Come cucinare le mazzancolle

Galbani
Galbani
Come cucinare le mazzancolle
Le mazzancolle sono crostacei tipici del Mar Mediterraneo che vantano una polpa pregiata e delicata racchiusa al loro interno, ma sono però diversi da gamberi, gamberetti, gamberoni e scampi. Come altri tipi di pesce e crostacei vengono cucinate in diversi modi, dalla griglia alla padella, al forno, in crosta di sale fino a essere fritte o cotte al vapore. Sono perfette tra gli antipasti, per realizzare condimenti sfiziosi per pasta e risotti e anche per portare in tavola ad amici e famiglia secondi piatti dal gusto irresistibile. Pronti a scoprire tante ricette gustose?

Come cucinare le mazzancolle alla griglia

Come cucinare le mazzancolle alla griglia Le mazzancolle alla griglia si prestano a essere servite sia tra gli antipasti che tra i secondi piatti a base di pesce. Veloci e facili da cucinare, le mazzancolle, comunemente chiamate anche gamberi imperiali possono essere acquistate in pescheria oppure surgelate e sono davvero perfette da cucinare alla griglia. Prima però vanno lavate e private del filo nero, dopo aver effettuato un taglio sul dorso. Poi risciacquate e asciugate le mazzancolle con carta assorbente, ponetele su una griglia già calda e grigliatele per pochi minuti. Salatele e conditele con un'emulsione preparata con olio extravergine d'oliva, pepe nero, succo di limone e prezzemolo tritato.

Le mazzancolle alla griglia vi aiuteranno di sicuro a fare bella figura con i vostri invitati a cena. Se formate poi degli spiedini di pesce di mare, il successo della serata è assicurato. Come variante degli spiedini di pesce alla griglia, composti da seppioline, gamberoni e pomodorini, qui potete alternare mazzancolle, gamberoni, seppie, calamari, scampi e qualche coda di gambero con verdure come peperoni e zucchine. Basta porre gli spiedini sulla griglia, girarli ogni tanto e in 15 minuti saranno pronti, facendo attenzione a non cuocerli troppo. Questo piatto non è soltanto delizioso ma è anche una simpatica idea che piacerà anche ai bambini*.

*sopra i 3 anni

Come cucinare le mazzancolle in padella

Come cucinare le mazzancolle in padella Altra ricetta davvero gustosa, facile e veloce da cucinare, sono le mazzancolle saltate in padella. Per prepararle procuratevi circa 400 g di mazzancolle o di code di mazzancolle. Prima di metterle in padella è necessario pulirle, togliendo il filo nero dall’addome, e sciacquarle bene sotto l’acqua corrente. Poi, in un'ampia padella, versate 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva e lasciatelo scaldare a fuoco lento per 2 minuti. Tritate uno spicchio d'aglio e aggiungetelo in padella; toglietelo per lasciare il posto alle mazzancolle e lasciate cuocere per circa 10 minuti a fiamma media, così che il pesce rilasci nella padella il proprio sughetto. Aggiungete un ciuffo di prezzemolo tritato, un pizzico di sale, una puntina di peperoncino e alzate leggermente il fuoco, facendo saltare per 1 minuto le mazzancolle in padella. Amalgamate bene il tutto e servite in tavola con verdure di stagione.

E ora alcuni consigli e qualche curiosità: in alternativa alle mazzancolle, possono andare bene anche dei gamberi o potete unire i due crostacei e preparare una padellata mista di mazzancolle e gamberetti. Questi ultimi però andranno aggiunti in padella in un secondo tempo visto che, essendo più piccoli, cuoceranno prima. Questo secondo piatto viene servito anche freddo e decorato con degli spicchi di limone.

Come cucinare le mazzancolle al forno

Come cucinare le mazzancolle al forno Tra i metodi di cottura più adatti alle mazzancolle c'è anche la cottura al forno con cui potrete realizzare piatti davvero gustosi. Oggi vi proponiamo la ricetta per le mazzancolle gratinate, buone e semplici da preparare.

Iniziate a pulire una decina di mazzancolle, staccando la coda, le zampette, il guscio, chiamato carapace, e il filamento nero, incidendo il dorso con un coltellino. Prendete una pirofila, adagiatevi le mazzancolle pulite e fatele insaporire con un condimento di salsa citronette, preparata con un ciuffo di prezzemolo tritato, dell'erba cipollina, anch'essa tritata finemente, un po' di succo di limone e un pizzico di sale.

Ricoprite le mazzancolle con un foglio di carta da forno, per mantenere l’umidità all’interno e renderle così tenere. Mettetele in forno preriscaldato e cuocetelo per 10 minuti a 200°. Qualche minuto prima di spegnere il forno, togliete il foglio di carta dalle mazzancolle e cospargetele con 3 cucchiai di pane grattugiato. Gratinatele al grill per 1 minuto, sfornatele e consumatele calde. Questo piatto al profumo di mare si abbina bene sia a un'insalata estiva che a una parmigiana di zucchine grigliate.

Come cucinare le mazzancolle al vapore

Come cucinare le mazzancolle al vapore Se avete voglia di presentare in tavola un menù elegante e delicato, la ricetta delle mazzancolle al vapore cotte in pentola a pressione è quella che fa al caso vostro. Sperimentatela in cucina acquistando 10 mazzancolle già pulite, così non vi resterà che lavarle e lasciarle a scolare in uno scolapasta. A questo punto mettete le mazzancolle nel cestino, all'interno della pentola a pressione, aggiungete dell'acqua e degli spicchi di limone. Salate e dopo pochi minuti saranno pronte. Fate uscire il vapore, prendete le mazzancolle e conditele con una miscela di olio extravergine d'oliva, sale e pepe. Guarnite il piatto di portata con qualche fettina di limone e chicchi di ribes. Se vi piace potete accompagnare le mazzancolle cotte al vapore anche con del riso bianco.

Come cucinare le mazzancolle fritte

Come cucinare le mazzancolle fritte Se è vero che in cucina la frittura è uno dei metodi di cottura più amati, questo vale anche per le mazzancolle. Apprezzate con gusto da tutta la famiglia, le mazzancolle fritte sono più facili da preparare di quanto pensiate. Il segreto di una buona riuscita sta tutto nella cottura.

Pulite 500 g di mazzancolle rimuovendo la testa, le zampine, la corazza e il solito filetto nero. Sciacquatele velocemente sotto l’acqua e tamponatele con della carta assorbente. In un piatto fondo versate un po' di farina, infarinate bene le mazzancolle e poi friggetele nella friggitrice o in una padella dai bordi alti con abbondante olio di arachidi per 3 minuti. Una volta dorate da entrambi i lati, scolatele bene con una schiumarola e trasferitele su della carta assorbente per rimuovere l'olio in eccesso. Salatele e servitele calde e croccanti con delle patate e qualche spicchio di limone.

Come cucinare le mazzancolle al sale

Come cucinare le mazzancolle al sale Le mazzancolle sono perfette anche per la cottura al sale. Provare per credere! Si tratta di uno squisito antipasto da preparare con 15 mazzancolle, 1 kg di sale grosso, un rametto di rosmarino e 1 limone.

Lavate e asciugate l'agrume e grattugiatene la scorza. Sminuzzate gli aghi del rosmarino e mettetelo in una scodella insieme al sale, alla scorza di limone e a 2 cucchiai d'acqua. In una teglia ricoperta con carta da forno formate uno strato con il sale aromatizzato, adagiatevi le mazzancolle già perfettamente pulite e ricopritele con il sale rimasto. Premete bene per rendere compatta la crosta di sale e infornate a 200° per 20 minuti. Dopodiché, togliete le mazzancolle al sale dal forno e con l'aiuto di un martelletto o un altro utensile rompete la crosta di sale ed estraete, una per volta, le mazzancolle da servire direttamente sul piatto. Buon appetito!

Come cucinare le mazzancolle alla piastra

Come cucinare le mazzancolle alla piastra Le mazzancolle alla piastra sono un secondo piatto veloce da preparare e da gustare soprattutto d'estate al mare con un contorno di insalata e pomodori o con delle verdura alla griglia.

Lavate le mazzancolle che avete acquistato, rimuovete le zampette ed eliminate il filo nero che si trova sul dorso. Sciacquate di nuovo e lasciatele asciugare in uno scolapasta. Una volta asciutte infilzatele su degli spiedini fino a riempirli. Usate gli spiedini di legno per cuocerle perché sarà poi più facile girarle sulla griglia. Conditele con un filo d'olio extravergine d'oliva e mettete a scaldare la piastra di ghisa o di un altro materiale. Oleate per bene la piastra e asciugate poi l'olio con della carta assorbente. Quando la piastra sarà ben calda, adagiatevi le mazzancolle e grigliatele per 3 minuti per lato. Vi accorgerete che saranno ben cotte dal loro colore che nel frattempo si sarà ravvivato. Per una variante di questa ricetta potrete utilizzare una manciata di pangrattato con cui impanare le mazzancolle prima di metterle sulla piastra.

Come cucinare le mazzancolle con la pasta

Come cucinare le mazzancolle con la pasta Tra un antipasto e un secondo di pesce sarà perfetto anche un gustoso primo piatto a base di mazzancolle. Alcuni primi piatti possono essere portati in tavola anche come piatti unici come ad esempio la zuppa di pesce con crostacei e frutti di mare, dove il sapore delle mazzancolle si abbina alla perfezione con quello delle canocchie, delle cozze, delle vongole e degli altri tipi di pesce utilizzati. Ottimo anche il risotto con le mazzancolle, da abbinare a radicchio e pomodorini oppure a carciofi e piselli.

Dalla pasta corta come penne, farfalle e fusilli, alla pasta lunga come linguine, spaghetti e tagliatelle, tutti i tipi di pasta si sposano perfettamente con le mazzancolle, persino la pasta fresca. Per la squisita ricetta che vi proponiamo oggi con broccoli, pinoli e mazzancolle abbiamo scelto le trofie. Si tratta di un primo piatto sfizioso dove il sapore del mare incontra quello della terra.

Per realizzarlo vi serviranno: 10 mazzancolle; 600 g di broccoli; 1 pomodoro: 1 cipolla; 320 g di trofie; 50 g di pinoli; 125 ml di vino bianco (per sfumare); 1 peperoncino; olio extravergine d'oliva; sale e pepe.

Iniziate dalla verdura, quindi lavate i broccoli e metteteli in una pentola con abbondante acqua. Quando sarà giunta a bollore immergete gli ortaggi, fate cuocere per 10 minuti e poi metteteli da parte conservando anche l'acqua di cottura. Dedicatevi ora al pesce, quindi lavate, pulite e sgusciate le mazzancolle. In un tegame fate soffriggere con un po' di olio extravergine d'oliva la cipolla tagliata a fettine sottili e il peperoncino, che poi andrà tolto. Aggiungete le mazzancolle e cuocetele per circa 3 minuti. Sfumate con il vino bianco e unite i broccoli bolliti e il pomodoro tagliato a cubetti e salate. Lasciate cuocere per altri 5 minuti finché i broccoli non saranno belli morbidi e, a 1 minuto dalla fine, versate i pinoli sul composto. Cuocete le trofie nell’acqua dei broccoli e quando saranno al dente, scolatele e conditele con il delizioso sughetto.

Come cucinare le mazzancolle sgusciate

Come cucinare le mazzancolle sgusciate Con le mazzancolle sgusciate e i filetti di sogliola si preparano dei favolosi involtini, buonissimi e veloci da realizzare. Basta insaporire in padella per pochi minuti le mazzancolle, precedentemente pulite e sgusciate, con il burro. Poi avvolgetele con cura con i filetti di sogliola. Fermate gli involtini di pesce con degli stuzzicadenti e rimetteteli per 5 minuti in padella, girandoli per farli cuocere uniformemente. Un consiglio: potete variare gli involtini sostituendo la sogliola con delle zucchine tagliate per lungo a fette sottili o con delle melanzane, sempre tagliate sottili per il verso lungo.

Un piatto gustoso da cucinare anche quando si ha poco tempo è la frittata di mazzancolle sgusciate, un secondo gustoso e ideale da mangiare anche freddo durante la stagione calda. In pochi passaggi otterrete infatti una frittata davvero sfiziosa. Procedete facendo scottare in una padella antiaderente 6 mazzancolle già pulite e sgusciate, insieme a un trito di erba cipollina e scalogno. Sbattete 3 uova (sono dosi per una frittata media) con sale e pepe e poi versatele sopra le mazzancolle. Ribaltate la frittata anche dall'altra parte e doratela, stando attenti che non si attacchi in padella. Tagliatela a spicchi e portatela in tavola con un contorno di pomodori grigliati.