Come fare il timballo di riso

Galbani
Galbani
Come fare il timballo di riso
I timballi sono piatti unici al forno, perfetti per il pranzo della domenica o per una cena tra amici. Potete servire questo piatto sia come antipasto, che come primo piatto. Oggi scoprirete come fare il timballo di riso in diversi modi e otterrete tanti consigli utili per la sua realizzazione. Imparerete come si prepara e come si cuoce il timballo, come fare il timballo di riso alla siciliana, quali ingredienti usare, come preparare i ripieni e salse per il condimento.
Volete mettervi subito all'opera? Allora non fatevi scappare tutti i segreti per fare un buon timballo!

Come fare il timballo di riso

Come fare il timballo di riso Il timballo di riso è una preparazione semplice della cucina italiana a base di riso, verdure e altri ingredienti sfiziosi, come formaggi o salumi. Potete prepararlo con qualsiasi tipo di riso avanzato oppure partire con la ricetta più classica che prevede la cottura del riso.

Vediamo prima la ricetta di base e poi una versione più semplice che sfrutta il riso avanzato.

Il procedimento del timballo di riso è molto semplice: si parte dalla cottura del riso in acqua salata bollente, potete usarne circa 400 g di qualità Carnaroli se volete portare in tavola un timballo per 8 persone. Scolatelo al dente, lasciatelo intiepidire e trasferitelo in una ciotola capiente. In alternativa potete cuocere il riso in padella come un normale risotto, con un soffritto di cipolla e portarlo a cottura con brodo vegetale. Dopo aver scelto con cosa insaporire il riso occorre ungere una teglia per timballi con una noce di burro. Mescolate insieme il riso e gli ingredienti prescelti, aggiungete 1 pizzico di pepe e sale. Infine, rovesciate nello stampo il riso condito. Di seguito trovate alcune ricette per i timballi di riso facili e veloci da preparare. Scoprite la ricetta che fa per voi!

Se cercate un piatto unico gustoso per i bambini*, il timballo di riso piselli e prosciutto cotto potrebbe fare al caso vostro: è veloce e facile da preparare, soprattutto se avete già a disposizione del riso cotto.

Per chi ama i sapori decisi a base di carne, meglio optare per il riso al forno con ragù di carne. Volete ottenere un timballo irresistibile? Aggiungete a questa preparazione 150 ml di besciamella prima di cuocere.

Vi state chiedendo quali formaggi usare per il timballo? Sono adatti tutti i formaggi filanti, come la scamorza, la mozzarella o la fontina tagliata a dadini; per aggiungere sapore potete usare pecorino o parmigiano grattugiato. E se preferite i sapori più delicati, potete aggiungere al composto 200 g di ricotta o di formaggio spalmabile. Le dosi per il formaggio filante sono circa 100-150 g per 400 g di riso, potete anche aggiungere 50 g di pecorino o parmigiano.
Per quanto riguarda salumi e affettati, potete usare il già citato prosciutto cotto, tagliato a dadini o listarelle, il salame, la mortadella oppure lo speck. La dose da aggiungere a 400 g di riso è circa 150 g.

Volete portare in tavola un piatto dal gusto saporito? Rivestite tutto il fondo dello stampo con fette di prosciutto o pancetta e poi versatevi il riso. Il timballo di riso, una volta sformato, avrà un aspetto appetitoso e croccante. Se preferite preparare un timballo di pesce potete sostituire questa quantità con dei gamberi sgusciati surgelati scottati in acqua bollente per 3 minuti.
Se amate le ricette di pesce potrebbe piacervi un ottimo sformato di riso e salmone, con ricotta, panna e parmigiano.

Preferite un timballo con verdure? Potete usare qualsiasi verdura purché cotta in precedenza: carciofi, peperoni, broccoli, spinaci e, perché no, anche i funghi. Se utilizzate i risotti avanzati di verdure o ai funghi, la preparazione sarà ancora più semplice: potete aggiungere solo 3 cucchiai di formaggi e salumi tagliati a dadini, mescolare, disporre nella teglia e cuocere in forno.

A proposito di avanzi, siete di quelli che "in cucina non si butta via niente"? La ricetta delle polpette di riso è perfetta per finire gli avanzi. Date sfogo alla vostra creatività con le ricette svuota frigo e i consigli riportati nella sezione come recuperare/riciclare gli avanzi.

Adesso il timballo è pronto per la cottura. Scoprite come ottenere una cottura perfetta nel prossimo paragrafo.

*sopra i 3 anni

Come cucinare il timballo di riso

Come cucinare il timballo di riso Il timballo di riso si cucina in forno. Dal momento che il composto è costituito da ingredienti già cotti, il forno servirà solo a rendere più gustosa la ricetta. Il metodo di cottura al forno, infatti, è perfetto per ottenere un timballo croccante in superficie e morbido all'interno. Utilizzate la funzione forno grill durante gli ultimissimi minuti per assicurarvi una superficie dorata e invitante.
I tempi di cottura variano in base all'altezza del timballo: 10 minuti a 200° dovrebbero essere sufficienti per qualsiasi tipo di ricetta. Le cose cambiano se volete cucinare un timballo di riso con pasta sfoglia (o pasta frolla) oppure un timballo ripieno. Vediamo quindi alcuni consigli su come cucinare queste due varianti e una ricetta veloce e semplice per chi preferisce fare il timballo di riso in padella.

Timballo di riso con pasta sfoglia: una versione molto bella da vedere, oltre che buona da mangiare. Il procedimento è facile e consiste nel foderare la tortiera con un rotolo di pasta sfoglia o frolla. Distribuite poi il riso e cuocete in forno caldo a 200°. Per questa preparazione vi servirà qualche minuto in più, circa 20-30 minuti per un risultato fragrante.
Timballo di riso ripieno: per realizzare il timballo di riso ripieno vi basterà stendere uno strato di composto sul fondo e sui bordi dello stampo precedentemente unto, versare il ripieno e chiudere con un altro strato di riso. Se il ripieno è fatto di formaggi filanti potrebbe essere necessario qualche minuto in più. Per non sbagliarvi potete cuocere il timballo di riso per 10 minuti e poi tenerlo dentro al forno caldo prima di servirlo.
Timballo di riso in padella: potete preparare questa versione molto più veloce ai fornelli della vostra cucina. Per la preparazione del timballo di riso in padella seguite le istruzioni riportate nella ricetta della frittata di pasta con mozzarella e pomodori. Vi basterà sostituire la pasta con il riso bollito.

Preferite fare a meno del riso? Se vi piacciono i timballi al forno, provate anche il timballo di pasta oppure se amate gli ortaggi il timballo di zucca, di patate o di zucchine. Quest'ultima preparazione è buona per tutti, anche per coloro che preferiscono le ricette vegetariane.

Come fare il timballo di riso alla siciliana

Come fare il timballo di riso alla siciliana Ora potete scoprire quanto è semplice portare in tavola un buon timballo di riso alla siciliana, per una cena in famiglia o in occasione di una festa tra amici. La particolarità di questa ricetta è data dall'uso della melanzana, un tipico ortaggio della Sicilia e di tutto il Sud Italia, usato anche in molte altre ricette gustose.

Vediamo quali sono gli ingredienti per il timballo di riso alla siciliana. La ricetta più classica prevede:

• 400 g di riso
• 800 g di ragù di carne
• 2 melanzane
• 200 g di provola
• 150 g di piselli surgelati
• 100 g di pangrattato
• 50 g di parmigiano grattugiato
• 4 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
• olio di semi per friggere

Ed ecco il procedimento per realizzare il timballo di riso siciliano: inserite i piselli surgelati in un contenitore adatto al microonde, aggiungete 1 pizzico di sale, chiudete l'apposito coperchio. In alternativa potete sbollentare i piselli per 5 minuti in acqua salata. Scolate i legumi e teneteli da parte.
Lavate le melanzane, eliminate le estremità e tagliatele a fette dello spessore di circa 5 mm. Trasferitele in una ciotola capiente e tenetele in ammollo per 15 minuti in acqua fredda con 1 cucchiaio di sale grosso.
Portate a ebollizione una pentola d'acqua salata in cui cuocere il riso al dente. Scolatelo e trasferitelo in una ciotola a raffreddare.

Nel frattempo tagliate a cubetti la provola e sistematela in un piatto. Scolate e asciugate con cura le melanzane con carta assorbente. Scaldate l'olio di semi in un tegame ampio e friggete le fette di melanzane finché non saranno dorate da entrambi i lati. Scolatele con una schiumarola e fatele sgocciolare dall'olio in eccesso su carta da cucina.
Condite il riso bollito con il ragù di carne, aggiungete i piselli, il formaggio grattugiato e infine la provola a cubetti.

Ungete con olio extravergine d'oliva il fondo e i bordi di una tortiera e usate le melanzane per foderare tutta la superficie dello stampo. Mescolate bene tutti gli ingredienti e versateli sulle fette di melanzane. Cercate di livellare il riso condito con un cucchiaio in modo da distribuirlo bene su tutta la superficie. Infine, richiudete con i lembi di melanzana.
Preriscaldate il forno a 200° e una volta raggiunta la temperatura, infornate il timballo di riso alla siciliana. Cuocete per 15 minuti circa, lasciate intiepidire e sformate il timballo in un piatto da portata solo dopo 1 ora di riposo.

Preferite fare un timballo di riso dal gusto più leggero? Potete utilizzare la salsa di pomodoro al posto del sugo alla bolognese.

Le melanzane sono le vostre verdure preferite? Allora vi piacerà sicuramente anche la ricetta sfiziosissima delle melanzane al cioccolato.

Come fare un buon timballo di riso

Come fare un buon timballo di riso Adesso vi sveleremo trucchi e consigli per capire come fare un timballo di riso ricco di gusto in poco tempo. Come avrete capito, la preparazione è piuttosto semplice, soprattutto se volete fare un timballo con riso avanzato. Prendete nota dei suggerimenti riportati di seguito per ottenere un timballo perfetto a prova di bambini*.

Gli ingredient: partiamo dalla scelta dell'ingrediente principale di questo piatto, il riso. Per la preparazione del timballo potete usare il riso Carnaroli o qualsiasi altra varietà di riso superfino: Roma, Baldo e Arborio sono comunque adatti.
La cottura del riso deve essere al dente, mai cotto a puntino. Proprio perché il timballo si termina in forno, è meglio non cuocere troppo il riso per evitare una consistenza appiccicosa.
Dopo averlo cotto e scolato, è importante farlo intiepidire alcuni minuti: il riposo consente all'umidità di evaporare e asciuga i chicchi, mantenendoli bene separati. Potete comunque aggiungere in seguito del latte se notate che il composto risulta troppo asciutto.
Le uova sono spesso presenti in molte preparazioni del timballo di riso. La loro funzione è quella conferire una migliore consistenza al composto, perciò potete aggiungere un uovo leggermente sbattuto in qualsiasi preparazione.
Il pangrattato invece, è l'ingrediente fondamentare per creare una doratura irresistibile sulla superficie del timballo. Potete cospargere sul timballo uno strato di pangrattato proprio prima di infornare, oppure della frutta secca tritata finemente.
Gli strumenti: per la cottura del timballo di riso potete usare tortiere in metallo o silicone. Il classico stampo per dolci è l'ideale: potete usare lo stampo per il ciambellone per conferire al timballo la forma ad anello oppure usare uno stampo per plumcake.
Se siete al vostro primo timballo è meglio scegliere una tortiera a cerniera, sarà più semplice sformare il piatto. Avete a disposizione una pirofila o una teglia in vetro? Sono entrambe adatte.
Per creare dei mini timballi di riso potete usare i pirottini in alluminio, così da servire un piatto monoporzione.
Qualsiasi stampo utilizziate ricordate di rivestirlo con un foglio di carta forno o di ungerlo con cura con burro od olio prima usarlo. Per facilitarvi l'operazione usate un pennello da cucina e passatelo bene su tutta la superficie dello stampo.
Come servire il timballo: una volta sformato il timballo di riso potete servirlo su un letto di insalata croccante e pomodori tagliati a fette. Aspettate che il timballo sia ben freddo, altrimenti farà appassire le foglie. Disponete la verdura lavata su un piatto da portata e adagiatevi il timballo. Il timballo di riso, può essere tagliato come una torta in spicchi o a fette, e servito come antipasto o primo piatto. Potete accompagnare le porzioni con un cucchiaio di salsa, magari la stessa usata nel ripieno.

*sopra i 3 anni