Come abbinare la carne e il pesce alle verdure

Galbani
Galbani
Come abbinare la carne e il pesce alle verdure

La tendenza di pranzare o cenare con un piatto unico, che sia un primo sostanzioso o un secondo accompagnato da un contorno, è sempre più in crescita.
Ciò è spesso dovuto dai tempi ristretti che si hanno durante la pausa pranzo o dalla voglia di tenersi leggeri. Capita, però, di non riuscire a calibrare adeguatamente cosa mangiamo e di ritrovarci poco dopo aver finito il pasto già affamati, o troppo sazi. C'è chi preferisce mangiare carboidrati, come pizza, pasta, riso o altri cereali e c'è chi non riesce a rinunciare a carne o pesce, accompagnati da un buon contorno.

Non c'è bisogno che la nostra alimentazione diventi noiosa e triste: sedersi a tavola deve essere un momento di gioia e di relax!

Passiamo alla parte del gusto! Chi non riesce a rinunciare a carne e pesce, che sia una seconda portata o un piatto unico, può accompagnare questi piatti a delle verdure, per esaltarne al meglio il sapore. Ma il contorno va servito sempre su un piattino a parte, per evitare che i sapori possano confondersi.


E allora carne e pesce, con che verdure si abbinano meglio?

Le carni rosse

Le carni rosse

Uno spezzatino di manzo, tenero e ricco di sapore, si prepara solitamente creando un soffritto con trito di cipolla, di sedano e di carota che creano la base per un sugo buono e profumato. Ma lo spezzatino di manzo può essere anche cotto con delle verdure, come le patate sbucciate e tagliate a tocchetti.

Anche i peperoni sono ottimi per rendere il sugo della carne appetitoso; oppure dei funghi o dei carciofi.
Per preparare qualcosa di diverso ed eccezionale, possiamo cucinare il filetto di manzo in padella con una salsa ai frutti di bosco.
Il bollito di manzo può essere preparato utilizzando delle verdure, come zucchine e carote, oltre alle verdure aromatiche, da poter mangiare come contorno, anche sotto forma di minestra. Tra i complementi immancabili per un buon bollito ci sono le salse, come la “mostarda di Cremona” o la salsa maionese.

Il vitello è una delle carni più apprezzate, si presta a diverse preparazioni in base al tipo di taglio che si sceglie. La tagliata di vitello, uno dei piatti più apprezzati da consumare a cena, si abbina bene con un'insalata di rucola e scaglie di parmigiano, accompagnata da un calice di vino rosso; ma se intendiamo preparare qualcosa di speciale, allora possiamo esaltare il sapore di questa carne cucinando il filetto al gorgonzola.
Il taglio adatto alle fettine si dimostra molto versatile, utilizzabile per più tipi di ricette, tradizionali e non. È preferibile accompagnare questa carne con contorni delicati sia crudi che cotti, come dei pomodori all'insalata o dei dolci piselli in umido. Nel caso di fettine panate e fritte, amate da grandi e bambini*, una fresca insalata può andare più che bene.

Le salsicce, possono essere cotte in padella, alla griglia, in qualche sugo, nelle minestre e nel risotto. In umido si accompagnano con purè di patate, spinaci rosolati al burro; arrostite possono essere abbinate a della patate fritte, dellazucca al forno o del radicchio trevigiano. Le salsicce vengono spesso accompagnate con i legumi, specialmente fagioli, ma a volte questo accostamento, per quanto gustoso, risulta pesante da digerire. Meglio scegliere alimenti dal gusto più leggero, come una più particolare insalata di spinaci con frutta fresca, come mele o pere.

Da non dimenticare i salumi, come il prosciutto crudo, un aromatico speck e il salame, spesso accompagnati con dei formaggi, da abbinare a loro volta con del miele, da stuzzicare soprattutto tra gli antipasti o come un secondo veloce e dal gusto leggero.

Le carni bianche

Le carni bianche

Molte persone preferiscono le carni bianche, come quella del pollo. La carne di pollo è tenera, delicata e digeribile; si presta a preparazioni veloci e dal sapore leggero, senza l'aggiunta eccessiva di grassi. Le sue carni permettono di variare tra i diversi metodi di cottura. Possiamo scegliere di cucinarlo intero con metodo di cottura allo spiedo, al cartoccio o arrosto; tagliarlo in diversi parti per farlo fritto, bollito, in umido; e affettato, per preparare degli involtini, delle cotolette o tutto quello che la nostra fantasia e il nostro gusto ci consigliano.

Una ricetta molto semplice ma stuzzicante, per una cena da improvvisare, è quella degli involtini di pollo. Il pollo lega bene con un'infinità di gusti, permettendoci di presentare in tavola sia portate raffinate e impegnative che portate semplici e rustiche. Per i polli arrosto e alla griglia, da impreziosire con erbe aromatiche, oltre alle solite insalate miste e alle patatine, sono indicate tutte le verdure fritte, passate prima in una pastella o nelle uova leggermente sbattute e poi nel pangrattato.

Il pesce

Il pesce

Tra carne e pesce c'è chi preferisce il sapore del mare, magari con un trancio di tonno arrostito.
Generalmente con “tonno” si indica la parte dorsale del pesce; con le sue uova si prepara la “bottarga” di tonno, un piatto perfetto da servire come antipasto. Questo pesce è ottimo cucinato alla griglia, arrosto, stufato o in “fricandeau” (spezzatino in bianco). Da servire con verdure al forno, come il pomodoro con origano, o alla griglia. Il salmone è spesso presente in molte ricette di piatti base: antipasti, primi piatti e secondi ed è un alimento perfetto da avere in cucina. Si possono creare delle tartine al salmone, buone per ogni occasione da gustare accompagnati da rucola; oppure dei tranci da mangiare arrostiti, serviti con un contorno di finocchi e arancia.

Chi ama mangiar pesce, ma anche per chi generalmente mangia pesce e vuole variare, non può non apprezzare le zuppe. La zuppa di pesce cretese è l'ideale per unire i sapori del mare e della terra. Si utilizzano nasello, orata, gamberi, da cuocere in un brodo vegetale composto da cipolla, carote, zucchine, pomodori e patate, e un leggero condimento con olio extravergine d'oliva messo a crudo. Buono e facile.

È importante, però, che i prodotti siano sempre freschi, per assicurarsi la riuscita delle pietanze. Scegliamo sempre di cucinare con dell'ottimo cibo fresco e di stagione.

Quando pensiamo al menù da cucinare ricordiamoci sempre che è bene non mischiare troppo gli alimenti e da oggi sapete anche voi come abbinarli bene tra loro!

*sopra i 3 anni

Verdure da abbinare ai crostacei

Abbiamo parlato dei contorni da abbinare alla carne e dei contorni dal gusto leggero per il pesce, ma come abbinare la verdura ai crostacei? E quali sono i migliori ingredienti che si sposano con questi cibi?

  • le insalate miste, magari arricchite con legumi (ceci, soia, fagioli), fettine di peperoni, filetti di tonno, gamberetti, cetrioli oppure cipolle trifolate. Sono l'ideale perché si abbinano a qualsiasi preparazione a base di pesce e crostaceo;
  • la caponata di melanzane. Tipico della gastronomia siciliana, è un piatto a base di melanzane, cipolla, peperoni, sedano, capperi e olive. Si accompagna bene ai totani, agli scampi, alle mazzancolle e ai calamari. È una preparazione ideale da servire persino come piatto unico proprio perché molto ricca e saporita;
  • gli asparagi al pesto. Condite gli asparagi lessati in abbondante acqua bollente leggermente salata con un paio di cucchiai di pesto. Saranno tra i contorni più facili e gustosi da realizzare e saranno un ottimo accompagnamento per qualsiasi tipo di crostaceo. Serviteli conditi con un filo d'olio extravergine d'oliva oppure del succo di limone;

  • gli spinaci. Potete condirli semplicemente con un filo d'olio extravergine d'oliva e un po' di succo di limone oppure saltarli in padella. Sono la soluzione perfetta per le capesante, gli astici e i granchi;
  • il cavolfiore. Lessatelo per 10 minuti con i finocchi in abbondante acqua bollente insaporita con le foglie di alloro. Scolatelo e al suo posto versate nell'acqua di cottura le cipolle a fette, alcune foglie di prezzemolo, un po' di aceto bianco e mezzo bicchiere di vino bianco. Regolate di sale e pepe e proseguite la cottura per altri 10 minuti. Quindi scolate le verdure e frullatele con dell'altro prezzemolo. Avrete un'ottima salsa da servire insieme ai gamberoni, ai gamberi e agli scampi;
  • i broccoli gratinatial forno con formaggio. Si sposano con qualunque tipo di crostaceo;
  • il cavolo in padella, reso più saporito dall'aceto balsamico e da un pizzico di pepe nero. È una ricetta perfetta da abbinare ai gamberoni al cartoccio, alle mazzencolle e agli astici.

E l'abbinamento zucca e pesce? Si tratta di uno tra gli accostamenti più gustosi e sfiziosi, nonostante molti lo ritengano impossibile a causa dell'aroma dolciastro, unico e inconfondibile, di questo ortaggio autunnale. Adatta anche ai crostacei e molluschi, può essere servita in vari modi. Una bella idea consiste nella zucca in agrodolce seguendo la ricetta palermitana. Vi servono: 500 g di zucca; 2 spicchi d'aglio; 2 cucchiai di zucchero; 4 cucchiai di aceto bianco; sale q.b.; 8 cucchiai d'olio extravergine d'oliva.

Pulite la zucca eliminando la buccia e i semi e tagliandola a tocchetti. A questo punto soffriggete gli spicchi d'aglio sbucciati e schiacciati in una casseruola con un po' d'olio per poi unire la zucca. Saltatela per una decina di minuti, quindi eliminate l'aglio. Cospargete la zucca con lo zucchero e l'aceto e lasciate sfumare. Si consiglia di servire il piatto freddo o a temperatura ambiente dopo averlo salato a piacere e spolverizzato con foglie di menta tritate. Si abbina ai gamberoni, agli astici e agli scampi.