Come cucinare le cipolline

Galbani
Galbani
Come cucinare le cipolline

Buone sulla pasta, ottime come contorno ma anche tra gli antipasti, le cipolline sono veramente squisite in tutte le loro preparazioni di cucina e fanno breccia su tutta la famiglia. Facili da preparare, accompagnano sia patti a base di carne che formaggi, salumi e frittate. Dalla cottura al forno alla cottura in umido e in padella, le cipolline cercano di compiacere un po' tutti i gusti, compresi gli amanti dei sapori agrodolci. E a questi ci pensano le cipolline borettane cucinate, appunto, in agrodolce o glassate all'arancia. Insomma, questo tipo di cipolle è perfetto per essere inserito in qualsiasi menù. Pronti a scoprire tante ricette?

Come cucinare le cipolline al forno

Come cucinare le cipolline al forno

Chi adora le cipolle, le gusta anche in versione più piccola. Le cipolline sono verdure ideali per tutti i tipi di secondi e possono essere cucinate in vari modi. Uno di questi è la cottura al forno che rende le cipolline davvero prelibate, tenere e croccanti allo stesso tempo. Se avete intenzione quindi di farle al forno, il primo consiglio è sbollentarle per qualche minuto in una pentola capiente con abbondante acqua salata. Dopodiché scolatele e mettetele ad asciugare. Adagiatele poi in una pirofila insaporendole con un pizzico di sale, un pizzico di origano, qualche fogliolina di timo e un cucchiaino di aceto di mele. Se vi piacciono gli aromi, potete aggiungere anche delle foglie di alloro.

Irrorate le cipolline con dell'olio extravergine d'oliva, mescolate per amalgamare bene il tutto e riponete la pirofila in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti. Prima di sfornare, ricordate di accendere il grill per pochi minuti. Togliete la pirofila dal forno e portatela direttamente in tavola insieme a un bell'arrosto di maiale con castagne. Se poi le cipolline cotte al forno avanzassero, potete farcirvi sempre dei fragranti panini da portare magari per pranzo al lavoro.

Come cucinare le cipolline in padella

Come cucinare le cipolline in padella

Le cipolline in padella potranno innanzitutto servirvi come base per sughi con cui condire primi piatti di pasta. Si tratta sicuramente di una preparazione tra le più semplici ma anche tra le più gustose. Prima di metterle in padella, pulite un sacchetto di cipolline eliminandone la buccia e cercando di non romperle, ma lasciandole intatte e rotonde. Lavatele e fatele scolare in uno scolapasta. Dopodiché scaldate un filo d’olio in padella, versatevi poi le cipolline e fatele saltare a fiamma vivace per qualche minuto. Appena le cipolline saranno dorate da tutte le parti, aggiungete un pizzico di sale e sfumatele con pochissimo vino bianco. Unite qualche fogliolina di prezzemolo, allungate con ½ bicchiere di acqua tiepida e cuocete a fiamma bassa per 15 minuti finché le cipolline non si ammorbidiscono. Trascorso il tempo di cottura, se i rebbi di una forchetta entrano facilmente, vuol dire che le cipolline sono cotte al punto giusto.

È possibile aromatizzare le cipolline, durante la cottura, con 1 rametto di rosmarino, ma ci sono altre varianti come quella di saltarle in padella con un'emulsione preparata con succo di limone, olio, un cucchiaino di senape e delle foglioline di timo.

Ma non solo: in padella il sapore delle cipolline si sposa molto bene con quello delle castagne dando vita a un contorno misto al profumo di orto e di bosco. Per assaporarlo mettete prima 50 g di castagne secche a bagno in acqua calda per almeno 2 ore. Scolatele e fatele asciugare distese su un ripiano. In una padella antiaderente versate 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva e unite le castagne facendole rosolare per bene, stando attenti che non si brucino. Aggiungete adesso 300 g di cipolline in padella, già pelate e lavate, facendole sfumare con un cucchiaio di Brandy. Allungate poi il tutto con ½ bicchiere d'acqua, salate e fate cuocere a fiamma bassa per 20 minuti, coprendo con un coperchio. Per un tocco gourmet, terminate il piatto amalgamando i due ingredienti principali con un cucchiaino di miele. Buon appetito!

Come cucinare le cipolline con il microonde

Come cucinare le cipolline con il microonde

Avete del roast-beef già pronto e volete proporlo a pranzo o a cena con un contorno da preparare rapidamente, che non sia la solita insalata? Le cipolline da fare al microonde possono essere una buona idea oltre che un ottimo contorno per tutta la famiglia.

Per essere ancora più veloci, procuratevi delle cipolline in vaschetta già pelate e pronte da cuocere, altrimenti prendete un sacchetto di cipolline e mondatele. Lavatele e mettetele in un recipiente insieme a un bicchiere di brodo vegetale preparato con il dado o con l'apposito prodotto in versione granulare. Aggiustate di sale le cipolline e mettetele nel forno a microonde a una temperatura di circa 800 watt per 5 minuti. A metà cottura, tiratele fuori dal fornetto per amalgamarle e girarle in modo da farle cuocere in maniera omogenea su entrambi i lati. Riponetele di nuovo nel microonde e completate la cottura. Una volta pronte fatele riposare per qualche minuto prima di portarle in tavola.

Come cucinare le cipolline gratinate

Come cucinare le cipolline gratinate

Oltre a zucchine, peperoni, pomodori e altre verdure di stagione, ottime da gratinare sono anche le cipolline. Vi proponiamo una ricetta veloce dove penserà a far quasi tutto il forno! A voi spetta soltanto sbollentare 400 g di cipolline per un quarto d'ora in una pentola con acqua e 2 cucchiai di aceto. Appena si saranno ammorbidite, scolatele, mettetele in un vassoio e punzecchiatele con una forchetta senza romperle. Una volta asciutte trasferitele su una pirofila e spolverizzatele con 3 cucchiai di pangrattato e 2 cucchiai di parmigiano grattugiato. Oleatele per bene con l'olio d'oliva e infornate a una temperatura di 180° per circa 8 minuti. Sfornatele e gustatele calde oppure, se preferite, saranno buonissime anche fredde.

Le cipolline possono essere gratinate in forno anche insieme alla pasta. Ecco come: cuocete delle penne, scolatele al dente e poi mettetele in una pirofila con sopra le cipolline sbollentate e fatte a spicchi. Aggiungete il parmigiano e qualche pezzettino di burro e mettete in forno a gratinare per 5 minuti. Ecco fatto!

Come cucinare le cipolline in umido

Come cucinare le cipolline in umido

Le cipolline da fare in umido si combinano bene con altre verdure come broccoli, verza e pomodoro. Se non avete intenzione di gustarle subito, potete metterle momentaneamente, da sole, anche sott'olio in dei vasetti. Il sapore raffinato si trasforma poi in piccante con l'aggiunta di un po' di peperoncino, ma vediamo la ricetta.

Pulite 300 g di cipolline e versatele in padella con un filo d'olio extravergine d'oliva e una punta di peperoncino, facendole saltare per 5 minuti. Trasferitele in una casseruola senza il peperoncino e copritele con acqua e 200 ml di passata di pomodoro o, a piacere, 200 g di pomodori a pezzetti, per dare un tocco di colore alle piccole cipolle. Aggiustate di sale e di pepe, copritele con un coperchio e portatele a cottura a fuoco moderato per 20 minuti, fino a quando non risulteranno tenere e la salsa di pomodoro ristretta quanto basta. In estate potete guarnire le cipolline in umido in salsa di pomodoro con delle foglie di basilico in abbinamento a delle polpette a base di carne o di legumi, come delle sfiziose polpette di ceci.

Come fare le cipolline glassate all'arancia

Come fare le cipolline glassate all'arancia

Squisite e delicate, le cipolline glassate all'arancia sono un contorno elegante per le carni bianche. Accompagnatele, ad esempio, a un petto di pollo all'aceto balsamico o a un ottimo piatto di tacchino al curry: porterete in tavola un contorno che gli appassionati dei gusti agrodolci apprezzeranno di sicuro.

Per prepararle cominciate dallo sbucciare 500 g di cipolline. Mettetele poi in una pentola ricoperte di acqua e sbollentatele per 10 minuti. Dopodiché scolatele e fatele raffreddare. Intanto, in una padella fate sciogliere 50 g di burro a cui unirete 50 g di zucchero. Mescolate stando attenti che il composto non si attacchi e, quando inizia a caramellare, versate il succo di 3 arance continuando a girare con un mestolo. Poi unite delicatamente le cipolle e cuocete per altri 15 minuti a fiamma bassa. Aggiustate di sale e servite in un piatto di portata.

Come fare le cipolline caramellate al forno

Come fare le cipolline caramellate al forno

Una ricetta perfetta per accompagnare sia carni che formaggi è quella delle cipolline caramellate che conquisteranno tutti una volta portate in tavola. La preparazione richiede pochi minuti, mentre per la cottura in forno bisognerà aspettare mezz'ora.

Mondate 500 g di piccole cipolle rosse e sbollentatele in acqua salata per 5 minuti. Scolatele e adagiatele delicatamente su una teglia ricoperta con carta da forno. Cospargete le cipolline con 2 cucchiai di zucchero di canna, un pizzico di sale e 30 g di pezzettini di burro e infornatele per circa 30 minuti a 200°, stando attenti alla cottura. Sfornatele e servitele con un filo d'olio extravergine d'oliva e aceto balsamico a piacere.

In alternativa, con la stessa modalità di cottura e gli stessi ingredienti, potete caramellare anche delle buone cipolle di Tropea insieme a dei pomodorini. Le cipolline caramellate sono perfette poi anche per altre ricette. Potrete disporle infatti sia sopra una crema di cavolfiore che sulle torte salate insieme a delle listarelle di prosciutto ed erba cipollina.

Come cucinare le cipolline in agrodolce

Come cucinare le cipolline in agrodolce

Con pochi alimenti si possono preparare dei piatti eccezionali. È il caso delle cipolline in agrodolce per cui serviranno altri pochi ingredienti per realizzare un contorno sfizioso, da cucinare in accompagnamento a dei piatti a base di carne, ma anche per degli antipasti particolari, da disporre nel buffet tra torte salate veloci, anelli di cipolla e verdure ripiene gratinate. Per la ricetta che vi proponiamo, vi suggeriamo di utilizzare le cipolline borrettane, una varietà di cipolla nota anche per la sua forma schiacciata con cui si preparano diversi piatti, come la gustosissima zuppa di cipolle.

Per 4 persone, sbucciate 600 g di queste piccole cipolline bianche, mondatele e sciacquatele in acqua fredda. In una ciotola preparate una miscela con 4 cucchiai di aceto di vino bianco, 1 cucchiaio di aceto balsamico, 100 ml di acqua e 40 g di zucchero. Fate dorare le cipolline in una padella con 40 g di burro e aggiungete un pizzico di sale e il brodo di aceto e zucchero. Da quando cominciano a bollire, attendete 20 minuti, girando di tanto in tanto. A fine cottura le cipolline devono risultare morbide senza però sfaldarsi. Per controllare la cottura fate la prova infilzando una cipollina con una forchetta: se i rebbi entrano facilmente, allora le vostre cipolline sono pronte.

Un'altra versione di questa preparazione prevede il riposo in frigorifero. In questo caso per 2-3 persone servono: 250 g di cipolline borettane; sale e pepe q.b.; 50 g di zucchero; 100 ml di aceto; 150 ml d'acqua. Aumentate le dosi in base alle porzioni.

In una pentola bassa portate a bollore una quantità sufficiente di acqua salata per cuocervi le cipolline borettane per 5 minuti. Quindi ponetele a raffreddare. Nel frattempo fate sciogliere lo zucchero in acqua a fiamma bassissima; spegnete e mettete da parte a raffreddare. Completate la marinata versando l'aceto e mescolando bene per ottenere un composto omogeneo da versare sulle cipolle borettane precedentemente poste in una pirofila oppure in una teglia di dimensione quadrata o rettangolare.

Lasciate a riposare in frigorifero per almeno 2 ore. Più lungo è il periodo di riposo e più intenso sarà il gusto agrodolce del preparato. A questo punto togliete le cipolline borettane dalla pirofila scolandole dalla marinata. Potete spolverizzarle con un trito di erbe aromatiche oppure servirle in tavola insieme a salse di verdure. Sono ottime sia tiepide sia a temperatura ambiente.

Si tratta di un piatto che potete preparare in anticipo e riscaldare poi al momento del consumo insieme a un arrosto, una grigliata di salsicce e pancetta o un brasato di carne. E anche se le cipolline in agrodolce si trovano già pronte nei vasetti al supermercato, avete visto com'è semplice prepararle a casa? Inoltre, aggiungendo delle spezie, ad esempio chiodi di garofano e pepe, otterrete un piatto delizioso, il cui profumo richiama gli aromi speziati della cucina etnica.

Le cipolline borettane in agrodolce possono essere un ottimo contorno per la cena di tutti i giorni oppure un accompagnamento gustoso per un aperitivo se servite insieme alla verdura. In alternativa, fatele diventare una portata del buffet, così da rendere più sfiziose le feste.

Ecco la ricetta delle zucchine in agrodolce con le cipolline borettane: le due verdure si sposano perfettamente e creano un piatto fresco, di bassa difficoltà, ideale per l'estate. Le dosi sono: 2-3 zucchine, sale e pepe q.b., 15 cipolline borettane; 2 cucchiai di aceto di mele; olio extravergine d'oliva; uno scalogno; 10 pomodorini; 1 costa di sedano; 1 cucchiaio di zucchero di canna.

Pulite le zucchine e fatele a rondelle dopo averne eliminato le due estremità. Quindi preparate un trito abbastanza grossolano con lo scalogno e il sedano da rosolare in una padella con una dimensione sufficientemente ampia insieme alle verdure e all'olio extravergine d'oliva. A questo punto versate lo zucchero e lasciatelo sciogliere. Nel frattempo preparate le cipolline borettane in agrodolce seguendo la precedente ricetta.

Quando lo zucchero si è sciolto aromatizzate le zucchine con l'aceto di mele e aggiungete nella padella anche i pomodorini tagliati a metà. Spolverizzate con pepe e sale a piacere e continuate la cottura per altri 5 minuti mescolando bene di tanto in tanto. Infine unite le cipolline e lasciatele intiepidire insieme alle verdure. A questo punto potete servire facendo attenzione ad aggiungere per ogni impiattamento 1-2 cucchiai del fondo di cottura per rendere il sapore del piatto ancora più invitante.

E per accompagnare il contorno e renderne più piacevole il gusto? Tagliate alcune fette di pane casereccio, fatele abbrustolire leggermente in forno oppure su fiamma bassa e conditele con un filo d'olio d'oliva. Saranno perfette per fare la scarpetta. In alternativa? Servite le cipolline borettane con varie salse secondo le vostre preferenze, come la salsa allo yogurt, la salsa ai funghi oppure la salsa al formaggio.

Come fare le cipolline stufate

Come fare le cipolline stufate

Le cipolline stufate costituiscono un contorno ideale per una cena in famiglia o tra amici. Si tratta di un'ottima idea per fare bella figura con i vostri ospiti. E' facile e veloce da realizzare e in più piace anche ai bambini*. L’importante è scegliere gli ingredienti principali, ovvero le cipolline borrettane, e seguire i nostri consigli per la loro preparazione. Passiamo subito allora alla ricetta.

Per 8 persone vi serviranno: 600 g di cipolline borrettane; 8 cucchiai di olio extravergine d'oliva; 1 dado vegetale; un pizzico di sale.

Sbucciate bene le cipolline, lavatele, asciugatele con carta assorbente e mettetele in un tegame con l'olio facendole rosolare per qualche minuto e girandole ogni tanto. Con il dado preparate 1 l di brodo vegetale con cui coprirete poi le cipolline quando saranno dorate. Regolate di sale e cuocete per circa 45 minuti a tegame coperto e a fiamma bassa, facendo attenzione che non si asciughino troppo. A questo punto spegnete il fuoco e fate riposare una decina di minuti. Servite calde insieme a un secondo piatto di carne, distribuendole magari intorno a delle fette di polpettone. Una variante? Aggiungete nel tegame patate, zucca e carote!

*sopra i 3 anni