Come usare il curry in cucina

Galbani
Galbani
Come usare il curry in cucina
Se in cucina avete un piccolo angolo dedicato ai vasetti di spezie non potrete certamente farvi mancare quello del curry. Il suo colore ocra e il suo odore intenso, infatti, conquistano tutti gli amanti dei sapori speziati e si impongono come un ingrediente imprescindibile per alcune ricette che sono ormai entrate a far parte anche della cucina occidentale.

Oggi vedremo come usare il curry in cucina, vi sveleremo qualche curiosità su questa miscela e vi suggeriremo ricette per preparare pollo, pasta, riso, patate e zuppe di verdure, anche con il curry verde e con quello rosso. Siete pronti?

Che cos'è il curry?

Che cos'è il curry? Il curry è una miscela di spezie che arriva dall’India. Pare che quando la Compagnia delle Indie sbarcò in Gran Bretagna, questo ingrediente tanto particolare, insieme ad altre spezie, approdò sull’isola e si fece subito largo nella cucina locale. L’esportazione del curry, a seguito del suo successo, è aumentata sempre di più e oggi possiamo dire che questo delizioso ingrediente fa parte anche della cucina occidentale e che sempre più piatti vengono insaporiti con il suo aroma.

Il curry, come dicevamo, è una miscela di spezie composta per lo più da curcuma, a cui si attribuisce il suo colore intenso, che si unisce a pepe nero, coriandolo e cumino. Tuttavia, è possibile trovare miscele che aggiungono anche zenzero, fieno greco, peperoncino, zafferano, cipolla, cannella, noce moscata, basilico, senape, mais e tamarindo. Tutte queste spezie venivano tostate e poi pestate in un mortaio, in una miscela che variava in base alle ricette da eseguire.

Nei supermercati potete trovare tre tipi di curry: la miscela con un gusto più blando, il "mild curry", quella con un gusto piccante, chiamata "hot curry", e quella molto piccante, il "very hot curry".

Molto simile al curry, ma dal sapore ancora più pungente, è il garam masala, un’altra miscela di spezie che annovera pepe bianco e nero, noce moscata, cannella, cardamomo, alloro, cumino e chiodi di garofano.

Come usare il curry in cucina

Come usare il curry in cucina Ingrediente tipico di una cucina etnica, il curry può essere utilizzato per preparare ricette sia salate che dolci e viene impiegato in tre modi diversi.

In India, si aggiunge alle preparazioni in umido e si lascia cuocere per tutto il tempo previsto dalla ricetta insieme agli altri ingredienti. Se in accompagnamento a piatti di carne o di pesce in cui è previsto anche il riso, il curry può essere inserito nella preparazione di una salsa di accompagnamento, mentre in alcune ricette è possibile aggiungere la polvere alla fine della cottura e amalgamarla su fuoco agli altri ingredienti.

Comunemente usato per insaporire le carni, soprattutto quelle bianche come pollo o tacchino, il curry si sposa molto bene anche con il pesce e con le verdure, ma è spesso usato anche in pasticceria, in abbinamento con i chiodi di garofano, per preparare torte e biscotti.

Un'altra curiosità: il curry si usa anche per preparare bevande e tisane.

Come fare il curry verde

Come fare il curry verde Il curry verde è una salsa adatta ad accompagnare piatti di carne e riso, ma non fatevi ingannare dal nome perché nella ricetta non ci sarà la polvere di curry. Curiosi?

Per prepararla in casa vi serviranno: 6 peperoncini verdi piccanti; 4 cm di zenzero; 1 scalogno; 3 foglie di lime; 2 spicchi d’aglio; 2 citronelle; 1 cucchiaino di semi di coriandolo; 1 cucchiaino di semi di cumino; sale q.b.

Mettete in ammollo le foglie di lime e, su un tagliere, tagliate i peperoncini e privateli dei semi, quindi tritateli con un coltello e trasferiteli in un mortaio. Affettate sottilmente anche le citronelle, unitelo ai peperoncini con lo zenzero sbucciato e grattugiato e aggiungete anche l’aglio e lo scalogno affettato sottilmente. A questo punto tostate in padella i semi di coriandolo e di cumino e uniteli nel mortaio insieme alle foglie di lime tritate. Aggiustate di sale e cominciate a pestare fino ad ottenere una pasta cremosa: la salsa al curry verde è pronta!

Come fare il curry rosso

Come fare il curry rosso Il curry rosso è una crema pastosa a base di scalogno, peperoncino, aglio e zenzero. Utilizzato per insaporire secondi piatti di carne, pesce e riso, è buonissimo anche in accompagnamento alle verdure grigliate.

Per prepararlo in casa vi serviranno: 1 scalogno; 2 spicchi d’aglio; 3 cm di zenzero; 2 peperoncini verdi; 60 ml di salsa di pomodoro; 1 cucchiaino di semi di cumino; 1 cucchiaino di coriandolo in polvere; pepe bianco q.b.; 3 cucchiai di latte di cocco; 1 lime; una punta di cannella; 1 cucchiaino di zucchero.

Versate nel mixer i semi di cumino, i semi di coriandolo, lo zucchero, la cannella, una spolverizzata di pepe bianco e il resto degli ingredienti. Frullate e quando il composto sarà diventato cremoso e pastoso, il vostro curry rosso sarà pronto. Facilissimo, non è vero?

Come fare la pasta al curry

Come fare la pasta al curry I primi piatti di pasta sono sempre l’ideale quando si vuole preparare un pasto gustoso per tanti invitati. Il curry, allora, si abbina molto bene anche con la pasta di grano duro e si rivela perfetto per ricette gustose che possono aggiungersi alle tante idee di un buon pranzo in famiglia.

Vi proponiamo una ricetta che abbina le pennette rigate con la pancetta e il porro, ingredienti il cui sapore viene esaltato dal curry.

Per questa golosa ricetta vi serviranno: 500 g di pennette; 200 g di pancetta; 50 g di ricotta salata; 1 spicchio d’aglio; 1 porro; 2 fette di pane casereccio; 2 cucchiai di curry; olio extravergine d’oliva q.b.; sale q.b.

Affettate la pancetta a listarelle e fatela cuocere in una padella capiente e dai bordi alti con 5 cucchiai di olio. Quando parte della pancetta diventa trasparente, aggiungete il porro mondato e affettato a rondelle sottili, mescolate e aggiungete anche 1 cucchiaio di curry. In una pentola cuocete le pennette con abbondante acqua salata e, nel frattempo, in un pentolino, fate saltare la mollica sbriciolata del pane con l’aglio schiacciato e 2 cucchiai di olio, quindi salatela e aggiungetela al porro e alla pancetta. A questo punto, scolate la pasta al dente e mettetela in padella con il condimento, aggiungendo un mestolo di acqua di cottura, poi mescolate bene e trasferite in un piatto da portata, grattugiatevi la ricotta e servite.

Come fare il riso al curry

Come fare il riso al curry Anche il riso è tra gli alimenti che ben si abbinano al sapore del curry e se con il pollo possiamo abbinare un buon riso basmati, un piatto di riso al curry può essere preparato anche con il riso Carnaroli.

L’aggiunta dei gamberetti rende molto sofisticato il piatto, quindi ecco per voi una ricetta facile e sfiziosa che prevede anche questo ingrediente.

Vi serviranno: 300 g di riso; 12 code di gambero; 1 mela; 1 spicchio d’aglio; 500 ml di brodo vegetale; curry q.b.; 1 bicchiere di vino bianco; olio extravergine d’oliva q.b.; sale q.b.

Tostate il riso con il curry e 4 cucchiai di olio in una padella antiaderente molto capiente. Dopodiché, sfumate con il vino bianco e fate evaporare, poi versate 2 mestoli di brodo caldo e proseguite la cottura, aggiungendo man mano altro brodo. In una padella a parte, fate saltare la mela tagliata a dadini con l’aglio e 2 cucchiai di olio, quindi aggiungeteli al risotto e unite anche le code di gambero precedentemente cotte al vapore. Infine, servite il riso ben caldo.

Come fare il pollo al curry

Come fare il pollo al curry Ingrediente fondamentale della cucina indiana, come il garam masal e altre spezie ed erbe aromatiche, il curry è famoso soprattutto per il suo impiego nella preparazione di un ottimo secondo piatto, perfetto per qualunque occasione: il pollo al curry.

In realtà, le ricette per preparare il pollo al curry sono diverse, infatti esistono tante buonissime varianti che portano in tavola colore e aromi intensi.

Per questa ricetta vi serviranno: 1 pollo da 1 kg; 3 cipolle; 80 g di mandorle; 1 mela; 2 foglie di alloro; 1 l di brodo di pollo; 3 cucchiai di curry; olio di semi q.b.; sale q.b.

Dopo averlo accuratamente lavato e asciugato, tagliate il pollo a pezzi il più possibile regolari, poi metteteli in una ciotola e spolverizzateli con 2 cucchiai di curry. Massaggiatelo con le mani, avendo cura di indossare dei guanti di lattice, e lasciatelo marinare coperto dalla pellicola per alimenti per circa 3 minuti. Nel frattempo, affettate molto sottilmente la cipolla, dividete a dadini la mela sbucciata e privata del torsolo e fate cuocere gli ingredienti con 5 cucchiai di olio in un una padella antiaderente capiente e con i bordi alti. Dopodiché, aggiungete anche le foglie di alloro e intanto, in un mixer, frullate grossolanamente le mandorle. Aggiungetele in padella, unite anche 1 cucchiaio di curry e bagnate con 300 ml circa di brodo caldo. A questo punto portate a bollore, aggiungete i pezzi di pollo marinati, un pizzico di sale e proseguite la cottura per 40 minuti circa, aggiungendo altro brodo quando necessario.

Il pollo al curry è perfetto se accompagnato dal riso pilaf e da un contorno di verdure, come ad esempio da gustosi asparagi al burro oppure da un buon purè di ceci.

Con la stessa ricetta, potete preparare anche un buon tacchino per portare in tavola secondi piatti sempre diversi. Provate a realizzare anche un'insalata di pollo con salsa di mascarpone al curry: riscuoterete grande successo!

Come fare la salsa al curry

Come fare la salsa al curry Tra le salse, quella al curry è davvero semplice da preparare ed è speciale se in accompagnamento a gamberetti, pesce al vapore, verdura e ortaggi.

Vi serviranno: 1 cipollotto; curry q.b.; 1 bicchiere di vino bianco; olio extravergine d’oliva q.b.; 1 limone; 1 ciuffo di prezzemolo; sale e pepe nero q.b.

In una padella fate rosolare il cipollotto a rondelle con 2 cucchiai di olio e 1 cucchiaino pieno di curry. Dopodiché aggiungete il vino, lasciate cuocere per circa 3 minuti, quindi spegnete il fuoco e trasferite tutto in un bicchiere alto. Aggiungete 120 ml olio, il succo di limone, un pizzico di sale, una spolverizzata di pepe nero macinato al momento e il prezzemolo tritato. Infine frullate fino ad ottenere una salsa cremosa ed ecco fatto!

Come fare le patate al curry

Come fare le patate al curry Una buona ricetta da far gustare anche ai bambini* vede come protagoniste le patate che si lasciano insaporire dal curry per un contorno adatto a un piatto di agnello al forno o di pollo ai ferri.

Per preparare le patate al curry vi serviranno: 500 g di patate a pasta gialla; 2 cucchiai di curry; 1 ciuffo di erba cipollina; 1 spicchio d’aglio; olio extravergine d’oliva q.b.; sale q.b.

Per prima cosa, sbucciate le patate, tagliatele a tocchetti e lasciatele bollire in abbondante acqua salata per circa 6 minuti. Nel frattempo, schiacciate l’aglio e fatelo rosolare in padella, poi scolate le patate, fatele asciugare leggermente, quindi mettetele in padella. Aggiustate di sale, unite anche l’erba cipollina sminuzzata e, a questo punto, diluite il curry in ½ tazzina d’acqua calda e aggiungetelo alle patate. Fate cuocere per circa 15 minuti mescolando spesso e aggiungendo, se necessario, un po’ di acqua calda.

Servite le patate in un piatto unico di riso, pollo, pesce o verdure. Se volete, potete aggiungere alle patate in padella anche formaggi a vostra scelta per rendere più cremoso il piatto.

*sopra i 3 anni

Come usare il curry con verdure

Come usare il curry con verdure Le verdure e il curry si uniscono in un irresistibile gratin al forno.

Per prepararlo in casa vi serviranno: 2 zucchine; 4 cipollotti; 3 carote grandi; 1 finocchio; 150 g di patate novelle; 200 g di cime di cavolfiore; 4 carciofi; 50 g di farina; 50 g di burro; 2 cucchiai di curry; 80 g di parmigiano grattugiato; 500 ml di latte; olio extravergine d’oliva q.b.; sale e pepe nero q.b.

Per prima cosa, fate sbollentare le verdure in acqua bollente salata per qualche minuto. Dopodiché, preparate la besciamella: mettete a scaldare il latte e diluitevi 2 cucchiai di curry e un pizzico di sale; in una pentola a parte, fate sciogliere il burro con la farina e quando il composto si sarà amalgamato aggiungete a filo 1/3 del latte aromatizzato, quindi mescolate subito con la frusta a mano per evitare la formazione di grumi, aggiungete il resto del latte e mescolate fino a ottenere la giusta consistenza.

Tagliate a spicchi i carciofi, il finocchio e i cipollotti e tagliate a rondelle il resto delle verdure, poi dividete a metà le cime troppo grandi e fate saltare tutto in una padella con 4 cucchiai di olio. Aggiustate di sale e spolverizzate con il pepe nero macinato al momento, quindi disponete le verdure in una pirofila precedentemente imburrata e conditele con la besciamella al curry e una spolverizzata di parmigiano. Infornate a 220° per circa 10 minuti e servite subito.