Santa LuciaPresenta

Piadina con erbette

Ricetta creata da Galbani
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

La piadina romagnola è una specialità regionale e italiana, un prodotto IGP (Indicazione geografica protetta) di estremo successo. Oggi è un prodotto largamente consumato e diffuso, da mangiare in un chiosco, al ristorante o in una delle tantissime piadinerie diffuse in tutto il paese. Nonostante, infatti, la piadina nasca come piatto povero, come un'alternativa al pane rapida da preparare e pratica, con il tempo è entrata anche nelle cucine più ricercate, abbinata con ingredienti di alta qualità ed eccellenze del territorio.

Proprio come la pizza, ognuno di noi ha la sua piadina preferita, semplice o particolare che sia. Ideale per una cena tra amici organizzata all'ultimo minuto, ma anche come antipasto particolare e sfizioso. Inoltre le piadine sono anche pratiche per preparare un gustoso pranzo al sacco da portare in gita o al mare, o una merenda completa per la scuola. Apprezzate da tutti, infatti, anche dai più piccoli*, le piadine rivoluzioneranno il vostro menù in più occasioni. Non dovete far altro che imparare a farle a mano e rallegrerete la vostra cucina!

Il procedimento, come spieghiamo nella ricetta di oggi, è semplice e occorreranno pochi ingredienti. Per farcire le nostre piadine abbiamo optato per un gustoso ripieno con erbette: abbiamo utilizzato delle bietole e degli spinaci e come formaggio utilizzeremo le Santa Lucia Fette alla Mozzarella, pratiche e pronte per essere gustate. Ma non è tutto, perché questa ricetta si presta a tantissime versioni diverse, e alla vostra fantasia!

Media
6
50 minuti
60 minuti di riposo
Vota
Media0

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 500 g di farina 00
  • 125 g di strutto
  • 170 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • sale q.b.

Per il ripieno:

  • 500 g di bietola
  • 500 g di spinaci
  • 120 g di Santa Lucia Fette alla Mozzarella Galbani
  • olio evo q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • sale q.b.

Preparazione

Ecco a voi i passaggi necessari per realizzare delle piadine con erbette speciali, saranno pronte in un batter d'occhio

01

Iniziamo preparando l'impasto. In una ciotola unite la farina, lo strutto, il bicarbonato e il sale. Mescolate il tutto versando man mano l'acqua in tre volte. Disponete il composto su di un piano da lavoro e lavoratelo fino a che non diventerà sufficientemente omogeneo. Fate riposare per 30 minuti nella pellicola trasparente. Formate così un salsicciotto di pasta e dividetelo formando sei palline facendole e riposare per ulteriori 30 minuti.

02

Nel frattempo preparate la farcitura. Lavate con abbondante acqua corrente le bietole e gli spinaci, tagliate le foglie più grandi e scolate per bene. In una pentola antiaderente fate riscaldare uno spicchio d'aglio con dell'olio evo, aggiungetevi le erbette e una manciata di sale. Fatele saltare sul fuoco per 20 minuti circa, fino a quando non si saranno asciugate. Se preferite rimuovete l'aglio una volta pronte.

03

Passiamo alla realizzazione delle piadine vere e proprie. Dopo il tempo necessario, aiutandovi con un mattarello, stendete le palline per uno spessore di circa 3 centimetri e un diametro di 20 centimetri. Scaldate una padella antiaderente bassa e cuocete le piadine un paio di minuti per lato, ruotandole continuamente fino a che la superficie non risulti leggermente croccante. Una volta dorate saranno pronte per essere farcite!

04

Disponete le Santa Lucia Fette alla Mozzarella sulle vostre piadine appena uscite dalla padella e le erbette saltate in padella. Chiudete le piadine, schiacciatele leggermente e servitele ben calda.

Varianti

Una volta imparato a preparare le piadine romagnole a mano in casa le vostre ricette non conosceranno limite e vorrete provare tutti gli accostamenti di sapore e gusto possibili. Da riempire con salumi, formaggi e verdure diverse (zucchine, peperoni e pomodori secchi sono perfetti).

Ecco un paio di gustose ricette alternative da provare: la piadina integrale ai funghi e la piadina a modo di parmigiana. E per un impiego davvero particolare delle piadine potete realizzare degli sfiziosissimi rollè, ad esempio seguite la nostra ricetta dei rollè di tacchino con piadina romagnola, formaggio e verdure grigliate.

Potete rendere la nostra versione a base di erbette più sfiziosa aggiungendo della salsiccia, anch'essa saltata in padella e tagliata a pezzetti, che si sposa alla perfezione con gli spinaci e le bietole. Ma anche del salame affettato e in questo caso vi consigliamo il gusto di Affettato Salame Milano Galbani.

Per un impasto diverso optate per delle farine integrali che doneranno un sapore più intenso alla vostra sfoglia, ma non dimenticate che potete variare anche con della farina di riso o di ceci. Utilizzando una di queste ultime due otterrete delle ottime piadine senza glutine ugualmente golose e croccanti.

E se non avete a disposizione una padella, potete cuocere le vostre piadine anche al forno, disponendole su di una teglia con carte da forno e cuocendo a 180° in forno preriscaldato per circa 10 minuti, fino a doratura completa e prestando attenzione alla cottura della base.

Consigli

Come avete visto, la preparazione delle piadine richiede poco tempo e ingredienti essenziali, ma non per questo non è possibile dare qualche ulteriore consiglio per una riuscita migliore.

Iniziamo dall'impasto dicendo innanzitutto che se volete un composto vegetariano potete sostituire lo strutto con 50 ml di olioextravergine di oliva. Per aumentare la morbidezza della pasta, se preferite, potete sostituire una parte di acqua con una di latte e sostituire il bicarbonato con mezzo lievito di birra.

Per quanto riguarda la preparazione delle erbette, è importante che queste vengano scolate per bene dopo il lavaggio e che ripassate in padella evaporino buona parte dell'acqua. Questo per evitare che un ripieno troppo umido possa ammorbidire la piadina o sgocciolare via.

Avete poco tempo a disposizione ma non volete rinunciare a questa ricetta? Ovviamente, se non avete il tempo di preparare da voi l'impasto delle piadine, potete optare per soluzioni più veloci, comprando le piadine già pronte che vi consentiranno un risultato ugualmente perfetto. E potete scegliere anche farciture più rapide che non richiedono cotture preliminari, ad esempio, se volete una farcia ugualmente "verde", dell'insalata arricchita con legumi e pomodorini, e condita con olio evo e spezie a volontà. Bandito è però il microonde perché renderebbe le vostre piadine gommose e asciutte!

Curiosità

La piadina ha una storia antichissima che ha le sue radici addirittura nella cucina etrusca, la quale si ritiene prevedesse un sostituto del pane di forma circolare simile alla piadina. Una storia lunga secoli come dimostrano anche le origini del suo nome.

L'utilizzo della parola corrente è dovuto addirittura al poeta Giovanni Pascoli, che la derivò dalla parola dialettale "piè". Tanti anche i collegamenti etimologici anteriori: dal greco "platokis" (focaccia) al "fiadone", una ricetta abruzzese simile. Anche l'asse di legno dove si lavorano i prodotti da forno, la "piàdena", potrebbe c'entrarci qualcosa!

Anche la bietola è un alimento apprezzato fin dal passato e al centro di tantissime ricette delle diverse tradizioni locali del nostro paese. Con il nome "erbette" si intendono, infatti, le bietole da foglia o da taglio, tipiche dell'area del Mediterraneo e appartenenti alla famiglia delle Chenopodiacee, la stessa delle barbabietole e degli spinaci, che abbiamo infatti utilizzato anche noi.

Profumate e dal sapore amarognolo, le bietole si prestano per squisite torte salate e un'infinità di antipasti e finger food, ma anche come contorno per un genuino piatto unico. Un esempio? Eccovi una ricetta davvero gustosa e alternativa, che potrà svoltare i menù dei vostri buffet: crostoni di polenta con erbette, guanciale e taleggio Cademartori.

* sopra i 3 anni

Prova anche

Ti potrebbe interessare anche