Vellutata di fagioli

Vellutata di fagioli
Primi PiattiPT60MPT0MPT60M
  • 4 persone
  • Facile
  • 60 minuti
  • 12 ore di ammollo per i fagioli
Ingredienti:
  • 800 g di fagioli
  • 1 cipolla
  • 50 g di pancetta
  • 20 ml di olio extravergine di oliva
  • 4 foglie di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale q.b.
  • Certosa Galbani q.b.

Abbiamo utilizzato:

presentazione:

Con i primi freddi arrivano anche le prime vellutate, piatto tipico di questa stagione.

Queste possono essere un ottimo modo per sperimentare in cucina dato che possono essere preparate con qualsiasi ortaggio o legume. Le vellutate sono indicate anche per i bambini*, dato che nascondono le verdure e i legumi e rendono il loro sapore più ricco e saporito.

In questa ricetta andremo a utilizzare i fagioli secchi, che vi consigliamo di mettere a bagno in acqua fredda per una notte in modo tale che si ammorbidiscano adeguatamente. La nostra vellutata verrà resa più saporita e sfiziosa da una guarnizione di cipolla e pancetta croccante.


La vellutata di fagioli è una pietanza che si prepara senza difficoltà, adatta per tutte le stagioni e ottima da gustare sia calda che tiepida accompagnata da gustosi crostini di pane tostati. Un piatto unico e completo che può essere insaporito in tanti modi diversi.


*sopra i 3 anni

Preparazione:

In questa pagina vi spiegheremo come preparare la vellutata di fagioli, una ricetta tipicamente invernale piena di gusto e sapore. Servite la vostra vellutata di fagioli come gustoso primo o come piatto unico, vedrete che sarà un successo. Provatela!



  1. 1.Iniziate la preparazione della vellutata di fagioli mettendo quest'ultimi a bagno per 12 ore nell'acqua fredda. Trascorso questo tempo, sciacquate e scolate i fagioli. Cuoceteli in una pentola piena d'acqua salata per circa 90 minuti.
  2. 2.Nel frattempo tagliate finemente la cipolla, la salvia e la pancetta. Soffriggete il tutto in una padella con l'olio (questo composto vi servirà da guarnizione).
  3. 3.Separate i fagioli dal brodo di cottura (conservatelo per la fase successiva).
  4. 4.Ora mondate e pelate lo spicchio d'aglio, tritate il rosmarino e mettete il tutto nel mixer insieme ai fagioli e a un paio di mestoli del brodo. Frullate fino a ottenere una crema.
  5. 5.Servite la vostra vellutata di fagioli guarnendola col soffritto di cipolla, pancetta e salvia, un filo di olio a crudo e un pizzico di pepe e qualche fiocco di Certosa.

Varianti:

Questa ricetta della vellutata di fagioli è davvero molto semplice, ma è possibile personalizzarla in tantissimi modi per andare incontro alle esigenze di tutti.

Ad esempio, se volete aggiungere un tocco extra di sapore e come noi utilizzate i fagioli secchi, aggiungete nel tegame in cui andrete a lessarli anche uno spicchio d'aglio, un trito di cipolle (o scalogno), carote e sedano, qualche foglia di alloro e un filo d'olio: otterrete un buonissimo brodo vegetale che andrà ad insaporire i legumi, da aggiustare a piacere con un pizzico di sale e di pepe nero. Volendo, potreste anche cuocere il tutto in una pentola a pressione, basteranno 15 minuti.

La crema di fagioli si sposa benissimo anche con altri ingredienti che aggiungano consistenza al piatto: potete abbinarla a dei cubetti di melanzane fritte, ai funghi porcini, oppure alle cozze o a dei pezzi di salsiccia rosolata.

Ricordate sempre di profumare il piatto con delle erbe aromatiche e, specie se ci sono ospiti a cena, di guarnire le porzioni con dell'olio extravergine d'oliva e un po' di prezzemolo tritato o qualche filo di erba cipollina.



Consigli:

I legumi sono i veri protagonisti di ricette invernali corpose come le vellutate: i più utilizzati sono sicuramente i ceci e i fagioli. Sia secchi che freschi, ne esistono molte varietà come i fagioli borlotti o quelli cannellini, i ceci rossi o bianchi.

Una delle migliori varietà di fagioli da utilizzare per mettere in pratica la nostra ricetta è proprio quella dei fagioli cannellini: si tratta di fagioli di colore bianco, leggermente allungati, che hanno il pregio di avere una consistenza molto delicata, come quella dei piselli. Con il suo gusto rustico e avvolgente, la vellutata di cannellini è un piatto perfetto per regalarsi una cena semplice e confortante durante i mesi più freddi.

Con i fagioli, oltre alla nostra zuppa, potrete preparare anche una minestra toscana, ecco i nostri consigli per questa ricetta: per prima cosa cuocete i fagioli (vanno bene sia quelli cannellini che i borlotti) nell’acqua per circa 45 minuti.

Una volta cotti, insaporiteli con sedano, carota e cipolla tagliati a pezzetti. Infine, aggiungete nella casseruola un paio di cucchiai di passata di pomodoro, sale e pepe e cuocete per un’altra mezz’ora. A questo punto frullate il tutto con un frullatore a immersione. Ora cuocetevi la pasta che preferite, mettete la minestra nei piatti e conditela con un semplice filo d’olio prima di servirla.

Se avete poco tempo, utilizzate i fagioli freschi al posto di quelli secchi. In questo modo ridurrete non solo i tempi necessari per il procedimento della ricetta ma anche quelli di cottura.

Potete, inoltre, preparare la vellutata in anticipo di un giorno e metterla in frigo senza frullarla. Poco prima di servirla basterà frullarla con un po' d'acqua e un cucchiaio di olio e poi completare la cottura.

Tra i suggerimenti per ottenere un piatto gustoso e dal sapore leggero, vi consigliamo di aggiungere all'acqua di cottura una foglia di alloro. In questo modo, gli aromi contenuti nei legumi verranno assorbiti dall'alloro regalandovi un piatto ancora più sfizioso.


Curiosità:

Le vellutate, insieme alle zuppe e alle minestre sono le preparazioni più diffuse nel periodo autunnale e invernale. Questi termini vengono talvolta utilizzati indifferentemente, ma vi sono tra loro delle specifiche differenze che li rendono piatti del tutto autonomi.

La minestra, ad esempio, ha una consistenza liquida e contiene, insieme alle verdure più comuni, anche pasta o cereali come il riso, il farro o l'orzo.

La zuppa invece è più densa e non vede la presenza di pasta o riso, ma può essere accompagnata da crostini di pane: il termine infatti indicava la fetta di pane che si metteva nella ciotola prima di versarvi sopra la verdura.

Il minestrone si trova a metà strada tra la minestra e la zuppa e comprende vari ortaggi e legumi ai quali può essere aggiunta a piacere anche la pasta.

La vellutata infine è liscia e omogenea ed è composta da una o più verdure frullate, di solito legate tra loro grazie all'aggiunta di panna o tuorli.

Con la vellutata di fagioli potete preparare anche dei gustosi condimenti per primi piattidiversi dal solito.

Iniziate facendo soffriggere la cipolla e aglio in una casseruola, unite i fagioli e fate insaporire. Con un mestolo andate aggiungendo pian piano la passata di pomodoro e, man mano che si addensa, aggiungete un po' di acqua salata. Mettete da parte qualche cucchiaio di fagioli e frullate il resto rimettendo sul fuoco la purea ottenuta. Cuocete la pasta nelle dosi previste, unitevi la vellutata aggiungendo i fagioli messi da parte interi e servite calda!


I vostri commenti alla ricetta: Vellutata di fagioli

Lascia un commento

Massimo 250 battute