GalbaninoPresenta

Involtini siciliani

Ricetta creata da Utente Galbani Club
Prova con
Galbanino l'originale
Galbanino l'originale
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

Gli involtini siciliani sono un secondo piatto gustoso e profumato che sarà apprezzato da grandi e bambini*. Nella città di Palermo, per cucinare degli involtini di carne, nell’impasto viene usato di preferenza il formaggio caciocavallo, pangrattato, pinoli e uva passa, cipolle rosse, sale e pepe nero, olio extravergine d’oliva e, per aromatizzare, delle foglie di alloro. C’è però anche la versione a base di pesce spada, molto conosciuta ed apprezzata in altre zone. 

Una ricetta della tradizione gastronomica siciliana, perfetta per essere servita assieme ad un purè di patate, ad un'insalata croccante o ad un contorno di carote al burro. 

Si tratta di tenere fettine di vitello che accoglieranno un ripieno delizioso, arricchito con tanto Galbanino. Questo formaggio regalerà alla carne una cremosità inconfondibile e un sapore delizioso. Il profumo particolare, invece, sarà realizzato con l'aggiunta di foglie d'alloro. Una portata di successo, una pietanza adatta da portare in tavola in ogni occasione e in ogni stagione. 

A Catania, per esempio, viene usato il pollo al posto del vitello o la lonza di maiale, il formaggio, il prosciutto cotto, le uova, il pangrattato e della farina o granella di pistacchio. 

Gli involtini alla siciliana sono quindi una bontà molto famosa della cucina siciliana, tanto da avere anche la versione da asporto dentro dei panini che si possono consumare in strada durante una passeggiata con gli amici. 

 * sopra i 3 anni

Facile
4
30 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 500 g di fesa di vitello
  2. 50 g di formaggio grattugiato
  3. pangrattato q.b.
  4. Galbanino a bastoncini
  5. aglio
  6. prezzemolo
  7. sale
  8. pepe nero

Preparazione

È giunta l’ora di preparare gli involtini siciliani, quindi andiamo a farlo insieme. Sarà così semplice che vi verrà voglia di farli spesso! 

 

01

Per realizzare gli involtini siciliani dovete prima di tutto battere le fettine di fesa di vitello col batticarne e poi salarle leggermente. Preparate ora un misto di pangrattato, formaggio grattugiato, prezzemolo e aglio tritato. Aggiungete un filo di olio extravergine d'oliva, sale e pepe.

02

Mettete un cucchiaio di composto al centro di ogni fettina di vitello e aggiungete un bastoncino di Galbanino. Arrotolate la carne e infilatela negli appositi stecchini per spiedini.

03

Bagnate gli spiedini così creati con un po' d'olio e passateli nel pangrattato. Infine, arrostiteli sulla griglia o metteteli in forno a 180° per 15 minuti.

Varianti

Esistono numerose versioni di questa pietanza come gli involtini siciliani al Nero d'Avola, un vino rosso molto conosciuto. Potete prepararli con fettine di carne di vitella, delle melanzane, la scamorza, cipolla, uva sultanina o passa, pinoli, sale e olio extravergine. Ovviamente se viene cucinata per i bambini*, deve essere limitato l’uso del vino in modo da renderne meno forte il sapore, oppure potete preparare gli involtini con le melanzane e la mollica, il pomodoro, le cipolle, i pinoli, il formaggio, aglio e basilico. Tra i formaggi più usati nella ricetta degli involtini siciliani ci sono il provolone, il caciocavallo, il pecorino e la scamorza. 

Se volete, potete provare anche dei golosi e sfiziosi involtini di carnedi manzo con ripieno di pancetta, capperi ed olive nere, profumati con della salvia o del timo. Possono essere cucinati in padella a fuoco medio, oppure in una teglia al forno. 

Gli involtini possono anche essere preparati sostituendo la carne con delle fette di prosciutto cotto tagliate spesse che poi andranno riempite con del formaggio. A parte verranno sbattute le uova in una ciotola con il prezzemolo, il pepe ed il sale dove andrete ad inserire gli involtini da panare con il pangrattato. L’ultimo passo sarà friggerli in padella con dell’olio d’arachidi. 

* sopra i 3 anni

Consigli

I contorni per questo tipo di piatto sono molteplici, dalle verdure stagionali come i carciofi, le zucchine, i fagiolini e gli spinaci o anche le patate al forno e i piselli. Riguardo al tipo di carne per gli involtini abbiamo una scelta variegata dalla noce di vitello al manzo, fino alla lonza di maiale, ma va bene anche il pollo e il tacchino.  

In caso doveste ritrovarvi con uno spessore troppo pronunciato delle fette vi consigliamo di usare un batticarne per assottigliarle, in modo che cuociano più velocemente. 

Per chiudere gli involtini in genere si utilizzano sia gli stuzzicadenti che lo spago da cucina. Se decidete di infarinarli, a cottura ultimata si creerà una crema da poter poi essere versata sulla carne. 

Nel caso in cui usiate la pancetta nella farcitura, va bene sia dolce che affumicata ma tagliatela a pezzetti piccoli o a striscioline. Oppure potreste optare per un ripieno composto da peperoni rossi e gialli e formaggio, se amate di più le verdure. 

La cottura al forno vi permetterà di usare molto meno condimento, ma non influirà nel sapore perché i vostri involtini resteranno ugualmente appetitosi, magari cotti anche con delle patate. 

È possibile anche preparare una apposita crema o salsa con cui guarnire gli involtini cotti, fatta con la panna da cucina e del curry, della crema con fiori di zucca oppure della besciamella. 

Curiosità

Gli involtini, per la loro versatilità,sono considerati il secondo piatto o antipasto ideale da mettere a tavola per una cena od un buffet tra parenti e amici. Perché parliamo di versatilità? Ma semplicemente perché si possono preparare con qualsiasi tipo di carne che preferiamo, con qualunque farcitura dai formaggi, ai salumi, alle verdure e prepararli è veramente semplice oltre che gratificante. 

In Sicilia gli involtini sono conosciuti col nome dialettale di spitìni, e si usa infilzarli su uno spiedo per la cottura. Ovviamente la parte esterna dell’involtino risulterà maggiormente croccante rispetto agli altri tipi di cottura come per esempio su una piastra di ghisa o una padella. 

Da non confondere con l’altrettanto noto spiedino siciliano che è composto da vari pezzi di carne tagliata ed infilata su di un lungo bastoncino di legno che vengono cotti da un lato e poi dall’altro facendoli così rosolare lentamente. 

Per guarnire questideliziosi bocconcini basta un po' di estro e fantasia. Provate a servirli a tavola dentro delle foglie di insalata verde come la lattuga oppure rossa come il radicchio. Oppure che ne pensate dei capunet piemontesi? Sono speciali involtini dall’aspetto verde brillante perché ricoperti da foglie di verza con una farcitura di carne a scelta e formaggio. Se apprezzate questo ortaggio vi consigliamo di sperimentare anche il risotto con la verza, un piatto goloso, ma anche gli involtini di verza e riso.

Prova anche

Scopri di più