oggi viene prodotta anche in India, in Brasile e in Madagascar.

Come usare la noce moscata in cucina

Come usare la noce moscata in cucina Gli usi che in cucina si possono fare della noce moscata sono davvero tanti. Si trova in commercio in sacchetti che contengono circa 4 noccioli essiccati e a corredo trovate anche una piccola grattugia con cui ricavare la polvere al momento di utilizzarla.

Come già anticipato, oltre a essere la protagonista nella regina delle salse, la besciamella, la noce moscata arricchisce anche il sapore di ottimi purè di patate, si può aggiungere a zuppe di legumi, verdure o ortaggi, ed è buonissima anche in aggiunta a secondi di carne e pesce.

Anche un semplice uovo al tegamino, con una spolverizzata di noce moscata si trasforma e regala al palato sapori irresistibili.

Come vedremo tra poco, la noce moscata si aggiunge anche alle preparazioni dolci: creme, frutta cotta, torte, budini, biscotti e strudel ed è buonissima anche per realizzare tisane o bevande aromatiche come un delizioso vin brulé.

Come usare la noce moscata nel brodo

Come usare la noce moscata nel brodo Per dare più sapore al brodo, una preparazione molto facile e veloce adatta per accompagnare una pasta all’uovo nel menu di una tranquilla cena in famiglia o per cucinare un buon pezzo di carne, potete utilizzare una spolverizzata di noce moscata.

Sia che voi prepariate un brodo di carne, sia che lo prepariate a base di verdure, infatti, il brodo si arricchisce del sapore di questa spezia e diventa ancora più buono.

Aromatizzare un brodo è molto semplice e noi vi suggeriamo un accompagnamento con una buona pasta all’uovo fatta in casa o con i tipici tortellini, un piatto che spesso arriva in tavola con un condimento di panna e prosciutto, ma che si gusta in brodo anche durante le festività natalizie.

Per preparare il brodo con la noce moscata vi serviranno: 2 fusi di pollo; 2 patate; 4 pomodorini; 2 coste di sedano; 2 carote; 1 cipolla; 1 cucchiaino di noce moscata; 1 ciuffo di prezzemolo; olio extravergine d’oliva q.b.; sale q.b.

Per prima cosa, mondate le verdure e mettetele in una casseruola intere. Incidete la superficie dei pomodorini e aggiungeteli insieme ai fusi di pollo, quindi versate 2 cucchiai di olio sugli ingredienti e ricoprite tutto con abbondante acqua fredda. Accedente il fuoco e cominciate a cuocere il brodo mescolando per qualche minuto, poi spolverizzate con la noce moscata e aggiustate di sale. Lasciate proseguire la cottura per circa 1 ora e 30 minuti, quindi spegnete il fuoco, prelevate il pollo e filtrate il brodo con un colino a maglie strette. Mettetelo in una pentola, riportatelo a ebollizione e cuocetevi la pasta che avete scelto per portare in tavola un primo piatto delizioso e pieno di sapore, arricchito da un’abbondante spolverizzata di formaggio grattugiato.

Come usare la noce moscata nel risotto

Come usare la noce moscata nel risotto La noce moscata è perfetta anche per insaporire un buon risotto. Ci sono molte preparazioni che possono includere tra gli ingredienti la noce moscata, tanti abbinamenti con ortaggi, formaggi o verdure che rendono il risotto davvero speciale.

Vi proponiamo la ricetta di un risotto semplice da realizzare e veloce a base di zucca.

Ecco gli ingredienti: 400 g di riso Carnaroli; 700 g di zucca; 200 g di formaggio spalmabile; 1 cucchiaino di noce moscata; 1 porro; 60 g di burro; 700 ml di bordo vegetale; 1 bicchiere di vino; 1 bustina di zafferano; sale q.b.

Per prima cosa pulite la zucca, privatela sei semi e dei filamenti e tagliatela a tocchetti. Affettate sottilmente anche il porro e fatelo soffriggere con il burro in una padella capiente e antiaderente. Una volta che il porro si è ammorbidito, fate tostare il risotto, poi sfumatelo con il vino e quando l’alcool è evaporato aggiungete la polpa di zucca a tocchetti. Mescolate e versate un mestolo di brodo caldo in cui avrete diluito la polvere di zafferano. Continuate a rimestare e aggiungete man mano altro brodo. A cottura completa, aggiustate di sale e spolverizzate con la noce moscata. Infine, mettete nella pentola anche il formaggio, mescolate velocemente, coprite con il coperchio e lasciate mantecare per circa 2 minuti.

Se vi piacciono le erbe aromatiche, potete aggiungere al risotto anche qualche ago di rosmarino che darà un profumo intenso al piatto.

Come usare la noce moscata nella pasta

Come usare la noce moscata nella pasta La noce moscata nei primi piatti arriva trionfante nel ripieno di golosi cannelloni o di buonissimi ravioli fatti in casa.

Provate questa ricetta facile per una farcia deliziosa per cui vi serviranno i seguenti ingredienti: 300 g di cannelloni; 4 carciofi; 1 scalogno; 150 g di ricotta; 1 cucchiaino di noce moscata; 250 ml di besciamella; qualche fogliolina di menta; 80 g di parmigiano grattugiato; olio extravergine d’oliva q.b.; sale q.b..

Mondate i carciofi, privateli della barba interna e tagliateli a fettine, quindi affettate sottilmente lo scalogno e fatelo ammorbidire in padella con 5 cucchiai di olio. Aggiungete i carciofi, versate 1 bicchiere d’acqua e lasciate cuocere per circa 10 minuti. Dopodiché, in una ciotola, lavorate la ricotta con la noce moscata e un pizzico di sale, poi unite i carciofi alla crema e amalgamate. Riempite i cannelloni con la farcia, sistemateli in una teglia ben oleata e copriteli con la besciamella e il parmigiano. Infornate a 200° per circa 35 minuti, quindi sfornate e servite.

Come usare la noce moscata nella salsa

Come usare la noce moscata nella salsa Anche nella salsa di pomodoro, che tra i sughi è la più popolare, la noce moscata arriva a dare il suo contributo con un aroma inconfondibile e delicato.

In una casseruola fate cuocere a fuoco basso 1 cipolla con 6 cucchiai di olio extravergine d'oliva, poi aggiungete 250 ml di salsa di pomodoro e 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro diluito in 1 tazza di brodo vegetale. A questo punto aggiungete 1 cucchiaino di noce moscata, 1 pizzico di pepe e una presa di sale.

Fate cuocere fino a quando la salsa si raddensa e condite subito un buon piatto di pasta al dente.

Come usare la noce moscata nelle polpette

Come usare la noce moscata nelle polpette Se aggiungete un pizzico di noce moscata anche nelle polpette porterete in tavola un piatto carico di gusto. Le polpette sono una ricetta che si presta a molte varianti e, soprattutto, alla scelta di tante spezie come il curry che, in realtà, è una miscela di tante spezie diverse: noce moscata, chiodi di garofano, curcuma, pepe, coriandolo, zenzero, cardamomo, cannella, cumino e fieno greco.

Semplici polpette porteranno in tavola profumi evocativi di terre lontane e sapori deliziosi.

Vi suggeriamo una ricetta molto facile per preparare gustose polpette di carne. Vi serviranno: 700 g di carne di maiale macinata; 200 g di pane raffermo; 100 ml di latte; 1 cucchiaino di paprika; 1 ciuffo di prezzemolo; 2 uova; 50 g di parmigiano grattugiato; 1 limone; noce moscata q.b.; olio extravergine d'oliva q.b.; sale e pepe nero q.b.

Per prima cosa, versate il latte in una ciotola e mettetevi a bagno la mollica di pane. Lasciatela riposare per circa 5 minuti, quindi strizzatela bene e trasferitela in una ciotola con la carne macinata. Mescolate con le mani e unite le due uova, il prezzemolo tritato, l’aglio, la buccia di limone grattugiata, una spolverizzata di noce moscata, la paprika, un pizzico di sale e una spolverizzata di pepe nero macinato al momento.

A questo punto aggiungete anche il formaggio grattugiato e lasciate riposare il composto in frigorifero per qualche minuto. Dopodiché, con le mani bagnate, formate tante palline di dimensioni uguali, infarinatele leggermente e fatele friggere in 5 cucchiai di olio. Una volta pronte, prelevatele con un ragno da cucina, fatele scolare su un piatto rivestito di carta assorbente, quindi trasferitele in un piatto da portata e servite le vostre polpette all’aroma di noce moscata con un gustoso contorno di funghi trifolati o di verdure al forno light.

Ottime sono anche le piccole polpette di verdure al profumo di noce moscata. Per realizzarle vi serviranno: 2 zucchine; 300 g di pane raffermo; 2 uova; 50 g di parmigiano grattugiato; 1 cucchiaino di noce moscata; 1 spicchio d’aglio; 150 ml di latte; qualche fogliolina di menta; farina q.b.; olio di semi q.b.; sale e pepe nero q.b.

Prima di tutto mettete la mollica di pane in ammollo nel latte; nel frattempo, mondate le zucchine e tagliatele alla julienne. Dopodiché mettetele in una ciotola, unite la mollica ben strizzata, le foglioline di menta tritate con l’aglio, le uova, il parmigiano, la noce moscata e una presa di sale.

Mescolate bene l’impasto e lasciatelo riposare per qualche minuto. Poi, formate delle polpette schiacciate dal diametro di circa 4 cm, infarinatele leggermente e fatele friggere in abbondante olio di semi, lasciandole cuocere circa 3 minuti per lato e avendo cura di rigirarle spesso. Scolatele con un ragno da cucina e servitele calde con una buona insalata di stagione arricchita da qualche pezzettino di avocado.

Con lo stesso impasto, potete anche farcire gustose torte salate.

Come usare la noce moscata nella besciamella

Come usare la noce moscata nella besciamella La regina delle salse non sarebbe così buona se nella ricetta più utilizzata non ci fosse anche un pizzico di noce moscata: un tocco speziato che rende questa salsa cremosa ancora più buona.

Per preparare una perfetta besciamella in casa vi serviranno: 1 l di latte intero; 100 g di burro; 100 g di farina; ½ cucchiaino di noce moscata; sale q.b.

Per prima cosa, fate scaldare il latte a fuoco lento, aggiungetevi una presa di sale e la noce moscata. Nel frattempo, in un pentolino antiaderente, fate sciogliere il burro con la farina, mescolando con una frusta. Una volta che i due ingredienti si sono amalgamati, aggiungete a filo metà del latte. Mescolate subito per evitare la formazione di grumi e quando il composto risulta omogeneo e liscio, aggiungete un altro po' di latte. Ripetete l’operazione e versate il latte rimasto, quindi mescolate a fuoco dolce fino a raggiungere la giusta consistenza. Se non la utilizzate subito, coprite la besciamella con la pellicola a contatto. Ecco fatto!

Come usare la noce moscata nel minestrone

Come usare la noce moscata nel minestrone Il minestrone è una preparazione perfetta per una cena in famiglia, specialmente quando fuori fa freddo. Piene di verdure e di colori, le minestre si arricchiscono anche del sapore intenso delle spezie e delle erbe aromatiche. Un consiglio: potete servirle anche con l’aggiunta di pasta all’uovo se volete portare in tavola un piatto unico gustoso e sostanzioso.

Per questa ricetta vi serviranno: 1 cespo di verza; 2 zucchine; 3 carote; 1 cipolla; 1 cucchiaino di noce moscata; 100 g di legumi (ceci o fagioli); 100 g di spinaci; 1 cucchiaio di coriandolo; 5 pomodorini; sale, olio extravergine d'oliva.

Affettate a rondelle carote e zucchine, tagliate grossolanamente la verza e tagliate in due la cipolla, quindi mettete tutto in una pentola, coprendo con acqua fredda. Aggiungete i pomodorini dopo averli incisi leggermente, unite le foglie di spinaci accuratamente lavati e infine i legumi. A questo punto cominciate a cuocere e, dopo circa 10 minuti, aggiungete una presa di sale, il coriandolo e la noce moscata. Fate cuocere il vostro minestrone speziato per circa 45 minuti e, se vi piacciono, potete anche aggiungere 3 patate tagliate a cubetti.

L’ideale è portarlo in tavola ancora fumante, spolverizzarlo con i formaggi grattugiati che preferite e servirlo subito nei piatti con gustosi crostini di pane abbrustolito. Se non ci sono bambini* a tavola e vi piace osare, potete aggiungere al vostro minestrone dall’aroma tutto particolare una spolverizzata di peperoncino piccante.

*sopra i 3 anni

Come usare la noce moscata nei dolci

Come usare la noce moscata nei dolci La curiosità è che la noce moscata si può utilizzare anche nei dessert. Ottima in un dolce a base di mandorle, si abbina benissimo anche al sapore intenso e delicato di una buona e speciale torta di mele e ricotta o di un’ottima cheesecake.

Qualche altra idea? Una semplice torta all'arancia al profumo di noce moscata sarà ottima per accompagnare un tè pomeridiano o come gustosa colazione.

Vi serviranno: 250 g di farina; 3 uova; 120 ml di olio di semi; 120 ml di succo d’arancia; 1 baccello di vaniglia; 1 cucchiaio di lamelle di mandorle; 1 cucchiaino di noce moscata; 180 g di zucchero di canna.

Montate le uova con lo zucchero, i semi del baccello di vaniglia e la noce moscata nella ciotola di una planetaria, poi aggiungete la farina e continuate e mescolare gli ingredienti. Una volta che il composto si sarà amalgamato, versate a filo l’olio e il succo di arancia. Trasferite l’impasto in una tortiera precedentemente imburrata e rivestita con la carta forno, disponete sulla superficie le lamelle di mandorle e infornate a 180° per circa 45 minuti. Infine, sfornate la torta, lasciatela raffreddare su una gratella e servitela a temperatura ambiente.

Potete preparare anche una buona pasta frolla da gustare dopo cena sotto forma di gustosi biscotti aromatizzati alla noce moscata.

Vi serviranno: 250 g di farina; 180 g di burro; 1 uovo; 1 tuorlo; 180 g di zucchero; ½ cucchiaino di anice; 1 cucchiaino di noce moscata; 1 cm di zenzero; un pizzico di cannella; 1 cucchiaio di scaglie di cioccolato; acqua q.b.; sale q.b.

Su una spianatoia setacciate la farina con le spezie e un pizzico di sale, poi aggiungete il burro al centro, le uova e cominciate a impastare. Versate un po’ d'acqua fino a ottenere un impasto omogeneo che non dovrete lavorare tanto, quindi avvolgetelo in un foglio di pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Riprendetelo, stendetelo su una spianatoia con il mattarello fino a ottenere una sfoglia di circa 5 mm e, a questo punto, con un coppapasta formate i biscotti, adagiatevi le scaglie di cioccolato esercitando una leggera pressione con le dita e disponete i biscotti su una leccarda rivestita di carta forno. Infornate a 180° per circa 25 minuti coprendo, se necessario, i biscotti con un foglio di carta stagnola. Sfornateli e aspettate che si raffreddino prima di mangiarli.