GalbaninoPresenta

Frittata di asparagi

Ricetta creata da Galbani
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

Un piatto che ha il sapore della primavera, molto goloso e facile da realizzare.
La ricetta che vi suggeriamo di preparare quest'oggi è quella della frittata di asparagi, un modo originale e creativo per portare in tavola questi ortaggi.

La preparazione è rustica e il suo gusto è pieno, potrà inoltre essere consumata, a seconda dei vostri gusti e delle vostre esigenze, sia calda che fredda.

Veloce e semplice da cucinare
, questo secondo piatto incontrerà l'approvazione di tutti.
Asparagi
, uova, Galbanino, cipolla, sale e olio extravergine d'oliva comporranno una sfiziosa portata dalle note olfattive rilevanti, che soddisferà appieno pancia e palato inondando di un delizioso profumo la vostra cucina.



Facile
4
35 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 800 g di asparagi
  2. 7 uova
  3. 200 g di Galbanino Galbani
  4. 20 g di cipolla
  5. 1 pizzico di sale
  6. 2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva

Preparazione

Per realizzare la frittata di asparagi vi basterà seguire questi semplici passaggi:

01

Dovete prima di tutto lavare gli asparagi: quindi prendete un mazzetto di asparagi selvatici, eliminate la parte legnosa del gambo e tagliateli a pezzi. Metteteli dentro una padella antiaderente insieme ad un pizzico di sale e a tre cucchiai d'acqua.

A questo punto, cuoceteli per 20 minuti circa a fuoco basso e con la padella coperta. Quando gli ortaggi saranno belli teneri, trasferiteli e fateli intiepidire. I minuti di cottura variano se utilizzate una pentola a pressione: gli asparagi impiegheranno 5-10 minuti a cuocere. Se preferite, potete anche lasciare gli asparagi leggermente croccanti.

 

02

Nel frattempo, in una ciotola sbattete con una forchetta le uova con un pizzico di sale e il Galbanino tagliato a cubetti.

03

Riscaldate sul fuoco una padella antiaderente, aggiungete l'olio extravergine di oliva e soffriggete al suo interno la cipolla precedentemente mondata, lavata e tagliata finemente.

04

Dopo qualche secondo versate anche il composto di uova sbattute e gli asparagi cotti in precedenza, poi cuocete la vostra frittata di asparagi a fuoco moderato per 5 minuti circa.

05

Trascorso il tempo indicato, girate la preparazione e fatela cuocere ancora mantenendo la fiamma medio-alta. La frittata sarà pronta per essere servita in tavola.

Varianti

La frittata di asparagi è una ricetta semplice: aggiungendo agli asparagi altri condimenti si possono ottenere varianti altrettanto gustose e saporite.

Se volete ottenere un sapore un po' rustico, potete aggiungere alla vostra frittata la scamorza affumicata tagliata a dadini: il suo sapore deciso si sposa bene con quello degli asparagi.

Potete, in alternativa, realizzare una versione più delicata; aggiungete alla frittata un po' di ricotta fresca: la renderà morbidissima e deliziosa.

Se siete molto golosi, potete abbinare agli asparagi il tipo di salume che preferite: noi vi suggeriamo speck o pancetta perché entrambi i salumi legano molto bene con il sapore degli asparagi.

Infine, se volete una versione tutta vegetariana, vi suggeriamo di abbinare agli asparagi le patate: anche le patate vanno leggermente ammorbidite prima; tagliatele a cubetti e fatele lessare in una pentola prima di ripassarle in padella insieme agli asparagi.

Insomma, questa è una di quelle ricette facili che non deludono mai: la frittata accontenta sempre tutti!

Curiosità

Gli asparagi hanno origini molto antiche: si tratta di una pianta rustica, originaria dell'Asia occidentale, coltivata già ai tempi degli Egizi e dei Romani (già Plinio, nella sua "Naturalis Historia" parlava degli asparagi).

L'Italia, oggi, è tra i principali produttori di asparagi. Ne esistono più varietà: una prima suddivisione va fatta tra gli asparagi con i germogli verdi e quelli con i germogli bianchi; i primi vengono coltivati in presenza di luce, i secondi vengono coltivati in assenza di luce.

Vi è poi un tipo particolare di asparago, l'asparago violetto di Albenga: questo viene coltivato solo da marzo a giugno e, in particolare, ad Albenga, la cui pianura si trova nella provincia di Savona.

Il tipo di terreno, molto sabbioso, e il microclima danno origine a questo particolare asparago. Meno fibroso rispetto all'asparago verde, viene spesso utilizzato per accompagnare pesce o carne (bianca).