Come fare le crocchette di patate

Galbani
Galbani
Come fare le crocchette di patate
È tempo di ricetta di crocchette di patate e ce n'è per tutti i gusti. Ma prima vi daremo qualche consiglio per fare in modo che non si rompano, stando quindi attenti alla scelta delle patate e ai tempi di riposo in frigorifero, più altri trucchetti. Se desiderate poi rendere più sfiziose le vostre crocchette, riempitele con una farcitura filante e il vostro piatto farà sicuramente gola, oppure alternate crocchette di patate con verdure a crocchette di patate con carne e pesce per un ottimo tris di fritti!

Come fare le crocchette di patate

Come fare le crocchette di patate Le crocchette di patate sono facili da realizzare e sono gustose da servire sia tra gli antipasti del buffet che tra secondi piatti, contorni e piatti unici. Si prestano ad essere preparate soprattutto in occasioni di feste per bambini* o come finger food da assaggiare durante un aperitivo con amici, invitati a casa per cena. Croccanti all'esterno, morbide all'interno e dalla forma allungata a cilindro o tonda, sono veramente sfiziose e costituiscono un'alternativa alle patate fritte. Ma come si fanno? Ecco alcuni consigli con tanto di spiegazione.

Lessate delle patate, senza spezzettarle e privarle della buccia, in acqua salata, calcolando 40 minuti dall'inizio dell'ebollizione. Scolatele e lasciatele raffreddare. A questo punto pelatele e schiacciatele con l'apposito schiacciapatate. Per ogni chilo di patate, unite poi 2 tuorli d'uovo a temperatura ambiente e mescolate. Aggiustate di sale e di pepe, e versate nel composto anche 100 g di parmigiano grattugiato. Amalgamate il tutto. In una ciotola a parte, sbattete due uova a temperatura ambiente e versate del pangrattato in un piatto. Prendete un po' di impasto con le mani e formate dei piccoli cilindri da passare prima sull'uovo e poi sul pangrattato. Friggete in pentola in abbondante olio di semi bollente, non più di quattro crocchette di patate per volta. Quando si saranno dorate da tutte le parti, prendetele con una schiumarola e adagiatele su della carta assorbente così che scolino l’olio in eccesso. Portatele calde in tavola. Un consiglio, per friggere utilizzate l’olio di semi di arachidi che tiene di più in cottura e vi permette di avere una doratura omogenea dalla prima all'ultima crocchetta. Inoltre, usatene sempre in abbondanza in modo che le crocchette galleggino.

*sopra i 3 anni

Come fare le crocchette di patate al forno

Come fare le crocchette di patate al forno Se non le desiderate fritte, potete preparare le crocchette di patate al forno da accompagnare magari con del ketchup, della maionese o della salsa allo yogurt. Simili alle polpette da fare in forno, sono semplici e veloci da cucinare e per questa ricetta si consiglia l'uso di patate a pasta bianca, abbastanza farinose. Lessate mezzo chilo di patate in abbondante acqua salata con la buccia o cuocetele al vapore; fatele intiepidire e passatele con lo schiacciapatate riducendole in purea. Insaporite con un pizzico di sale e di pepe e tre cucchiai di formaggio grattugiato. Unite anche un uovo a temperatura ambiente. Girate cercando di amalgamare bene il tutto. Prendete una manciata di impasto e lavoratelo con le mani formando un cilindro o delle palline. Passate le crocchette sulla farina e poi sull'impasto di 2 uova a temperatura ambiente sbattute con una forchetta per finire, all'ultimo, nel pangrattato. Preriscaldate il forno a 200° e adagiate le vostre preparazioni su una teglia rivestita di carta da forno, cuocendole per mezz'ora.

Come fare le crocchette di patate senza romperle

Come fare le crocchette di patate senza romperle Per far sì che le crocchette di patate non si aprano e si sfaldino, ci sono dei piccoli trucchi e accorgimenti da seguire. Il primo consiste nella scelta delle patate, che devono essere asciutte, non acquose e quindi a pasta bianca o rosse, e, una volta lessate, fatte riposare in frigorifero per qualche ora. L'impasto poi non deve essere troppo molle o liquido, ma abbastanza denso per lavorarlo bene dandogli così la forma a cilindro o tonda. Potete riporlo nel congelatore per mezz'ora per renderlo, appunto, più compatto oppure per 2 o 3 ore in frigo. In alternativa, per dargli più consistenza, aggiungete alcuni cucchiai di farina o pangrattato.

Altro trucco per non far rompere le crocchette di patate è l'olio ben caldo da utilizzare per friggere. La temperatura ideale deve essere sui 175°, da controllare magari con un termometro per alimenti. Per crocchette poi più croccanti e compatte, ripassatele due volte sulla panatura, prima nell'uovo e dopo nel pangrattato, rafforzandole anche con un terzo passaggio sulla farina. Quindi la sequenza è questa: farina, uovo e pangrattato.

Come fare le crocchette di patate senza uova

Come fare le crocchette di patate senza uova L'impasto delle crocchette può essere anche senza uova, a base dunque di patate e formaggio grattugiato. Semplice da preparare, tiene lo stesso la compattezza delle crocchette grazie pure alla pastella usata per avvolgere i cilindri croccanti di patate. Provate dunque questo procedimento: lessate mezzo chilo di patate in abbondante acqua fredda e portatele a bollore. Da questo momento passerà mezz'ora prima che le patate siano cotte. Scolatele e raffreddatele un po' altrimenti non le riuscirete a tenere in mano per pelarle. Sbucciatele e schiacciatele ancora tiepide. Unite 2 cucchiai di formaggio grattugiato, 1 pizzico di sale, 100 ml di latte e impastate il tutto. Aiutatevi con le mani a compattare l'impasto. Se staccandone una parte, risulta un po' appiccicoso, aggiungete 2 cucchiai di olio e un po' di farina. La farina, circa 100 g, vi servirà poi per preparare una pastella con 150 ml di acqua e un pizzico di sale. Realizzate dei cilindri non troppo grandi e metteteli a riposare in frigo per un'ora. Trascorso il tempo di riposo, riprendete le crocchette e immergetele nella pastella di acqua e farina. Passatele nel pangrattato e riponetele di nuovo in frigo per altre 2 ore. Il freddo e il riposo aiuteranno le crocchette senza uova a solidificarsi meglio. Estraetele dal frigo, adagiatele su di una teglia rivestita con carta forno e cuocetele in forno già caldo a 180° per 25 minuti. In alternativa, riscaldate abbondante olio per friggere e versatevi i piccoli impasti di patate. Con l’aiuto di una schiumarola, toglietele dalla padella e adagiale su un piatto ricoperto di carta assorbente. Portate in tavola i cilindri di patate fritti in accompagnamento a un piatto di pollo, come per esempio il petto di pollo allo yogurt.

Come fare le crocchette di patate con il purè

Come fare le crocchette di patate con il purè Se dopo il pranzo della domenica in famiglia avanzasse del purè, un'idea sarebbe riciclarlo per creare delle gustose frittelle di patate e riso o delle semplici crocchettine. Suggeriamo pure un morbido sformato di broccoli. Per le prime, le frittelle, basterà che cuociate del riso al dente (circa 200 g per 100 g di purè) per unirlo al purè di patate avanzato, messo in una ciotola. Incorporate al composto anche 2 uova a temperatura ambiente, 2 cucchiai di formaggio grattugiato, 1 pizzico di sale, 1 macinatina di pepe nero e 1 ciuffetto di prezzemolo tritato. Mescolate bene e create delle crocchette da passare nel pangrattato e friggere in abbondante olio bollente.

Ma anche senza cuocere il riso, con il purè avanzato, le crocchette si preparano lo stesso, rispettando le seguenti dosi: a 200 g di purè si aggiungono un tuorlo a temperatura ambiente, 40 g di parmigiano grattugiato, un pizzico di noce moscata e un cucchiaio di pangrattato. Il parmigiano e il pangrattato rendono il purè più denso per dar forma così alle crocchette. Procedete con l'impastare e con il creare dei cilindri da immergere, prima, in un piatto con 2 uova a temperatura ambiente leggermente sbattute e, dopo, nel pangrattato per la panatura. Friggeteli in abbondante olio di semi di arachidi per qualche minuto, facendoli dorare su tutti i lati.

Come fare le crocchette ripiene

Come fare le crocchette ripiene Le crocchette di patate ripiene di formaggio e prosciutto cotto sono un antipasto e un secondo davvero sfiziosi, che piacciono a tutti. Vediamo, quindi, come preparare delle squisite crocchette dal cuore filante, ripiene di mozzarella e prosciutto. Gli ingredienti per 6 porzioni sono: 1 kg di patate, 2 tuorli a temperatura ambiente, 80 g di parmigiano, 200 g di prosciutto cotto a cubetti, 200 g di mozzarella, un pizzico di sale e di noce moscata. Poi, per impanare e friggere le crocchette, vi occorrono altre 2 uova a temperatura ambiente, del pangrattato e dell'olio di semi di arachidi.

Per cominciare, lavate le patate e fatele bollire in abbondante acqua salata per 40 minuti circa. Pelatele e, quando sono ancora calde, pressatele con lo schiacciapatate. Mettete la purea così ottenuta in una ciotola e aggiungete il parmigiano, i tuorli, la noce moscata e il sale. Amalgamate fino ad avere un composto solido. Prendetene una cucchiaiata e con le mani formate una conca dove mettere dei cubetti di prosciutto cotto e dei dadini di mozzarella. Richiudete e compattate la crocchetta stando attenti che il ripieno sia racchiuso bene all'interno. Passatela prima sulle uova sbattute e poi immergetela nel pangrattato per una panatura omogenea.

Fatte tutte le crocchette, mettete dell'olio di semi a scaldare in una capiente padella portandolo a una temperatura di circa 180°. Versatevi tre o quattro crocchette di patate ripiene e, a metà cottura, giratele. Scolatele con una schiumarola e disponetele su un piatto di portata coperto con carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Servite le crocchette di patate dal cuore morbido ancora calde per testare l'effetto filante.

Ma riguardo alle crocchette di patate ripiene da realizzare in cucina ci sono diverse varianti. Al posto del prosciutto cotto, potete infatti riempirle con speck o pancetta a cubetti e sostituire la mozzarella con provola piccante o scamorza affumicata.

Come fare le crocchette di verdure

Come fare le crocchette di verdure Alternate le vostre crocchette ripiene con altre crocchette cucinate con verdure che possono divenire anche un contorno alternativo a un secondo piatto sia di carne che di pesce; sono perfette infatti in abbinamento a degli spiedini di pesce alla griglia o arancini di pesce. Tra le verdure c'è poi l'imbarazzo della scelta, con le patate legano molto bene, ad esempio, i broccoli, le zucchine e i legumi, come piselli e ceci. E a proposito di ceci, aggiunti appunto alle patate danno vita a delle appetitose crocchette da accompagnare con una salsa a base di yogurt. In più sono veloci da preparare con i ceci già lessati, per cui basta passarli nel passaverdura insieme alle patate. Amalgamate molto bene e aggiustate di sale, senza aggiungere altro. Con le mani infarinate formate delle crocchette un po' schiacciate e passatele su un piatto di farina e poi su un altro in cui avrete sparso dei semi di sesamo. Adagiate le crocchette su una teglia rivestita con carta da forno e irroratele con un filo d'olio. Cuocetele in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti.

Ma anche con la zucca potete creare delle croccanti polpette di patate. Curiosi di sapere come? Allora sentite la ricetta. Per 10 crocchette di zucca e patate ci vogliono: 200 g di patate, 150 g di polpa di zucca, un tuorlo a temperatura ambiente, 20 g di scamorza affumicata grattugiata, 30 g di pangrattato, un pizzico di sale e di pepe. In più, 2 uova a temperatura ambiente, altro pangrattato e dell'olio di semi di arachidi, per impanare e friggere.

Iniziate dal lessare le patate con la buccia e, mentre queste cuociono, occupatevi della zucca da scaldare in forno a 200° per 10 minuti, dopo averle tolto la buccia e ridotto la polpa a pezzetti. A fine cottura, la zucca dovrà risultare morbida. Schiacciatela e, una volta cotte le patate, schiacciate anch'esse. Raccogliete tutto in una ciotola e aggiungete la scamorza grattugiata, il tuorlo sbattuto con una forchetta, il pangrattato, il sale e il pepe. Amalgamate gli ingredienti tra di loro in maniera omogenea e provate a fare un cilindro o una pallina, per verificare che il composto abbia la consistenza ideale. Cercate poi di fare tutte le crocchette della stessa misura. In un piatto fondo sbattete le due uova intere e passatevi le polpettine per farle poi rotolare sul pangrattato. In una padella mettete a scaldare l’olio di semi e, quando è caldo al punto giusto, immergetevi le crocchette di zucca e patate tre o quattro per volta. Doratele su tutta la superficie, raccoglietele dall'olio in padella e fatele scolare su un piatto rivestito con carta da cucina assorbente.

Come fare le crocchette di carne

Come fare le crocchette di carne Le crocchette di patate e carne sono davvero saporite e potete ricorrere a loro ogni volta che avete voglia di un piatto unico da gustare per cena insieme a un po' di insalata come contorno o pomodori a fette conditi con olio, sale e origano. Vi diamo intanto un suggerimento su come preparare una decina di crocchette di patate con salsiccia e carne macinata. Fate bollire mezzo chilo di patate in abbondante acqua salata per 30 minuti. Scolatele, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate, raccogliendo la purea in una terrina. In una padella rosolate uno scalogno affettato sottile con una noce di burro e aggiungete 80 g di carne macinata e una salsiccia spezzettata da far dorare per 3 minuti. Fate raffreddare e unite il soffritto di carne alla purea di patate. Mescolate e versate 60 g di provola grattugiata. Amalgamate il tutto e con le mani, leggermente infarinate, formate delle piccole crocchette prelevando, ogni volta, un cucchiaio di composto. Passatele su un piatto di farina e, successivamente, in un altro piatto con un albume e un uovo intero entrambi a temperatura ambiente e sbattuti, per finire poi nel pangrattato. Adagiate le crocchette in un piatto e fatele riposare in frigorifero per mezz'ora. Tiratele fuori e friggetele in abbondante olio di semi bollente.

Come fare le crocchette di pesce

Come fare le crocchette di pesce Le crocchette di pesce sono altrettanto buone come quelle di carne e potete preparale con il tonno alla maniera delle “croquetas”, piatto molto diffuso in Spagna che si serve tra le tapas come stuzzichino per un aperitivo. La loro preparazione somiglia a quella delle nostre crocchette di patate, con la differenza che gli spagnoli usano nell'impasto una specie di besciamella da mescolare con altri svariati ingredienti. Ma veniamo alle nostre crocchette di tonno e patate, per cui servono, per 12 polpettine: 500 g di patate lesse, 320 g di tonno sottolio, 100 g di farina, 200 ml di latte, 30 g di burro, sale e pepe quanto bastano. Da aggiungere a questi ingredienti ci sono al solito 2 uova a temperatura ambiente e il pangrattato, per impanare, e l'olio di semi di arachidi, se si vuol friggere, altrimenti cuocete le crocchette di pesce in forno.

Iniziate a pelare e schiacciare le patate in una terrina e amalgamatevi il tonno fatto sgocciolare, precedentemente, dal suo olio di conservazione. In un pentolino mettete a sciogliere il burro e unite la farina e il latte a filo. Girate con una frusta per far sì che non vengano grumi sulla besciamella. Salate, pepate e fatela raffreddare. Unitela poi al composto di tonno e patate. Intanto preparate anche la panatura, sbattendo in una ciotola le due uova e versando della farina in un piatto e del pangrattato in un altro. Tornate all'impasto e formate con le mani delle palline da plasmare a forma di cilindro. Passatele prima nella farina, poi nell'uovo e infine nel pangrattato e friggetele in abbondante olio caldo. Una volta fritte, scolate le crocchette su un piatto con dei fogli di carta da cucina. In alternativa cuocetele in forno a 180° per 30 minuti oppure sostituite il tonno, nell'impasto, con altro pesce come salmone, nasello, platessa o filetti di merluzzo, da saltare prima in padella e da aggiungere poi spezzettato alle patate schiacciate.

Come fare le crocchette di patate siciliane

Come fare le crocchette di patate siciliane A differenza delle crocchè di patate napoletane, di cui parleremo di seguito, le crocchette siciliane, sono fatte di sole patate, erbe aromatiche, come menta e prezzemolo, sale e pepe. Fritte poi nell'olio bollente, costituiscono uno sfizioso cibo di strada da prendere con le mani e gustare passeggiando.

Per rifarle anche a casa vostra, lessate, per prima cosa, 3 patate medie in acqua salata. Fatele raffreddare e pelatele. Schiacciatele e unite, alla purea, un ciuffetto di prezzemolo tritato finemente o, a chi piace il sapore, 6 foglie di menta sminuzzate, un pizzico di sale e di pepe, un uovo a temperatura ambiente e 60 g di formaggio grattugiato. Amalgamate molto bene per ottenere un composto omogeneo. Con le mani prelevate una piccola quantità di impasto e formate una crocchetta lunga quanto un dito. Continuate terminando tutto l'impasto. Passate le crocchette su un piatto con la farina, poi su un altro con 2 uova a temperatura ambiente leggermente sbattute per finire nel pangrattato. Friggetele in abbondante olio di semi bollente così che siano ben dorate e servitele calde. Le crocchette di patate siciliane si preparano anche senza uovo nell'impasto, per cui è importante che le patate da lessare e trasformare in purea siano farinose, per essere poi meglio lavorate.

Come fare le crocchette di patate napoletane

Come fare le crocchette di patate napoletane Caldo e filante è il crocchè di patate napoletano. Farcito infatti con provola o mozzarella è una vera prelibatezza da gustare come finger food. Per prepararlo, cuocete in abbondante acqua salata mezzo chilo di patate per 30 minuti. Appena pronte scolatele e lasciatele raffreddare prima di pelarle. Schiacciatele con lo schiacciapatate e raccoglietele in una ciotola. Aggiungete un pizzico di pepe e uno di sale, 20 g di parmigiano e 30 g di pecorino, entrambi grattugiati, oltre a un uovo a temperatura ambiente. Tritate anche un ciuffo di prezzemolo e aggiungetelo al resto del composto. Amalgamate tutti gli ingredienti, inumiditevi le mani con acqua oppure ungetele con dell'olio e prelevate un po' di impasto formando una polpettina scavata al centro. Posizionate qui dei cubetti di provola e richiudete per formare poi un cilindro. Per mezzo chilo di patate vi occorreranno in tutto circa 150 g di provola.

Preparate la panatura disponendo in un piatto un po' di farina, in un altro 2 albumi a temperatura ambiente e nel terzo del pangrattato. Fate rotolare i crocchè di patate farciti con la provola nella farina e, a seguire, nell'albume e nel pangrattato. Intanto mettete a scaldare, in una pentola, dell'olio di semi di arachidi e, quando sarà caldo, cominciate a friggere i crocchè, pochi per volta. Prelevateli con la schiumarola e poggiateli su di un piatto con carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. Gustate i crocchè di patate napoletani ben caldi.