I dolci inglesi

Galbani
Galbani
I dolci inglesi
L’arte culinaria britannica ci porta a spasso per i dolci tipici di questo paese che sono passati oltremanica e sono arrivati a conquistare il resto del mondo con il merito di vantare ricette della tradizione molto ricche di gusto.

Muffin

Muffin I muffin, piccole torte monoporzione che si consumano a colazione, si prestano all’impiego di moltissimi ingredienti a seconda del gusto. Famosissimi i muffin ai mirtilli, al cioccolato ma anche i muffin con la frutta secca, con le fragole, con banane e scaglie di cioccolato e chi più ne ha più ne metta! Sono tortine molto versatili, buonissime anche con ingredienti salati.

Pudding

Pudding In Inghilterra il Pudding è un dessert che ha la consistenza di un morbido budino che lega insieme tanti ingredienti per comporre un dolce tipico inglese. Il Christmas pudding è una ricetta tipica della tradizione natalizia che impera in cucina in quel periodo.

In altri periodi dell’anno si possono gustare ricette di pudding più svariate come quella del pudding al cioccolato. Mescolate in una casseruola 500 ml di latte, 40 g di zucchero, i semi di vaniglia e portate a ebollizione. Nel frattempo, versate nella planetaria altri 40 g di zucchero, 3 tuorli e cominciate a montare, quindi versate 4 cucchiai di latte e unite 20 g di amido di mais con un pizzico di sale. Versate 500 ml di latte caldo a filo, quindi trasferite il composto in una casseruola. Mescolate a fuoco medio con una frusta fino a che il pudding non si sarà addensato (attenzione a non farlo bollire). Togliete dal fuoco e aggiungete 120 g di cioccolato fuso e 30 g di burro ammorbidito. Versate negli appositi stampini e fate raffreddare a temperatura ambiente, quindi lasciate i pudding in frigo per almeno tre ore.

Il bread pudding with whisky sauce è un pudding di pane con salsa al whisky, un vero piacere per il palato. Mettete l’uva passa in ammollo nel whisky, scolatela e mettete da parte. In una terrina lavorate 2 uova, 30 g di burro fuso, 500 ml di latte e incorporate gradualmente 140 g di zucchero. In un’altra terrina, mescolate i cubetti di pane raffermo con l’uva passa e il composto di latte. Versate tutto in uno stampo rotondo imburrato e sistematelo in una teglia da forno più grande che avrete riempito di acqua fino alla meta della teglia con il pudding per una cottura a bagnomaria. Infornate a 180° per 50 minuti fino a che il pudding avrà raggiunto un colore marrone scuro. Sfornate e mettete da parte. Preparate la salsa sciogliendo 80 g di burro in una padellina a fuoco molto basso, aggiungete 130 g di zucchero, un uovo e amalgamate con una frusta. Cuocete fino a che il composto non si sarà addensato, ma attenzione a non farlo sobbollire. Unite il whisky, togliete la salsa dal fuoco e versatela ancora calda sul dolce. Infornate e cuocete per altri tre minuti, quindi servite ben caldo.

All'ora del tè...

oradelte Gli Scones sono tipici dolci inglesi che si consumano all’ora del tè, momento sacro e irrinunciabile per molti britannici. In una terrina, lavorate insieme 250 g di farina manitoba, 1 cucchiaio di lievito in polvere, 40 g di zucchero, la punta di un cucchiaino di sale, 70 g di burro a pezzetti fino a ottenere un composto di consistenza granulosa. Unite 230 g di panna fresca e trasferite il composto su una spianatoia per lavorarlo energicamente pochi secondi. Stendetelo e ricavate, con un coppapasta, tanti dischi dello spessore di 2-3 cm. Sistemateli su una leccarda rivestita di carta da forno, spennellateli con la panna e spolverizzateli con lo zucchero. Infornate per 12-15 minuti a 215° fino a che non saranno ben dorati. Li potete servire caldi o a temperatura ambiente con confettura di fragole fatta in casa e panna. Generalmente gli scones vengono accompagnati anche dalla lemon curd, una crema a base di limoni o di arance che, rispetto alle altre creme, ha un aroma fruttato decisamente più intenso. Ottima è anche la cheesecake al lemon curd, anche se, si sa il mondo delle cheesecake è davvero molto vasto.

All’ora del tè, immancabili sono anche i biscotti al burro, detti anche shortbread, molto facili da preparare. In una planetaria setacciate 250 g di farina manitoba, 35 g di amido di mais, 140 g di zucchero, un pizzico di sale e 230 g di burro freddo a pezzetti. Lavorate per 2 minuti e trasferite l’impasto in una teglia imburrata e livellatelo bene. Con un coltellino, fate delle incisioni sull’impasto per dividerlo in 16 fette. Con i rebbi di una forchetta bucherellate la superficie a intervalli regolari e infornate a 160° per 50 minuti. Sfornate, fate intiepidire, sformate il dolce e lasciatelo raffreddare su una gratella. Una volta freddo, trasferitelo su un piatto e tagliate le barrette.

Altro tipico dolce inglese è il crumble, un dolce al cucchiaio a base di frutta, generalmente ciliegie o mele, molto buono e gustoso, perfetto se accompagnato con una pallina di gelato o con panna montata. E' molto sfizioso anche servito in bicchierini monoporzione.

Le torte inglesi

torteinglesi Tra le torte inglesi più conosciute e tradizionali c’è la carrot cake che, con la sua golosissima e semplice glassa e il suo sapore di spezie, è una ricetta imperdibile! E' leggermente diversa dall'italiana torta di carote ed ecco come si prepara: in una terrina, mescolate 180 g di farina 00, 1 cucchiaino di lievito, ½ cucchiaino di bicarbonato, una spolverata di cannella e di noce moscata, un cucchiaino di chiodi di garofano tritati e un pizzico di sale. Separatamente, lavorate 200 g di zucchero con 2 uova e il succo di un’arancia fino a ottenere un composto spumoso, quindi versate 150 ml di olio di semi a filo e 200 g di carote grattugiate e mescolate. Aggiungete il composto di farina e spezie, amalgamando delicatamente, mettete l'impasto della torta in uno stampo precedentemente imburrato e infarinato e cuocete in forno a 180° per 35 minuti. Nel frattempo, dedicatevi alla glassa: lavorate 150 g di formaggio spalmabile con 100 g di burro ammorbidito, realizzando una crema; aggiungete 100 g di zucchero a velo setacciato, due cucchiaini di scorza d’arancia grattugiata e un cucchiaino di zenzero. Mescolate bene e mettete a riposare in frigorifero per 10 minuti. Una volta pronta la torta, toglietela dal forno e lasciatela raffreddare su una gratella; quindi, prendete dal frigo la glassa, mescolatela un po' e spalmatela attentamente sulla torta fino a ricoprire anche il bordo per intero. Servitela a fette, decorando con carote tagliate a julienne o con piccole carotine di pasta da zucchero.

Apple Pie o Mince Pie sono tipiche torte inglesi, racchiuse da un involucro di pasta nato, originariamente, per preparazioni salate con carne e patate. Esiste, però, anche la loro versione dolce, tipica soprattutto delle tradizioni delle feste del periodo natalizio. Per il ripieno, unite in una ciotola le mele tagliate a pezzetti, la scorza di un'arancia e il suo succo, 100 g di zucchero di canna e le spezie che preferite. Aggiungete 60 g di burro tagliato a dadini e 100 g di uvetta e canditi, se vi piacciono; mescolate bene e lasciate riposare a lungo. Quindi, mettete tutto in una casseruola e cuocete a fuoco lento per 30 minuti, quindi aggiungete un cucchiaio di liquore a vostra scelta, aspettate ancora qualche minuto e spegnete. Preparate la pasta amalgamando 300 g di farina con 200 g di burro, formate delle grosse briciole e aggiungete un uovo, un pizzico di sale e tre cucchiai di acqua fredda. Fate riposare l’impasto per mezz'ora in frigorifero, avvolto da pellicola da cucina. Una volta riportato a temperatura ambiente, stendetelo a uno spessore di 5 mm circa. Ricavatene dei dischi di 7-8 cm e foderate degli stampini (per crostatine) precedentemente imburrati. Riempite i cestini con il ripieno di frutta, decorate con i ritagli di pasta avanzati a cui avrete dato delle forme simpatiche e divertenti e infornate a 180° per 25 minuti. Servite queste deliziose tortine spolverizzate con lo zucchero a velo.

CREMA INGLESE

La cultura della Gran Bretagna è custode di diverse e saporite ricette, che nel corso degli anni hanno varcato i confini e hanno deliziato anche gli italiani. I dolci britannici, al giorno d’oggi, si trovano in qualsiasi pasticceria, riempiono i buffet e sono sempre molto apprezzati a fine pasto o come merenda pomeridiana. Uno di questi è la crema inglese, un preparato molto simile alla crema pasticcera dalla quale differisce per l’assenza di farina. Questa caratteristica la rende più liquida e vellutata e perciò capace di accompagnare un dolce più croccante.

La sua preparazione è molto semplice: in un pentolino versate il latte e portatelo a bollore con una stecca di vaniglia; una volta raggiunta l’ebollizione togliete il pentolino dalla fiamma e nel frattempo montate i tuorli di uovo con lo zucchero. Pronto questo composto dovete diluirlo con il latte (aggiungetelo lentamente); riportate il nuovo composto sulla fiamma (bassa) e fate addensare la crema. Per chi lo preferisce, è possibile aggiungere il caffè per dare un gusto più corposo.

Ecco pronta una squisita crema inglese che potrete gustare accompagnata ai dolci da tè inglesi o dolcetti alle mandorle e non solo. Questa crema, infatti, si presta benissimo per farcire un soffice Pan di Spagna o un dolce con la pasta sfoglia.