Santa LuciaPresenta

Pici cacio e pepe

Ricetta creata da Galbani
Pici cacio e pepe
Prova con
Ricotta Santa Lucia
Ricotta Santa Lucia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Acqua, farina ed una presa di sale sono i pochi e semplici ingredienti necessari per i pici, lunghi spaghetti grossolani ed irregolari tipici della cucina gastronomica senese. Di origini contadine, i pici sono con il tempo divenuti una specialità presente oggigiorno nei ricettari italiani; accompagnati dai più svariati condimenti tra i quali fra i più classici e conosciuti annoveriamo ‘cacio e pepe’, in cui le tradizioni toscane e romane si fondono.

Gustosi e saporiti, abbiamo deciso di personalizzare questa ricetta speciale con l’aggiunta nel sugo di due ingredienti unici quali il Burro Santa Lucia e la Ricotta Santa Lucia che donano una delicatezza e cremosità avvolgente a questo primo piatto dal successo garantito. Scoprite con noi questa bontà che siamo certi lascerà tutti a bocca aperta!


Facile
4
20 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 400 g di pici
  2. 100 g di Ricotta Santa Lucia Galbani
  3. 100 g di pecorino romano grattugiato
  4. 2 noci di Burro Santa Lucia Galbani
  5. sale e pepe

Preparazione

Per la preparazione dei pici cacio e pepe il procedimento è facile e veloce. Se avete tutti gli ingredienti e volete sperimentare una nuova ricetta, continuate a leggere e seguite i nostri consigli:

01
Prendete una tegame e fate sciogliere due noci di Burro Santa Lucia insieme ad un pizzico di sale e pepe. A fuoco spento incorporate la Ricotta Santa Lucia ed il pecorino romano grattugiato.
02
Cuocete intanto in abbondante acqua salata bollente i pici e scolateli al dente nel tegame con il condimento precedentemente preparato (tenete da parte un bicchiere di acqua di cottura della pasta). Mantecate la pasta per qualche minuto affinché i pici vengano avvolti dal condimento e se necessario, aggiungete il bicchiere di acqua per amalgamare meglio il condimento.
03
I vostri pici con cacio, pepe e ricotta sono pronti per essere gustati belli caldi. Prima di servire il piatto dovete solo aggiungere sulla pasta altro pecorino romano grattugiato e pepe nero Buon appetito!

Varianti

Vediamo ora quali sono le possibili varianti di questo piatto dal sapore forte e deciso.

Innanzitutto, se non avete i pici o preferite un altro tipo di pasta, anche di forma differente, potete scegliere quella che più preferite. Al posto dei pici, tipici della provincia di Siena, potete preparare gli spaghetti cacio e pepe, una variante di questa sfiziosa ricetta della cucina toscana, semplice e veloce da fare ma molto gustosa.

Per gli amanti degli spaghetti alla chitarra, anche questi possono essere utilizzati per la preparazione di questo ottimo piatto: i tonnarelli devono essere bolliti al dente in una pentola di acqua bollente salata, e poi scolati serbando un po' di acqua di cottura.

Per condirli, potete far fondere un po' di burro in un tegame capiente e aggiungere parmigiano e pecorino grattugiato in dosi uguali, nonché un'abbondante spolverizzata di pepe. Aggiungete la pasta nel tegame assieme ad un mestolo di acqua di cottura e mescolate bene per farli impregnare del condimento. Serviteli ben caldi.

Per aggiungere altri sapori ai pici cacio e pepe potete anche far rosolare in una padella antiaderente della pancetta e unirla al condimento. Se invece preferite assaggiare una variante del condimento a base di pesce, provate le alternative con cacio, pepe e cozze o cacio, pepe e gamberetti.

Suggerimenti

Il segreto dei pici cacio è pepe è nel condimento. Per creare una cremina gustosa, quando scolate la pasta tenete da parte poca acqua di cottura, circa una tazzina di caffè, e aggiungetela nel momento in cui andrete a mantecare il condimento con la pasta. Seguite il nostro consiglio, donerete così al vostro primo piatto una cremosità unica, grazie al calore dell’acqua calda che scioglierà il pecorino romano grattugiato.

La cremosità di questo piatto e il suo profumo è dato dalla crema di formaggio, ottenuta grazie alla ricotta e al pecorino, che vi consigliamo di mescolare bene, assieme a qualche cucchiaio di acqua di cottura, con una frusta al fine di evitare la formazione di grumi. Ricordatevi di non far sgocciolare molto la Ricotta Santa Lucia prima di mescolarla agli altri ingredienti indicati nella ricetta, in questo modo il composto risulterà più morbido e delicato.

Prima di servire il vostro piatto, aggiungete qualche altro cucchiaio di formaggio per dare un sapore ancora più deciso al vostro piatto e una bella spolverizzata di pepe, una delle spezie più utilizzate nella preparazione dei primi piatti.

Se inoltre avete tempo e anche una buona manualità, vi consigliamo di impastare voi stessi i pici, così da preparare interamente in casa il piatto, gli ingredienti infatti sono solamente acqua, farina e sale.

Curiosità

I pici cacio e pepe nascono dall’unione tra due rinomatissime tipicità, l’una della regione Toscana e l’altra dell'area romana, entrambe due cucine conosciute a livello nazionale.

I pici sono un formato di pasta lungo, più spesso degli spaghetti, che, si ottengono impastando insieme la farina, l’acqua e il sale; le uova, invece, secondo la ricetta del territorio non vengono utilizzate nell’impasto. Nella cucina tipica toscana i pici vengono conditi con il sugo all’aglione o, più semplicemente, con il ragù. Oggi comunque è possibile trovarne differenti varianti come alla carbonara o, appunto, con cacio e pepe.

Il cacio e pepe è un condimento tipico della cucina laziale, in cui gli ingredienti principali sono solamente due: il pepe nero e il pecorino romano grattugiato. La sua preparazione è davvero veloce e richiede poche attenzioni. La semplicità di questo condimento è infatti ciò che lo ha reso famoso e che lo rende ancora oggi uno dei più cucinati nelle cucine italiane, ma anche estere.

Se la cremosa pasta dei pici cacio e pepe vi ha incuriosito, realizzate altri primi piatti tipici della cucina romana, come la pasta alla carbonara, ugualmente cremosa grazie al condimento a base di uova, sbattute in una ciotola con il pecorino e pancetta.

Prova anche

Scopri di più