Pacchettini di paccheri ripieni alla Certosa, patate e mortadella

Pacchettini di paccheri ripieni alla Certosa, patate e mortadella
Primi Piatti
Primi PiattiPT20MPT10MPT30M
  • 4 persone
  • Media
  • 30 minuti
Ingredienti:
  • 320 g di paccheri
  • 1 confezione da 165 g di Certosa Galbani
  • 300 g di patate
  • 1 fetta di mortadella Galbanella Galbani alta 5 mm
  • pangrattato
  • erba cipollina
  • sale e pepe

Abbiamo utilizzato:

in alternativa puoi utilizzare:

presentazione:

In questa pagina troverete la ricetta per preparare dei gustosi paccheri ripieni, una preparazione senza sugo, golosa e molto scenografica da presentare ai vostri ospiti oppure da gustare in famiglia. Per realizzarla utilizzeremo patate, Certosa e mortadella Galbanella.

Preparazione:

Se avete già l'acquolina in bocca, non aspettate oltre: radunate gli ingredienti necessari e realizzate insieme a noi dei deliziosi paccheri al forno ripieni.

  1. 1.Per preparare i paccheri ripieni fate bollire le patate con tutta la buccia, quindi pelatele e in una ciotola riducetele in poltiglia con uno schiacciapatate.
    far bollire le patate con la buccia
  2. 2.Unite la Certosa e la mortadella Galbanella tagliata a cubetti; quindi regolate di sale e pepe (ne basterà un pizzico).
    unire la Certosa con la mortadella e le patate
  3. 3.Cuocete i paccheri in abbondante acqua leggermente salata e addizionata con un paio di cucchiai d'olio extravergine d'oliva. Scolateli a tre quarti di cottura. Farciteli, quindi, con il composto ottenuto.
    farcire i paccheri cotti con il composto ottenuto
  4. 4.Adagiateli adesso in una teglia da forno, legateli con l'erba cipollina in modo che abbiano l'aspetto di pacchettini regalo e, per finire, spolverizzate il lato aperto con del pangrattato.
    adagiare i paccheri ripieni in una teglia
  5. 5.Gratinateli in forno a 190° per 10 minuti. Servite i vostri paccheri ripieni ben caldi.
    servire i paccheri ripieni quando saranno ben dorati

Varianti:

I paccheri sono un tipo di pasta molto versatile in cucina: data la loro forma piuttosto grande si prestano a diverse preparazioni scenografiche. Una volta cotti al dente si possono farcire con il ripieno che più ci aggrada; per ultimarne la cottura è necessario ripassarli qualche minuto in forno.

I paccheri ripieni in forno si possono cucinare in moltissime versioni: sono ottimi con una farcitura di carne macinata, che rosolata nel burro con uno spicchio d'aglio, due porri tritati, mezza carota e un po' di sedano, verrà sfumata con vino bianco (è preferibile scegliere un vino secco), cucinata con una passata di pomodori e insaporita con sale e basilico. Una volta che il ragù sarà cotto, mettetene una parte abbondante dentro una terrina e ammorbiditelo con un po' di besciamella e con il tuorlo di uno o due uova piccole. Quindi, con questa farcia riempite la pasta, sistematela in una teglia imburrata e cosparsa di farina o di pane grattugiato, metteteci sopra un po' di ragù, cospargete il tutto con abbondante parmigiano grattugiato e infornate a 200° per una trentina di minuti.

Se vi piacciono i paccheri ripieni di carne, potete provare anche la versione con la salsiccia, da sbriciolare grossolanamente con le mani e rosolare in padella con un filo d'olio; oppure c'è la variante con dadini di speck o pancetta, che daranno al piatto finale un tocco incredibilmente gustoso.

Le ricette con paccheri possono essere realizzate anche con un ripieno di pesce, tipo quello a base di salmone, sia fresco che affumicato, orata o tonno. Per cucinare i paccheri ripieni di pesce al forno, dovete scottare per pochi minuti il trancio di pesce a pezzetti e amalgamarlo con ricotta, olio, sale e pepe; cuocete la pasta in una pentola di abbondante acqua salata bollente, scolatela e adagiate i paccheri in piedi in una pirofila sporca di besciamella (preparata con burro, latte, farina e noce moscata); procedete a riempire i paccheri con l'impasto aiutandovi con un sac à poche, coprite con la besciamella e mettete in forno preriscaldato per un quarto d'ora a 180°. Ed ecco subito pronta un'appetitosa versione di pesce dei paccheri ripieni con ricotta.

Con la ricotta potete anche preparare i paccheri ripieni al forno con salsa di pomodoro, con l'aggiunta di spinaci, funghi, pomodorini freschi oppure con una melanzana tagliata a cubetti e saltata in padella con uno spicchio d'aglio. Qualsiasi sia la farcitura scelta, questo è un formato di pasta che incontrerà in modo facile l'approvazione dei vostri commensali. Infatti servire paccheri al forno sarà per voi sempre un successo assicurato.

Consigli:

Le ricette con paccheri napoletani sono un modo insolito ma molto saporito di preparare la solita pasta al forno, ideali per le occasioni speciali in cui avete voglia di sorprendere i commensali. Ecco quindi alcuni semplici consigli per un risultato perfetto.

Se non avete a disposizione questo specifico formato di pasta, dei tipi molto simili che potete utilizzare per sostituirlo sono i rigatoni ripieni o i maccheroni ripieni al forno: entrambi sono più stretti e lunghi ma vi permetteranno di ottenere lo stesso delle porzioni golose.

Quando andate a riempire la pirofila con i paccheri non è necessario foderarla di carta da forno, basta semplicemente sporcare il fondo della teglia con un cucchiaio di sugo o di besciamella, a seconda della ricetta. Provate a usare anche dei tegamini monoporzione in terracotta piuttosto che uno stampo unico e portate in tavola a ciascuno la sua dose.

I paccheri ripieni possono essere anche fritti. Una volta farciti con il ripieno prescelto, o li passate nell'uovo, nella farina e nel pangrattato o li immergete in una pastella a base di acqua frizzante, farina e un pizzico di sale: in entrambi i casi il passaggio successivo sarà quello di immergere i paccheri nell'olio di semi ben caldo ed eliminare quello in eccesso adagiandoli uno ad uno su della carta assorbente. Vi suggeriamo di non farli raffreddare troppo prima di servire, perché danno il meglio di sé ancora caldi.

Se non siete amanti della besciamella, la ricetta migliore per prepararli è quella con il ragù di carne o di pesce. Se al contrario gradite che abbiano un cuore filante o cremoso, sbizzarritevi coi formaggi più originali scegliendo tra mozzarella, ricotta, scamorza, gorgonzola e formaggio spalmabile.


Curiosità:

I paccheri sono un tipo di pasta tipico della tradizione gastronomica napoletana; è una pasta che si presta a composizioni da veri gourmet, ne è un esempio la torta di paccheri ripieni, un piatto ideale sia per le feste formali che per quelle in famiglia.

I paccheri, che possono essere utilizzati anche come sostituti dei cannelloni, danno vita a pietanze davvero gustose che faranno grande la vostra tavola e che vi permetteranno di dare forma a piatti molto belli da vedere e molto creativi. Solo per fare un esempio potete mettere i paccheri in piedi e, una volta farciti con il ripieno, legarli assieme con dell’erba cipollina.

Questo formato di pasta non si cuoce soltanto al forno, ma è ottimo anche per essere saltato in padella con condimenti corposi: le ricette più famose sono quelle dei paccheri con sugo di calamari, con pancetta e zucchine o con i funghi.


I vostri commenti alla ricetta: Pacchettini di paccheri ripieni alla Certosa, patate e mortadella

melody69
Bella ricetta,finalmente ho trovato un modo semplice per cuocere i paccheri! Brava!
pupidda80
ANCOR devo provarla ma dalla foto e dagli ingredienti sono certa che è buonissima tra l'altro amo, adoro tt i formaggi tra questi c'è la certosa. Baci.
mirema
ottima e bunissima.......
marymaresca
bellissima ricetta!! complimenti!!!

Lascia un commento

Massimo 250 battute