Santa LuciaPresenta

Timballo di patate

Ricetta creata da Galbani
Prova con
Mozzarella Santa Lucia
Mozzarella Santa Lucia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Spesso le ricette più semplici sono anche quelle che danno maggiore soddisfazione in cucina. Con pochi ingredienti è possibile realizzare una preparazione per un piatto unico semplice e gustoso, come in questo caso.

Patate, Mozzarella Santa Lucia, prosciutto cotto Galbacotto, noce moscata, pepe e menta si uniranno nella vostra cucina per una ricetta appetitosa e facile da realizzare.
La pietanza che vi consigliamo è il timballo di patate.

Un piatto unico versatile e molto gustoso, che può tranquillamente essere servito per una cena tra amici o parenti, ma che risulta anche un'ottima soluzione da consumare per una gita fuori porta.
Questa specialità, infatti, mantiene inalterato il suo gusto anche quando viene consumata fredda.

Una ricetta perfetta quando tra i fornelli vi manca la fantasia, ma non la voglia di assaporare qualcosa di buono e sfizioso, una portata jolly che è bene quindi saper preparare in ogni occasione.

Usate il procedimento che segue per realizzare uno sformato di patate delizioso, croccante in superficie e morbido all'interno.



Facile
6
65 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 1 kg di patate
  2. 2 Mozzarelle Santa Lucia Galbani
  3. 1 confezione di prosciutto cotto Galbacotto Galbani
  4. 1 spicchio d'aglio
  5. sale q.b.
  6. noce moscata q.b.
  7. menta q.b.
  8. pepe q.b.
  9. 1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva
  10. 1 uovo grande

Preparazione

  • Per realizzare il timballo di patate dovete prima di tutto lavare le patate, pelarle e affettarle a uno spessore di 5 millimetri. Mettetele in una terrina capiente e conditele con il sale, il pepe, la noce moscata e l'aglio mondato e tritato. Mescolate per bene il tutto, poi prendete una teglia circolare e imburrate il fondo, o foderatela di carta da forno. Disponetevi sopra le fettine di patate condite di modo da formare uno strato bello compatto.
  • Con l'ausilio delle forbici da cucina, tagliate sulla superficie le foglie di menta.
  • Ad operazione conclusa, adagiate sopra anche le fette di prosciutto cotto Galbacotto e la Mozzarella Santa Lucia ridotta a dadini. Coprite la preparazione con altre fettine di patate condite. Cospargetele infine ancora di menta tagliuzzata.
  • A parte prendete una ciotola, metteteci l'uovo e sbattetelo con 1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva e un pizzico di sale. Lavorato l'uovo, versatelo sull'ultimo strato di patate e infornate la preparazione nella pirofila in forno preriscaldato a 250° per 45 minuti circa.
  • Gustate il vostro timballo di patate come più preferite: caldo e filante o più freddo per una consistenza più decisa.

Curiosità

Con la stessa base di patate, si prepara altrettanto facilmente e velocemente il gateau di patate. A differenza del timballo, questo sformato di origine francese, si realizza con le patate ridotte a purea. Fate quindi bollire le patate e pelatele, munitevi di uno schiacciapatate e realizzate un pasticcio con gli altri ingredienti.

La ricetta tipica del gateau è francese, ma in Italia è stata reinterpretata alla corte dei Borboni nel 1700. La variante napoletana dello sformato prevede che la purea di patate venga amalgamata con salumi e formaggio, per poi essere cotto nel forno con una superficie croccante di parmigiano, o grana grattugiato, e pangrattato.

Prendendo spunto dal timballo e dal gateau di patate, è possibile realizzare tante varianti per uno sformato di verdure, dal gusto delicato e adatto ad ogni stagione.

Con le zucchine, per esempio, è possibile procedere come descritto per la ricetta del timballo: ungete con il burro una pirofila e stendete il primo strato di fettine degli ortaggi, quindi aggiungete la provola affumicata, il prosciutto, o lo speck, e procedete fino all'ultimo strato. Prima di infornare, cospargete il timballo di verdure con parmigiano grattugiato e pangrattato.

Tutti gli sformati di verdure sono ottimi sia caldi che freddi: è possibile realizzare le porzioni in anticipo e portarle per una gita fuori porta con picnic.