null

Gamberi in padella

Gamberi in padella
Gamberi in padella
Gamberi in padella
Secondi Piatti PT15M PT0M PT15M
  • 4 persone
  • Facile
  • 15 minuti
Ingredienti:
  • 80 g di Burro Panetto Sante Lucia Galbani
  • 40 ml di olio extravergine di oliva
  • 60 ml di vino bianco secco
  • 20 gamberoni
  • 3 cucchiai di prezzemolo
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 peperoncino tritato
  • sale e pepe q.b.

Galbani

Burro Panetto

Il Panetto Burro Santa Lucia con il suo sapore delicato e consistenza soffice è ideale per rendere speciali tutte le tue preparazioni, sia dolci che salate. Scopri le curiosità

presentazione:

Cercate un piatto profumato e gustoso, che fa venire l’acquolina in bocca? La ricetta dei gamberi in padella è proprio quello che fa per voi.

Il tempo di preparazione è molto breve, infatti i gamberi nella cottura in padella devono essere appena saltati, altrimenti si cuociono troppo e non si riesce a godere appieno del loro sapore.

Il sapore dei gamberi è dolce e delicato e riesce a conquistare anche i palati delle persone più esigenti, pertanto vi consigliamo di preparare questa ricetta quando vorrete fare bella figura con gli ospiti.

La ricetta che vi proponiamo utilizza del vino bianco secco ma, se preferite, potete usare del brandy che darà alla vostra ricetta una nota ancora più dolciastra, molto gradevole.

Andiamo in cucina per vedere come realizzare la ricetta dei gamberi in padella, siamo sicuri che non deluderà le vostre aspettative!


Preparazione:

I gamberi saltati in padella sono un piatto semplice: in pochi minuti preparerete un piatto saporito che richiamerà il profumo del mare. Si tratta di una pietanza che può essere servita come antipasto, ma è annoverata anche tra i secondi di pesce. Seguite il procedimento per preparare i vostri squisiti gamberi in padella:



  1. 1. La pulizia dei gamberi è il primo passo fondamentale per realizzare la ricetta dei gamberi in padella: sciacquateli sotto l’acqua corrente fredda, privateli della testa e poi tagliate via tutte le zampette, così romperete il carapace con molta facilità per estrarre la coda intera. Se vedete il filamento nero degli intestini estraetelo, altrimenti con un coltellino appuntito incidete la schiena della coda e toglietelo. Questa procedura è molto importante perché il filamento intestinale è molto amaro e rovina il gusto del piatto.
  2. 2. In una padella capiente fate sciogliere il Burro Panetto Santa Lucia nell’olio extravergine di oliva, e soffriggete l’aglio e il peperoncino precedentemente tritati, mescolate e fate insaporire per qualche istante. Se preferite, potete aggiungere agli aromi anche qualche goccia di succo di limone: il suo profumo esalterà ancora di più il sapore dei gamberi.
  3. 3. Aggiungete i gamberi sgusciati e cuoceteli, a fuoco medio, per 2 minuti su di un lato, poi girateli, sfumate con il vino bianco e, dopo aver abbassato la fiamma, coprite con un coperchio e cuoceteli per altri 3 minuti. Salate, pepate e aggiungete il prezzemolo precedentemente tritato e mescolate bene per amalgamare.
  4. 4. I gamberi in padella sono pronti per essere gustati: metteteli in un piatto e, aiutandovi con un cucchiaio, irrorateli con il succulento sughetto di cottura.

Varianti:

Una variante molto gustosa che vi suggeriamo è quella di accompagnare i vostri gamberi in padella con la pancetta, realizzando una vera e propria insalata corposa e piena di gusto.

In una padella, fate rosolare la pancetta tagliata a cubetti. Quando i dadini di pancetta risulteranno croccanti e dal colore più scuro allora saranno pronti: metteteli da parte. Sempre nella stessa padella, fate cuocere i gamberi dopo averli puliti.

Prendete un mango, eliminate la buccia e tagliate la polpa a dadini.

In un piatto, sistemate prima l'insalata. Poi, adagiatevi sopra i vostri gamberi. Infine, aggiungete i dadini di pancetta e di mango. Condite con un po' di sale e un filo d'olio extravergine d'oliva ed ecco che il piatto è pronto per essere gustato!



Consigli:

Pulire i gamberi è molto semplice: iniziate sempre eliminando le estremità, ovvero la testa e la coda. Fate una leggera pressione sui lati e staccate prima la testa. Poi, eliminate il carapace, ovvero il guscio del gambero, e la coda. Potete anche conservare testa e coda ed eliminare solo il guscio, oppure eliminare la testa e il guscio e conservare la coda.

Aiutandovi con la punta di un coltello o anche con un semplice stuzzicadenti, incidete il dorso del crostaceo ed estraete con cura il filamento intestinale.

Un altro dei trucchi facili e veloci per pulire rapidamente i gamberi è quello di farli sbollentare prima nell'acqua bollente. Passati 5 minuti, scolateli e, dopo averli fatti raffreddare, pulite i vostri gamberi.

Conservate gli scarti dei gamberi per preparare un brodo di pesce che potrete utilizzare per insaporire un gustoso risotto di pesce.


Curiosità:

I gamberi sono quei crostacei caratterizzati da un esoscheletro e 10 zampe. In realtà, però, il termine "gambero" si riferisce a 2000 specie diverse. Una prima suddivisione va fatta tra quelli di acqua dolce e quelli di acqua salata. Si differenziano poi in base alle dimensioni e al colore.

I gamberi hanno, inoltre, una caratteristica davvero particolare: nascono maschi e tramutano poi il loro sesso.

Questi crostacei attraversano poi delle fasi della vita, proprio come avviene per i bruchi. Al momento della nascita sono noti come nauplio, poi segue la fase che li fa diventare zoea, una fase post-larvale e, infine, la fase adulta.

Durante la fase adulta i gamberi fanno la muta: perdono il loro guscio, rimanendo a tutti gli effetti "nudi" finché non si riforma una nuova corazza. L'età dei gamberi si misura in base alla grandezza: tra una muta e l'altra, infatti, il gambero cresce. Quindi, più è grande e più sarà il numero di mute che ha fatto e di conseguenza maggiore sarà la sua età.


I vostri commenti alla ricetta: Gamberi in padella

Lascia un commento

Massimo 250 battute